Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

 

Registrazione nei Motori di Ricerca

 

 

 

L'occhio del desiderio.

Post n°3573 pubblicato il 28 Maggio 2017 da g1b9
 

 

Il Sufismo non è una dottrina, né una religione, nè una filosofia. Piuttosto è un modo di essere, un addestramento mentale incisivo e alieno al dogmatismo  Il Sufismo ha elaborato un ampio repertorio di storie didattiche che mancano di un destinatario particolare e si rivolgono piuttosto all’umanità, nella sua totalità come evidenziano questi versi di Ibn l-'Arabi contenuti nel "Tarjumân Al-Ashwâq":

Il mio cuore è divenuto capace di accogliere ogni forma
è un pascolo per le gazzelle,
un convento per i monaci cristiani
è un tempio per gli idoli,
è la Ka'ba del pellegrino
è le tavole della Torah,
è il libro del Sacro Corano.
Io seguo la Religione dell'amore,
quale mai sia la strada
che prende la sua carovana:
questo è mio credo e mia fede.

L’occhio del desiderio


Una storia Sufi racconta che quando Alessandro Magno morì e raggiunse il paradiso, portò con sé tutto il suo carico: tutto il regno, l’oro, i diamanti. Naturalmente non nella realtà, ma come idea. Le idee hanno lo stesso peso, anzi è l’idea il reale peso. Era troppo appesantito dall’essere Alessandro. Il guardiano cominciò a ridere e disse: “Perché ti porti dietro un tale peso?”. Alessandro rispose: “Quale peso?” perché nella realtà non aveva niente con sé. Era tutto nella testa, era la testa a essere pesante.
Il guardiano gli diede una bilancia e mise un occhio su uno dei due piatti. Disse ad Alessandro di mettere tutto il suo carico, la sua grandezza, i tesori, il regno sull’altro piatto. Alessandro obbedì, ma l’occhio continuava a essere più pesante. Quindi Alessandro salì sulla bilancia lui stesso, ma l’occhio era ancora più pesante.
Disse al guardiano: “Non capisco come può essere così pesante questo minuscolo occhio. Che cos’è? È un trucco, una magia?”.
Il guardiano rispose: “Questo è un occhio umano. Rappresenta il desiderio umano… il desiderio verso l’esterno. Non può essere appagato, per quanto grande sia il tuo regno e grandi i tuoi sforzi. Nemmeno un solo occhio umano pieno di desideri può essere appagato”. Alessandro a quel punto disse: “Allora qual è il modo per appagarlo?”. Il guardiano gli gettò un po’ di sabbia negli occhi. L’occhio immediatamente batté la palpebra e perse ogni peso, fu privo di peso all’istante!

 

 Vi propongo di seguito una considerazione di Osho su questo racconto, che scelse come allegato alla sua dottrina


È una bella storia. Nell’occhio del desiderio deve essere gettata un po’ di polvere di comprensione. Il desiderio scompare e resta solo il bisogno che non è pesante. I bisogni sono pochi… e sono belli. I desideri sono orrendi e fanno degli uomini dei mostri. Creano dei folli.
Ricordalo sempre e scegli sempre ciò che porta più pace. Quando inizi a imparare a scegliere ciò che porta pace, una stanzetta sarà abbastanza, poco cibo sarà abbastanza, pochi vestiti saranno abbastanza, un amante, un uomo molto normale, sarà abbastanza. Ma se continui a chiedere sempre di più, diecimila uomini non ti basteranno. Anche l’uomo più meraviglioso si esaurisce prima o poi. Il tuo desiderio è inarrestabile, non conosce fine, non si ferma mai.

 

 
 
 

Il fascino...oltre la classe..

Post n°3572 pubblicato il 27 Maggio 2017 da g1b9
 


Il fascino che una persona esercita su un’altra
non sta in ciò che mostra della sua personalità
nell’istante preciso dell’incontro
ma…
nella sintesi del suo intero essere,
che rilascia questa droga potente che
cattura l’immaginazione e genera il legame.

 
Anaïs Nin

 

 
 
 

...e si dimentica...

Post n°3571 pubblicato il 26 Maggio 2017 da g1b9
 


 Il tempo ci attraversa, lasciando ovunque le sue tracce, cancella la gioventù, la spensieratezza, la bellezza, piano piano anche la percezione di ciò che è stato e prima o poi  tutto si appanna diventa ua fotografia sbiadita e si dimentica...
Prima dimentichi tutto quello che hai studiato: le date di storia e il Teorema di Pitagora, in particolare le cose mandate a memoria velocemente, appiccicate per una verifica del giorno dopo,  le cose non imparate davvero .
Dimentichi i nomi di tutti i professori, tranne uno o due, e alla fine pure quelli.
Dimentichi l’orario delle lezioni di prima superiore , dove stavi a sedere e il numero di telefono del tuo migliore amico e le strofe di quella canzone che avevi cantato un milione di volte.
 E poi, lentamente, molto lentamente, dimentichi le  cose che ti hanno ferito,: persino quelle che sembravano indelebili sbiadiscono, a poco a poco.
Dimentichi che cosa andava di moda e che cosa era out. Dimentichi i tuoi amici,chi era carino, sveglio e altletico e chi no, chi ha intrapreso studi importanti, chi hai perso per strada prima , poi quei luoghi, quelle classi si fanno vuote  e dimentichi tutti quanti.
Anche quelli che dicevi di amare e quelli che amavi veramente.
Sono gli ultimi a scomparire.
E una volta che hai scordato abbastanza, puoi amare qualcun altro, ripopolare la vita di altri amori perchè  di tutto quello che se n'andato, che se ne va, rimane in noi l'imprintin di emozioni, di esperienze, di capacità di scelte,l'amore per noi stessi e la determinazione di arrivare là, dove siamo destinati senza rimpianti e  senza rimorsi.

 

 

 
 
 

Si al lusso... ma..

Post n°3570 pubblicato il 25 Maggio 2017 da g1b9
 

 

Soltanto una donna insoddisfatta ha bisogno di lussi.
Una donna soddisfatta può dormire sul pavimento.
 

(Anais Nin)

 
 
 

Donne in attesa...guardate oltre i vetri appannati.

Post n°3569 pubblicato il 24 Maggio 2017 da g1b9
 

Joumana Haddad è una giovane poetessa libanese,istruita, libera , atea. E' una donna che si batte nel suo mondo, dove non viene respinta per le sue idee, per le donne, perchè queste acquistino la consapevolezza di quello che sono nella società islamica, che ancora ora non concede loro alcuna visibilità . E lo fa, convinta che, solo attraverso le donne, nell'Islam, può passare l'ammodernamento di quella società, che uccide  anche i bambini, come  a Manchester.   Le donne hanno questo potere sull'uomo,  devono smettere di aver paura di esercitarlo. Sono loro che fanno nascere i figli, che li crescono con scopo diverso da quello di diventare kamikaze ,assassini in un mondo che l'Islam non accetta. Joumana scrive romanzi, racconti e poesie ed è attraverso questi scritti che lei esprime i suoi pensieri di  emancipazione da una schiavitù. accettata per cultura.


 Una donna che aspetta

La donna che aspetta, intuisce
che quello che c’è
non è quello che avrebbe potuto
essere,
ma nemmeno quello che sarà.
…La donna che aspetta
vede il segreto oltre il buio
il viaggio oltre il passo
il bacio oltre le labbra.
Vede se stessa
oltre la loro immagine
di lei.
La donna che aspetta
tocca quello che non possono vedere
canta quello che non possono sentire
e ogni giorno incide un sorriso nuovo
nella carne dell’alba.
La donna che aspetta
Ha il cuore nel palmo della mano
offerto come una fontana di sangue.
Goccia dopo goccia,
battito dopo battito,
sfida il tic tac del tempo e
avanza.
La donna che aspetta
non si guarda dietro
non si guarda davanti.
Si guarda dentro
e cresce.
La donna che aspetta
invoca il vento, le stelle, i mari,
e culla nei suoi occhi
i sogni che fanno girare la terra.
La donna che aspetta
sa che non è la barca,
quel che lei aspetta;
ma che è la barca
che sta aspettando lei.






 
 
 
Successivi »
 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

volami_nel_cuore33g1b9paperino61tolicsi35pemonellaccio19Terzo_Blog.Giuspieramoscatomoon_Ifranceschincarlasatanonagabbiano642014Lilian_Hdvololowmerdelucallofme00
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

motori ricerca

 
 

CONTATORE