Creato da angelorossodgl il 21/04/2005

Viaggio insieme a me

I miei labirinti

 

OGGI MOZZICO

Post n°587 pubblicato il 25 Gennaio 2009 da angelorossodgl

Ci sono cose che mi mandano ai pazzi.....

 
 
 

Anno nuovo.....

Post n°586 pubblicato il 07 Gennaio 2009 da angelorossodgl

.....vita vecchia!!

Si si, eccomi di nuovo all'inizio di Gennaio con tante considerazioni sull'anno appena trascorso e tanti progetti per il futuro..

il 2008 è stato l'anno della CONVIVENZA un esperienza che mi ha cambiata profondamente, che mi ha fatto assoporare la bellezza delle quotidianità insieme alla persona amata, è stato l'anno di tanti viaggi, di tante vacanze, di tanti posti visitati, di nuovi amici, un anno di grandi soddisfazioni nel campo del lavoro e di tanti tanti progetti per il futuro.

Tra un mese avrò l'orale del concorso, una prova importante in cui sto investendo molto del mio tempo  e dei miei sogni.

Sarò meno presente....  (anche se ultimamente ero già parecchio latitante) e spero solo di tornare presto con ottime notizie!

 
 
 

Post N° 585

Post n°585 pubblicato il 23 Dicembre 2008 da angelorossodgl

Scusatemi, non riesco ad essere molto presente sul blog ultimamente..

La vita diventa sempre più frenetica tra progetti per il futuro, lavatrici da stendere, studio e lavoro..

Stiamo bene, abbiamo fatto l'albero insieme, abbiamo incartato pacchetti di natale, stiamo diventando sempre di più una famiglia e sono felice che in queste ultime settimane stiamo anche riscoprendo amici e serate in allegria uscendo dallo "splendido isolamento" dei primi mesi di convivenza!

Sto bene, stiamo bene... e ne siamo felici!

 
 
 

Post N° 584

Post n°584 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da angelorossodgl

.... infinita tristezza....

 
 
 

Post N° 583

Post n°583 pubblicato il 28 Novembre 2008 da angelorossodgl

Come ogni anno (da ben 5 anni a questa parte) eccomi qui con il problema di dover affrontare il periodo più strano, nervoso e ambivalente caratterizzato dal Natale e dai ricordi ad esso legati...

Da un po' di anni - e chi conosce la mia storia capisce anche il perchè - ho un rapporto di odio e amore con il Natale: già dalla fine di novembre con l'arrivo dei primi addobbi e delle prime file di luci colorate nei negozi il mio umore comincia a diventare malinconico, triste, ripenso, mi logoro nei ricordi, nel cercare di allontanare quel dolore e quei momenti  caratteristici di una lotta senza possibilità alcuna di vottoria.
Questi giorni di solito li passo in preda ad uno strano stato che oscilla tra "Andate tutti a farvi fottere insieme al Natale e alle cazzate ad esso legate, tanto io non voglio festeggiare nulla" e il " Devo fare un enorme Albero di Natale e metterci tanti pacchetti sotto"! (forse sono pazza... ma in qualche modo è necessario esorcizzare i demoni e il pianto)

Dopo un po', con l'avvicinarsi delle feste e per spirito di sopravivvenza comincio a comportarmi come se il passato non esistesse, e mi diletto a decorare la casa ad appendere arance e cannella all'albero, a incartare pacchetti... ma poi arriva il 24 dicembre e davanti a quella lapide piango tutte le lacrime nascoste nelle settimane precedenti, tutto il dolore che avevo occultato dietro a biscotti allo zenzero e a fiocchi colorati...

Ogni anno è così.. e anche quest'anno sarà la stessa cosa... e sarà sempre così...

 
 
 

Post N° 582

Post n°582 pubblicato il 17 Novembre 2008 da angelorossodgl

Prendo in prestito una poesia di Bejita per descrivere il mio stato d'animo e tranquillizzo tutti in merito al mio precedente post: va tutto benissimo, qulache screzio nella quotidianità è normale, ma noi siamo persone mature e sappiamo dare il giusto peso alle cose e tutto si è risolto con un bacio ed un abbraccio e con una bella serata davanti ad un film meno bello!!

Cos'è l'amore
se non un'abitudine alla felicità,
un vivere sapendo di essere compresi
senza un apparente valido motivo,
consolati quando ne abbisogniamo,
difesi quando siamo attaccati,
supportati quando barcolliamo
e abbracciati quando abbiamo freddo,
l'amore è come una barriera verso il mondo
con dentro un paio di cuori
intenti a farsi compagnia.
 Autore: Bejita

 
 
 

Parole come pugni...

Post n°581 pubblicato il 16 Novembre 2008 da angelorossodgl

Non tutti i giorni si può vivere a tremila, non tutti i fine settimana ci sono schiere di amici pronti a condividere con noi il loro tempo, non tutte le volte si può stare fisicamente bene.
Mi spiace sapere che con me ti annoi, le tue parole arrivano come pugnalate allo stomaco, mi viene un groppo in gola se ripenso che tra i ricordi più belli della mia infanzia ci sono domeniche pomeriggio in casa tutti insieme a guardare le partire e a mangiare pane e cioccolata stretti su di un vecchio divano troppo piccolo per quattro persone, mi spiace sapere che bastano due giorni in casa con me (malata e raffreddata) per farti "annoiare"!

Peccato.. hai perso una bella occasione per starmi vicino in una domenica che poteva essere casalinga e calda e che invece ora è fredda e rancorosa!

 
 
 

Post N° 580

Post n°580 pubblicato il 10 Novembre 2008 da angelorossodgl

Un bellissimo fine settimana!

Per me è sempre uan festa scendere a Napoli e questa volta torno con un dolce ricordo nel cuore: io addormentata sul divano e la mamma di M che arriva con la copertina e mi copre!

Nessuno da quando è morta mamma si è più preoccupato di non farmi prendere freddo mentro sonnecchio sul divano..

 
 
 

"Come prendere il potere con la scuola", sembra oggi!

Post n°579 pubblicato il 31 Ottobre 2008 da angelorossodgl

 
il testo è del 1950.
E' di Piero Calamandrei, giurista, antifascista e "padre costiutente".

Pronunciato al III° Congresso in difesa della Scuola nazionale a
Roma esattamente l'11 febbraio 1950.

Sono passati "quasi" 60 anni.....
 
"Facciamo l'ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un
partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la
Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuol fare la marcia su
Roma e trasformare l'aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol
istituire, senza parere, una larvata dittatura. Allora, che cosa fare per
impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di
partito? Si accorge che le scuole di Stato hanno il difetto di essere
imparziali. C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino
sotto il fascismo c'è stata. Allora, il partito dominante segue un'altra
strada (è tutta un'ipotesi teorica, intendiamoci). *Comincia a trascurare le
scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle*. Lascia che si anemizzino e
comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le
scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano
ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di privilegi. Si
comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole, perché
in fondo sono migliori si dice di quelle di Stato. E magari si danno dei
premi, come ora vi dirò, o si propone di dare dei premi a quei cittadini che
saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche
alle scuole private. A "quelle" scuole private. Gli esami sono più facili,
si studia meno e si riesce meglio. Così la scuola privata diventa una scuola
privilegiata. Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le
scuole di Stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di Stato per
dare la prevalenza alle sue scuole private. Attenzione, amici, in questo
convegno questo è il punto che bisogna discutere. Attenzione, questa è la
ricetta. Bisogna tener d'occhio i cuochi di questa bassa cucina.
L'operazione si fa in tre modi: ve l'ho già detto: rovinare le scuole di
Stato. Lasciare che vadano in malora. *Impoverire i loro bilanci.* Ignorare
i loro bisogni. Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole
private. Non controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti
che non hanno i titoli minimi per insegnare. Lasciare che gli esami siano
burlette. Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto. Dare
alle scuole private denaro pubblico".
IL MONDO è UNA RUOTA CHE GITA??.. SPERIAMO DI NO!!!

 
 
 

Post N° 578

Post n°578 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da angelorossodgl

Strana convivenza la nostra: siamo riusciti ad organizzare la settimana dal lunedì al venerdì senza che nessuno dei nostri impegni coincidesse in modo da farci stare una sera insieme!

Lunedì e giovedì io ho piscina, martedì e venerdì lui ha palestra e nessuno dei due può cambiare giorno dato che siamo seguiti entrambi dai nostri rispettivi istruttori che ci sono solo in quei giorni, e ora anche il mercoledì che inizialmente era rimasto libero per regalarci una serata al cinema o con gli amici è miseramente sfumato grazie ad un corso di fotografia al quale si era iscritto M. che inizialmente doveva essere di giovedì (quando io sono di piscina) e invece all'ultimo è stato anticipato al mercoledì!!

PER FORTUNA CHE ESISTE IL FINE SETTIMANA!!

... e scherzando scherzando ieri abbiamo festeggiato 18 mesi insieme...

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

frasemilmenta_mentepantaleoefrancaanmicupramarittimaciemmetreattiomoprimadelbaciostrong_passionpsicologiaforensecassetta2Coulomb2003MITE_ATTACHET_2giuliocrugliano32GenomaZeropoeticjusticemanu.rossana
 

 "La suprema felicità della vita è il sapere di essere amati per quello che si è, o meglio, di essere amati a dispetto di quello che si è."

Victor Hugo

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: angelorossodgl
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: RM
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

L'importante è che stai bene... ciao! PJ
Inviato da: poeticjustice
il 06/03/2010 alle 10:51
 
a presto
Inviato da: Coulomb2003
il 19/02/2010 alle 15:08
 
e settembre non porta solo pioggia.. ;-)
Inviato da: Coulomb2003
il 21/09/2009 alle 11:17
 
Complimentissimi tesoro! Sei stata grande, tantissime...
Inviato da: poeticjustice
il 06/09/2009 alle 14:44
 
:-)
Inviato da: Coulomb2003
il 18/08/2009 alle 13:11
 
 

Non conviene prendere la vita troppo sul serio.
Tanto non ce la faremo mai ad uscirne vivi.
(M. Twain)

immagine

 

OCEANO MARE

"Posa la penna, piega il foglio, lo infila in una busta. Si alza, prende dal suo baule una scatola di mogano, solleva il coperchio, ci lascia cadere dentro la lettera, aperta e senza indirizzo. Nella scatola ci sono centinaia di buste uguali. Aperte e senza indirizzo. Ha 38 anni, Bartleboom. Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà un giorno una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare la cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno, ormai da anni, prende la penna in mano e scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi, se non a lei? Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle sul grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle -Ti aspettavo. Lei aprirà la scatola e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu si prenderà gli anni -i giorni, gli istanti- che quell'uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti a quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell'uomo -Tu sei matto. E per sempre lo amerà."

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31