Leo Gassmann, non solo accuse raccomandazione: perché per molti non doveva vincere

Il carrozzone di Sanremo – fatto di tanto show e polemiche come sempre – è quasi giunto a destinazione.

Sebbene quest’anno abbia fatto registrare un boom di ascolti notevoli, ai livelli di 15 anni fa.

Del resto, Amadeus è stato furbo, facendosi affiancare da uno showman come Fiorello e da un cantante molto amato come Tiziano Ferro.

Intanto però, la serata di ieri ha decretato il vincitore di Sanremo giovani: Leo Gassman. E se non lo sapete, e prima che ve lo domandiate, sì, appartiene a quei Gassman. Infatti, è figlio di Alessandro e nipote del grande Vittorio. Alessandro, ovviamente, si è lasciato andare ad una grande esultanza su Twitter.

La vittoria di Leo Gassmann ha ovviamente scatenato i Social tra favorevoli e contrari. Questi ultimi non solo per il cognome, ma anche per un’altra canzone concorrente.

CONTINUA A LEGGERE

Leo Gassmann, non solo accuse raccomandazione: perché per molti non doveva vincereultima modifica: 2020-02-08T14:42:42+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).