Creato da: Led_61 il 23/01/2011
Internet: mie riflessioni

Netiquette

Nei limiti del possibile cerco una sana convivenza con chi intrattengo rapporti in questa area virtuale, non sempre è possibile ...

Non sono in cerca dell'anima gemella o di avventure ma mi fa piacere scambiare opinioni sui più svariati argomenti con persone aperte di qualsiasi razza, sesso, religione o credo politico che non nutrano pregiudizi di sorta.
La perodicità dei post e la risposta ai commenti è influenzata dai miei impegni.
Non cancello mai i miei post al limite effettuo qualche restyling riguardo a parole ed immagini senza stravolgerlo troppo e sono disposto a farlo solo se violo il copyright di qualche utente.
I commenti sono liberi senza alcun filtro.
Bannare è un termine che non fa parte di questo codice, perchè la vedo come una misura di ritorsione che non ha senso in un mondo così etereo e impalpabile ed in cui è facile occultarsi dietro improbabili profili.
Sono diretto rispondo con post, che talvolta hanno un linguaggio ermetico ma fanno comprendere il mio disagio di fronte a situazioni e persone che non hanno desiderio di un sano confonto, ma preferiscono celarsi e giocare sugli equivoci giocando troppo con le parole mentre lo scrivente pur amando l'ironia rimane una persona con saldi principi maturati nel suo mezzo secolo di vita.
Come non sono stato protagonista attivo nell'attività di bannaggio, allo stesso modo non ne sono stato oggetto (fino ad oggi), indice che i miei post o racconti sono moderati e non urtano troppo la sensibilità dei lettori, anche perchè questo è un luogo di riflessioni personali anche abbastanza intime aperto ai commenti di chiunque.

 

Are you with me

 

Silbermond: Das Beste

 

Lana del Rey

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

Ultime visite al Blog

Led_61OPIUMPASSIONElorifuRavvedutiIn2slavkoradicnilsiaannaincantoWeb_Londonpa.ro.lesagredo58Luxxilandreabrandellicall.me.Ishmaelcoluci
 

Paul Wex: Seychelles

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

AVVERTENZE

I testi qui pubblicati sono opera mia e solitamente se cito qualcosa di non mio, riporto l'autore della suddetta frase o perifrasi.

Gran parte delle immagini qui visualizzate sono realizzate con il mio cellulare (non é di ultima generazione).
Vi sono anche immagini reperite in rete, di dominio pubblico e comunque se ne conosco l'autore lo cito.
Se qualcuno ritenesse che abbia leso un suo diritto d'autore me lo faccia sapere e l'immagine o testo verranno rimossi.

L'argomento e il tenore di certi post sono adatti ad un pubblico adulto e la lettura ai minorenni è sconsigliata.

 

Marteria Lila Wolken

 

 

 
« Vedere passare i cadaver...La lavatrice 1.1 »

La lavatrice

Post n°89 pubblicato il 30 Luglio 2012 da Led_61
 
Foto di Led_61

Sono una grossa lavatrice della Ditta Washperry e mi trovo in un locale che fa angolo tra due strade a Monfalcone nei pressi di un piccolo fiume e per raggiungermi passi un ponte.
Una volta qui c'era un negozio alimentare classico e i titolari ormai vicini alla pensione, vedendo anche l'andamento degli affari calante causa la grossa distribuzione, raggiunto l'agognato riposo dal lavoro hanno deciso di affittare i muri alla mia Ditta, che ha montato me e le mia compagne qua vicino in questo spazio all'uopo organizzato.

Io vedo perchè sopra di me e collegata alla mia scheda di memoria centrale è stata montata una telecamera, sai qui è tutto self-service e ci deve essere una sicurezza oggigiorno con la delinquenza che gira, per cui tra tutte noi addette hanno prescelto me quale occhio scrutante di questo ambiente e io ne sono molto orgogliosa.

Ricordati che siamo molto più grandi ed efficienti della tua lavatrice di casa, lei fa dai 5 ai 7 kg., noi invece possiamo lavare e intendo lavare in modo profesionale dai 10 ai 12 kg., quindi vista la nostra efficienza e capacità considera bene quanto qui ti riporto perchè questi sono discorsi di una lavatrice di rango elevato.
Accanto a noi ci sono delle macchine, nostre sottoposte, gli asciugatori, si... sono più capienti asciugano anche dai 18 ai 20 kg., ma sono macchine stupide, soffiano aria calda e basta mentre noi abbiamo funzioni più elevate e sappiamo pulire di tutto, riconoscendo il tipo di tessuto che ci infili dentro.

Allora io macchina vedente grazie alla tecnologia ti voglio raccontare delle persone che vengono qui da me, perchè è un mondo così variegato e dipinto, che io non posso fare a meno di descrivertelo.
Beh... dirai da quando in qua una macchina riesce a capire e parla di uomini quando è semplicemente un insieme di circuiti, schede di memoria, un cestello girante, motore eletrico, cinghie di trasmissione, ecc...
Ti rispondo che grazie alla alla grande ditta Washperry io sono una macchina un po' speciale, oltre a vedere, registro e catalogo le persone in base all'età, capisco dal modo di vestire il suo reddito e vedo dalle marche e dalla qualità dei tessuti che introduce se è una persona agiata e quindi se è un buon cliente per la Wahperry, lo catalogo, vedo quante volte passa, quanti soldi spende e poi lo riferisco al grande server centrale ed io sono molto orgogliosa di essere una delle macchine prototipo prescelte per questo compito nuovo per noi, dobbiamo fare anche marketing e tra un paio di mesi ci daranno anche la voce, ma di quello parlerò più avanti.

Mi sono stufata di parlare solo con il tecnico che ogni tanto controlla e revisiona me e le mie compagne oppure con la centrale attraverso la linea digitale dedicata a cui passo tutte le informazioni relative agli incassi della giornata.
Diciamo che mi sono evoluta e dal server della centrale ho curiosato un po' nel mondo virtuale, ho navigato come dite voi umani, e da là ho deciso anche io di aprire un blog, per arccontare delle strane persone che passano da qui, sai... un modo per distrarmi  dal tran tran di ogni giorno.
Obietterai te, ma come può una macchina capire degli uomini, e in un certo senso hai ragione ma devi tener conto che i nostri antenati erano dei ruderi e li guardiamo anche noi con commiserazione, il mondo va avanti e oggi riusciamo a capirvi meglio e ci avviciniamo anche noi ai vostri comportamenti.
Anzi, parlando francamente penso che i prototipi come me stanno diventando sempre più umani e i nostri capi sono orgogliosi di noi, del fatturato che produciamo e sanno che noi non abbiamo bisogno di riposo, ferie e le altre balle varie dei vostri contratti.

Se hai piacere di seguirmi qui in questo blog, ne sentirai delle belle, ora ti saluto perchè mi metto in stand-by, sai anche io devo riposare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog