Creato da cassetta2 il 07/11/2003
L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore...
 

Contatta l'autore

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Et: 16
Prov: VI
 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 114
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

[=] Nullafacenti

Contatore siti

 

Messaggi del 21/09/2020

🕓 0 📙 0 🗿 0

Post n°6195 pubblicato il 21 Settembre 2020 da cassetta2
Foto di cassetta2

Oggi mi va di salutare Gianni Zonin, ex-presidente della Banca Popolare di Vicenza che nel 2012 aveva avuto una splendida idea: «oggi, con le regole che ci sono, non è possibile per i lavoratori regalare un'ora di lavoro all'azienda. Se tutti lo fecessero per un anno si avrebbe una riduzione del più del 10% del costo del lavoro. Ci lamentiamo per la poca crescita, per la disoccupazione: questa idea darebbe un forte segnale di volontà di reazione, dimostrando la volontà di tutti di uscire da questa situazione».
Dopo avere fatto eliminare l'unico magistrato che si era accorto già nel 2002 che qualcosa non andava, nel 2015, indagato per aggiotaggio, intestò tutto ai figli e diventò nullatenente per non pagare. Anche tutti gli altri indagati sono rimasti a piede libero e hanno potuto tranquillamente inquinare le prove, fuggire all’estero, far sparire il loro patrimonio personale.
Gianni Zonin lascia un buco da 7 miliardi di Euro che affonda la "sua" banca.

Shot: Dueville