Il simbolo della Lega si basa su una bufala storica: come stanno le cose

Alberto da Giussano è realmente esistito? Pare proprio di no. Anche quest’anno si è tenuto il tradizionale raduno di Pontida della Lega, giunto alla sua 29ma edizione. L’evento è un raduno annuale degli appartenenti alla Lega Nord a Pontida, Comune del bergamasco, per celebrare il Giuramento di Pontida.

Che secondo la tradizione si sarebbe tenuto il 7 aprile 1167 portando alla nascita la Lega Lombarda contro Federico I Barbarossa.

Da quando segretario è Matteo Salvini, ovvero il 2014, il raduno di Pontida parla a tutto il Paese. La parola Nord è stata abolita, il nemico è l’Euro e non più la Lira, ad essere ladrona non è più Roma ma Bruxelles, non si parla più di secessione del Nord o di nascita della Padania, ma di unità nazionale contro il nemico comune: l’Unione europea.

Tantissime le persone accorse, anche dal Sud, per ascoltare il sempre efficace leader-oratore Matteo Salvini. Il quale ha basato ovviamente buona parte del suo discorso sulla lotta al governo in carica, sui suoi ex compagni di viaggio ormai chiamati traditori, sulla cristianità e roba simile.

Come noto, il simbolo della Lega, anche questa 2.0, resta, oltre al Carroccio e allo scudo crociato, anche il condottiero Alberto da Giussano, il quale nel XII secolo avrebbe portato alla vittoria la Lega Lombarda contro l’Impero e Federico I il Barbarossa.

Peccato però che molti storici siano concordi sul fatto che questo personaggio non sia mai esistito.

CONTINUA A LEGGERE

Il simbolo della Lega si basa su una bufala storica: come stanno le coseultima modifica: 2019-09-16T11:02:16+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).