Creato da RavvedutiIn2 il 20/05/2013

Ravvedimento morale

Alto pensiero ( ? )

 

 

Sono Anna

Post n°542 pubblicato il 23 Agosto 2019 da RavvedutiIn2

- D'accordo, ti stanchi e senti le gambe a pezzi in alcuni momenti . 

 

- Oltre a quello che senti fisicamente , ti colpevolizzi perché qualche incosciente insensibile ti ha fatto pesare il tuo passato .

 

- Hai fatto , volente o nolente , tutte le analisi possibili , finché sei stato in ospedale , le hai ripetute anche ultimamente .

 

- Tutto conferma il fatto che non hai alcuna infezione in corso , sei forte , in alcuni casi sai essere fortissimo : in quell' inferno in terra che hai vissuto sulla tua pelle , in quel posto triste con i muri tinti di quell' orrendo verdino - ospedale , da quell' inferno ne sei uscito con le tue stesse gambe . 

 

- Su 31 ( trentuno ) degenti quanti eravate finché sei stato lì , siete stati solo 3 ( tre ) ad abbandonare quella carrozzina .

 

- Lo ricordi ? 

- ( Io ) : Lo ricordo , ricordo tutto . 

 

- E allora perché non ti stampi in faccia un bel sorriso , più spesso di quanto tu non riesca ad importelo ? 

- ( Io ) : Non sempre ci riesco , lo sai , mi conosci  . 

 

- E ti ho scelto proprio per come sei , scemo . 

So che non sei Superman , né io cercavo questo in te . 

 

- Pensi troppo , rimugini , non ringrazi abbastanza quel Dio in cui dici di credere : Lui , da te , pretende solo una cosa : spontaneità .

- Pensa a quelli che ti hanno abbracciato , e tu non hai letto invidia nei loro occhi .

- Erano , e sono , felici per te . Cammina anche per loro che non possono farlo : è tuo dovere farlo . 

 

- Poi , vuoi ricominciare a lavorare , a fine anno sarai in grado di fare anche questo , vedrai . 

- Perché ti butti giù ? Il passato insegna - MA non esiste più . C'è solo il presente . 

- E la malattia non fa più parte del tuo presente , lo capisci o no ? 

 

- ( Io ) : Scusa , è vero . È la parte infantile di me che certe volte mi comanda e mi spinge troppo al ricordo . 

 

- Sono Anna . 

- Ora infilati qualcosa e non stare lì in mutande , alle otto usciamo e andiamo a farci una pizza su a Montorio , in quel posto che ti piace . 

 

- ( Io ) : Hai ragione . Doccia , braghette corte ma nuove , quelle che mi hai comprato martedì scorso al mercato , la maglietta blu con le strisce laterali gialle così facciamo tanto " gialloblù " , mi stampo il sorriso in faccia .

Scusa , Anna . 

 

- Non è questione di " scusa " . Fra noi due sono state pochissime le volte in cui è stata necessaria quella parola di per sé odiosa .  

Una parola che sa tanto di fasullo , io e te siamo due persone che detestano ciò che sa di falso .

- Per questo ti ho scelto , perché sai essere uomo quando vuoi . 

Per questo tu hai scelto me , perché cercavi una come me . 

 

- ( Io ) : È vero . Sono stato forte ma anche molto fortunato , prima e dopo la " brutta storia " che è successa a cavallo fra l' anno scorso e metà di questo anno . 

 

- Bene . Allora è il momento di fare in modo che il resto di questo anno abbia un' impronta diversa . In molti momenti ci riesci , non deprimerti . Ti riprenderai anche più di quanto hai fatto finora . 

 

- ( Io ) : Occhei , basta adesso . Mi preparo . Tu stappa quella bottiglia di Custoza che ce la scoliamo prima di uscire . 

- Giusto . Speriamo che non ci fermino ...

 

- ( Io ) : E non chiamarla , la jella ! 

Mi pare un buon orario per farsi due o tre bicchieri a testa . 

 

- Sono Anna . Scemo . Se non c'ero io , come saresti messo oggi ? 

 

- ( Io ) : ......... silenzio ..........

 
 
 

Una nostra piccola e umile proposta per il taglio dei Parl......ri

Post n°541 pubblicato il 22 Agosto 2019 da RavvedutiIn2

 

E non costano neanche tanto ... 

 

Lasciamo in pace gli alberi  .......

 

c'è  tanto  di  meglio  da  tagliare  

 
 
 

Hai mai letto Yeats ?

Post n°540 pubblicato il 20 Agosto 2019 da RavvedutiIn2
 

... e questa bellissima poesia in particolare 

 

La seconda venuta 

 

Turbinando nel cerchio che si allarga 

il falcone non può sentire il falconiere 

Le cose cadono a pezzi , il centro non può tenere 

Pura Anarchia dilaga nel mondo ,

la marea insanguinata si innalza 

e dovunque 

la cerimonia dell' innocenza è annegata .

I migliori mancano di ogni convinzione mentre i peggiori 

sono pieni di intensità appassionata .

Certo è imminente una rivelazione 

Certo è imminente la seconda venuta 

La seconda venuta ! Difficile pronunciare queste parole 

Un ampio squarcio fuor  dallo  Spiritus Mundi 

tormenta la mia visione ; 

da qualche parte nelle sabbie del deserto 

una forma con il corpo di leone e la testa di un uomo 

Bianco lo sguardo e senza pietà come il sole 

muove le sue cosce lente . 

Tutto intorno spirali  fosche di uccelli del deserto .

La tenebra discende : adesso intendo che venti secoli 

di granitico sonno 

erano condannati all ' incubo 

da una culla ondeggiante 

E quale Bestia orrenda , ora che alfine è venuta 

la sua ora 

striscia verso Betlemme per 

venire al mondo ? 

 

 

Ad ognuno la sua propria libera 

interpretazione . 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Un. Argomento . Forse . Un . Tantino . Pretenzioso

Post n°539 pubblicato il 15 Agosto 2019 da RavvedutiIn2

Significato del termine " pretenzioso " : in breve , persona o tema , argomento , caratterizzato da eccessiva vanità e ambizione , con un effetto di vistosa e talvolta ridicola sproporzione . Un termine consimile prende il nome di " presuntuoso " . 

Ho guardato sul web e non lo nascondo , ma posso tranquillamente affermare che questa definizione è quella che mi ha convinto in pieno . Non credo di essere una persona presuntuosa né intendo parlare , o per meglio dire , tentare di affrontare un argomento in un modo pretenzioso , visto anche che esso è un vero rompicapo dibattuto da sempre e mai risolto . Penso che ognuno di noi si sia posto la mia stessa domanda , io stesso ho letto di tutto al riguardo , e prima di me ci hanno provato fior di scienziati , filosofi , teologi , liberi pensatori , e tanta ma tanta gente per così dire " comune " , gente comune come me .

Perché so di essere una persona come tante e non pretendo d' insegnare niente a nessuno , forse a volte parlo troppo di me in prima persona , ma lo faccio unicamente perché ho come punto di riferimento la mia stessa personale esperienza di vita e di pensiero .

Che so non essere quella giusta , o almeno l' unica giusta : la realtà , la percezione , la stessa cosiddetta morale sono , in sé stessi , fenomeni puramente soggettivi .

Anche la morale , si , lo è anch' essa , in quanto viene ad essere tradita o quantomeno trasformata , adattata a piacimento a seconda delle situazioni ma in primo luogo a seconda delle persone che la applicano . 

L' argomento di cui tento di parlare consiste nell' esistenza di Dio , cerco cioè di capire innanzitutto all' interno di me stesso se tale mia domanda interiore sia una ricerca di prove effettive o se sia piuttosto una semplice esigenza , come potrebbe essere ad esempio un placebo o un sonnifero , un tranquillante , o un qualsiasi edulcorante atto ad arricchire un tè o un caffè o una tazza di caffellatte .

Ricordo il giorno della mia prima comunione , ricordo il periodo che l' ha preceduto , fatto di insegnamenti religiosi che suonavano parecchio strani e quasi favolistici nella mente di un bambino . Quel bambino ero io , ma intorno ce n'erano altri esattamente come me .

Di fronte ad alcune , se non tutte , asserzioni pressoché categoriche , dogmatiche , provenienti dalla voce di un vecchio parroco , noi bambini ci si guardava con occhi stupefatti , a volte divertiti , ben poco convinti . E serpeggiava comunque sempre un senso di colpa fra di noi , sapientemente alimentato da colui che avrebbe dovuto insegnarci cos'è l' amore , la comprensione , soprattutto il Perdono .

Niente di tutto questo , era un vecchio parroco di altrettanto vecchio stampo , il tutto si svolgeva tra l' altro nel piccolo paese dove sono nato , un paesotto della bergamasca dove ho vissuto fino a poco più dei miei nove anni di età . 

Questioni di lavoro di mio padre , era un sottufficiale dell' Esercito , lo so che fa quasi ridere visto poi che " frutto " ha rappresentato , ai suoi occhi , il suo figlio primogenito : ma queste sono cose che c' entrano poco con l' argomento che , disordinatamente , sto tentando di affrontare . 

Comunque , tanto per completare il quadro , io e mio padre ci siamo sempre voluti bene , anche se sottoposti entrambi a parecchie " docce gelate " , ora da parte di uno ora da parte dell' altro ... ma ci sta , evidentemente doveva andare così . 

Mia mamma , tuttora in vita ( I love you , mamy ) faceva, e fa tuttora seppure più sporadicamente , la sarta per abiti da uomo e da donna , ma ha fatto tanti abiti da sposa , compreso quello della mia ex moglie ; è molto brava , io a volte la osservo mentre lavora , in silenzio , è questo per me quasi un rito . O forse è l' unico rito che io osservi realmente . 

Con la mia attuale compagna non ha potuto avere la soddisfazione di cucire un vestito da sposa , in quanto ci siamo sposati in comune mediante rito civile ( al contrario della prima volta , ah ah ah , mi pare quasi di vedere e vivere un film della saga di Guerre stellari ) ed in primo luogo perché abbiamo voluto acquistare due abiti da un certo negozio di un nostro conoscente e amico .

Torniamo alla parrocchia e dunque all' argomento preminente di questo disarticolato mio ennesimo post , ma quanto cavolo scrivo , che diamine mi capita di questi ultimi tempi ? 

Boh , risposte certe non ne ho , forse è solo bisogno di mettere in ordine , lasciare una traccia casomai dovesse capitare di sparire con tutta la mia piccola famiglia , comprensiva di gatto e cagnolina ( Sally ) . 

Perché ultimamente è saltato fuori un altro discorso che consiste nell' andare via dall' Italia , ci si sta pensando . Due le possibili destinazioni , Inghilterra dove ho un cugino della mia stessa età che sarebbe ben felice di darci una mano per permettere il nostro ambientamento , oppure Portogallo , abbiamo guardato ripetutamente in internet e sembra che si viva bene , sicuramente meglio rispetto ai canoni nostrani . 

Credo che io e la Anna abbiamo un po' di sangue tzigano nelle nostre vene , lo dico con orgoglio . Mia figlia intende continuare a studiare , università , sembra qui in Italia , ma anche con lei non c'è mai nulla di sicuro almeno fino al momento della firma di un contratto o comunque dell' assunzione di una responsabilità . 

Esiste Dio ? È possibile racchiudere un tale concetto all' interno di una religione , o è questa una semplice e Pretenziosa sicumera ? 

Come intendiamo procedere , lo definiamo con parole tipo Energia Primaria , Perché del Tutto , Ideatore , Plasmatore di Realtà Preesistente , Concetto Immanente al di fuori di Tutto , come lo assimiliamo dentro di noi un concetto di tale portata ? 

Varie ipotesi , limitandomi alle mie personali opinioni . Dio , un essere al di fuori dello stesso universo che ci racchiude , ha creato il tutto tempo compreso , noi ci siamo dentro ma non sapremo mai il perché , forse neanche dopo la nostra morte . 

Dio è qualcosa che comprende lo stesso universo o piano esistenziale , ci ha creati , noi ed altri esseri di forma diversa siamo contenuti all' interno di un " continuum spazio - temporale " , ha fatto tutto questo in tempi e con modalità diverse fra loro , anche in questo caso non conosciamo i motivi di tutto ciò .

Dio ha effettivamente mandato sulla nostra Terra suo figlio Gesù , circa 2000 anni fa .

Per salvarci , dicono , a volte ci credo anch'io , ma sono dubbioso di natura e la Fede in alcuni momenti non mi basta .

La religione cristiana implica necessariamente il ritorno di Cristo in Terra e la Fine dei tempi , o quantomeno di questi tempi . 

La fine di questo tipo di società , ma a volte mi sembra che ciò sia impossibile , a meno di una fine molto traumatica di tutto ciò che noi conosciamo e viviamo dandogli il nome di realtà . D'accordo , ha inviato Gesù . Ma allora , ammesso che anche su qualche lontano pianeta esistano altre forme di vita , lì da loro cosa sarebbe successo , ci sarebbe stato un Messia per ogni altro pianeta abitato , e dunque altre chiese , altre religioni attinenti alla nostra , dunque altre strutture , o parlando più chiaramente , altre sovrastrutture atte a governare , a dirigere , a sottomettere gli esseri viventi in nome di un Dio che parla e vorrebbe Amore fra i suoi innumerevoli figli , ma poi i suoi figli stessi tradiscono la Sua Parola e costruiscono delle chiese all' interno delle quali ben pochi di loro poi entrano ? 

Altra ipotesi : Dio non esiste . 

È quella che temo di più . Sono stato un ateo convinto per molto tempo , è da meno di dieci anni che cerco e ricerco un perché dentro di me , a volte lo trovo e a volte mi sfiora , poi mi sfugge . Come ho detto all' inizio di questo ennesimo disordinato mio post ( però lo abbiamo deciso e scritto in due , ecco il perché di un certo bailamme ... ) non si cerca , entrambi noi due , il colpo ad effetto , sono le nostre , le domande effettive e sincere che ci poniamo spesso . 

Come riteniamo lo faccia altra gente . 

Non è per niente semplice credere nella presenza di Dio nell' ostia consacrata , nella comunione , ed in tanti modelli preimposti e per giunta modificati nel corso dei secoli . 

Io ci provo , a volte faccio anche la comunione , ma amo molto più le chiese deserte o quasi , amo entrare in chiesa quando non c'è alcuna funzione in atto , tento di parlare con Qualcuno lassù che credo esista realmente , ma non ne ho la certezza . 

Non credo in tutto quello che hanno tentato di inculcare nella mia testa , fatto come sono fatto mi è impossibile . Faccio del mio meglio , facciamo del nostro meglio . 

Come possiamo spiegarci il Male , tutte le brutture di questo mondo quale senso hanno ? Siamo noi forse solo una specie di sottomateria , un qualcosa che vive in un livello di conoscenza più basso , c'è realmente qualcosa di trascendente e più " pulito " , più limpido e ben più perfetto di noi , al di sopra di noi ? 

Altri esseri nell' universo conoscono forse qualche risposta alle mie domande ? 

Esiste qualche altro pianeta abitato , un Dio misericordioso e prodigo ha forse creato e dato vita a miliardi e miliardi di altre entità pensanti , come siamo anche noi ? 

O è tutta un' illusione e viviamo dentro ad un sogno , come affermava Ermete Trismegisto , o Buddha , ed anche qualcun altro ? 

Esiste un perché , o è stato solo un caso ? È permesso , a noi e ad altri , di fare tutto quel che vogliamo , oppure esiste una ricompensa , ma un qualcosa che esuli dalla fin troppo semplice idea di paradiso e inferno ? 

Beh , vedete voi se questo è un post pretenzioso , o se lo è l' argomento in sé : noi ci abbiamo solo provato .

Ciao

 
 
 

Il vento e l' albero

Post n°538 pubblicato il 14 Agosto 2019 da RavvedutiIn2

Continua a crescere ,  albero , nonostante il vento avverso . Pianta ancor più saldamente le tue radici nella molle e nera terra , in modo da essere forte per quanto riesci ad esserlo .

Il vento un giorno calerà , domani stesso potrebbe essere a tuo favore , più gentile e garbato , annullando per qualche ora la tua stessa consapevolezza che la vita è dura e che la verità è soggettiva .

Annullati , albero , lascia pure che i vermi corrodano le tue radici più vecchie e profonde , quelle malate da tanto tempo ; in ogni caso altre radici nasceranno e saranno in grado di affrontare il vento che non mancherà di soffiare in nuovi turbini carichi di detriti del passato .

Vivi e coltiva pure il tuo rancore di sempre , albero , perché tu sei fatto così e non puoi essere diverso da questo ; ma astieniti , ti prego albero , astieniti almeno dal giudizio : già altri lo hanno fatto su di te , e qualcuno si permette anche di pisciare sul tuo tronco , convinto che nessuno venga a saperlo . 

L' albero e il vento sono in realtà amici , o almeno coesistono bene insieme , ma hanno due nature , due forme diverse , le fronde dell' albero non sono sempre piene di foglie e il vento a volte può essere veramente impetuoso .

Non spaventarti , albero , e anzi rinforzati a dispetto degli invidiosi , altri alberi intorno che credono di crescere nella terra più prodiga , mentre in realtà la vita 

da una parte ti dona qualcosa 

e dall' altra ti toglie il doppio di ciò che ti ha donato .

Verrai su bello , ricco e forte , albero ...

e in alcuni giorni sarai anche ................

amico del vento , il tuo primo nemico ...

tieniti pronto , albero , e divora , mangia , alimentati di quella stessa terra nera che 

pian piano ti trasforma 

e giorno dopo giorno ti ha reso quel che sei .

Coltiva il rancore ma non il giudizio , albero , ricordati solo questo , tutto il resto è superfluo .

Ma la cosa più importante è che tu non esprima , se non molto raramente , il tuo odio .

Chi mai ascolterebbe un albero immobile , piantato nella nera terra ? 

Il vento è calato . Finalmente .

Ora tu e lui siete nuovamente amici .

Fino alla prossima notte di tempesta .

 
 
 
Successivi »
 

UMBERTO D

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 51
 

ULTIME VISITE AL BLOG

RavvedutiIn2perla_conchigliasblogpaperino61tosurfinia60Less.is.moremedusaurticantecarla.bossojagannath0Cartman72ditantestellemoon_Imassimocoppaaliasnove
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom