Sanremo, quando Dolores O’Riordan predisse la sua morte

Il Festival di Sanremo 2020 è iniziato. E con esso, immancabili, le prime polemiche. Bersaglio principale Diletta Leotta, per il suo lungo monologo sulla bellezza e la paura di invecchiare.

Una lezione che molti non hanno digerito, dato che lei viene accusata di essersi rivolta più volta al bisturi. Sebbene non si sia mai capito se la bella showgirl catanese abbia davvero varcato la soglia del chirurgo. E quante volte.

Poco altisonanti, invece, i nomi degli ospiti internazionali. In passato, per esempio, la compianta Dolores O’Riordan coi suoi Cranberries a Sanremo ci è stata tre volte: nel 1996 cantando Salvation (il pezzo che me li ha fatti scoprire) nel 2002 con Analyse e nel 2012 con Tomorrow. Più altre volte da sola.

Ma proprio nell’ultima occasione col gruppo è legato un aneddoto inquietante, che fa riflettere. Una sorta di presagio sulla sua morte, se si ascoltano bene le parole che pronunciò allora.

Ecco cosa disse Dolores O’Riordan ospite del Festival di Sanremo 2012.

CONTINUA A LEGGERE

Sanremo, quando Dolores O’Riordan predisse la sua morteultima modifica: 2020-02-05T13:32:35+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).