Blog
Un blog creato da Ganimede.76 il 14/05/2007

Parole non dette...

"la vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita!" (Forrest Gump)

 
 

PREGHIERA DELL’OMOSESSUALE

di Fr. Angelo (Sud  Italia) 

il discepolo che gesù amava

Padre dell’umanità, come figlio mi rivolgo a te con fiducia: aiutami a sentirmi amato da Te, dalla Tua Chiesa, dalle persone a  me care e da tutti coloro che mi circondano. Non mi facciano sentire un verme, un errore della natura, un mostro da nascondere. Donami la forza di accettarmi  per come mi hai creato, di non vivere da ipocrita, nascondendo a me e agli altri  la mia tendenza sessuale. Aiutami a capire che sono anche io Tuo figlio prediletto, che Gesù è morto in croce anche per me. Metti davanti al mio cammino persone sagge che sappiano consigliarmi, che sappiano aiutarmi ad accettarmi. Molte volte, a causa dei pregiudizi e delle paure, sono tentato di  farla finita su questa terra, ma poi sapendo che “tu ami tutte le cose esistenti  e nulla disprezzi di quanto hai creato; se avessi odiato qualcosa, non l`avresti  neppure creata”(Sapienza 11,24) mi riprendo e vado avanti. Dona ai miei  genitori la rassegnazione e la serenità che sono sempre loro figlio, anche se  non potrò mai dargli la gioia di essere nonni, potrò donargli l’affetto di un figlio  che sa amare e vuole essere amato. Aiutami a non fare scelte sbagliate, matrimonio o vocazione di copertura, ma a fare scelte vere e libere. Se qualche volta ho bisogno di essere abbracciato e amato da uno del mio stesso  sesso…. Stammi vicino e abbracciami forte e fammi sentire la tua infinita misericordia e le tue lacrime che scendono sul mio capo, per dirmi che mi comprendi e mi ami per quello che sono. Ti voglio bene Gesù.

 

BIBBIA E OMOSESSUALITÀ

Nel tentativo di approfondire tale tematica e, soprattutto, di individuare con esattezza i testi della Bibbia ed interpretarne correttamente il contenuto, ho ritenuto opportuno leggere due libri che affrontano l'argomento sul piano esegetico e che hanno come punto di riferimento la Bibbia nella sua interezza.

I libri che ho provveduto a leggere e ai quali mi riferirò nella presente trattazione sono:

- Bibbia e Omosessualità, Ed. Claudiana

- l'Omosessualità nella Bibbia, Ed. San Paolo

bibbia

 Introduzione (>)

I testi nei loro contesti antichi

Antico Testamento:

1) Genesi (>)

I resoconti della Teologia della Creazione

2) Sodoma e Gomorra (>)

C'è Omosessualità in questi racconti?

3) Gionata e Davide (>)

Si può parlare di Omosessualità?

(continua)

 

UN PÒ DI ME...

volto

"Omosessuale e credente"  di Alessandra Del Re:

LiberoBlog/Storie

MI RACCONTO...

"Essere o non essere..."

Una pagina del mio Diario su: Gionata.org

UNA MIA ESPERIENZA...

"Non guaritemi in nome di Cristo"

sul Blog: 1, 2, 3... Liberi tutti dell'Unità di Delia Vaccarello

"Una cristoterapia per guarire dai pregiudizi" su: gaynews

 

LA MIA MAIL:

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

AGEDO

AGEDO

L’A.GE.D.O. è costituita da genitori, parenti e amici di uomini e donne omosessuali, bisessuali e transessuali che si impegnano per l’affermazione dei loro diritti civili e per l’affermazione del diritto alla identità personale.

Vogliamo essere di aiuto e sostegno a quei genitori che hanno saputo dell’omosessualità della propria figlia o figlio e ne soffrono perché per loro è difficile comprendere e accettare. Pensiamo di poter condividere il loro disagio offrendoci come interlocutori per un dialogo su una situazione che noi abbiamo vissuto e superato.

 

DISCLAIMER

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Pertanto, non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. Gli articoli e le immagini inseriti in questo Blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarmelo e saranno subito rimossi.

 

Visitor Map

 

Web stats powered by www.clubstat.com

 

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 


 

IL MIO BLOG ADERISCE AL PROGETTO:

 

 

« 13 gennaio 2008, Giornat..."Perché essi siano una s... »

BIBBIA E OMOSESSUALITA' 4

Post n°119 pubblicato il 14 Gennaio 2008 da Ganimede.76
 

L'Antico Testamento e l'Omosessualità

(di Innocent Himbaza dal Libro L'Omosessualità nella Bibbia - Ed. San Paolo)

4) GIONATA E DAVIDE (1Samuele 18,1-5) - (2Samuele 1,26)

Diverse pubblicazioni recenti a proposito dell'amore tra Gionata e Davide ritengono che la loro relazione avesse un carattere omosessuale. Riprendiamo dunque i testi. In questo studio seguiremo un approccio comparativo dei testi. Ci è infatti sembrato importante accostare certe frasi che evocano l'affetto di Gionata per Davide ad altri testi che esprimono l'affetto tra due o diverse persone praticamente negli stessi termini. Questo approccio ci permetterà di determinare il significato che bisogna dare  a una parola o una frase, tenendo conto del contesto nonchè degli aspetti filologici, antropologici e teologici.

Il primo testo che racconta l'affetto di Gionata per Davide interviene quando Davide ritorna dopo aver ucciso Golia, il gigante filisteo. Davide si presenta a Saul come "figlio di Iesse, il Betlemmita, tuo servo" (1Samuele 17,55-58). Questo incontro è il punto di partenza di una storia con molteplici ripercussioni.

"1 Quando Davide ebbe finito di parlare con Saul, l'anima di Giònata s'era già talmente legata all'anima di Davide, che Giònata lo amò come se stesso. 2 Saul in quel giorno lo prese con sé e non lo lasciò tornare a casa di suo padre. 3 Giònata strinse con Davide un patto, perché lo amava come se stesso. 4 Giònata si tolse il mantello che indossava e lo diede a Davide e vi aggiunse i suoi abiti, la sua spada, il suo arco e la cintura. 5 Davide riusciva in tutti gli incarichi che Saul gli affidava, così che Saul lo pose al comando dei guerrieri ed era gradito a tutto il popolo e anche ai ministri di Saul." (1Samuele 18,1-5)

Si può parlare di omosessualità? - Dobbiamo vedere nel gesto di Gionata che consegna  i suoi abiti e la sua armatura a Davide una connotazione sessuale? Lo si può pensare accostando questo passo a Ezechiele 16. Il capitolo evoca l'infedeltà di Gerusaleme nei confronti del Signore sotto i tratti di una giovane donna abbandonata alla nascita e raccolta da un passante (il Signore). Costui la mantiene e si unisce a lei, ma lei lo abbandona per offrirsi ai passanti. Il v. 8 di questo capitolo dice: "Ti passai vicino e ti vidi; eri proprio nel tempo dell'amore. Allora stesi il mio lembo su di te, coprii la tua nudità ti feci un giuramento, feci con te un patto, oracolo di Dio, mio Signore". In questo contesto coprire una donna con la falda dell'abito (alla lettera: "stendere la propria ala su di lei") significa unirsi a lei. Rut la Moabita chiede a Booz di sposarla, esattamente negli stessi termini (alla lettera): "stendi la tua ala sulla tua serva" (Rut 3,9). Nella tradizione ebraica (midrash Genesi Rabba, 87,4), Rabbi Samuel ben Nahman (III secolo a.C.), dopo aver accostato la richiesta di Rut a Booz e quella della moglie di Potifar a Giuseppe ("Giaci con me": Genesi39,7), osserva che le due donne avanzano la medesima richiesta, ma la seconda parla come un animale.

