Creato da fugadallanima il 09/02/2012

fugadallanima

per ritrovarmi una volta ancora

 

una ferita in più

Post n°535 pubblicato il 23 Giugno 2017 da fugadallanima

una ferita in piùme la sono trovata all'improvviso.Non sapevo neppure di essere stata feritaCicatrice sopra cicatrice, cosa vuoi che cambiMa l'ultima è sempre la più dolorosa, quella che fa più male,quella che non ti aspettavi.Quante volte ho pianto, quante volte ho tamponato il sangue con le mani, cercando di speratamente di fermarlo.E mi trovo di nuovo ferita.Quando si è ammalato mio marito non potevo dire di stare male, non potevo chiedere che qualcuno si occupasse anche di me Quante parole non dette mi sono ingoiata assieme ad un pianto muto.Poi ho giurato a me stessa che non avrei più taciuto.Invece di nuovo mi tengo dentro tutto Dovrei urlargli che sono viva, che ho diritto ad un pò di amore Invece posso solo premere le mani su questa nuova feritada cui scorre un fiume rosso.Posssibile ancora colpa mia che non riesco a vedere.Cosa posso buttare ancora, cosa posso strappare dal mio cuore che non ho più niente Come mendicare un pòco di affetto ?Ho cercato di comprarlo senza rendermene conto.L'ho pagato con monete uniche e ora?Se ilpensiero potesse....Quanta rabbia mi brucia dentro,quale bisogno di respirare un attimo libera.Andiamo avanti Una nuova feritauna nuova cicatrice in questa mia anima ancora una volta sola ancora un amore muto e sbagliato

 
 
 

senza ombrello

Post n°534 pubblicato il 17 Giugno 2017 da fugadallanima

quando ti rendi conto di non avere connessa la bocca con il cervello.

quando ti accorgi di avere detto cose che non avresti dovuto dire

quanto ti senti "cogliona" dopo.

Solo che le parole non tornano indietro.

Com'è facile rovinare tutto

Non si può prendere uno straccio e pulire,

lavare, cancellare, dimenticare.

E' ora di ripartire,

la sosta è finita.

Riprendiamo i nostri stracci e andiamo.

Stracci di pensieri, di ricordi, di speranze.

Stracci perché ormai lisi e sciupati.

Stracci perché non servono più a nessuno.

Perché il cuore rifiuta di vedere quella realtà che la mente conosce?

Perché continuano ad esistere questi vuoti assoluti

E' sempre faticoso riprendere il cammino quando si lasciano alle spalle cose belle,

quando non  sei tu a volerlo, ma altri ti hanno fatto la valigia.

Ma non camminerò sul ciglio della strada,

camminerò nel mezzo

con forza....

Ubriaca di disperazione

sotto il peso di una valigia troppo grande

Ma cosa mene faccio dei miei stracci?

No buttiamoli, camminiamo a mani libere....

Sono stanca di pesi sulle spalle...

Camminiamo a mani libere.

Se cadrà pioggia mi bagnerà,

se avessi un ombrello,

altri mi chiederebbero riparo

se cammino senza sotto la pioggia,

forse qualcuno si offrirà di coprirmi.

Riparto a mani vuote.

 
 
 

cadrebbero le montagne

Post n°533 pubblicato il 16 Giugno 2017 da fugadallanima

quella barca capovolta

e quella spiaggia....

il tempo  giustifica tante cose

e asciuga tante lacrime....

Il passato mi vive accanto,

ma non sono più io,

non sono più solo passato.

Ci si accorge di essere ancora vivi,

la dinamicità della vita,

ombre grigie svaniscono,

il mio cuore si tinge di azzurro.

Vorrei parlarti,

vorrei dirti le parole che cantano dentro.

Non posso,

tu hai paura delle mie parole.

Silenzio una volta ancora

e continua la mia ricerca...

Bisogna sapersi accontentare,

mi disse....

no, non mi accontento,

solo non posso pretenderti.

Se potessi,veramente potessi.....

sai quanto forte griderei,

con quanta rabbia,

con quanta prepotenza....

Cadrebbero le montagne....

Sì, pur di averti, abbatterei le montagne,

svuoterei il mare....

cadrebbero le montagne

 

 
 
 

cara chat....

Post n°532 pubblicato il 11 Giugno 2017 da fugadallanima

e adesso ci si mette pure la chat?

cara, carissima chat tu e i tuoi cambiamenti.

Già che sono impallata di  mio

ed imparare a conoscerti non è stato facile.

Ora che succede? Sei tu che stai cambiando

o sono io che mi sto incartando sempre più?

Blog, non blog... pagine nuove che mi si aprono

ed rimango confusa e comincio a caso a cercare.

Percorsi labirintici per arrivare qui

ed una volta arrivata

a chiedermi come ho fatto

perchè la volta successiva

non saprò di nuovo come fare.

Si certo, tutto è cambiamento, tutto è divenire,

ma già sono persa di mio....

Cara chat, non mi sconvolgere anche tu,

ti prego rimani il mio angolino fidato,

lasciami il mio spazio di sfogo, di rabbia, di sogno.


 

 
 
 

nnon ho più niente da dare

Post n°531 pubblicato il 03 Giugno 2017 da fugadallanima

poi arriva il momento in cui non hai più niente da dare!!!!

ti guardi attorno e scopri di essere sola.

hai dato, dato, dato,

sei stata alle regole non tue,

hai provato dolore e gioia per le vicende altrui,

sei stata presente sempre.

sempre anche durante i silenzi e le assenze.

Presente perchè sentivi che la tua presenza era giusta,

perchè sapevi di dare aiuto anche così.

Ora non ho più niente da dare

e allora,

allora mi rendo veramente conto che ero io,

io da sola che reggevo tutto il peso,

io da sola.

Il castello di carte non crollava

perchè ero io a proteggerlo dal vento,

ero io che con delicatezza le sistemavo una sull'altra.

Non ho più la forza di sorreggerlo adesso,

mi è costato troppa fatica,

lasciamolo crollare!!!!!

Non cerco la sponda lontana ed invisibile.

Muovo lentamente le mani nella mia acqua,

solo per non affondare.

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fugadallanimaarchetyponElemento.ScostantefarmacistikPalm26acer.250Basement_HiatusacquacontrocorrenteCherrysldrunkenbutterfly0Sky_Eagleladybird200927puroeveroOverMyHeart
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom