Creato da Kim74x il 28/10/2006

Kim

Un po' di tutto sui bambini e il loro mondo....

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 43
 

MAGIA...

immagineimmagine
 

 

« Messaggio #8Occhio al pidocchio! »

Il metodo Doman

Post n°9 pubblicato il 02 Gennaio 2007 da Kim74x
 

Il metodo Doman, utilizzato prima con i bambini con lesioni cerebrali e poi anche con bambini sani prevede la partecipazione dei genitori stessi come insegnanti dei propri figli.

Glenn Doman si è occupato per anni dei problemi dei bambini cerebrolesi. Egli stesso nel suo libro “Imparare la matematica prima dei tre anni” racconta l’inizio delle sue ricerche effettuate con mezzi economici propri ed un piccolo staff che sarebbe poi divenuto lo staff degli Institutes for the Achievement of Human Potential.

I neurochirurghi dello staff effettuavano sui bambini cerebrolesi un tipo di intervento chirurgico chiamato “emisferectomia”, cioè la rimozione di metà del cervello umano.

Quest’operazione ha permesso loro di scoprire che eliminando la parte di cervello danneggiata l’emisfero opposto ha la possibilità di sostituirla in tutte le funzioni senza alcuna interferenza; furono escogitate poi delle tecniche estremamente semplici per riprodurre, in questi bambini, gli schemi dello sviluppo normale.

Quando, ad esempio, un bambino cerebroleso non è in grado di muoversi correttamente, viene semplicemente condotto in progressione ordinata attraverso gli stadi della crescita che avvengono nei bambini normali: viene aiutato a muovere braccia e gambe, a strisciare, a gattonare e, infine, a camminare. In queste operazioni l’aiuto fisico segue una sequenza ben precisa. Il bambino in questo modo progredisce attraverso stadi sempre più sofisticati.

Dopo l’applicazione di questa tecnica, molti bambini cerebrolesi arrivavano a comportarsi come bambini nella media e, man mano che le conoscenze dello staff si perfezionavano, gli stessi risultati si raggiungevano anche con l’uso di semplici metodi di trattamento non chirurgici.

Un’altra scoperta, forse meno eclatante ma ugualmente rilevante, fu che quando l’aiuto fisico veniva dato direttamente dai genitori, i risultati miglioravano.

Il metodo Doman per lo sviluppo dell’intelligenza è stato poi allargato anche ai bambini sani.

Doman sostiene che noi sprechiamo in larga misura le possibilità del nostro cervello e soprattutto quello dei nostri figli e che i bambini fino a sei anni hanno la necessità e la voglia di avere accanto un genitore che li aiuti a sviluppare le proprie capacità.

Ha scritto varie pubblicazioni in cui insegna ad essere “genitori professionisti” e a sviluppare l’intelligenza dei propri figli e ogni due mesi a Filadelfia agli Istituti per il Raggiungimento del Potenziale umano arriva un gruppo composto da 80 persone per frequentare un corso di sette giorni su “come moltiplicare l’intelligenza dei propri bambini”.

Alcuni dei principi che vengono insegnati ai genitori sono i seguenti:

- Ogni bambino possiede, al momento della nascita, un’intelligenza superiore a quella mai usata da Leonardo da Vinci

- Tutto ciò che noi facciamo per accelerare il processo di sviluppo celebrale del bambino è fornire stimoli visivi, uditivi e tattili con aumentata frequenza, intensità e durata, secondo il modo ordinato con cui cresce il cervello

- L’ambiente e l’ereditarietà sono le basi di partenza e non i limiti

- I bambini piccoli hanno un disperato desiderio di imparare

- E’ più facile insegnare a leggere ad un bambino di un anno  che a uno di sette anni.

- Le mamme (e i papà) sanno di più sui loro bambini che chiunque altro al mondo

- le mamme sono le migliori insegnanti

Il metodo Doman si basa su una iperstimolazione del bambino che viene, però, somministrata “a piccole dosi” durante tutto l’arco della giornata, ad esempio la mamma che vuole che il figlio possieda una conoscenza enciclopedica dovrà organizzare varie categorie di elementi, ognuna delle quali formata da più elementi i “bit d’intelligenza” e costruire dei cartelli con l’illustrazione dell’elemento su un lato e il nome sull’altro.

Così, la categoria INSETTI, potrà essere formata dai seguenti bit d’intelligenza

Coccinella

Ragno

Mosca

Zanzara

Formica

Calabrone

-  Cavalletta

Ape

Tre volte al giorno la mamma prenderà i cartelli di questa categoria e li mostrerà al bambino dicendo “Quest’insetto è una coccinella”, girerà il bit in modo che il bambino veda anche la parola “coccinella” e passerà subito al secondo bit. La mamma dovrà mostrare i bit più velocemente possibile.

Ogni giorno, inoltre la mamma mostrerà al bambino anche i bit di altre 4 categorie.

Con il passare del tempo le categorie verranno ampliate, sostituite, e poi riutilizzate.

In questo modo, secondo Doman, il bambino dovrebbe ricordare un numero elevatissimo di informazioni e sviluppare la sua abilità menemonica.

La stessa tecnica viene utilizzata anche per insegnare la matematica, la musica, la lettura ecc.

Secondo Doman, i bambini che seguono il suo metodo, a cinque anni sono in grado di:

- Leggere una o più lingue straniere

- Capire e parlare una o più lingue straniere

- Fare aritmetica in modo adeguato

- Suonare bene uno o più strumenti musicali

- Fare ginnastica avanzata

I lati positivi del metodo Doman sono quello di essersi reso conto delle grandi potenzialità dei bambini e del loro bisogno che vengano sviluppate; inoltre ha preso in grande considerazione la figura dei genitori, il loro ruolo nella vita del figlio e la loro formazione.

Ma nonostante questo le critiche sono molto aspre, Silvia Vegetti e  Anna Maria Battistin scrivono a proposito dei bambini sottoposti a questo metodo: “… Ed eccoli esibirsi come cuccioli ammaestrati in prestazioni eccezionali: non solo leggere a un anno, fare di conto a due, scrivere a tre. Ma anche imparare le lingue straniere,  programmare il computer, distinguere un quadro di Monet da uno di Cézanne, una sinfonia di Mozart da una di Beethoven, suonare il piano, il violino, il flauto… Per scoprire poi che a sei anni, quando era tempo di andare a scuola, molti di questi ex bambini prodigio non avevano più voglia di imparare. E se alcuni si adattavano a confondersi con gli altri, in una grigia mediocrità, altri invece si ammalavano di depressione […] Erano tanti bambini che dopo aver fatto “di tutto e di più”, venivano mandati in clinica per fare quello che invece avevano fatto troppo poco: giocare. E anche questa volta non per il puro piacere del gioco, ma per guarire dai disturbi psicologici di tipo affettivo di cui soffrivano.”

Un altro aspetto negativo è il fatto che le informazioni sono totalmente decontestualizzate, il bambino si trova ad imparare migliaia di nozioni ma senza capirne il senso.

Oltre ai problemi nei confronti dei bambini il metodo Doman crea forti tensioni nei genitori, costretti per ventiquattro ore al giorno a seguire il figlio con gli esercizi, accecati dalla speranza che diventi un grande genio, accrescendo in loro la smania di successo e perdendo di vista la realtà e cioè che i bambini sono bambini e non computer da programmare e che la vicinanza della mamma è necessaria soprattutto per dar loro calore, affetto, tenerezza e non solo istruzione!

 

 

Commenti al Post:
gianor1
gianor1 il 02/01/07 alle 16:22 via WEB
Ho letto molto attentamente il tuo post.Credo che avrai lodi e critiche così come nel mondo scientifico suscita il metodo Dolman,soprattutto nelle famiglie.Ho letto esperienze e commenti di senso contrario e io stesso rimango perplesso di fronte a questo metodo che richiede moltissimo dalle famiglie(ma quante di queste sono culturalmente e psicologicamente preparate?),ma che è anche fonte di speranza.Oggi i risultati sono di segno diverso e alterno.Forse bisognerebbe aspettare tempi migliori per dare un giudizio se non definitivo,almeno confrontabile.Gian
 
 
Kim74x
Kim74x il 02/01/07 alle 17:39 via WEB
Ciao Gian, ho scritto questo post sperando che qualcuno che ha avuto un'esperienza diretta con questo metodo lasciasse un commento riportando le sue conclusioni. Quando stavo preparando la tesi volevo partecipare al corsodi Doman ma per due giornate mi chiedevano 1.000 euro. Ho deciso di comprare i libri e di arrangiarmi!!!! Un bacio e a presto!
 
   
sweetfede0
sweetfede0 il 02/01/07 alle 20:18 via WEB
Beh, credo che questo metodo sia un po' "scomodo" per i genitori di oggi....non vedono l'ora di liberarsi dei figli, li "scaricano" a scuola come dei piccoli pacchi...pretendendo che l'insegnante svolga a scuola anche il ruolo che un genitore dovrebbe svolgere a casa...e via discorrendo!Ovviamente esiste l'eccezione che conferma la regola,ma....nella stragrande maggioranza dei casi E'COSì....
 
   
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 02:37 via WEB
hai fatto la cosa migliore... per il momento! bacio a te 18.5o euro spesi bene... (Che cosa fare per il vostro bambino cerebroleso ovvero il vostro bambino con danno cerebrale, mentalmente ritardato, subnormale, colpito da paralisi cerebrale, affetto da disturbi emotivi, spastico, flaccido, rigido, epilettico, autistico, atetoide, iperattivo, down - Glenn Doman
 
   
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 13:52 via WEB
buongiorno kim74 sono il papa di un bambino di 8 anni che dall'eta' di 4 anni e' affetto da encefalopatia postanossica a seguito di annegamento in una piscina... ho un po di tempo libero e mi piacerebbe parlarne con te... gli ho applicato il metodo doman dal gennaio a marzo 2007... poi la mamma mi ha denunciato per maltrattamenti e quel che e' peggio che il tribunale per i minori ah proceduto alla sospensione della potesta....
 
     
palma_verde
palma_verde il 06/06/09 alle 13:13 via WEB
ha fatto bene
 
   
RINGHIOSO72
RINGHIOSO72 il 01/05/17 alle 14:42 via WEB
Infatti è molto costoso a famiglia Pisa...
 
     
RINGHIOSO72
RINGHIOSO72 il 01/05/17 alle 14:44 via WEB
FAGULIA - PISA
 
callcenterout
callcenterout il 02/01/07 alle 20:33 via WEB
Buon Anno!Ciao :]
 
 
Kim74x
Kim74x il 02/01/07 alle 22:24 via WEB
Buon anno anche a te!
 
rossi.giuseppe
rossi.giuseppe il 02/01/07 alle 20:58 via WEB
Ciao Kim, ho letto il tuo post. Devo dire la verità sono perplesso. Non contrario in senso assoluto: la partecipazione dei genitori al processo educativo-formativo dei figli c'è direi naturalmente. Il metodo Doman indica la fusione - se ho ben capito - della dimensione domestica genitoriale e di quella sociale - scolastica. Non è il mio campo, ma penso che i due piani siano naturalmente distinti nelle percezioni del bambino. E penso che sia bene così... Sbaglio? E resta il dubbio che la famiglia oggi non sia in condizioni di gestire quello che il sig. Doman chieda loro.... Ciao
 
 
Kim74x
Kim74x il 02/01/07 alle 22:26 via WEB
Sì, hai ragione. Il signor Doman pretende dai genitori ritmi insostenibili di stimolazione assurda. La partecipazione alla formazione del bambino è giustissima, ma non a questi livelli.
 
amoildeserto
amoildeserto il 03/01/07 alle 08:55 via WEB
Molti anni fa ho lavorato in un centro per bambini con handicap grave, un centro di recupero superorganizzato con psicologi, fisioterapiste, logopediste e quant'altro. Si applicava il metodo Doman relativo al recupero del movimento ("Che cosa fare per il vostro bambino cerebroleso) e, nonostante io fossi in totale crisi perchè mi pareva una sorta di violenza il proporre a più riprese nella giornata, determinati schemi fissi di "stimolazioni sensoriali", devo dire che funzionava. Non altrettanto sono favorevole al metodo applicato all'apprendimento(Leggere a tre anni) ... sì, anch'io penso che sia puro addestramento senza alcuna possibilità di partecipazione da parte del bambino.
 
 
Kim74x
Kim74x il 03/01/07 alle 12:25 via WEB
Quando il metodo è applicato in un centro è già diverso, non sono i genitori obbligati ad eseguire le stimolazioni più volte al giorno ma degli specialisti ed è il loro lavoro. La tua esperienza mi interessa molto, i pazienti come la vivevano, notavi qualche forma di stress o di noia? Arrivavano veramente a recuperare tutte le funzioni?
 
Miss_Molly
Miss_Molly il 03/01/07 alle 20:16 via WEB
Sono venuta a conoscenza del metodo Doman attraverso il tuo blog, e per quel poco che ho letto posso dire che non sono favorevele a questo metodo, per lo meno in presenza di un bambino che non ha difficoltà motorie/sensoriali e intellettive. Sono la prima a stimolare mia figlia con cose nuove interessanti, e devo dire che nonostante i suoi 4 anni e 1/2 Sofia riesce ad esempio ad usare la consecuzio congiuntivo, condizionale in modo quasi perfetto, oltre ad avere un lessico molto sviluppato. Ora ci stiamo dilettando nell'imparare a scrivere e a leggere, ma quello che credo sia più importante è riuscire a trasmettere al bambino la curiosità verso ciò che è ancora a lui sconosciuto, in poche parole il concetto secondo me deve essere " è bello imparare cose che ancora non si sanno". Non credo sia buona cosa far imparare meccanicamente al bambino concetti che ancora non può capire semplicemente perchè sia un'enciclopedia ambulante
 
 
Kim74x
Kim74x il 03/01/07 alle 22:24 via WEB
Sono perfettamente d'accordo con te. Grazie del commento!
 
   
taranik
taranik il 02/02/07 alle 10:00 via WEB
sono molto felice che si parli di questo trattamento neurologico domestico, anche se alcune notizie pubblicate non essendo esatte creano ulteriori confusioni. da qui l'importanza di spendere quei famosi 1000 euro per il corso "che fare per il vostro...". Un saluto a tutti, ai volontari, a chi voglia intraprendere questo tipo di trattamento e a chi in maniere più o meno documentata parla di noi.
 
     
Kim74x
Kim74x il 02/02/07 alle 18:06 via WEB
Perchè non ci aiuti a capirne un po' di più? Quali sono le notizie non esatte?
 
     
taranik
taranik il 04/02/07 alle 15:04 via WEB
posso solo trasferirti il mio percorso di apprendimento, che inizia con la lettura del libro "cosa fare per il vostro bambino cerebroleso" condizione necessaria all'introduzione dei successivi corsi. Gia dalla prima lettura ti accorgerai che lo studio effettuato da Glenn sarà di natura antropologica e successivamente clinica, quindi attenzione al fatto che lui e il suo staff per esempio non effettuano emisferectomia, ma osservano tali soogetti a cui è stato praticato quel tipo di intervento. Ciao a presto e scusami se non posso dedicarvi troppo tempo ma ho un programma da svolgere.
 
mastodos
mastodos il 03/01/07 alle 22:02 via WEB
credo tu sia una persona meravigliosa.... complimenti. questo blog ti fa onore. :)
 
 
Kim74x
Kim74x il 03/01/07 alle 22:25 via WEB
Grazie mille ma ho anch'io i miei difetti! Buona serata!
 
simocuriosando
simocuriosando il 03/01/07 alle 23:58 via WEB
sono capitata sul tuo blog per caso! io ho un figlio in 2a media ed è davvero difficile farlo applicare allo studio. Ha avuto esperienze negative alle elementari, soprattutto in 5a, e in 1a media è stato un dramma, sia per noi che per lui. Fortunatamente è sereno, ma... è davvero dura. Chissà se c'è un metodo per la concentrazione e l applicazione!
 
 
Kim74x
Kim74x il 04/01/07 alle 00:03 via WEB
Ciao Simo! Se tuo figlio fa fatica ad applicarsi per problemi di concentrazione perchè non lo iscrivi ad un corso di Yoga?
 
tnt963
tnt963 il 04/01/07 alle 10:46 via WEB
ciao kim. il mio modesto parere di genitore e che i figli vanno aiutati relativamente. io ho due figli che studiano da soli raggiungendo dei buoni risultati. E importante l'ambiente familiare sempre,perche nei momenti di difficoltà della famiglia i figli anche sè hanno una buona base possono avere delle difficoltà. Tutto è mutabile. ciao buonecose.
 
 
Kim74x
Kim74x il 04/01/07 alle 16:50 via WEB
E' importante che la scuola e la famiglia interagiscano nell'educazione dei figli e che i genitori assistano i figli se questi non sono autonomi nello svolgimento dei compiti, ma senza arrivare a livelli esagerati come quelli richiesti da Doman, che considera solo l'istruzione e non tutto ciò che deve girare intorno al bambino. A presto!
 
gianor1
gianor1 il 04/01/07 alle 16:36 via WEB
Buon pomeriggio,Gian
 
 
Kim74x
Kim74x il 04/01/07 alle 16:50 via WEB
Ciao stella!
 
callcenterout
callcenterout il 04/01/07 alle 18:04 via WEB
Non avevo ancora letto interamente il tuo post. L'ho trovato davvero interessante! (Anche un pò impressionante! Rimuovere metà cervello ad un bimbo, anche se con forti motivazioni, fa sempre impressioneeeee!!Aaaaaah!)Ciao:]
 
 
Kim74x
Kim74x il 04/01/07 alle 23:58 via WEB
Già, però è impressionante anche il fatto che la metà di cervello che rimane impara a svolgere tutte le funzioni della parte mancante. Buona serata!
 
   
callcenterout
callcenterout il 05/01/07 alle 20:15 via WEB
Già!!!Ciao:]
 
ninograg1
ninograg1 il 06/01/07 alle 21:05 via WEB
tutti i metodi hanno lati positivi e lati negativi ma questo lo hanno sconsigliato subito e trovo un pò troppo invasivo l'intervento al cervello
 
 
Kim74x
Kim74x il 07/01/07 alle 18:32 via WEB
Mah, penso che se mio figlio avesse un danno cerebrale così grave proverei di tutto se mi dicessero che potrebbe guarire completamente...
 
   
ninograg1
ninograg1 il 07/01/07 alle 22:58 via WEB
ma l'intervento al cervello non è reversibile però e quindi se qualcosa andasse storto allora sarebbe un bel casino
 
     
Kim74x
Kim74x il 08/01/07 alle 00:48 via WEB
Hai ragione anche tu. Forse ti ho dato una risposta troppo affrettata. Spero di non dovermi mai trovare in una situazione del genere.... Buonanotte...
 
leon972
leon972 il 08/01/07 alle 18:05 via WEB
Eccomi di ritorno dalla pausa natalizia, non proprio al 100% ma neanche prima lo ero. Trovo giusto e interessante insegnare al bambino il più possibile (ma senza esasperarlo), lo avessero fatto con me i miei genitori magari adesso sarei un affermato musicista o un eminente scienziato o magari sarei in cura da uno psicanalista. Mi dispiace che non ho potuto venire a sentire il tuo gruppo gospel, magari nel prossimo futuro. Ciao.
 
 
Kim74x
Kim74x il 08/01/07 alle 19:12 via WEB
O forse sarebbero i tuoi genitori in cura da uno psicanalista!!! Mah, chi lo sa... Un bacio e a presto!
 
   
leon972
leon972 il 10/01/07 alle 18:29 via WEB
Ti dico una cosa divetente ma vera. Per scommessa l'anno scorso sono andato da una psicanalista e con mio grande rammarico mi ha detto di non ritornare per una seconda seduta perchè ero a posto. Dico con grande rammarico perchè era veramente carina :-)
 
     
Kim74x
Kim74x il 10/01/07 alle 18:38 via WEB
Eh eh eh! Avresti potuto fingere qualche disturbo...
 
     
leon972
leon972 il 14/01/07 alle 21:39 via WEB
Hai ragione dovevo essere più furbo.
 
n.cave
n.cave il 09/01/07 alle 18:37 via WEB
Metodo favoloso. I risulati si possono toccare con mano mese per mese. Sto facendo volontariato aiutando i genitori di un bimbo gravemente cerebroleso e i risultati che stiamo ottenendo sono incredibili.
 
 
Kim74x
Kim74x il 09/01/07 alle 18:50 via WEB
Mi interessa molto la tua esperienza, mi puoi dire qualcosa di più? (Quanti siete ad aiutare i genitori, cosa fate per il bambino ecc.)
 
   
n.cave
n.cave il 11/01/07 alle 20:36 via WEB
C'è un progetto della Caritas che segue il piccolo, che ha una celebrolesione rarissima (solo 14 bimbi in tutta italia). Ora abbiamo finito con lo scivolo, il bimdo ha imparato a spingersi e quindi siamo passati alla fase dello striscio: deve fare una sequenza di un tot di metri per un tot di volte al giorno. Per far questo bastano due persone. Il padre o la madre che stimolano il bimbo e noi volontari alla fine del perscorso con il premio che li sproniamo a venire giù. Grandi applausi alla fine, come da decalogo.

Poi ci sono le varie sequenze da fare e li dobbiamo essere in tre per forza, perché dobbiamo simulare il gattonamento: uno muove la testa, uno gli arti sinitri e l'altro gli arti destri. A seconda del livello di apprendimento c'è una sequenza diversa. Ora il bimbo è a Pisa, dall'equipe americana che segue lo sviluppo. Attendiamo notizie.
Purtroppo io ho finito qui il mio percorso di volontario per problemi di lavoro. Forse riprendo a MArzo.

 
     
n.cave
n.cave il 11/01/07 alle 20:37 via WEB
Ah, certo, poi dopo lo striscio c'è la "lettura" e la mascherina d'ossigeno". Lì simao in due. Il genitore però deve essere sempre uno dei due. Insomma, nn è tassativo, ma è molto meglio. Così almeno dicono.
 
     
Kim74x
Kim74x il 11/01/07 alle 23:18 via WEB
Grazie mille della testimonianza. Se mi dici che fa grossi progressi vuol dire che il metodo sta funzionando. Il bambino ha subito l'emisferectomia?
 
     
n.cave
n.cave il 12/01/07 alle 13:57 via WEB
Assolutamente no. Il problema è che è nato senza una parte della corteccia, la parte legata allo sviluppo motorio. Il piccolo quindi non sente la necessità di camminare e sgattonare come tutti gli altri. Inoltre, quella parte di corteccia è legata anche alla memoria e allo sviluppo cognitivo. Il metodo Doman viene utilizzato per stimolare la formazione della corteccia. Abbiamo iniziato facendolo scivolare da un piano inclinato, fino a che il piano non è arrivato al 0°. Quindi ora lo stiamo facendo strisciare. Lo scopo è farlo camminare. Il risultato è a lunga scadenza, ma è raggiungibile. Calcola che a ottobre non spingeva neanche con un piede, ora strisciando invece cerca di mettere il ginocchio sotto la pancia per avanzare e si porta avanti con le braccia. Non è previsto nessun tipo di intervento se non quello degli esercizi.
 
     
ca2005
ca2005 il 24/01/07 alle 17:01 via WEB
CIAO A TUTTI; io e mio marito abbiamo appena deciso di inizare il metodo Doman con nostro figlio che ha una malattia genetica che blocca e/o rallenta le fasi del suo sviluppo. Abbiamo bisogno di uno scivolo e ci domandavamo se per caso c'è qualche fortunato che l'ha già messo in cantina e che abita in lombardia o vicino a Milano.....
 
     
ca2005
ca2005 il 24/01/07 alle 17:04 via WEB
Ciao, ctredi sia possibile avere qualche notizia in più sul bimbo di cui parli e sulla sua famiglia? io e mio marito cominciamo fra poco con il metodo per nostro figlio e ci piacerebbe avere contatti con chi ha avuto esperienze dirette.......
 
     
n.cave
n.cave il 25/01/07 alle 09:07 via WEB
Beh, ora chiedo ai genitori e poi vi fo sapere.
 
     
Kim74x
Kim74x il 26/01/07 alle 00:13 via WEB
Sei sempre disponibilissimo. Grazie!
 
gianor1
gianor1 il 11/01/07 alle 17:50 via WEB
Ma perchè non rispondono alle tue richieste?Boh...Buon pomeriggio,Gian
 
 
Kim74x
Kim74x il 11/01/07 alle 18:01 via WEB
Mah! Non ne ho idea! Sigh... sedotta e abbandonata!!!! :-(
 
Lucapilu
Lucapilu il 18/01/07 alle 19:32 via WEB
Anna Geddes non può non mancare in un blog sui bambini.... Saluti L.T.
 
 
Kim74x
Kim74x il 18/01/07 alle 21:18 via WEB
Eh già! Buona serata!
 
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 15:28 via WEB
caro kim spero che leggerai presto questo post.... fatti sentire
 
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 15:31 via WEB
L'emisferectomia la dovresti completamente cancellare dalla spiegazione del metodo doman perke' non ne fa parte ma piuttosto il prof. doman e' riuscito persino a curare persone che avevano solo meta' del cervello a posto e l'altra meta' in un barattolo. baci
 
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 15:37 via WEB
caro kim io da 4 anni studio la possibilita' di curare mio figlio... nel giugno 2005 ho scoperto che non esiste nessuno scienziato al mondo che puo' fare una diagnosi precisa sulle malattie riguardanti il cervello... ci sono troppe poche certezze al riguardo e ci sono troppi interessi economici che ruotano intorno alla materia... povera famiglia doman che e' costretta a lottare oltre che con le lesioni cerebrali dei bambini anche con l'ipocrisia delle istituzioni sanitarie che volutamente o no diffondono notizie false sull'argomento... soltanto perke' il metodo doman non prevede nessun ausilio che possono commercializzare le asl d'italia e credo del mondo e ne' tantomeno somministrano medicinali ai pazienti ovviamente commercializzati dalle multinazionali sponsor di varie cure miracolose o presunte tali...
 
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 15:47 via WEB
i veri lati negativi del metodo doman sono i mancati guadagni delle multinazionali farmaceutiche e il probabile crollo dell'impero dei manicomi chiusi in italia che si vede rosicchiare fette del loro mercato proprio alla radice ovvero i bambini con lesioni cerebrali pre - peri - e post natale.... i lati positivi li hai nominati alcuni... hai dimenticato forse di dire che il risultato finale del metodo doman e' una famiglia in piu' al mondo che diventa felice ed un essere umano dato per spacciato anticamente ma anche oggi... che diventa autonomo e arriva a condurre una vita dignitosa nel 75% dei casi... doman non e' sinonimo di dio.... ma i genitori possono fare meglio dei doman e di ogni altro professore del mondo.... bye bye
 
 
Kim74x
Kim74x il 26/02/09 alle 11:02 via WEB
Grazie dei tuoi commenti Ilnet, mi fa piacere poter discutere di quanto scrivo nei miei post con qualcuno che è un testimone diretto degli argomenti. Per quanto riguarda l'isterectomia, io ho detto chiaramente che l'intervento veniva effettuato all'inizio di queste ricerche, non che si effettua ancora. Invece i lati negativi erano riferiti al metodo Doman utilizzato su bambini normali per svilupparne l'intelligenza. I genitori di oggi riempiono i figli di aspettative e spesso li sopravvalutano, se mettiamo loro in testa l'idea che possono diventare dei geni non immagino cosa potrebbero fare... Non avrei potuto scrivere niente di negativo sul metodo applicato a bambini con problemi, come il tuo, perchè non ne ho mai potuto constatare l'efficacia. Se tu l'hai applicato mi piacerebbe, se ti va, che mi raccontassi la tua esperienza. Ti ringrazio ancora per i commenti e ti auguro una buona giornata.
 
ilnet
ilnet il 23/02/09 alle 16:18 via WEB
cmq sono su facebook come vasco jd
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

surfinia60romhauscheguevaragandjatapoRINGHIOSO72claudio_marangoni1martina.ozinostefania_montellaannaritasceElvy10manuviozv.blarasinpresident27angelfaitha71filomena.pianese
 

ULTIMI COMMENTI

FAGULIA - PISA
Inviato da: RINGHIOSO72
il 01/05/2017 alle 14:44
 
Infatti è molto costoso a famiglia Pisa...
Inviato da: RINGHIOSO72
il 01/05/2017 alle 14:42
 
Ho visto un tuo piccolo passaggio da me...allora...
Inviato da: atapo
il 24/09/2010 alle 21:30
 
Ciao! Hai ragione, è un po' che non scrivo. Devo...
Inviato da: Kim74x
il 24/09/2010 alle 18:46
 
Non scrivi più? Che fai quest'anno? Un caro saluto e...
Inviato da: atapo
il 15/09/2010 alle 22:35
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom