Strage dei Curdi: ci sono 27 Università italiane che collaborano con la Turchia

I curdi hanno ottenuto altri 6 giorni per lasciare il Nordest della Siria, dopo le operazioni iniziate dal Presidente turco Recep Ergodan il 9 ottobre, al fine di cacciare quel popolo composto da 45 milioni di persone e che avrebbe diritto ad un proprio stato.

La tregua è stata ottenuta grazie all’intercessione del Presidente russo Vladimir Putin, che ha visto Erdogan in quel di Sochi (dove nel 2016 si sono tenute le ambientalmente discusse ma organizzativamente impeccabili Olimpiadi invernali) martedì 22.

L’incontro è coinciso con la fine della tregua concordata il 17 ottobre tra Stati Uniti e Turchia, che prevedeva la sospensione degli attacchi turchi appunto per cinque giorni.

La Russia ha inoltre riconosciuto il controllo turco nella zona compresa tra Tal Abyad e Ras al Ain, dove si erano concentrati finora gli sforzi militari della Turchia nel nordest della Siria.

Noi italiani non siamo immuni da colpe. Oltre a vendere armi ai turchi, diverse nostre università collaborano col dispotico paese guidato da Erdogan. Ecco quali.

CONTINUA A LEGGERE

Strage dei Curdi: ci sono 27 Università italiane che collaborano con la Turchiaultima modifica: 2019-10-25T09:36:00+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).