Creato da Xefeba il 27/02/2008

Immaginosa

Elucubrazioni e scatti

 

 

La sedia del cassetto (ultimo post)

Post n°137 pubblicato il 02 Ottobre 2008 da Xefeba


Ho trovato posto su questa sedia che è quanto di più bello potesse capitarmi. La sedia non è stabile, è all'aperto e non è mia. Ma per ora posso sedermi e ho nel cuore una contentezza che non provavo da molti anni. Mi sento in uno stato di grazia. Mi pare di vivere un sogno e ho solo paura di svegliarmi.
Questo mi capita vari giorni a settimana. I restanti li trascorro in un altro giardino. Tante ore all'aperto e poche in casa.
Passo molto tempo in treno, annuso stazioni, luoghi e, durante i lunghi viaggi e le varie soste, raccolgo impressioni, sensazioni, umori e li metto su carta. Non posso però continuare a stare con voi e non potete immaginare quanto mi dispiaccia perché mi avete dato molto più di quanto possiate immaginare. Sono stata molto bene con voi e mi mancherete molto, ma ora questo lido deve chiudere i battenti.
Prima di mettere il lucchetto, voglio salutarvi e lascerò aperta la porta della messaggeria. Quando potrò passerò da voi a prendere un caffè....e ricordate che sono golosa! Due pasticcini non mi dispiacerebbero!

Un abbraccio,
Laura

p.s.: 7 ottobre 2008. Ho disabilitato la funzione commenti. Lascio però sempre aperta la porta della messaggeria che passerò a controllare ogni volta che potrò.
Vi abbraccio forte,
Laura

 
 
 

Paradosso

Post n°136 pubblicato il 25 Settembre 2008 da Xefeba
 

Il giorno
la mia vita
si svolge
in luoghi diversi,
e con stupore,
riesco
a non perdermi.
La sera però
mi smarrisco
sempre
nel tuo
sorriso.

(23 settembre 2008 - Treno Bologna-Verona)

 
 
 

Picasso e Dominguín

Post n°135 pubblicato il 25 Settembre 2008 da Xefeba
 
Tag: Scatti

 
 
 

Labirinto

Post n°134 pubblicato il 22 Settembre 2008 da Xefeba
 

Non sono Arianna
e tu non sei Teseo,
ma mi chiedesti aiuto
per srotolare il filo
e io, come lei,
ti credetti e mi adoperai.
Dicevi che volevi liberarti
e lasciare gli spigoli
per stenderti sugli scogli.
Ma per ogni nodo
che io scioglievo
tu ne facevi due
e, tra le mani,
mi ritrovai
un'indipanabile
matassa.

 
 
 

L'incantatore

Post n°133 pubblicato il 21 Settembre 2008 da Xefeba
 

Non ricordo più
cosa mi dicesti
per rubarmi il senno
e impadronirti
dei mio cuore.
Parole d'oro
mi sussurravi
con una voce
ammaliatrice.
E, su un prato fiorito
e sotto un cielo
ingemmato, ti amai
come un'ancella
occidentale
ornadoti il capo
d'odoroso alloro.
Ma in questa notte
insonne
senza te
la luna strappata
mi serve il conto
e devo darle tutte
le stelle. 

 
 
 

Gli occhi di Elvira(canzone dedicata a ...)

Post n°132 pubblicato il 20 Settembre 2008 da Xefeba
 

Elvira ha gli occhi verdi
e guarda dritto il mare,
sente le sirene
e non vede la nave.

Con mani stanche
e bocca spenta
maledice il canto
che Ulisse tenta.

Elvira ha gli occhi pieni
d’amore per un uomo
che vaga per il mondo
in cerca di un tesoro.

A riva lei lo attende
con braccia snelle
allontanando Circe
e mille altre ancelle.

Elvira ha gli occhi smunti
da lune sospese
fra giorni di fili
e lunghe attese.

Fino alla nuova aurora
forte a sé lo stringe
ma la luce del sole
lontano lo costringe.