Il gesto del passante in Ezechiele 16, associato alla nozione di giudamento e di alleanza, rimanda dunque chiaramente al matrimonio. Ora, i due elementi, il gesto che presuppone un abito e la nozione di alleanza, si ritrovano nel racconto su Gionata e Davide. Se però si possono accostare i gesti di Ezechiele 16,8 a quelli di 1Samuele 18,3-4, i loro contesti rispettivi li allontanano sensibilmente. Ci sembra che in questo tipo di accostamento tra testi diversi, il contesto abbia un ruolo cruciale per le loro interpretazioni. Osserviamo anzitutto che il verbo "spogliare" (pashat) utilizzato in 1Samuele 18,4 è lo stesso he in Genesi 37,23, dove Giuseppe è spogliato del suo mantello da parte dei suoi fratelli. La differenza sta nel fatto che nel caso di Gionata è lui stesso l'autore dell'azione. Gionata si spoglia delle sue vesti non con l'intenzione di mostrarsi nudo davanti a Davide, ma per consegnarle a lui. Il fatto di dare le proprie vesti e le proprie armi a qualcuno è un gesto conosciuto. Del resto, all'epoca della preparazione dello scontro contro Golia, Saul stesso aveva rivestito Davide delle proprie vesti e armi (1Samuele 17,38-39). Lo scambio di armi è conosciuto anche in altre circostanze. Omero (Iliade, 6,230) evoca lo scambio di armi tra Glauco e Diomede come un modo per sancire una profonda amicizia. In questo racconto ci sembra che i gesti di Gionata vadano compresi in tal senso, per esprimere sia affetto sia un trasferimento dei segni della forza o del potere. Nulla ci obbliga a limitarci a una connotazione erotica, che si sarebbe potuta esprimere in altri termini, come "scoprirsi" o "scoprire il proprio sesso" davanti a qualcuno (Ezechiele 16,36), "allargare le gambe" (Ezechiele 16,25)... Un contesto erotico parla del corpo che si scopre piuttosto che delle vesti. Il seguito della storia di Gionata e Davide mostra a più riprese i due "fratelli" ricordarsi dell'alleanza conclusa davanti al Signore e giurarsi reciproca fedeltà (20,8.14-17.42; 23,16-18). Sappiamo, da passi come Deuteronomio 29, che una forte alleanza lega il Signore e il suo popolo.

Perchè non si parla dell'omosessualità tra Saul e Davide?

Se ci si volesse spingere oltre nel senso delle relazioni omosessuali, le si dovrebbeo vedere anzitutto tra Saul e Davide prima che tra Gionata e Davide. I gesti di benevolenza nei confronti di Davide sono compiuti anzitutto da Saul; Gionata non fa che riprenderli. Si potrebbe praticamente parlare di una tragedia d'amore triangolare. Infatti, senza tener conto di due storie sovrapposte che spingano ugualmente la presenza dei doppioni in questi racconti, si direbbe che Saul e Gionata rivaleggino con l'immaginazione nel loro amore per Davide. Costui diventa allora l'oggetto di discordia tra i due amanti. Saul ha il vantaggio del potere, essendo il re. Può far arrestare Davide o concedergli dei favori designandolo come suo scudiero, ecc. Da parte sua, Gionata ha il vantaggio della giovinezza, essendo il giovane principe più o meno coetaneo di davide. Egli può cedergli la sua armatura e ritrovarsi, più facilmente di suo padre occupato nelle questioni del regno, a quattr'occhi con Davide. Saul, che si è lanciato per primo nell'avventura, è alla fine soppiantato da Gionata, entrato in intimità con Davide più di lui. Ciò spiega perchè se la prende con i due giovani.

Il quadro seguente mostra il parallelismo tra gli approcci di Saul nei confronti di Davide e quelli di Gionata sempre nei confronti di Davide:

Saul e Davide

1Sam 16,21: Davide, giunto da Saul, rimane al suo servizio (alla lettera: si tenne davanti a lui). Saul gli si affezionò molto (alla lettera: lo amò molto) e Davide diventò suo scudiero.

Gionata e Davide

1Sam 18,1: Quando Davide ebbe finito di parlare a Saul, l'anima di Gionata si sentì legata all'anima di Davide; Gionata lo amò come la sua anima.

Saul e Davide

1Sam 16,22: ... perchè egli ha trovato benevolenza ai miei occhi.

Gionata e Davide

1Sam 20,3: ... io ho trovato simpatia (alla lettera: grazia) ai tuoi occhi.

Saul e Davide

1Sam 18,2: Saul lo trattenne quel giorno e non gli permise di ritornare a casa di suo padre.

Gionata e Davide

1Sam 18,3: Gionata fece un patto con Davide, perchè lo amava come la sua anima (cfr. 20,17).

Saul e Davide

1Sam 17,38-39: Saul fece rivestire Davide con la sua casacca, pose sul suo capo l'elmo di bronzo e gli fece indossare la corazza. Davide si cinse della spada di lui sopra la casacca...

Gionata e Davide

1Sam 18,4: Gionata si tolse il proprio manto che aveva indosso e lo dette a Davide, così pure le sue vesti e perfino la sua spada, il suo arco e la sua cintura.

Saul e Davide

1Sam 18,22: Il re prova affetto per te (alla lettera: il re si compiace di te).

Gionata e Davide

1Sam 19,1: Gionata, figlio di Saul, aveva molto affetto per Davide (alla lettera: si compiaceva molto di Davide).

Questo quadro mostra che i gesti di Gionata sono gli stessi di quelli di suo padre. E' parimenti interessante notare che sul piano narrativo, ogni gesto di Gionata interviene dopo di Saul. Il solo elemento proprio ai racconti su Gionata e Davide sono gli abbracci e il congedo, che 1Samuele 20,40-21,1 riecheggia. Nel quadro dell'ascensione di Davide al potere, questo sguardo comparativo mostra che il giovane pastore e valoroso guerriero sostituisce successivamente Saul e Gionata.

Per ritornare alla domanda posta dal titolo di questo paragrafo, bisogna rispondere che non si parla di omosessualità tra Saul e Davide semplicemente perchè essa non esiste. Ci sembra che tenendo conto del parallelismo che abbiamo stabilito, va da sè che bisogna dare la stessa rispota a poposito delle relazioni esistenti tra Gionata e Davide.

CONCLUSIONE

Nel contesto della società attuale e a proposito dell'omosessualità, i racconti dei libri di Samuele che riferiscono l'amore tra Gionata e Davide sono più sottili di quelli del Pentateuco. Mostrano, infatti, un amore profondo tra due uomini. Ora, se paragoniamo le parole e i gesti utilizzati per descrivere questo amore e quelli che sono utilizzati in un contesto erotico, possiamo effettivamente pensare che questi due uomini fossero omosessuali. Tuttavia - ed è la ricchezza del linguaggio biblico - le stesse parole e gli stessi gesti sono utilizzati e ben conosciuti in un contesto più ampio, assolutamente neutro. Nessuna parola, nessun gesto che descrive l'amore tra Gionata e Davide è limitato al contesto erotico, nè assente dal linguaggio corrente e neutro. Ne abbiamo mostrato diversi esempi. La domanda che si pone dunque al lettore di oggi è di sapere in quale senso bisogna interpretare quest'amore. Abbiamo insistito sul fatto che nel caso in cui una parola isolata può avere diverse accezioni, è il contesto a determinare il significato. Sul pino filologico, è l'approccio che deve prevalere. Ora, nel caso di Gionata e Davide, il contesto è politico e teologico. Di tutti i testi studiati nessuno si trova in un contesto erotico. Perciò abbiamo concluso che i racconti, che riferiscono l'amore tra Gionata e Davide, non sono un esempio di tolleranza dell'omosessualità nella Bibbia. Secondo noi, questi racconti non evocano l'argomento. Parlare dell'omosessualità in un senso o nell'altro a partire dai racconti su Gionata e Davide ci sembra una forzatura dei testi. Di nuovo, se il lettore di oggi vuole parlare della tolleranza e del giusto atteggiamento verso le persone omosessuali, dovrà riferirsi ad altri testi biblici.

(CONTINUA)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/parolenondette/trackback.php?msg=3917672

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> BIBBIA E OMOSESSUALITA' 3 su Parole non dette...
Ricevuto in data 14/01/08 @ 22:38
L'Antico Testamento e l'Omosessualità (di Innocent Himbaza dal Libro L'Omosessualità nella Bibbia...
>> BIBBIA E OMOSESSUALITA' 2 su Parole non dette...
Ricevuto in data 14/01/08 @ 22:40
L'Antico Testamento e l'Omosessualità 1) I RESOCONTI DELLA CREAZIONE (Genesi 1,26-28 e 2,24-25) (...
>> BIBBIA E OMOSESSUALITA' su Parole non dette...
Ricevuto in data 14/01/08 @ 22:42
E' da tempo che nella lettura della Bibbia mi soffermo su alcuni brani per capire se fanno riferi...
>> 1° Parte... su V.E.M.A.D. 2
Ricevuto in data 17/01/08 @ 10:30
Questi sono quattro fra i cartoni animati che mi hanno accompagnata durante la mia fanciullezza.....

 
Commenti al Post:
luloca
luloca il 14/01/08 alle 23:45 via WEB
C'è da dire che la bibbia è una raccolta di libri molto diversi tra di loro, tra l'altro scritti in epoche molto distanti tra di loro, quindi influenzate da un diverso orientamento culturale. I libri di Samuele, con il tipo di racconti mitologici che contiene, sembra influenzato da una lato dalla letteratura greca e dall'altro da alcuni elementi della cultura egiziana e babilonese. Il levitico, al contrario ha una caratteristica letteraria del tutto diversa. E' anche possibile che i diversi autori non abbiano letto nulla dell'altro e quindi possibile che l'autore della storia non sapesse niente del fatto che sul codice di leggi del Levitico era stata proibita l'omosessualità. A mio avviso non sapremo mai se l'astio di Saul nei confronti di Golia fosse originato nell'ambito di una relazione omosessuale, ma ciò è anche possibile. In quella epoca e nell'area culturale in cui si svolge la storia, un rapporto omosessuale tra due guerrieri era una cosa abbastanza normale. Tra l'altro si legge: "Il tuo amore per me era più meraviglioso dell'amore delle donne." Va detto comunque che la parola amore in questo contesto ha una valenza platonica. Quindi, l'unica cosa certa è che Davide e Gionata si amavano alla follia, che poi abbiano anche fatto sesso, saranno pure affari loro.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 15/01/08 alle 09:01 via WEB
Buondì Luloca, come sempre ti ringrazio per i tuoi commenti sul mio Blog che manifestano conoscenza degli argomenti trattati(a differenza di qualcuno). In questo momento sono a lavoro e quindi non ho la possibilità di approfondire l'argomento e soprattutto il passo che hai citato: "Il tuo amore per me era più meraviglioso dell'amore delle donne." e che merita sicuramente un'approfondimento. Lo farò appena mi sarà possibile. Grazie ancora e una buona giornata! :)
 
   
luloca
luloca il 15/01/08 alle 10:15 via WEB
Va considerato anche che in quell'epoca la donna non godeva certo di grande considerazione. E' quindi presumibile che l'amicizia tra due uomini assumesse un rilievo decisamente più importante dell'amore tra un uomo ed una donna. Ho studiato un po sulla vita delle popolazioni greche ed egiziane (dei babilonesi sappiamo poco): ad esempio gli uomini oltre a non mangiare con le donne, non dormivano (giacevano) mai con loro trovandolo oltretutto sconveniente, preferendo dormire con altri uomini. I guerrieri tra l'altro conducevano un rapporto molto intimo tra di loro curandosi reciprocamente il corpo (depilazione massaggi saune abluzioni) e dormendo spesso tutti insieme in grandi lettoni. Tuttora nell'area culturale araba, sopravvivono tradizioni che si tramandano da quelle epoche. Ad esempio, quando un ragazzo arabo si sposa, i suoi amici gli fanno il bagno in acqua e petali di rosa... Non si tratta di una cosa simbolica, ma proprio effettiva, perchè detergono anche le parti intime. Nel vangelo esiste una testimonianza di queste usanze nella lavanda dei piedi. Puoi star certo però che se Gesù ha lavato dei piedi, lo ha fatto solo agli uomini (da parte di un uomo farlo alle donne sarebbe stato sconveniente). Queste, per noi strane, forme di "gentilezza", parimenti al fatto di donare i propri abiti, si usavano prevalentemente nei confronti degli ospiti o per ribadire l'estremo amore e rispetto verso una persona. Potevano essere gli schiavi o le donne di casa a farlo, ma quando lo faceva il padrone di casa o un congiunto molto prossimo era simbolo di grande rispetto nei confronti della persona.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 15/01/08 alle 16:04 via WEB
Carissimo Luloca, il passo Biblico che citi: "Una gran pena ho per te, fratello mio Gionata, mi eri tanto caro! Era meraviglioso per me il tuo amore più dell'amore delle donne!" (2Samuele 1,26)è stato particolarmente citato da certi studiosi come base dell'argomentazione a sostegno dell'omosessualità tra Gionata e Davide. Essi ritengono che il paragone tra l'amore di Gionata e quello delle donne non esluda la connotazione erotica. Non dobbiamo dimenticarci però che questo versetto è in un contesto di lutto e il lamento funebre non permette di escludere una connotazione qualsiasi dell'amore espesso. Una parte della tradizione Latina della Vulgata agginge al nostro testo: "Come la madre ama il proprio figlio unico, così io amavo te". Per l'antica traduzione aramaica del Targum l'amore di Gionata per Davide era più che l'amore di due donne. Queste riletture mostrano che la frase ha attirato l'attenzione dei suoi lettori, che si sono sentiti in dovere di esplicitarla. Tuttavia, non bisogna dimenticare anche il carattere poetico, e dunque anche simbolico, di questo testo. Davide potrebbe aver evocato l'affetto tra i due, senza un retropensiero di tipo sessuale. La parola "amore" (ahavah) qui utilizzata è comune. Non si limita all'amore coniugale (Osea 3,1), ma riguarda anche l'amore di Dio per il proprio popolo (Isaia 63,9; Geremia 31,3; 11,4) e viceversa (Deuteronomio 6,5), l'amore di un paese, di uno schiavo per il suo padrone (Esodo 21,5), del popolo di Dio per lo straniero (Levitico 19,34)... Per concludere, alla fine, i testi presi in esame non danno alcuna risposta alla domanda se la relazione tra loro sia stata o meno di tipo omosessuale. Assolutamente nulla ci portano a vedere nel loro amore una connotazione di tipo omosessuale e quindi, sembra fuori luogo ricorrere a questi testi per parlare di omosessualità nella Bibbia.
 
   
luloca
luloca il 15/01/08 alle 16:39 via WEB
Condivido. A volte la bibbia viene usata... sia in un senso, sia nel suo opposto. In realtà, argomenti come l'omosessualità e molti altri che oggi investono notevole interesse non sono minimamente toccati, e quando lo sono, la lettura ne risulta difficile e si presta a molteplici interpretazioni. Questi testi sacri sembrano dei supermercati: ci si entra e si prende solo quello che interessa.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 20:33 via WEB
ciao Ganimede, non ci conosciamo, ho letto la tua intervista e prima di tutto complimenti per il blog! io da omosex e cristiano(evangelico) ogni volta che leggo quel passo mi commuovo, non perché giustifico con "comodità" l'amore gay ma al contrario a me pare una comodità fuori luogo negare l'evidenza a tutti i costi come stai facendo te, o come fanno altri pur di dire che la Bibbia condanna l'omosessualità. il linguaggio omoerotico è troppo esplicito e mi sembra assurdo negarlo con altre connotazioni poetiche, simboliche o culturali..perché altrimenti potrei citarti il Cantico dei Cantici che racconta l'amore casto tra due fidanzati etero in procinto di sposarsi..se pure simbolicamente afferma l'amore di Dio per il suo Popolo. Ma l'erotismo è anche lì esplicito. Inoltre come ti ha fatto notare Luloca vi sono molte prove che allora l'amore tra guerrieri o il cosiddetto amore "politico"(tra due caste regali, o tra una casta regale ed un ragazzo adottato in quel caso Davide) era molto praticato. è bello anche quando Davide e Gionatan trascorserò un'intera notte insieme, tra baci e lacrime, con un patto fin troppo simile a quello matrimoniale e dicendo "il Signore sia con la mia discendenza e la tua discendenza per sempre" ...è fin troppo simile al rapporto tra Alessandro Magno ed Efestione, notoriamente bisessuali e con famiglie proprie. O Achille e Patroclo. considerando pure che la bisessualità di tutta l'area mediterranea è proverbiale..e tuttora la è, e tu che sei siciliano lo saprai meglio di me :) insomma dire che non cè "assolutamente nulla" di omoerotico mi pare molto scorretto, ed è scorretto proprio dal punto di vista esegetico e storico. il resto viene da se! ora può darsi anche che Davide e Gionata non abbiamo mai consumato alcun rapporto fisico, ciò non toglie che sarebbe pienamente giustificato. non c'è assolutamente nulla di ormonale o morboso nella mia interpretazione, io mi fido di ciò che mi dice la Parola di Dio e questa Parola se afferma che il linguaggio omoerotico è lecito, è lecita conseguenza che tutte le manifestazioni di quell'amore, anche quello fisico, sono lecite agli occhi di Dio. tanti auguri per tutti ciao!
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 20:34 via WEB
non mi sono firmato, mi chiamo Angelo. ciao!
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 22/01/08 alle 21:15 via WEB
Ciao Angelo, grazie per il complimento ma grazie soprattutto per il tuo interessante commento, che (devo essere sincero) mi spiazza un pò... E' la prima volta che un Cristiano Evangelico scrive in modo positivo sull'Omosessualità nel contesto Biblico. Spesso, anzi sempre i tuoi Fratelli Evangelici mi "aggrediscono" dicendo che la Bibbia CONDANNA CATEGORICAMENTE L'OMOSESSUALITA'... Ora tu mi stai dicendo che "il linguaggio omoerotico" di Davide e Gionata è esplicito!!! Io ho riportato alcuni Studi di Esegeti Protestanti e Cattolici che affermano che tutti quei passi Biblici che comunemente vengono considerati omoerotici o interpretati come una condanna dell'omosessualità, non possono essere presi in considerazione perchè, attraverso uno studio Esegetico questi passi non parlano dell'Omosessualità che noi oggi conosciamo. E quindi l'Omosessualità non può essere condannata Biblicamente! Tu dici che: "io mi fido di ciò che mi dice la Parola di Dio e questa Parola se afferma che il linguaggio omoerotico è lecito, è lecita conseguenza che tutte le manifestazioni di quell'amore, anche quello fisico, sono lecite agli occhi di Dio" Ma i tuoi Fratelli Evangelici dicono proprio il contrario, dicendo che la Parola di Dio afferma una CONDANNA del'OMOSESSUALITA'!!! Come la mettiamo??? Grazie comunque di questo tuo preziosissimo commento e ti invito a continuare il confronto soprattutto con i tuoi Fratelli Evangelici! Un forte abbraccio.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 24/01/08 alle 09:02 via WEB
ciao Ganimede, ho davvero poco tempo in ogni caso sto aprendo un mio blog così comunicheremo e faremo amicizia volentieri. ho detto di essere evangelico, sì, ma non delle Assemblee di Dio o affini, è molto chiaro :) vi sono anche le chiese protestanti storiche, come la Chiesa Valdese, la Chiesa Metodista, la Chiesa battista. ti sembra poco? tuttora personalmente sono vicino alla chiesa battista, ti lascio anche il link dell'Ucebi se ti interessa conoscerli meglio: www.ucebi.it fanno parte della FCEI, se pure ripetutamente oscurate dall'attuale "regime vaticano" nei mass media(che prima o poi confido finirà), ma qualche spazio riescono a recuperarlo con trasmissioni tv come Protestantesimo su Rai Due e i culti in diretta tv ogni qualche mese. in realtà esistono centinaia di migliaia di persone che non frequentano i culti evangelici ma si sentono "spiritualmente" più vicini a queste chiese, basti pensare ai risultati dell'8 per mille. sì so bene a cosa ti riferisci..ai nostri cari "fratelli" evangelici pentecostali! fratelli coltelli li chiamo io! personalmente ho vissuto l'esperienza che loro definiscono nuova nascita, ovvero l'incontro personale con Gesù, ma non sono per fortuna ingabbiato nella loro prigione mentale. Dopo varie letture mi sono molto avvicinato alla figura del pastore battista Martin Luther King e altri grandi profeti come lui del secolo scorso, ho scoperto una fede cristiana viva, ma libera dai dogmi. Gesù è il Liberatore dal dogma della legge, offre a tutti il suo amore che libera e guarisce. E l'unico comandamento è offrire questo amore a tutti come Lui per primo l'ha offerto a noi. un abbraccio! Angelo
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 24/01/08 alle 23:26 via WEB
Ciao Angelo, sono contento che sei passato nuovamente nel mio Blog e sono felice di sapere che presto anche tu aprirai un tuo Blog dove finalmente potremo fare AMICIZIA, condividendo le nostre esperienze, la nostra storia e poter interagire confrontandoci in modo costruttivo su Fede, Bibbia, Omosessualità e le diverse Chiese Cristiane. Conosco poco la realtà Battista, quest'estate ho avuto modo invece, di partecipare ad un incontro di Preghiera tenuto nella Chiesa Valdese della mia città, per tutte le vittime dell'"Omofobia". E' stato un bellissimo incontro... Credo che da qualche tempo in Italia si stia dando "voce" a tutte quelle realtà Cristiane che come dici tu, erano soffocate dal "regime vaticano"... eh eh Anch'io ho fatto l'Esperienza della "Nuova Nascita" o "Battesimo dello Spirito Santo" nel Movimento del "Rinnovamento nello Spirito Santo". Ma posso dire di essere "Ri-Nato di Nuovo", quando ho "scoperto" ed accettato la mia Affettività, è stato allora che ho fatto una forte esperienza dell'Amore di Gesù, quell'Amore che Libera dalle catene del pregiudizio e della paura. Quell'Amore che ti accetta così come sei, perchè ti ha voluto così e non ti chiede e non ti vuole cambiare! Un Fortissimo Abbraccio Angelo, e Grazie ancora per questa tua Splendida Testimonianza. Ti aspetto ancora, ci conto!!! :)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 29/01/08 alle 13:52 via WEB
ciao amico perdonami se ti scrivo tardi, devo risolvere alcuni problemi poi sarò più esauriente :) so a quali Veglie ti riferisci, tra gli "organizzatori" via mail diciamo vi ero anch'io! in contemporanea l'abbiamo fatta anche noi a Pescara, e così in quasi tutte le principali città d'Italia. E' stata una bella prova di speranza e credo questa iniziativa si riproporrà ogni anno, avanti così! comprendo bene la tua esperienza prosegui su questa strada, sia di fede che di diritti civili, perché davvero è una grande benedizione e testimonianza per tutti!! attualmente io dopo 2 anni e mezzo di percorso travagliato sono a metà del guado, ovvero l'esperienza compiuta allora mi ha portato gradualmente alla convinzione di dare un taglio totale alla vecchia vita, al desiderio di compiere un Battesimo per immersione, quello dopotutto praticata dagli antichi cristiani da ADULTI, perciò sto cercando di inserirmi in una chiesa battista più vicina alla mia esperienza. qui non vi sono chiese battiste ma quelle "sorelle" metodiste :) può sembrare strano come chiese così minoritarie in Italia siano variegate, eppure è proprio questa varietà che indica una ricchezza potenziale tuttora poco esplorata! il punto triste è che per ora non è avvenuto un risveglio delle chiese storiche(lasciando enorme spazio ai pentecostali), eppure una grande "domanda" di fede in tal senso c'è. da tempo cerco di approfondire come mai tanti fratelli che hanno vissuto quella splendida esperienza di nuova nascita( altro non è che l'esperienza del Battesimo da adulti!) l'hanno ingabbiata in una prigione mentale soffocante. credo le motivazioni siano molto psicologiche, dovute da una forma di ricatto mentale in cui sono caduti, ovvero: se tu non segui la Bibbia come diciamo noi rendi vana la grazia di Dio. ciò è dovuto soprattutto dalla "giovane età" di tali movimenti, tuttora in fibrillazione, rispetto alle chiese storiche che hanno una teologia più "saggia" e plurisecolare, ma addormentate da anni su se stesse..e solo ora sembra fare capolino qualche risveglio qua e là. Eppure vi sono grandi testimoni della fede, come M L King e Bonhoeffer, che non hanno abbracciato il fondamentalismo ma ogni volta che li leggo avverto come ardere il cuore..è proprio il rivivere ogni volta la nuova nascita, quell'Amore che abbraccia tutto e tutti e va oltre la morte e ha l'ultima Parola su ogni forma di sofferenza umana, quell'Amore che tu descrivi molto bene :) non un sentimento astratto, estatico, ma un amore costruttivo "in azione" che trasforma e libera l'umanità, che costruisce pace, giustizia, libertà, diritti umani e civili per tutti. in una sola parola: la fratellanza tra tutti gli esseri umani. E' un sogno? anche fosse un sogno, 2000 anni di cristianesimo hanno mostrato come notevole parte del Sogno cristiano si è avverato per chi ha creduto davvero. Ed oggi noi omosessuali stiamo solo vivendo una fase drammatica della storia, dopo quella vissuta da Ebrei, persone di colore e altre categorie discriminate dalle stesse chiese..salvo poi fare mea culpa qualche secolo dopo. Così accadrà, e io ogni volta che ascolto "We shall overcome", noi trionferemo, un antico spiritual afro americano x i diritti civili dei neri, molto famoso nelle chiese, battiste e non, avverto la certezza della vittoria di Gesù sulla "morte" che viviamo, noi abbiamo già vinto! c'è ancora tanto rancore e odio interiorizzato in noi, dobbiamo solo liberarcene nel nome di Gesù. Questa è la nostra "nuova nascita", vincere l'odio con l'amore e la giustizia! Ti consiglio uno splendido libro, che sicuramente colpirà molto anche te: "La forza di amare". leggilo tutto d'un fiato, poi mi dirai :-) spero di sentirti presto appena posso, anche via mail, grazie ancora della tua testimonianza, un abbraccio Angelo
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 29/01/08 alle 19:46 via WEB
Ciao Angelo, sono contento che hai letto la mia e-mail... come ti ho scritto più volte, mi piacerebbe moltissimo condividere con te l'esperienza e la testimonianza di Gay Credente, ed in modo particolare la tua esperienza di Fede nelle Chiese della Riforma (Battista-Metodista nel tuo caso) visto che ho avuto modo più d'una volta di incontrarmi, anzi scontrarmi con alcuni Fratelli Cristiani Evangelici-Pentecostali che "armati" di Bibbia alla mano, non hanno fatto altro che condannare la nostra realtà di Omosessuali... Come sei riuscito a conciliare il tuo essere Gay con una certa interpretazione Biblica fatta nelle Chiese della Riforma e in modo particolare, in quella Battista? Affermi che nelle Chiese storiche (Cattolica e Ortodossa) non sia avvenuto un "risveglio", un "rinnovamento" nella Fede, ma nella mia piccola esperienza di Cattolico, posso dirti che all'interno di essa esiste questo Rinnovamento, questo Risveglio della Fede che ha avuto inizio proprio con il Concilio Vaticano II... Parlo dell'esperienza Carismatica che la Chiesa Cattolica stà sperimentando con il "Battesimo dello Spirito Santo", anche se noi Cattolici preferiamo il termine "Effusione dello Spirito" perchè crediamo che la Grazia Santificante e Carismatica ricevuta nel Battesimo da bambini, si rinnovi, si risvegli con questa esperienza dell'"Effusione dello Spirito". Credo per questo, che non sia necessario un'altro Battesimo, ma sia più tosto necessario una Riscoperta della "Nuova Nascita" già ricevuta, anche se da bambini. Dici bene e non mi sembra esagerato, paragonare una certa persecuzione di noi Gay a quella persecuzione Nazista fatta agli Ebrei. Soprattutto ad opera delle stesse Chiese che ci hanno "Partorito" nella Fede. Leggerò sensaltro il Libro che mi hai consigliato e ti farò sapere. Spero anch'io di sentirti presto anche via e-mail, ci conto. E Grazie a te della tua Splendida Testimonianza e dei commenti che hai lasciato sul mio Blog. Un Fortissimo Abbraccio, Ganimede :)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/01/08 alle 16:12 via WEB
grazie a te! sicuramente avremo modo di parlare con calma di questo e altro, come saprai(almeno credo ne conoscerai!) negli ultimi anni sono nati diversi portali di gay credenti come gionata.org ma una mia idea da tempo è dar vita ad un vero e proprio movimento di evangelizzazione e diritti civili, a partire da una rete sul web. ne riparleremo! intanto ti dò la splendida notizia che le Veglie contro l'omofobia si ripeteranno il 4 aprile! sarà una coincidenza del destino(o di Dio per chi come noi crede :) ), quel giorno è il 40imo anniversario dell'uccisione del reverendo King, per me ormai un "padre spirituale". Ma il suo martirio come altri cristiani non è stato vano, "le loro idee camminano sulle nostre gambe", e proprio quel giorno avverrà a Roma per il Premio MLK per i Diritti Umani organizzato dalle chiese battiste italiane, in collaborazione con il comune di Roma e il municipio americano di Birmingham. saranno sia la celebrazione che la Veglia due eventi unici, da non mancare! ti segnalo il link http://inveglia.wordpress.com/info su Rinnovamento dello Spirito e movimenti simili mi riferivo appunto a queste forme di risveglio che le chiese protestanti storiche solo ora stanno rivalutando un po' questo fenomeno. c'è ad esempio il gruppo "riforma e risveglio" www.riformaerisveglio.it che ci mette a confronto con certe realtà. personalmente non credo che nel battesimo da neonati(che io ho ricevuto come figlio di cattolici) si riceve qualcosa, al massimo è un momento di grazia e benedizione, ma la conversione è un'esperienza che si fa da adulti e consenzienti! ciò mi distingue anche da valdesi e metodisti che praticano battesimo da neonati, ma alla fine sono sottigliezze..ognuno ha il suo percorso di vita personale che lo porta a condividere insieme ad altri percorsi diversi la stessa fede in Cristo. intanto se vuoi spulciare qualcosa di più sulle chiese battiste il sito dell'Ucebi www.ucebi.it è ricco di informazioni :-) ma ti scriverò in privato così spiego meglio anche mia esperienza. ciao a presto!!
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 31/01/08 alle 16:22 via WEB
Dici bene Angelo, "ognuno ha il suo percorso di vita personale che lo porta a condividere insieme ad altri percorsi diversi la stessa fede in Cristo". Sono anch'io a conoscenza della Veglia di Preghiera contro l'Omofobia che si terrà il 4 aprile, spero che anche a Palermo, si possa organizzare un'incontro simile. E sono contento che la data della Veglia, coincide anche con l'anniversario dell'uccisione di Martin Luther King. E come hai detti tu, il sacrificio di tanti uomini, di tanti Cristiani, non sia vano: "le loro idee camminano sulle nostre gambe". Attendo con gioia, che tu mi scriva in privato per raccontarmi la tua esperienza, il tuo percorso di Gay Credente... Con Affetto Fraterno, Ganimede! :)
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 02/02/08 alle 12:47 via WEB
proprio così! sta scritto infatti "credi nel Signore Gesù e sarai salvato", solo questo! Tutto il resto viene in seguito. E all'eunuco etiope, forse un altro caso di omosessualità nella Bibbia, non è stato chiesto di rinunciare alla propria sessualità o di praticare qualche sacrificio strano ma solo di credere CON TUTTO IL CUORE nel nome di Gesù. E così fu battezzato. battesimo da adulti o no l'importante è almeno confessare con il cuore e con la mente la propria fede in questa Persona. Ti lascio link di questo sermone http://www.evangelicibattisti.it/sermoni/atti8_26-40.html Dio ti benedica :)
 
gicotagi
gicotagi il 15/01/08 alle 08:41 via WEB
vedi ganimede .è sconcertante che uno si chiami Cristiano e publichi post così,luloca è giustificabile ,in un certo senso perchè non crede.MA TU SEI INESCUSABILE. alcuni atei partono dal presupposto di partenza che Dio non esiste e fanno ricerche al fine di trovare la certezza che Dio non esiste,cercono con la propria mente di svelare i misteri di Dio,ma ahiloro non lo troveranno mai,se fanno così (1cor1).tu agisci allo stesso modo parti che sei omosessuale e che Dio accetta gli omosessuali,non considerando atti contro natura..e vai appositamente alla ricerca solo di quello..di come giustificare con la bibbia il tuo peccato..e te ne esci con queste storie fantasiose su davide e jonathan,che sono un insulto al cristianesimo vero e sano...certo so che non gradirai il mio commento..posso altresì affermare che saresti un pessimo storico..la in dagini storiche non partono mai da un presupposto ben delineato,ma partono con dei dubbi a cui si arriva con dati,teorie,analisi..fino ad un risultato...alla fine le tue indagini risultano quindi pretestuose e irrilevanti...shalom
 
 
luloca
luloca il 15/01/08 alle 09:52 via WEB
ma... hai letto bene il post di Ganimede? In questo caso, non sta insinuando assolutamente nulla, sta solo riportando delle riflessioni in merito a Davide. Tra l'altro credo propenda per scartare l'ipotesi che fosse omosessuale. Essere prevenuti rappresenta un grosso limite mentale.
 
 
ex_pre
ex_pre il 15/01/08 alle 10:42 via WEB
Che Ganimede sia un pessimo storico è tutto da dimostrare ma che tu sia un pessimo commentatore lo deduco dal fatto che non leggi i post.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 20:43 via WEB
ma leggi quel che si scrive o scrivi a vanvera senza leggere??? qui stiamo contestando Ganimede proprio perché nega un'esegesi a favore dell'omosessualità. sta scritto SULLA BIBBIA e non su altre storie fantasiose che l'amore tra Davide e Gionata era "più meraviglioso dell'amore delle donne"..così come è storicamente noto come l'amore tra i guerrieri nell'area mediterranea era molto diffuso. se lo neghi devi farlo da un punto di vista razionale, ma non lo fai. inoltre ti consiglio di pensare ai PECCATI TUOI piuttosto che a quelli altrui. la sessuofobia e l'omofobia o l'indossare il cilicio o costringere le persone alla castità(come i poveri preti cattolici fanno) quella sì contro natura, sono peccati ben più gravi di quelli sessuali. se hai problemi con la tua sessualità sei invitato a risolverli, liberandoti dal plagio di cui sei vittima dall'infanzia. shalom
 
ex_pre
ex_pre il 15/01/08 alle 10:38 via WEB
Giònata si tolse il mantello che indossava e lo diede a Davide e vi aggiunse i suoi abiti, la sua spada, il suo arco e la cintura.
Secondo il mio punto di vista il gesto di Gionata non può associarsi con quello citato di Ezechiele. "stendere il mantello" è un termine tecnico mentre il gesto di Gionata è un gesto diverso poiché egli dona i propri vestiti principeschi al pastore Davide. Per conto mio si tratta di un gesto che modifica lo status sociale di Davide piuttosto che un gesto di amore. Anche l'amicizia è amore, amore profondo e duraturo e talvolta più significativo di quello sessuale. Secondo il mio punto di vista se la relazione tra Gionata e Davide non è mai inserita in un contesto erotico non è da considerarsi una censura. Che Davide non fosse omosessuale (semmai Gionata a questo punto se proprio si vuole che uno lo sia!) si evince non tanto dalla sua moglie Mikal (magari imposta), figlia di Saul neanche dalle altre (Abigail e Achinoam di Izreel) e poi altre mogli e concubine dalle quali ebbe figli ma dalla storia di passione e peccato con Betsabea, moglie di Uria 2Sam 11ss. Una storia di pura passione e amore che gli viene a costare molto.
Quale senso dare all'amore tra Gionata e Davide? Una profonda amicizia, sintonia, reciproca devozione, condivisione d'intenti e da parte di Davide un profondo rispetto del carattere sacro del re.
 
 
gicotagi
gicotagi il 15/01/08 alle 11:21 via WEB
lo scopo di quel libro qual'è?..vi domando o dotti..visto che io non sono un buon commentatore..qual'è il senso generale di quel libro?qual'è il messaggio che l'autore vuole dare ?perchè ganimede continua scrivere post sull'omosessualita e la bibbia?...sebra quà che io sia il deficiente...ditemi voi illustri teologi e commentatori...shalom
 
   
luloca
luloca il 15/01/08 alle 11:35 via WEB
Ganimede è omosessuale e cristiano. Trovo naturale cerchi delle risposte nella bibbia. Dove dovrebbe cercarle secondo te?
 
     
gicotagi
gicotagi il 15/01/08 alle 12:46 via WEB
la bibbia è chiara..lui cerca solo il modo di giustificarsi...comunque chiedo le mie scuse,non mi riferivo al post ,ma al libro di quell'autore..chiaramente cerca di dire che la bibbia va interpretata in un contesto antropologico più moderno...praticamente è un'eresia bella e buona...anche la dottrina cattolica su quest'argomento è chiara...ganimede perde il suo tempo...shalom.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 15/01/08 alle 15:28 via WEB
Come fai ad interpretare la Bibbia in modo letterale? Lo sai che stando alla Bibbia non potremmo neanche mangiare il pesce senza squame? Se la Bibbia è stata studiata e ristudiata ed attualizzata, un motivo ci sarà. Non credi?
 
     
gicotagi
gicotagi il 16/01/08 alle 07:54 via WEB
quello di mangiare il pesce con le squame..eccecc. è un precetto della legge..quelle cose sono state scritte anche per preservare il popolo di Dio...lo sapevate che i primi a fare una buca per sotterrare gli escementi sono stati gli ebrei?la legge lo ordina..sapevate che se mentre il loro esodo hanno costeggiato,ed erano nel deserto,se il Signore avesse dato il permesso di mangiare i crostacei ,molluschi,cozze e vongole..sarebbero morti tutti di colera con quel caldo..sapevate che in Europa alla fine dell'ottocento ancora morivano bambini durante il parto,perchè ancora non era stata scoperta la microbiologia e i dottori non si lavavano le mani,infettando i pazienti...questo non succedeva al popolo di Dio che prima di fare ogni cosa doveva osservare il rigido cerimoniale della purificazione lavandosi le mani 7 volte....
 
     
gicotagi
gicotagi il 16/01/08 alle 07:58 via WEB
ma cosa centra con gli atti omosessuali..vedete sono nello stesso capitolo levitico 17..ma mentre per i precetti alimentari ,hanno trovato adempimento,nel nuovo testamento(vedi visione della tovaglia dell'apostolo pietro )...il nuovo testamento continua a dichiarare gli atti omosessuali contro natura e in abominio al Signore....sarò anche ristretto di mente ,ma conosco la bibbia e la metto in pratica....shalom
 
     
luloca
luloca il 16/01/08 alle 15:12 via WEB
Beh... se parliamo di regole di igiene, oggi gli omosessuali hanno a disposizione il preservativo. A questo punto penso che si possano inchiappettare quanto gli pare senza correre alcun rischio. Vedila così... questa legge della bibbia è fuori tempo, un po come non poter mangiare le anguille o non poter lavorare il sabato.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 20:48 via WEB
Gesù non dice alcuna parola contro l'amore tra persone dello stesso sesso, anzi ne benedice uno(tra servo e padrone). l'apostolo Paolo giustificava schiavismo ed inferiorità delle donne, e allora? nemmeno questi due comandamenti hanno trovato adempimento?? Paolo è figlio del suo tempo e non conosceva l'amore omosessuale, guardava dall'esterno gli eccessi dei culti pagani di chi abbandonava le proprie mogli o i propri mariti per amanti del proprio sesso.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 20:49 via WEB
quanto alla dottrina cattolico romana, tienitela pure stretta stretta. tanto ormai nemmeno i cattolici la seguono più...
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 16/01/08 alle 22:57 via WEB
Con queste spiegazioni "caro" Gicotagi sei diventto a dir poco patetico!!!! Non sarebbe opportuno evitare di intervenire?! Zeus
 
     
luloca
luloca il 15/01/08 alle 16:02 via WEB
Ci risiamo. Di cosa dovrebbe giustificarsi, di essere omosessuale? "Essere" è un dato di fatto, e se lui sa di essere omosessuale, è così e basta. L'omosessualità è un dato oggettivo non opinabile, che trascende ogni convinzione sia culturale che ideologica, investe la natura intima personale, che è di gran lunga superiore ad ogni convinzione. La vera giustificazione che secondo me sta cercando, è il motivo per il quale continuare ad essere cristiano... ma tu non credo che gli faciliti molto il compito.
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 15/01/08 alle 16:15 via WEB
Hai centrato bene l'obbiettivo Luloca... lo scopo è proprio questo, di voler continuare ad essere Cristiano nella Chiesa, nonostante tutto!!! GRAZIE :)
 
     
luloca
luloca il 15/01/08 alle 16:41 via WEB
Buona fortuna!
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 15/01/08 alle 21:08 via WEB
Ancora Gicotagi???!!!! Speravo che non si facesse più sentire almeno per il 2008! Quello che ha scritto nell'ultimo commento dimostra come sempre cambia le carte in tavola: "non mi riferivo al post ,ma al libro di quell'autore.."! Ma da uno ristretto mentalmente ed ntellettualmente cosa ci si può aspettare!! Cmq l'espressione utilizzata nel primo commento (:"alcuni atei partono dal presupposto di partenza") non è il massimo?? Buona serata a tutti. Zeus
 
   
ex_pre
ex_pre il 15/01/08 alle 15:43 via WEB
x Gico. Innanzitutto il blog è di Ganimede e quindi scriverà un po' quello che gli pare. Penso che sia giusto scrivere anche sull'omosessualità e sulla Bibbia. Nel post sopra Gani diceva che non si può dire che tra Davide e Gionata ci sia stato un legame di tipo omosessuale. Forse non lo sai ma nel mondo gaylesbian spesso si fa riferimento a questa relazione. Ganimede ha scritto il post proprio per smentire quest'idea. Che tu sia contrario agli omosessuali si può capire ma che Ganimede debba essere aggredito anche quando dice che in quel passo biblico non si riscontra un tema omosex questo è il colmo.
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 15/01/08 alle 16:20 via WEB
Vedi Ex_pre a cosa può portare la "bibliolatria"??? Si diventa ciechi e sordi persino davanti l'evidenza... "L’Anticristo può nascere dalla stessa pietà , dall’eccessivo amor di Dio o della verità, come l’eretico nasce dal santo e l’indemoniato dal veggente..." (da Il nome della rosa di U. Eco)Grazie Ex_pre per la precisazione e grazie per il tuo contributo!!! :)
 
     
gicotagi
gicotagi il 16/01/08 alle 08:03 via WEB
grazie,caro ganimede per avermi dato dell'anticristo...cmq ..io dico sempre che i frutti parlano...un melo ..non fa fichi d'india...alla fine la parola ci giudicherà...poi cmq sono io quello che offende...mah...shalom
 
     
luloca
luloca il 16/01/08 alle 15:05 via WEB
Ecco appunto. Un melo non fa fichi d'india e un omosessuale non può fare sesso con una donna... oltretutto sarebbe contro la sua natura. Tra l'altro, non credo che il vostro dio sarebbe felice se ci provasse. Di contro, l'astinenza volontaria dal sesso, sarebbe realmente contronatura... basta chiederlo ad ex_pre, che ve lo confermerà. Oltretutto la castità è una cosa che in natura non esiste e non può esistere. Tutto rientra nell'ordine naturale delle cose, sia che lo preveda la bibbia oppure no.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 21:00 via WEB
qual è il confine tra amicizia e amore? E' questo il punto. status sociale tra guerrieri ed omoerotismo camminano insieme. E spesso nella bisessualità dell'Antica Grecia e di tutta l'area Mediterranea tale confine è impercettibile, non esiste..si dissolve del tutto. perché mai l'erotismo tra Davide e Gionata sarebbe stato condannato..quando invece è più che visibile? ripeto, mi stupisco proprio. non parto da un presupposto "di comodo" per giustificare l'omosessualità, parto proprio da fatti storici e razionali. un conto sono le storie di trasgressione e adulterio...un conto l'erotismo che esprime AMORE PURO, come anche nel Cantico dei Cantici. e anche l'amicizia-amore tra Davide e Gionata rientra in questa casistica.
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 16/01/08 alle 10:23 via WEB
ciao ganimede,ma cosa sta succedendo? Allora anche io so la Bibbia considera l'omosessualità una cosa contro natura, ma preferisco nn giudicarti,come nn si dovrebbe giudicare nessuno.L'unico giudice supremo è Dio e lasciamo a Lui il suo compito. Cmq è tutto chiaro dal momento che nn stai cercando di giustificarti,ma di capire se continuare ad essere un cristiano o no? Ciao e buona giornata.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 12:55 via WEB
Cara "nontelodico.mary", rimango senza parole e qualche volta "sconcertato" (permettimi il termine) nel costatare come la maggiorparte dei CRISTIANI sia Protestanti e Cattolici non riescano a comprendere che nella BIBBIA NON SI TROVA NESSUNA CONDANNA dell'OMOSESSUALITA' come la intendiamo noi oggi. Ma che alcuni atti che noi oggi interpretiamo come ATTI OMOSESSUALI devono essere INTERPRETATI alla luce del loro reale CONTESTO STORICO, CULTURALE, ESEGETICO e TEOLOGICO!!! La BIBBIA NON PARLA DI OMOSESSUALITA', perchè gli AUTORI degli Scritti non la conoscono e la ignorano!!! Ed a proposito della mia provocazione sul "continuare o no ad essere Cristiano nella Chiesa" vedo che alcuni non hanno compreso lo scopo del mio BLOG, che è quello di TESTIMONIARE che un Gay Credente, può continuare ad essere Cristiano nella Chiesa senza rinunciare alla sua IDENTITA', alla sua AFFETTIVITA' ed alla sua SESSUALITA'!!!
 
   
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 16/01/08 alle 13:23 via WEB
nn mi sembra di averti detto di rinunciare alla tua identità,come potrei permettermi?Chi sono io per dirti questo? Ma è pur vero che se nn si trova la parola omosessualità nella Bibbia, si parla di rapporti tra uomo e donna e nn tra persone dello stesso sesso. Anzi se nn erro si condanna un rapporto tale. Però magari mi informerò e ti comunicherò precisamente a cosa mi sto riferendo,perchè sono convinta di averlo letto da qualche parte. Come vedi nn conosco bene la Bibbia,quindi nn capisco tutto il tuo risentimento. Credo di essere venuta in pace........
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/01/08 alle 21:02 via WEB
dove leggi rapporti sessuali tra uomo e donna benedetti da Dio? spesso nella Bibbia son condannati anche quelli..
 
     
Ganimede.76
Ganimede.76 il 22/01/08 alle 21:20 via WEB
Invito l'ANONIMO a presentarsi, visto che si trova a "casa" mia... Non è carino parlare con un "fantasma" e non è EDUCATO!!!
 
cateviola
cateviola il 16/01/08 alle 11:00 via WEB
non mi metto in mezzo a questa discussione, volevo solo salutarti. Un abbraccio forte, Ganimede!
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 13:06 via WEB
Ciao Piccola Grande Donna, comprendo la tua decisione di non "metterti in mezzo" in questa discussione, ma non ti nego che ho bisogno di persone intelligenti come te, che sottolinino lo scopo di questi miei Post, visto che molti Cristiani sia Cattolici che Protestanti non riescono ad andare oltre la Lettera Scritta e oltre il loro naso... Un fortissimo abbraccio Cate, e grazie sempre per le tue visite e l'affetto che mi dimostri! :)
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 16/01/08 alle 13:47 via WEB
potresti però almeno rispondermi .......
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 13:50 via WEB
Ti rispondo subito dicendo che non è molto bello esordire con questa tua affermazione: "preferisco nn giudicarti,come nn si dovrebbe giudicare nessuno.L'unico giudice supremo è Dio e lasciamo a Lui il suo compito" Anche se non ti conosco, mi è sembrato di leggere tra le righe un certo sforzo nel trattenerti dal farlo...
 
   
ex_pre
ex_pre il 16/01/08 alle 14:02 via WEB
Fine ed elegante ;) compliments Ganimede
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 16/01/08 alle 14:03 via WEB
no no no no no mi dispiace ma ti sbagli e ti chiedo scusa se ho lasciato credere dal tono che così fosse. Se mi conoscessi bene sapresti che è così, è una cosa che impongo per prima a me stessa perchè è molto facile puntare il dito verso qualcuno e nn tollero per niente le persone che lo fanno.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 14:06 via WEB
Allora ti chiedo scusa se per un'attimo ho osato pensare questo di te! :)
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 16/01/08 alle 14:09 via WEB
ma figurati l'importante è chiarirsi. pensa che volevo invitarti nel mio spazio amici,ma nn oso più farlo. se nn dovessimo sentirci ancora ti auguro una buona e felice giornata.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 14:15 via WEB
Non ho nessun problema ha far parte del tuo spazio amici, anche se l'Amicizia non si chiede, ma va coltivata... Auguro anche a te una serena giornata!
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 16/01/08 alle 14:17 via WEB
a ma allora ditelo ce l'hai proprio con me. beh nn devi sforzarti accettare la mia amicizia, ma basta che tu sia chiaro e nn verrò più ad importunarti.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 14:28 via WEB
Non ce l'ho proprio con nessuno credimi. E' il modo in cui ti sei presentata che non faceva presagire una possibile amicizia... Comunque, quì le porte sono sempre aperte per tutti!!!
 
blackcat83
blackcat83 il 16/01/08 alle 15:36 via WEB
Mi piace il fatto ke hai argomentato x bene le motivazioni sulla nn omosessualità tra i 3 personaggi. Detto questo, l'avevo intuito pure io pur avendo letto x bene il libro di Ruut: il fatto delle vesti e delle armi in sè è soltanto un atto di "affidamento"! Forse sono leggero a commentare ma noto ke ci sono altri ke si dilungano..
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 16:09 via WEB
Ti ringrazio Blackcat, spesso e volentieri alcuni testi Biblici che argomentiamo in modo scontato solo per sentito dire, rivelano tutt'altra interpretazione e significato alla luce di una Esegesi Biblica e Teologica che tenga conto del contesto storico, culturale e antropologico. Sei sempre il benvenuto Fratello, nessun commento anche se breve è meno importante... Grazie per il tuo contributo! :)
 
kiblyn
kiblyn il 16/01/08 alle 16:19 via WEB
Volevo invitarti a sentire New York, New York cantata da me sul mio blog, se ti và ovviamente. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi. Buona serata ciao.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 16:36 via WEB
Con molto piacere Kiblyn! :)
 
CISKIE73
CISKIE73 il 16/01/08 alle 17:04 via WEB
Ciao fratellino,come te la passi??appena puoi vorrei discutere con te un passo dei Corinzi...ti abbraccio forte...Fra.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 16/01/08 alle 17:10 via WEB
Sempre a tua disposizione Amica mia Sorella, per il resto tutto bene. Un Abbraccio Fortissimoooooooooooooooooo...! :)
 
tommypa84
tommypa84 il 16/01/08 alle 23:33 via WEB
ma è una sorta di serie a puntate! :P a parte lo scherzo, è molto interessante, davvero!
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 17/01/08 alle 08:46 via WEB
Eh eh dici bene Tommy, visto la complessità dell'argomento ho ritenuto necessario dividerlo in più parti. Ti ringrazio per il tuo apprezzamento :) un abbraccio!
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 17/01/08 alle 11:44 via WEB
buongiorno e come stiamo oggi?? Spero meno prevenuti...............
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 17/01/08 alle 11:52 via WEB
Buongiorno a te "nontelodico.mery",mai stato prevenuto con nessuno ne tanto meno con te... :)
 
nontelodico.mery
nontelodico.mery il 17/01/08 alle 11:56 via WEB
ho appena letto la frase che hai usato per descriverti.............. spettacolare devo farti i miei più sinceri complimenti.
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 17/01/08 alle 12:20 via WEB
Ti ringrazio AMICA... :)
 
piccololord84
piccololord84 il 17/01/08 alle 13:29 via WEB
Ciao amico Ganimede,come va? Un abbraccio forte
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 17/01/08 alle 16:04 via WEB
Ciao Fratello, tutto bene GRAZIE. Ricambio con affetto il forte abbraccio! :)
 
platinet_cercaleilsb
platinet_cercaleilsb il 17/01/08 alle 18:27 via WEB
Ciao Ganimede! Buona serata amico!
 
 
Ganimede.76
Ganimede.76 il 17/01/08 alle 18:36 via WEB
Grazie Amica mia, una buona serata anche a te! e grazie per la visita :)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

no pedofilia

 

IL VANGELO DEL GIORNO

(clicca qui)

vangelo

"Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino." (Salmo 118,105)

 

CRISTIANI OMOSESSUALI DI PALERMO

"ho sollevato voi su ali di aquile e vi ho fatti venire fino a me” (Esodo 19,4)

Gruppo"Ali d'Aquila"

 Email: gruppoalidaquila@libero.it

Chiesa San Francesco Saverio

piazza San Francesco Saverio all'Albergheria

PALERMO

Gruppo

Il gruppo "Ali d'Aquila" nasce nel Natale 2008 col desiderio di creare un luogo di accoglienza e di preghiera per le persone omosessuali, per favorire una riconciliazione con se stessi, con Dio e con la Chiesa.

Ci incontriamo nell'ascolto reciproco, nella condivisione delle nostre esperienze, nell'accettazione delle nostre umane diversità, con l'amore dei fratelli, mettendo a frutto quei talenti, doni e carismi che Dio ha donato a ciascuno per la crescita del gruppo.

Poniamo Cristo al centro della nostra stessa esistenza, lasciandoci interrogare dalla Sua Parola per la nostra crescita, umana e spirituale, in una continua e instancabile ricerca della Verità che ci rende liberi.

Vogliamo percorrere un cammino di riconciliazione con la Chiesa, attraverso il dialogo, il confronto e la conoscenza reciproca, nella consapevolezza che la dimensione omoaffettiva è un valore e può ben costituire un percorso di crescita e di approfondimento per vivere, senza pregiudizi, una relazione autentica con l'altro. 

 

AREA PERSONALE

 

SUGAR BABY LOVE

Il video racconta con ironia il percorso sentimentale di un ragazzo diventato uomo, che, dopo aver scoperto di essere Gay, vive la sua identità sessuale benchè vittima di alcune disavventure ... 

 

Criteri di discernimento vocazionale di persone a tendenza omosessuale per l'ammissione al seminario e agli ordini sacri (2005)

Sempre nostri figli Un messaggio pastorale ai genitori di figli omosessuali e suggerimenti ai collaboratori pastorali (1997)

- La Pastorale nei confronti degli omosessuali a Innsbruck (1998)

 

PUBBLICITÀ PROGRESSO

Dio non odia chi è gay

 

DIRITTI NEGATI

bandiera arcobaleno

"Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione." (Art. 2 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo - 1948)

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali." (Art. 3 della Costituzione Italiana - 1948)

 

LIBRI, RIVISTE, OPUSCOLI...

Fede e Omosessualità

Omosessualità e Vangelo 

 

CINEMA, FILM, DVD...

L'altra metà dell'amore

 

no omofobia

 

OMOCAUSTO

omocausto 

"...Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per mezzo pane Che muore per un sì o per un no..." (Primo Levi)

 

QUANTI SIAMO A ...

visitor stats

 

ULTIME VISITE AL BLOG

suoovebPaolinosonoioalbertonicastrolella.andreozzigiusanna.caccialalla.cima84elvus2011SUPERLIGHT2020onivodOZNERILOVIRbubu970claudiafer79locabergamoprofet56giuferrari_FG
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao a tutti, sono qui per condividere una breve...
Inviato da: Felicia
il 04/09/2019 alle 03:30
 
Ciao a tutti, sono qui per condividere una breve...
Inviato da: Felicia
il 04/09/2019 alle 03:29
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Pogoda
il 20/08/2018 alle 14:06
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Wetter
il 20/08/2018 alle 13:32
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Sat24
il 20/08/2018 alle 13:31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom