al Baghdadi, è morto davvero? I dubbi sul discorso di Trump

Un avvenimento paragonabile alla morte di Bin Laden. Tanto per importanza, quanto per la solita mole di dubbi che porta con sé. Perché quando si tratta di America, i dubbi e i lati oscuri sono sempre presenti. Il leader dell’Isis Abu Nakr al Baghdadi è stato ucciso domenica scorsa nel corso di un raid americano nel Nord della Siria. Raid che aveva come obiettivo principale proprio al Baghdadi.

Ad annunciarlo via Twitter Donald Trump, che ha fatto la cronaca di quanto dice di aver visto. Al Baghdadi sarebbe “morto dopo essere fuggito in un vicolo cieco, piangendo e urlando”. Ed ancora “si è fatto saltare in aria e ha ucciso tre dei suoi figli che erano con lui” “E’ stato come guardare un film” ha ammesso il Presidente Usa. Il quale, dopo la pace con la Corea del Nord, può aggiungere un’altra medaglia alla sua politica estera.

Trump ha poi aggiunto altre cose, ma siamo sempre al solito punto. Gli Usa prima li fa, poi li accoppa. In Medioriente va così da trent’anni ormai. Prima i talebani in Afghanistan contro i sovietici, poi Saddam contro l’Iran, ancora Bin Laden e ora al-Baghdadi. Il cui vero nome è Ibrahim Awad Ibrahim al-Badri.

Ma ci sono altre cose dette da Trump che non convincono. Così come il personaggio stesso di al Baghdadi.

CONTINUA A LEGGERE

al Baghdadi, è morto davvero? I dubbi sul discorso di Trumpultima modifica: 2019-10-31T09:41:03+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).