Pescatori di Mazara del vallo liberati: le ipotesi su cosa c’è dietro

pescatori libia mazara del vallo

I 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati in Libia sono stati liberati in data 17 dicembre e oggi hanno finalmente fatto ritorno a casa dopo essere stati anche sottoposti a tampone. I pescatori liberati in Libia sono rimasti sotto sequestro per ben 108 giorni.

Ricordiamo che si tratta di due equipaggi di due pescherecci italiani di Mazara del Vallo: “Antartide” e “Medinea”, in totale 18 persone. I quali erano detenuti illegittimamente da inizio settembre con l’accusa di avere violato le acque territoriali.

Ora però è partito il balletto delle ipotesi su cosa ci sia dietro il rilascio dei pescatori di Mazara del Vallo detenuti in Libia. Di seguito le più papabili.

CONTINUA A LEGGERE

Pescatori di Mazara del vallo liberati: le ipotesi su cosa c’è dietroultima modifica: 2020-12-20T14:43:45+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Related posts

2 thoughts on “Pescatori di Mazara del vallo liberati: le ipotesi su cosa c’è dietro

  1. È inaudito che la lV potenza militare della marina subisce un umiliazione fa questo generalino

  2. Siamo la lV marina militare del Mondo a cosa serve questo deterrente se nn impiegato a fare rispettare gli accordi mondiali sul rispetto dei limiti territoriali delle coste , che sono 12 miglia mentre la Libia li estende arbitrariamente a 50; miglia.

Leave a Comment