Creato da ambroseb il 12/10/2007

Il Lampione

"far lume a chi brancola nelle tenebre"

 

 

« Artemisia GentileschiFinalmente si prova a fe... »

Sanità

Post n°28 pubblicato il 12 Dicembre 2007 da ambroseb
 

A proposito dello stato d’emergenza nel territorio della Regione Calabria per far fronte alle condizioni di disagio del sistema sanitario regionale nonché all’inadeguatezza delle strutture, deliberato ieri dal Consiglio dei Ministri, mi è venuto in mente un caso su cui riflettevo qualche settimana fa e che ha una certa attinenza con l’accaduto.
Il 16 novembre 2007 il governo ha approvato disegno di legge concernente:
“Interventi per la qualità e la sicurezza del Servizio sanitario nazionale” (collegato alla manovra di finanza pubblica per il 2008). Esso riforma un po’ tutto il Servizio sanitario ma soprattutto i criteri di nomina dei Direttori generali delle aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere. Esaminiamone un po’ meglio i contenuti.
NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI
Ogni qual volta si rende vacante un posto, le Regioni rendono nota, con congruo anticipo, anche utilizzando i propri siti internet, l’attivazione delle procedure per la copertura delle vacanze dei posti, da scegliersi tra soggetti in possesso di particolari requisiti, nonché di comprovate capacità tecnico-manageriali, documentate anche attraverso positive esperienze pregresse. Le candidature vengono valutate da una commissione composta da tre membri scelti dalla Regione, di cui uno tra dirigenti apicali della Regione stessa, uno tra i direttori generali di unità sanitarie locali o di aziende ospedaliere con esperienza almeno triennale, uno tra docenti universitari delle materie della direzione e organizzazione aziendale. La commissione individua una terna di aspiranti che presentano requisiti di competenza e di esperienza meglio rispondenti alle caratteristiche dell’incarico, tenendo conto delle strategie regionali in materia sanitaria e delle condizioni dell’unità sanitaria locali e delle aziende ospedaliere che presentano la vacanza. La Regione nomina il direttore generale tra la terna di aspiranti, individuando il candidato che presenta le caratteristiche più adeguate all’incarico. Come si può ben notare la nomina dei manager è rimasta sostanzialmente di carattere discrezionale da parte degli organi politici delle regioni. Ora, se appare condivisibile che ad elaborare e fissare le linee guida della politica sanitaria siano gli organi politici, regionali e nazionali, si poteva fare qualche sforzo in più per assicurarne una maggiore professionalità. Continuerà la spasmodica ricerca dei manager dell’appartenenza partitica che assicura loro il remunerativo e potente incarico.
NOMINA DEI PRIMARI
Se tutto si fermasse qui, salvaguardando i medici dalle lottizzazioni di turno, potremmo anche farcene una ragione. Ricordiamo che i primari e i cosiddetti primarietti vengono nominati dal direttore generale. Dato il delicatissimo ruolo svolto, spesso depositari delle vite dei pazienti, per essi il criterio della rigorosa professionalità dovrebbe assumere caratteristiche più stringenti. Ma anche in questo caso si apre “un mercato dove sovente la presunta affidabilità politica soverchia un curriculum eccellente”. Non sono rari i casi in cui medici capacissimi siano stati costretti a cercarsi il padrino politico di turno per ottenere l’incarico. La fondazione ItalianiEuropei, in tre diversi seminari, elaborò una proposta relativa ad un severissimo sistema concorsale per i primari che escludesse del tutto l’influenza dei direttori generali. Venivano previste giurie qualificate estratte a sorte su scala nazionale ed esiti certificati da classifiche inderogabili. Nell’elaborazione del disegno di legge in esame, il Ministro per la Salute Livia Turco si scontrò con la resistenza delle “regioni rosse” che, dietro il paravento di una indubbia efficienza, volevano salvaguardare i poteri dei direttori generali. Il risultato è stato un pastrocchio bizantino. La giuria è di cinque membri (di cui uno di nomina del direttore generale) e gli altri quattro scelti (sempre sotto l’egida del direttore generale) fra una rosa di otto primari sorteggiati su scala regionale. Non vengono previsti criteri di valutazione stringenti e ben definiti ma solo vaghe e generiche proposizioni di competenza. La giuria elabora una rosa di tre candidati senza classifica, dopo di che è sempre il direttore generale a scegliere.

Si è creato l’ennesimo compromesso in un paese che ormai vive di caste. Nel quale il particulare ha soppiantato del tutto l’intere pubblico. Quella medica in particolare ne rappresenta un caso eclatante. Essendo la sanità un settore molto redditizio e foriero di potere, si finisce per dimenticare che l’oggetto delle prestazioni sanitarie è, nella stragrande maggioranza dei casi, la vita delle persone. Se questi criteri finiranno per non intaccare l’efficienza di alcune strutture, si pensi a quelle emiliane, toscane ma anche lombarde e friulane, cosa succederà nelle regioni meridionali nelle quali il management sanitario, oltre che di stretta appartenenza alla politica più clientelare, ha dato prova sovente di collusione con la criminalità organizzata?

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/lampione/trackback.php?msg=3747871

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> ALGORITMO CONDOMINIALE su PAESAGGI DELL'ANIMA
Ricevuto in data 14/12/07 @ 15:54
Soggiorno da quasi tre mesi in questo condominio e già sto uscendo pazza! E' un bel casermone vir...

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 12/12/07 alle 19:27 via WEB
Un post da incorniciare. Chairo, inforamtivo. Lascia parlare i fatti. Purtroppo. La Sanità è un tema che mi tocca da vicino, e in profondità. Finisco sempre per incavolarmi. perchè, dietro questi "giochetti" politci, c'è la nostra salute. E quella dei nostri cari. Grazie. Un sorriso volante Mister X di COmicomix
 
 
ambroseb
ambroseb il 13/12/07 alle 00:11 via WEB
Mi piacerebbe avere la capacità di scrivere in modo umoristico ed esilarante come fate voi. Ma, non avendo le vostre doti, mi devo accontentare di citare i fatti, mettendone in evidenza spesso le storture prodotte da certe "manovre" ed i retroscena che hanno portato al misfatto. Grazie sempre e complimenti per il vostro magnifico blog!
 
semprepazza
semprepazza il 12/12/07 alle 21:26 via WEB
Spero di non ammalarmi seriamente mai. Da molto tempo ho messo la salute in cima ai beni più preziosi... un saluto.
 
 
ambroseb
ambroseb il 13/12/07 alle 00:15 via WEB
Solo che spesso le malattie esulano dai nostri stili di vita. Allora non possiamo far altro che sederci al tavolo della roulette della sanità, sperando di vincere! A presto
 
bil37
bil37 il 13/12/07 alle 09:26 via WEB
Ciao ambro, hai toccato un altro argomento scottante, fra l'altro molto ben documentato. Non conoscevo l'esatta procedura delle nomine dei manager sanitari e dei primari, sapevo però che la Regione la faceva da padrone. Non mi sentirei di aggiungere nulla, perché ciò che hai scritto è estremamente esauriente. Io invece vorrei sollevarti un interrogativo: non sarebbe il caso che per materie come Sanità, Giustizia ed Istruzione, andassero dei tecnici al Governo? Personalmente ho molto apprezzato l'operato di Umberto Veronesi, il quale poi ha preferito lasciare, forse non molto allettato dalle sirene politiche. Cosa nepensi dei Governi con dei tecnici preparati? E piu' in generale, pensi sarebbe una soluzione, quella dei "governi tecnici" alla "Platone" (cioè i più bravi e i più saggi nelle loro discipline, al Governo)?
 
 
ambroseb
ambroseb il 15/12/07 alle 19:40 via WEB
I governi tecnici (come d'altronde alcuni ministri tecnici) hanno delle peculiarità. Da un lato garantiscono una certa distanza dall'agone partitico e, quindi, da alcuni interessi particolari. Non solo ma in gebere sono persone molto competenti, in genere professionisti o docenti del settore di cui si occupano. L'unico vero governo tecnico in Italia è stato quello guidato da Lamberto Dini nel 1995. Esso però venne sostenuto da una maggioranza politica (all'epoca il centro sinistra con la lega). Non a caso molti "tecnici" di quel governo divennero eminenti personaggi politici (Dini, Frattini, Mancuso). La mia opinione è che un governo tecnico possa andare bene solo in momenti di emergenza, di grave crisi e per superare momenti di vuoto della politica. Se da un lato essi assicurano una certa imparzialità e distanza dalle presioni di parte, il loro limite è costituito proprio dal fatto che finiscono per non rispondere ai veri depositari della sovranità popolare: i cittadini. Discorso a parte meritano i ministri per così dire tecnici. Nella storia repubblicana se ne incontrano diversi esempi Soprattutto nei settori economici. Hanno il pregio di limitare le pretese dei partiti che spesso tendono a far esplodere i settori della spesa pubblica, provocando danni che tutti conosciamo. Il limite, spesso, è rappresentato dal non sapere inerpretare alcune esigenze che vengono dalla società essendo aggrappati ad interssi di rispetto di equilibri di bilancio e finanziari. Esempio né sono le battute di Padoa Schioppoa sui "bamboccioni" o l'elogio della bellezza delle tasse. Discorso a parte merita Umberto Veronesi che seppe anteporre il suo grande carisma e la sua straordinaria competenza alla povertà del dibattito polico. Grazie dello stimolo, a presto.
 
   
bil37
bil37 il 17/12/07 alle 10:21 via WEB
Ciao, a presto e grazie della risposta.
 
sirenatropicale76
sirenatropicale76 il 21/12/07 alle 10:53 via WEB
ciao, è da 1 pò che nn ti si vede. bacini.
 
 
ambroseb
ambroseb il 24/12/07 alle 17:56 via WEB
Sono stato parecchio assente per motivi di lavoro, spero di rifarmi in queste vacanze... Grazie
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 21/12/07 alle 20:23 via WEB
Ciao Rosario, sei sparito???Fammi sapere quando ti arriva il pacchetto, che spero ti arrivi presto! Un bacione Marta
 
semprepazza
semprepazza il 22/12/07 alle 21:04 via WEB
Buone feste, buon Natale! Con l'augurio di realizzare tutto ciò che ti sta a cuore. Con simpatia. Diana. C'è un regalo per te (purtroppo solo virtuale...) nel mio blog.
 
 
ambroseb
ambroseb il 24/12/07 alle 17:56 via WEB
Grazie...
 
PeterGunn
PeterGunn il 23/12/07 alle 12:04 via WEB
Auguri di Buon Natale e buon anno!
 
 
ambroseb
ambroseb il 24/12/07 alle 17:56 via WEB
Grazie anche a te
 
sirenatropicale76
sirenatropicale76 il 23/12/07 alle 22:37 via WEB
BUON NATALE!
 
 
ambroseb
ambroseb il 24/12/07 alle 17:57 via WEB
Passerò dal tuo blog per farti gli auguri...
 
Kimberlykiss
Kimberlykiss il 24/12/07 alle 10:15 via WEB
Ti auguro uno stupendo natale...!!!! :*** un kiss, kim
 
 
ambroseb
ambroseb il 24/12/07 alle 17:58 via WEB
grazie, ricambio anch'io e più tardi vengo a farti gli auguri nel tuo blog
 
bil37
bil37 il 24/12/07 alle 11:07 via WEB
Tanti auguri :)
 
 
ambroseb
ambroseb il 24/12/07 alle 17:58 via WEB
Anche a te, come detto prima sono stato un po' assente...
 
nalya
nalya il 25/12/07 alle 03:14 via WEB
auguri di buona natale.... spero di ribeccarti presto un pò di piu
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 25/12/07 alle 22:20 via WEB
Auguri di un felice, sereno e splendido Natale dal blog Napoli Romantica...
 
iduecupido
iduecupido il 26/12/07 alle 11:33 via WEB
TANTISSIMI AUGURI DI BUONE FESTE
 
Kimberlykiss
Kimberlykiss il 28/12/07 alle 10:23 via WEB
....e pensare che il sistema sanitario italiano è considerato uno tra i piu efficenti ed organizzati al ondo....dopo aver letto con attenzione tutto questo, mi vien da pensare....ma gli altri paesi? Son messi peggio, davvero?????
 
semprepazza
semprepazza il 31/12/07 alle 10:54 via WEB
Auguri di uno splendido 2008, serenità, amore, SALUTE e... grana!!!! Con simpatia. Diana
 
nalya
nalya il 06/01/08 alle 12:09 via WEB
ciao, volevo portarti a conoscenza di questa petizione contro la mafia per chiedere il risarcimento danni a cosa nostra http://www.petitiononline.com/nomafia/petition.html molti blog e siti hanno gia aderito firmando e inserendo uno di questi banner http://www.ilgrillodipalermo.it/node/24 Speriamo voglia partecipare anche tu
 
lammvarg
lammvarg il 13/01/08 alle 23:45 via WEB
Io trovo che il problema maggiore sia avere come cittadini gli strumenti per giudicare se la nomina fatta sia risultata positiva oppure no, e premiare o punire alle elezioni chi ne è stato responsabile. In tutto il parlare che si fa di meritocrazia ai vari livelli, ci si dimentica di dire che tutto dipende dagli strumenti che si hanno per giudicare il merito...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

NOVITà EDITORIALI

Consigli di lettura

Prossimamente in Libreria

 

EVENTI A FERRARA

Kilombo

 

IL DIZIONARIO DEL DIAVOLO

apostata
Dicesi di una sanguisuga che, penetra sotto il guscio di una tartaruga, scopre che l'animale è morto da tempo e ritiene conveniente interessarsi a una tartaruga più giovane.
appetito
Un istinto saggiamente fornito dalla Provvidenza per risolvere i conflitti sociali.
applauso
L'eco di un luogo comune.
arbitrato
Rimedio patentato da usarsi quando i rapporti internazionali si surriscaldano, in sostituzione dell'antiquato sistema di versar sangue. Ne consegue che il partito sconfitto ha due o tre nazioni da odiare invece di una, con grandi vantaggi per la pace nel mondo.
architetto
Persona che disegna un progetto della vostra casa e progetta disegni sul vostro denaro.
arcivescovo
Dignitario ecclesiastico che batte in santità di un punto il semplice vescovo.
ardore
Qualità che contraddistingue una passione amorosa priva di adeguata conoscenza del suo oggetto. 

 

LA RECHERCHE DE LA VéRITé BY MARCEL PROUST

La nostra personalità sociale è una creazione del pensiero altrui.

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ambroseb
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 49
Prov: PA
 

MSN

biscottaio@hotmail.it

 

LETTURE IN CORSO

 

LETTURE IN PROGRAMMA

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rm.francescoa.scalas3andy78hvincenzogiordanoepicureo62ciro.eggerdesmodrome2019misskaty77maria.pariggianolucafantini1966mihailovtudor.itusagetpuman83psicheee10F.trifone
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Commento ad episodio di razzismo di rimini (uno dei tanti...
Inviato da: sara
il 18/08/2017 alle 19:01
 
ciao complimenti per il blog un saluto dal nostro bed and...
Inviato da: anna.loverde881
il 21/04/2017 alle 22:37
 
articolo molto piacevole da leggere. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 20:51
 
ho letto molto volentieri questo articolo.Ciao da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 10/09/2016 alle 11:36
 
very nice blog in this rent a car - benvenuti su questo...
Inviato da: MariaLampion88
il 11/08/2014 alle 11:07
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 

VISITE

 

VATHEL, PIACEVOLE SCOPERTA

 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963