1 Straccio di Ironia

Coito Ergo Mmmmmmh... ~| bloggoscritti dementi |~

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
 

 

Pranzo Domenicale

Post n°40 pubblicato il 04 Maggio 2008 da the.cure.s.wall

Questa mattina mi sono svegliato troppo presto. Prestissimo direi, considerato che è domenica. Ebbene si, alle 11.45, senza un perchè i miei occhi si sono spalancati. Reduce di una serata ad alta gradazione alcolica e di scarsa assunzione di cibarie, sento le budella contorcersi dalla fame. Raggiante come non mai mi alzo dal letto e mi scatafotto in bagno per le pulizie di rito. Dentifrocio, sapone, spugna, spazzadentiera... danzano sul mio corpo ripulendolo da scorie, zozzerie e segni della notte brava. Completata la toilettatura con annessa urinata storica, durata 4 minuti-38secondi-e-9 decimi, mi propongo di spignettarmi un lucculliano e pacchiano pranzo. Una mezz'oretta in cucina per poi mangiare saziatamente la robaccia da me preparata. Ok. Si dai. Sono in vena di spignettamento! Organizzo passeggiata museale tra le dispense. Museale perchè guardo con occhio sbigottito le mie riserve. Lo chef ha a disposizione: un pugno di pasta, una scatoletta di tonno, un cerealix, una birra Erdinger, 2 fettine di panbauletto. Non sono Mc Gyver!! Quello con un filo di capelli, una gomma da masticare e una scoreggia, creava una bomba atomica!! Ma io? Cosa ci faccio con queste cose pietose moribonde in dispensa? Lampo di genio!! Resta ancora da guardare in frigo!! Tadaaaaan: mezza cipolla, un uovo che come minimo avrà un pulcino ibernato al suo interno, uno yogurt, due limoni (tanto per dare un po' di colore) e una bottiglia d'acqua. Desolazione. Piano piano sciama in me l'idea del pranzone composto da 3 antipasti, 3 primi, 3 secondi e dessert. Al massimo riesco a fare mezzo antipasto, un quarto di primo, e un terzo di secondo. Mentre come dessert posso ingoiare un cucchiaino di zucchero!! Lampo di Genio!! Vado al Pam!! Doh!! E' domenica... Zio Can!! Umm... Bon... Trattoria!!!!

 
 
 

Cappuccetto Rotto

Post n°39 pubblicato il 03 Febbraio 2008 da the.cure.s.wall

Cappuccetto Rotto è una bambina lentigginosa, nana e bruttina. Frutto di una notte passionale tra una donzelletta di campagna e uno scaricatore di porto, il quale dopo la bella notizia si suicidò scappando nel bosco e facendosi mangiare dal lupo, Cappuccetto Rotto vive le sue giornate nel giardino di casa a spetalare margheritine, bruciare formichine, infangarsi con la terra fino all’inguine e a chiedere alla mamma: “Andiamo a raccogliere nespole?... E mi racconti perché mi hai chiamata Cappuccetto Rotto??”. Un bel giorno, mentre raccoglievano nespole, all’imbrunir della giornata Cappuccetto Rotto prese da terra un profilattico malconcio e ripieno, lo girò verso la madre e domandò: “Che spacchio è?”. E la madre: Appunto!!! (pensò…), poi con voce tranquilla disse “È un cappuccetto!!”. Alla bambina le si illuminò il viso!! Finalmente capì cosa significasse il suo nome. Ma i bambini sono innocentemente curiosi, quindi, mentre sbranava una pesca noce, domandò alla mamma: “Si… ma perché Rotto?”. La madre, ammiccando sconsolata, rispose: “Eh… sai… beh… insomma… il cappuccetto del tuo babbo era rotto!!”. E le diede un buffet tino sullo sternocleidomastoideo e una carezza sul lato occipitale della mascella sinistra, sotto l’orbita dell’occhio tangente. Cappuccetto Rotto sputò come una principessa l’osso della noce pesca e sorridendo esclamò: “Cazzo mamma!! Sono davvero una bimba fortunata!! Se a papà non gli si scassava il cappuccetto, probabilmente non sarei nata!!”. Innocente piccola (ma brutta) bimba. Vede positivo tutto. Crede che il papà sia morto durante una battuta di caccia. Si, mentre cacciava per sfamare la sua boccuccia, si è imbattuto nel lupo cattivo che l’ha sbranato. E invece no, sciocchina. Tuo padre era un rammollito tutto “Io scopo e godo” (ma non mi assumo nessuna responsabilità), che dinnanzi al fatto, eroicamente si è defilato.

Sembra una dissacrazione di favola vero?

Ma quanti bambini nascono cosi?

Senza messa in pre(SER)ven(VAtivo)?

 
 
 

E Natale Fu!!

Post n°38 pubblicato il 28 Dicembre 2007 da the.cure.s.wall

Carissimi visitatori sporadici e afecionados dello "zoccolo duro", è con immenso piacere che riesco a sedermi al piccì per postare qualcosa di nuovo. Anche se, fondamentalmente, il mio blog è costituito dal 90% da puttanate miste a troiate, non mi sembrava giusto chiudere l'anno senza farmi vivo con un nuovo post. Come avete passato il Natale? Spero bene, perchè il mio è stato di molto sfigaticcio. Tornato nella mia terra natia, la Terronia, mi accingevo a vivere il Natale del Secolo: shopping spietato, regali "pi tutti", panettoni di tutti i tipi (alle mandorle, alla passera, al gorgonzola, alla variegata di amarena e champagne, cachi e pistacchi, al cannolo flambè, alla crema del bianconiglio, al perizoma di Barbie...), torroni, dolciumi, bottiglie varie, altro ancora, varie ed eventuali!! Ventiquattro sera. Seduto a capotavola con uno spiffero che mi slinguazza dietro, dopo appena 1 ora, 23 min. e 18 sec. arriva una batteria di starnuti. Germi e regali per tutti allo scoccare della mezzanotte. Ho smerdato di moccolume 2 pacchetti di fazzoletti in meno di 30 min. alle 24.40 mi impiggiamai e mi scatafottetti a letto bestemmiando in Aramaico Antico. Venticinque (Buon Natale!!), Ventisei, Ventisette a CASA!!! Con l'Influenza!!! Il Natale più noioso del secolo. Passato a vedere un 30 dvd, soffiare il naso in modo sincronizzato ogni 15 min., elargire una batteria di starnuti ogni ora e mezza, parlare al telefono per gli auguri. Mai come questa volta la frase "Ti auguro un Buon Natale" mi era sembrata perfidamente e bastardamente fuori luogo. Ve lo immaginate? - Pronto 6 tu?...  - Si dono io, dono raffreddadittimo, a letto moribondo... - Ah, mi dispiace, ti auguro comunque un felice Natale!!...  O_____O  Mavvaffanculo!!!  Certo, se non crepo... è un buon Natale... ma sticazzi!!!

Bon... Mi metto a studiare...
Gli esami non finiscono mai...

;-)

 
 
 

A Volte Ritornano...

Post n°37 pubblicato il 04 Dicembre 2007 da the.cure.s.wall

Con estrema vergogna faccio capolino sul mio blog. Sono commosso nel vedere che, malgrado la mia lunga assenza, voi; miei cari affezzionatissimi, abbiate continuato ad entrare e a far visita. C'è chi avrà pensato "Che fine ha fatto quel fardello di idiozie"?. C'è chi speranzoso si immaginava, entrando, di leggere qualche altro peto neuronico. Invece no. Niente di niente. Silenzio meschino e triste quanto un capitolo dei Malavoglia. Troppi impegni. Troppo poco tempo per internet. E non nascondo anche un piccolo calo di ispirazione. Sono successe tante cose. La mia cagnetta bastarda, un incrocio tra uno York Shire perennemente arrapato e una zoccola Volpina (perennemente in calore!!), è stata colta da un malore intestinale. Uno scagazzamento abbondante, liquido e rivoltante a destra e manca. Ho dovuto cercare una collocazione adeguata al pesce rosso. Un altro esemplare stronzissimo. Che ad ogni spurgata della cagnetta, via a ridere dentro l'ampolla. La cagnetta lo guardava e si incazzava. Abbaiava come una forsennata. E ad ogni abbaiata, un terremoto partiva dal suo deretano. Tempi duri. Dicevo al pesce.... di pregare. Pregare affinchè l'infezione non cogliesse mai lui. Sarebbe bastata una botta, per trasformare la sua ampollina in una fogna. Una stagnante palude. Tempi di merda. 

 
 
 

Musica

Post n°36 pubblicato il 07 Ottobre 2007 da the.cure.s.wall

Uissssh Iu Ueeeer Iaar!!! Buon pomeriggio a tutti. E quando dico a tutti, significa a tutti. Papponi, bloggomanici, bamboline da chat, porche da cam, squallide zoccole, studenti, lavoratori, vaffanculisti grilliani, polituncoli di IV rango, appassionati e collezzionisti di santini, emancipati santiatori, ecc, ecc, bla bla bla. La musica nella mia vita è fondamentale. Anche se non so suonare un cazzo, in quanto fallimentari si son rilevati i tentativi (nonchè) ogni mio tipo di cimentazione con qualsiasi strumento, non potrei vivere senza musica. Ne ascolto tanta, con gusti sterminatamente ampli. In base all'umore, allo scazzo, al desiderio, ai momenti mi sparaflescio alle orecchie di tutto e di più. Anche se prediligo il Rock, spesso mi capita di fare scorpacciate di Mozart, Ludovico Van e Bach. Mi piace la musica nella sua semplicità di genere: rock, pop, punk. Facile, all'orecchiata, la sua classificazione. In contrapposizione odio i generi cocktail: Hard-punk-funky-Jazz, Love-Metal-Emo-Fantasy, Trash-pop con venature Evergreen Lounge... O______O Maccheccazzo è!!!??? Poi un'altra cosa che odio è che mi sta profondamente sulle ghiandole testicolari inter scrotali è la gente che si cimenta in discorsi degni del miglior Federico Guglielmi; ma che in realtà conosce di Musica, quanto io conosco di Astrochiarofisicoveggenza; o quanto Tremonti conosce l' Economia. Insomma per dirla in breve sono degli impreparati col pedegree. Dei bastardi attentatori del mio apparato uditivo. Per intenderci sono quelli che:

Amano il genere Darkeggiante e credono che sia stato inventato dagli Evanescence;
Amano il Punk nudo e crudo e spermano nell'ascolto dei Blink182;
Osannano il Rock Made in Italy e sconoscono gruppi come Marlene Kuntz, Afterhours o i Litfiba dei bei tempi che furono;
Impazziscono per il Gothic Rock e sono convinti che i massimi esponenti siano i sopracitati Evanescence insieme agli HIM;
Dicono di adorare i Led Zeppelin, ma non hanno mai sentito Stairway to Heaven;
Dei Pink Floyd conoscono solo "Another Brick in The Wall";
Si stupiscono nel sapere che "Californication" sia il Cd del declino dei Red Hot Chili Peppers...
E tanto altro ancora...

Detto questo, torno a spararmi un paio di pagine di Fante, 3-4 pezzi di Battisti ed esco...

Stasera mi va un Majtai... :D


 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: the.cure.s.wall
Data di creazione: 13/01/2007
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nunzioefrancescaneghenluigiraia69vevisstrong_passionluisquibal_zacfedex_pbdiavolettaa76unamamma1volafarfallina1991ESTELLAMELANYadoro_il_kenyarickapodacaPICC0LAVEDETTA
 
Citazioni nei Blog Amici: 19