Addio a Jacqui: dall’incidente al tumore, la sua triste storia

“Certe vite sfumano veloci come le canzoni” canta Ligabue in una delle sue più belle canzoni prima che si mettesse a fare Pop commerciale. E nel mezzo di queste vite, spesso, c’è tanto dramma, rammarico, voglia di ricominciare. Prima che la vita ti dia il colpo di grazia.

E’ il caso di Jacqui Saburido. Morta a soli 40 anni per un tumore. Da vent’anni si batteva contro la guida in stato di ebrezza, in quanto proprio un’incidente nel 1999 causato da un ragazzo ubriaco, le provocò ustioni al 60% del corpo. Sfigurandogli definitivamente il suo dolce visino. Quello di una adolescente piena di vita e un futuro tutto da scrivere.

Ma non il suo animo puro. Da allora, decise di collaborare nella campagna del dipartimento dei Trasporti del Texas, al fine di sensibilizzare i ragazzi e dissuaderli dalla guida in stato di ebbrezza. Arrivò perfino a perdonare chi le aveva fatto del male.

Ripercorriamo la sua sfortunata esistenza, con il video toccante della sua campagna.

CONTINUA A LEGGERE

Addio a Jacqui: dall’incidente al tumore, la sua triste storiaultima modifica: 2019-04-25T09:22:23+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).