Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

lippoconiglioandrea.bonucciZu_CaloLady_Burtonpentacooperativamats692amariorigfedechiaradavid2600Sinceraf9assia1946antecristo3f.calioannabellamainiNoRiKo564
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Epitomi, lenzuoli, pande...Come eravamo. Il film. »

La termodinamica delle urne appaiate

Post n°1351 pubblicato il 15 Settembre 2020 da fedechiara
 

La termodinamica spiegata a Zingaretti.

Qualunque sia la 'camera dell'eco' che abitate – nel chiuso della quale echeggiano le voci diverse (speriamo) o solo quelle a voi più consone e che vi convincono – non vi sarà sfuggito il peana di battaglia del prode Leonida-Zingaretti che, dal palco di un convengo del suo partito, ha gridato forte che 'il pd è l'unico argine contro l'avanzata delle destre'.

E l'immagine di una armata di oltre un milione di maledetti persiani armati fino ai denti, inclusi gli Immortali di Serse-Salvini e gli arcieri Assiri dell'invincibile amazzone Meloni, mi è balzata davanti agli occhi e mi ha fatto sorridere, ma non così il Zingaretti-Leonida - che già si cosparge il corpo di oli balsamici e si pettina con la riga in parte perché di fronte alla morte annunciata così fanno i suoi Trecento per consolidata tradizione.

Ma riflettevo anche, sorridendo, sul fatto che l'armata vincente nelle urne prossime venture (esprimiamo gli auguri, facciamo gli scongiuri, sacrifichiamo agli dei) possa essere latrice di un messaggio di pace – come fece il Serse buon'anima, che inviò ambasciatori al passo per convincere l'ottuso Leonida ad arrendersi, e ne avrebbe avuto onori e forse regni. 
E basterebbe che Leonida-Zingaretti si facesse da parte e lasciasse entrare in Grecia a trombe, tamburi e vessilli spiegati il grande esercito dei popoli orientali affratellati – come è nel suo programma di s-governo, d'altronde, che apre i porti e accoglie sulle navi da crociera tutte le etnie mediterranee e non fa argine, anzi! a tutti gli arrembaggi di genti aliene in numeri altissimi e sempre crescenti.

E, spolverando la teoria delle particelle termodinamiche, quale ci illustra il professor Al Khalili su raiscuola, potremmo paragonare le armate di destra date come vincenti (mammaliturchi!), a quelle particelle dentro la scatola di Maxwel che si muovono più veloci - e il diavoletto della nota teoria sulla sommità le indirizza nella sezione affiancata tramite botola immaginaria aperta a comando fino a determinarne un travaso vincente. 
Perché è vero che la sinistra non si sa più che sia e a quali valori e principi termodinamici si ispiri e quale sia l'idea di società occidentale futura che ha in mente diversa dalle periferie urbane dove le genti aliene disputano i miserabili alloggi di occupazione agli indigeni.

Perciò bene fa il diavoletto di Maxwell a sottrarle (alla sinistra di s-governo), a decine, a centinaia di migliaia, le mobilissime particelle finalmente elettrici e a rinserrarle dentro l'altra urna, più razionale e fredda, che diamo già come vincente.

Non c'è partita le leggi della termodinamica non si discutono. Ad maiora.

FISICISENZAPALESTRA.COM
« se concepiamo un essere con una vista così acuta da poter seguire ogni molecola nel suo movimento»: così comincia la storia in cui Maxwell cerca di confutare il secondo principio della termodinamica.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=15114407

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento