Creato da: 72rosalux72 il 04/06/2004
"Confermo i miei atti e rido dei miei castighi. E adesso condannatemi".

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Ultime visite al Blog

merizeta21almatalPrimosirevenere_privata.xliberantetirripitirriossimoramattonelladgIlilith_0404dominjusehellahansa007bon.pierriktoyouje_est_un_autreleopardi9
 

 

 
« .. »

.

Post n°549 pubblicato il 26 Maggio 2010 da 72rosalux72

 

Capisco che le maestre sentano la responsabilità della classe avuta per cinque anni ma credo sia inutile cambiare marcia dal secondo quadrimestre e fare come se si fosse già in prima media.
Intanto una marea di compiti da febbraio a questa parte giustificata appunto col...”in prima media sarà peggio, si devono abituare”.
Siccome a pasqua abbiamo passato le vacanze a fare i compiti ho chiesto alla maestra d'italiano se lei avesse lavorato.
“ti lamenti anche tu? ( ah ecco, non sono l'unica)Guarda che non potevano stare dieci giorni senza fare niente”.
Ho detto niente? No, ho detto che era troppo.
Sai quanto ci vuole a fare l'analisi grammaticale di cinque testi di un sussidiario di quinta? Minimo un'ora e mezza ciascuno, il mio ce ne mette due, che per cinque fanno dieci ore solo di questo. Aggiungici le due regioni da studiare, disegnare e da riassumere sul quaderno, assegnate sempre da te; quattro pagine di storia e una ricerca su un qualsiasi argomento sugli etruschi, sempre assegnato da te; e il testo sulle vacanze, mica poteva mancare! Nel quale ettore ha scritto che ha fatto un sacco di compiti.
Poi matematica, che mette meno pensiero ma ci vuole comunque tempo, e per inglese un libricino da leggere e tradurre, molto carino per carità, ma non era meglio consigliarlo per le vacanze estive?

Poi assisto a continui sforamenti nei programmi. A matematica questa settimana hanno fatto il peso specifico con schede date dalla maestra perchè nel libro non c'è. Ettore mi ha informata che domani proverà a spiegargli la radice quadrata e che entro la fine dell'anno vuole introdurre il teorema di pitagora.
Sempre perchè così si troveranno meglio alle medie.
Invece la maestra farebbe bene a fare un bel ripasso in classe e non solo attraverso i compiti, visto che oggi mio figlio per trovare il volume di un parallelepipedo è andato a cercare la formula sul libro perchè non si ricordava.

Infine i promessi sposi. Ok, li leggi in classe da un'edizione ridotta. Ok, è pur sempre una storia da cui ricavare, per ogni capitolo, un riassunto, e sono d'accordo che esercitare la sintesi sia una roba formidabile.
Ma perchè i promessi sposi? E mi vieni a dire, giusto ieri, che non hanno più voglia di fare niente, il riassunto sul capitolo dei promessi sposi letto in classe è stato tirato via, uno scempio, ettore per esempio ha scritto quattro righe, non va bene.
Qual era l'argomento?
L'addio ai monti di lucia. E che caspita ti aspettavi scrivessero dei ragazzini di dieci anni su quella lagna di lucia?
Forse era meglio dedicare qualche ora in più alla consecutio, quelle cose che... sarei andato a giocare fuori se il tempo era bello; oppure all'ortografia, perchè io gliel'ho detto mille volte che qual è si scrive senza apostrofo e che da vuole l'accento solo se è verbo, ma se la maestra preferisce approfondire i patemi di lucia...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
SandaliAlSole
SandaliAlSole il 27/05/10 alle 09:14 via WEB
Ho detto niente? No, ho detto che era troppo. Come mi ritrovo in questo tuo commento! Non so quanto lunga sia stata la chiusura pasquale per tuo figlio. Per le mie il minimo da calendario: da giovedì a mercoledì. Giorni nei quali ci stanno un sabato, una domenica e un lunedì, giorni nei quali magari qualcuno ha anche azzardato non dico una vacanza, ma una gita fuoriporta. Anche in quel caso, sia alle medie sia al liceo, compiti come se piovesse, come se i giorni di vacanza fossero venticinque e non i tre striminziti che in realtà sono.
Sugli sforamenti di cui parli, mi trovi di nuovo d'accordo. Che senso ha introdurli ai languori di Lucia, quando avranno tutto il tempo di rileggerli più avanti? L'andare avanti a marce forzate, a volte, mi sembra più un esercizio di stile, come se al "quanto fatto" debba per forza corrispondere un "quanto brava sei tu come insegnante". A volte sarebbe meglio, lo dico da mamma, non da insegnante, lavorare sul consolidamento, aiutando, in questo caso sì, i bambini, tutti i bambini, a presentarsi al nuovo ciclo con competenze acquisite. Ma acquisite davvero. Ciao rosa.
(Rispondi)
 
magdalene57
magdalene57 il 11/07/10 alle 09:13 via WEB
leggo in ritatrdissimo, ma sono assolutamente d'accordo con voi mamme...e poi,. scusa... ma quanti altri bellissimi libri a capitoli son stati scritti in Italia.... almeno alle elementari...preservateli!!!
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.