Elvira ha gli occhi verdi
e guarda dritto il mare,
sente le sirene
e non vede la nave.

 
 
 

Nostalgia

Post n°131 pubblicato il 10 Settembre 2008 da Xefeba
 
Tag: Scatti

 
 
 

Senza titolo

Post n°130 pubblicato il 05 Settembre 2008 da Xefeba
 

La scorsa notte nel letto
giaceva solo il mio corpo;
la mia anima era altrove:
sedeva su anomini scatoloni
accanto a un camino spento.
"Come stai?"
mi chiedono.
"Bene, molto bene"
rispondo
e sfodero un sorriso
mentre lei
si fodera di polvere. 

 
 
 

Ringraziamenti

Post n°129 pubblicato il 02 Settembre 2008 da Xefeba
 

Ringrazio tutti coloro che mi hanno cercato in questo lungo periodo di ferie che ho voluto dedicare alle mie amiche, alla scrittura e ai miei libri che non toccavo da troppo tempo. Li ho trovati un po’ ingialliti e la cosa mi fa male. Averli lasciati in stanze, ormai buie e fredde, crea in me un dolore sordo che mi accompagna costantemente. E’ una ferita aperta quella della biblioteca smembrata in due case: una che ho arredato negli anni con cura e un'altra che ho preso in affitto su due piedi. 
I libri non sono oggetti. Hanno un’anima, la nostra. Non potrei mai regalarli e li presto a malincuore perché so che gli altri non li accarezzeranno come ho fatto io. Su tutti c’è il mio nome. Ho bisogno di sentirli miei, io che non ho mai avuto bisogno di possedere nulla se non me stessa.


Anima di brossura

Nettare sacro 
è l’odore della carta
che vive di noi.

Ho voluto riaprire le porte di questo luogo riflettendo sui miei compagni di sempre, amici fedeli che non sanno e non possono tradire, che danno molto e non chiedono nulla. Ci fanno dono di un qualcosa che mai nessuno potrà toglierci, disegnano righe che resteranno impresse in noi e che nessun cataclisma potrà mai piegare o cancellare, nessuna moda potrà rendere obsolete o antiquate.
Perché i miei amici di sempre? Perché anche qui ho trovato compagni di viaggio a cui devo molto. Ho imparato tante cose, ho colmato lacune, ho sanato insicurezze e tutto questo grazie non solo alla carta stampata, ma a delle anime che si celano dietro a un monitor, non per nascondersi, bensì per palesarsi senza i veli dei timori, della reticenza, delle convenzioni sociali. E a loro devo molto. Se oggi ho trovato il coraggio di scrivere e di non strappare o cancellare le parole che metto su carta, devo ringraziare coloro che, attraverso i numerosi apprezzamenti per la mia scrittura, mi hanno incoraggiato ad andare avanti.
Grazie di cuore,
Laura

P.s.: Cari compagni di ventura, passerò presto da voi.

 
 
 

Chiuso per ferie

Post n°128 pubblicato il 05 Agosto 2008 da Xefeba
 
Tag: Scatti

 
 
 

53281

Post n°127 pubblicato il 03 Agosto 2008 da Xefeba
 

Sotto la luna di carta
appesa al soffitto
del lungo braccio
cerca un bacio celeste
e una voce soave
sente tra le celle
dei suoi timpani
mentre da fuori giunge
l'eco
dell'ora di libertà.
Luccicanti stille bianche
solcano le rughe
dell'amaro riso
di chi serba l'amore
tra strisce ferrose
e grida stridenti.

 
 
 

La bellezza

Post n°126 pubblicato il 30 Luglio 2008 da Xefeba
 

 
 
 

Soleá

Post n°125 pubblicato il 29 Luglio 2008 da Xefeba
 

Nell'aiuola anfibia 
dell'angusta cucina
il solingo girasole
la luce
insegue;
si affanna,
si allunga,
gira su stesso
per farsi baciare
da quel raggio birichino
che a nascondino gioca
tra le nubi dipinte nel cielo.
Una carezza alla corolla
il sole gli dà
prima di essere risucchiato
dal cinereo edificio,
mentre un brivido pungente
pervade quel giovane fusto
confinato
tra angoli acuti
e sguardi distratti.

 
 
 

Sogno

Post n°124 pubblicato il 25 Luglio 2008 da Xefeba
 
Tag: Haiku

Gazzella agile
che corre nella notte.
La ferma il giorno.

 
 
 

Respiro

Post n°123 pubblicato il 24 Luglio 2008 da Xefeba
 

Sul tetto spuntano
spettri
che giocano a nascondino
con me;
si celano,
si disvelano,
tornano a svanire.
Cercano riparo
negli stretti anfratti
di una polverosa soffitta
e attraversano
lo spigoloso scantinato
della memoria
chiedendo ospitalità.

Berrò il tè
nelle solitarie stanze
inebriandomi
d'azzurro.

 
 
 

Fiume Sand Creek

Post n°122 pubblicato il 24 Luglio 2008 da Xefeba
 
Tag: Suoni

Si son presi il nostro cuore
sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola
dormivamo senza paura

fu un generale di vent'anni
occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent'anni
figlio di un temporale...

...ora i bambini dormono nel letto del Sand Creek...

 
 
 

Sul significato

Post n°121 pubblicato il 22 Luglio 2008 da Xefeba
 

Avete mai provato a chiedere a una persona adulta cosa gli ricordi la data del 12 ottobre 1492. In molti vi daranno una risposta, altri diranno che son troppo giovani, altri ancora che ce l'hanno sulla punta della lingua, che per spettegolare è sempre pronta, ma che per rispondere a domande semplici è come incollata al palato. Se invece lo chiedete a un ragazzo, lui. tutto orgogliso di saper rispondere, o stupito di una sì semplice domanda, urlerà "la scoperta dell'America". Poi ci sarà qualcuno che si sentirà in dovere di sfoggiare la propria erudizione e dovrà dire il nome dell'italiano che avrebbe fatto tale scoperta e poi starebbe lì con le tre dita a elencare il nome delle navi con cui noi civili europei ci siamo recati oltreoceano. Quindi se abbiamo scoperto l'America, vuol dire che prima questa non esisteva, vuol dire che l'abbiamo inventata! Ma che bravi che siamo stati! Abbiamo creato razze indigene che non c'erano e, poi, dato che avevano qualche difettuccio di fabbrica, le abbiamo distrutte. Così si fa! Siamo stati gli antesignani dei consumisti. Abbiamo buttato quello che non ci serviva. Via i Maya! Via gli Inca! Via le città di queste civiltà! A noi europei, eredi dell'impero romano, non servono. Noi sappiamo fondare le città e quindi distruggiamo il vecchio e creiamo il nuovo e, con tutto quello e quelli che non servono, facciamo un falò!!!

P.s.: La prossima volta che parlate del primo viaggio di noi europei verso il nuovo mondo, ricordate che per gli indiani d'America il 12 ottobre è lutto nazionale e che abbiamo colonizzato e non scoperto. Quei territori erano già lì e quelle civiltà potrebbero ancora esistere, se solo noi non le avessimo sterminate.

 
 
 

Giusta

Post n°120 pubblicato il 22 Luglio 2008 da Xefeba
 

Giusta e adeguata
posso essere stavolta,
giusta e lucida
lasciando dietro di me
quel buio antro,
giusta e sicura fuori
mentre, con passo fermo, incedo;
ma quante paure ancora
per questo tuffo nel vuoto.

 
 
 

Bibo no Aozora by Ryuichi Sakamoto

Post n°119 pubblicato il 17 Luglio 2008 da Xefeba
 
Tag: Suoni

 
 
 

Setole e colori

Post n°118 pubblicato il 17 Luglio 2008 da Xefeba
 

Ho tutto l'occorrente, ora.
Colori ad olio per ricalcare il vecchio disegno
e fini pennelli di setola pregiata
per ben definire i contorni
ed evitare sbavature.

Treno d'altri tempi, il mio.
La mano trema...
 

 
 
 
Successivi »
 


Le socie fondatrici del Club delle Beatiful Minds, Zuccazucca e Amrita, mi ammettono a far parte del Club con la tessera n. 1.

 

TAG

 
 

ULTIMI COMMENTI

Cara Zucchetta, non sparisco del tutto. Devo solo...
Inviato da: Xefeba
il 06/10/2008 alle 18:37
 
Porto il dolce:-)
Inviato da: Xefeba
il 06/10/2008 alle 18:36
 
Mi dispiace tanto che tu chiuda questo angolo di poesia e...
Inviato da: zuccazucca
il 06/10/2008 alle 10:57
 
Vada per il caffè :-) Un bacione Mich
Inviato da: nomen_nescio
il 06/10/2008 alle 07:32
 
Ci ritroveremo da te, luna e poi tutte e due frequentiamo...
Inviato da: Anonimo
il 05/10/2008 alle 22:50
 
 

LA MIA LIBRERIA (IN COSTRUZIONE!)

Alcuni dei miei libri hanno trovato collocazione nel meraviglioso mondo di Anobii; altri stanno cercando la strada per arrivarci!

 

NOTE


Girovagando in questi lidi, è piacevole sedersi e ascoltare musica ...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

elviprimobazarcarmelosolanomax_6_66IlGrandeSonnobal_zacpoeta.72alessandraricciocuorediselvaggiaSoliplenumjongleurdorangessquisy0sebinagarufimpuntogpuntodolcezza21monny14
 

I MIEI BLOG AMICI

- Adelante
- A.I.P.
- Alfa e omega
- Al pessimo esempio del Mitico Pessimo
- Anna e le altre
- Antonia nella notte
- ¡Arráncame la vida!
- Assurdismo del Movimento Assurdista by Enjamber & Co.
- Autoestinguente di In mezzo alla segale
- Bella Ciao
- Bolle di sapone
- Bytes of Life
- Carta e penna...
- Cera una volta
- Chiedo asilo...
- Cielo senza nuvole di Zucchetta
- Cielo stupito di Confetto
- CuoreDiLapis
- Dolceamaro
- Elsewhere Perhaps
- Errata Corrige
- Fantasticantando di Realgar
- Far From Heaven
- FaVolare di Soliplenum
- Guardiano del Faro
- Il blog di Zayra di Adriana
- Il gatto nel bidone
- Il mio rifugio di Alma herida
- Ippogrillo
- Lacca di Garanza
- La colpa di scrivere
- La Donna Camel
- La maison de laire
- La mia direzione
- La neve è andata
- La riscossa del Sud
- La solitaria di Edna
- La Torre
- La vera me stessa di Roberta
- Luna gialla blu
- Esterina è andata via
- Mape iabbu
- MareMatta
- Memento
- Mise en abyme
- Mondo barlaccio di Amrita
- Narro dunque sono di Pamela
- Negli angoli di casa
- Niente da dire
- Night Swimmer
- Occhio della mente di Madis
- Ombre di Luce
- Otto marzo
- Parole e poesia
- Pensieri di vento di Re Lear
- Pensieri ed emozioni di Hieng
- Pensieri sparsi
- Petit Roux
- Pezzi di pezzettini
- Piazza Alimonda
- Por la carretera
- Prolegomeni di Calle de la vida
- Quotidianamente...
- Red
- Rizoma
- Rosa pequeña
- Rumore
- Scambi emozionali di Enjamber
- Scintille
- Sconfinando
- Scrittori
- Scrittori esordienti
- Semplici emozioni
- Senza libretto
- Tempo senza tempo
- Tempi Moderni di Medea
- Tuttiscrittori di Elliy
- Tutti scrittori
- Uomo verosimile
- Verba collant di Camillo
- Viandando
- Writer di Falco
- Zagara&Pepe
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

AUTOBIOGRAFIA










 

SCATTI