La mia cucina!

.."Allievo della Ristorazione"

 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giovybompyg3gnaplespino1959gcomevuoiequandoannamariagraLouisVuittonLouispalma.luigi24maddyrigocarmelina59_2009iovinofrancesco1980geoenzorologionuovoannalisspsicologiaforenseJane.Eyree
 

 

CANNELLONI DI GIORNATA, CON FARCITURA DI ORTAGGI ALL’ITALIANA e SALSA BICOLORE…E CUBETTI VALDOSTANI

Post n°17 pubblicato il 13 Maggio 2018 da g3gnaples
 

CANNELLONI DI GIORNATA, CON FARCITURA DI ORTAGGI ALL’ITALIANA e SALSA BICOLORE…E CUBETTI VALDOSTANI

 

  • PREPARAZIONE: 1’20 MINUTI
  • DIFFICOLTA’: MEDIA
  • COTTURA: 55 MINUTI

 

 

Cannelloni

Sale

Pepe

Formaggi grattugiati

Olio

Aglio

Zucchine

Patate

Carote

Melanzane

Panna

Pomodoro passato

Fontina

 

 

Tagliare gli ortaggi a cubetti di piccole dimensioni; rosolare gli stessi per circa 10 minuti in olio e aglio. Per ultimare la farcitura, a fiamma spenta, aggiungere la panna fresca, far raffreddare e salare.

Con la farcitura ottenuta, insaccare i cannelloni. Comporre poi la salsa bicolore; facendo cuocere il pomodoro, sempre in un soffritto di olio e aglio. Quando la salsa di pomodoro è cotta, aggiungere la panna tanto per far diventare la salsa rosea…

Adagiare i cannelloni in una teglia, a file verticali; spolverare con un po’ di parmigiano e ricoprirli con il sugo bicolore ottenuto. Per completare, sporgere alla superficie la fontina, tagliata anch’essa a cubetti piccoli. Porre la teglia in forno e cuocere per circa 45 minuti a 170°.

 
 
 

BOCCONCINI DI TACCHINO CON DEMIGLACE DI PESCHE SCIROPPATE E CORIANDOLI DI PORRO…

Post n°16 pubblicato il 13 Maggio 2018 da g3gnaples
 

BOCCONCINI DI TACCHINO CON DEMIGLACE DI PESCHE SCIROPPATE E CORIANDOLI DI PORRO…

 

  • PREPARAZIONE: 25 MINUTI
  • DIFFICOLTA’: FACILE
  • COTTURA: 30 MINUTI

 

 

Tacchino

Pesche sciroppate

Sale

Olio

Scalogno

Farina

Porro

Burro

 

 

Tagliare a tocchetti spessi il tacchino e soffriggerlo in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva, e aglio; i tocchetti vanno leggermente infarinati. Raggiunta la metà cottura, salare, pepare e unirgli il porro tagliato a julienne, aggiungere un mestolo d’acqua e continuare la cottura a fiamma lenta.

In un altro padellino far brasare a fiamma bassa le pesche col burro, precedentemente tagliate a tocchetti.

Unire i due composti.

 

 
 
 

7 gruppi nutrizionali

Post n°15 pubblicato il 13 Maggio 2018 da g3gnaples
 

Gli alimenti vengono suddivisi in 7 gruppi nutrizionali secondo le loro caratteristiche nutritive principali.

Cit. Antonio Borrelli, 25 ottobre 2004.

 

Gruppo 1
CARNI, PESCI, UOVA
Vitello, pollo, tacchino, coniglio, maiale, pesce. etc
Cosa forniscono

Proteine nobili, Ferro, alcune Vitamine del gruppo B(come la tiamina e la niacina), Lipidi (Grassi)
Consigli
Degli elementi di questo gruppo sono da preferire le carni magre (come pollo, tacchino, coniglio, ecc.) e il pesce. Da limitare è invece il consumo di carni grasse e insaccati.le proteine sono essenziali per la crescita, mantenimento del corpo  e il funzionamento dell’apparato muscolare

Gruppo 2
LATTE E DERIVATI
Latte,yogurt, latticini e formaggi
Cosa forniscono

Gli alimenti appartenenti a questo gruppo sono caratterizzati per il loro apporto di proteine nobili, Calcio, Fosforo, alcune Vitamine del gruppo B (riboflavina), Grassi
Consigli
Gli alimenti di questo gruppo da preferire sono, il latte parzialmente scremato, lo yogurt da latte parzialmente scremato e i latticini poco grassi, in genere tutti i formaggi freschi.

Gruppo 3
CEREALI E TUBERI
Riso, pasta, farina e semolino di frumento, mais, avena, biscotti, fette biscottate, pane, ecc.
Cosa forniscono all'organismo
Gli alimenti
di questo gruppo rappresentano un'importante fonte di energia di pronta utilizzazione, sotto forma di amido, apportano buone quantità di vitamine del gruppo B e proteine di medio valore biologico
Consigli
Fondamentali per il funzionamento dei muscoli, i carboidrati (o glucidi) devono coprire almeno la metà del fabbisogno calorico giornaliero

Gruppo 4
LEGUMI
fagioli, lenticchie, piselli, fave, ceci, soia.
Cosa forniscono all'organismo
Proteine di medio valore biologico, Ferro, alcune Vitamine del gruppo B, Carboidrati, Fibra
Consigli
Sono alimenti molto importanti perché consumati insieme a pasta, pane o riso, possono sostituire l’apporto proteico d’origine animale

Gruppo 5
GRASSI DA CONDIMENTO
Burro e margarina,lardo , strutto, olio d'oliva, semi di soia, mais, girasole, arachidi.
Cosa forniscono all'organismo
Lipidi, acidi grassi (saturi, monoinsaturi e polinsaturi)
Acidi grassi essenziali acido linoleico e acido alfa-linolenico e le vitamine liposolubili A, D, E.
Consigli
E'
preferibile usare i grassi di origine vegetale, specie l'olio extravergine d'oliva a quelli di origine animale quali burro, panna, strutto, lardo etc.


Gruppo 6
ORTAGGI E FRUTTA
Carote, zucca gialla, peperoni, spinaci, biete, broccoli, cicoria, indivia, lattuga, radicchio verde, albicocchc, pesche, kaki, melone giallo
Cosa forniscono all'organismo
Caroteni (pro-vitamina A) e altre vitamine, minerali (potassio, fosforo)  fIbra alimentare zucchero (fruttosio ) ,acqua.
Consigli
Gli alimenti di questo gruppo devono essere consumati in abbondanza.

Gruppo 7
ORTAGGI E FRUTTA
Pomodori, peperoni, cavolfiori, broccoli, patate novelle, tutti i tipi di agrumi,fragole,anans,kiwi
Cosa forniscono all'organismo
vitamina C e altre vitamine, minerali (potassio, fosforo),fibra alimentare, fruttosio,acqua
Consigli
Gli alimenti di questo gruppo devono essere consumati in abbondanza.

 
 
 

alimento...

Post n°14 pubblicato il 13 Maggio 2018 da g3gnaples
 

 

Per «ALIMENTO»..............

..........si intende qualsiasi sostanza che assunta dall'esterno per via orale viene utilizzata dall'organismo per formare energia (funzione energetica), per costruire nuove cellule e tessuti (funzione plastica), per proteggere le normali attività fisiologiche (funzione protettiva). A seconda della loro composizione chimica esistono degli alimenti che sono considerati plastici, quali le carni, in quanto sono costituite prevalentemente da sostanze plastiche, altri principalmente energetici come lo zucchero, i cereali o gli oli di condimento, altri essenzialmente protettivi, come la frutta e la verdura.

Gli alimenti sia di origine animale, sia di origine vegetale sono costituiti da sostanze semplici chimicamente diverse denominate «PRINCIPI NUTRITIVI», che l'organismo assorbe a livello intestinale come prodotti finali della digestione degli alimenti.

In natura, ad eccezione dello zucchero comune e dell'olio, non esistono alimenti costituiti da un solo principio alimentare, ma in ogni alimento naturale sono presenti quasi tutti i principi alimentari distribuiti in varie percentuali. I principi nutritivi si dividono in principi nutritivi energetici, quali le proteine, i grassi e gli zuccheri e in principi nutritivi non energetici quale le vitamine, i sali minerali e l'acqua.

Proteine, grassi, zuccheri, vitamine, sali minerali e acqua: sono sostanze chimiche che si trovano più o meno in tutti gli alimend, ma in quantità diverse.


Le Proteine

 

Le proteine servono per ricostruire i tessuti dell'organismo - cioè a formare nuove cellule e a sostituire quelle usurate - e a fabbricare sostanze importantissime (gli enzimi, gli ormoni, gli anticorpi ecc..). I "materiali da costruzione" per questa intensa attività sono gli amminoacidi che compongono le proteine alimentari e che l'organismo utilizza - ricombinandoli tra loro in modo diverso - per costruirsi le proteine di cui ha bisogno. Alcuni di questi amminoacidi (detti "essenziali" e presenti soprattutto nelle proteine animali) sono di particolare importanza perché l'organismo non è in .grado di produrli da sé, né può sostituirli con altri simili e deve necessariamente procurarseli con i cibi. Le proteine rappresentano anche una fonte di energia (4 cal/grammo): quelle che mangiamo in eccesso vengono utilizzate per produrre energia o trasformate in zuccheri o grassi e messe in riserva nel fegato o nel tessuto adiposo.


Gli Zuccheri

Gli zuccheri (Glucidi o Carboidrati) hanno la funzione di fornire energia di rapida utilizzazione e assicurano al nostro corpo il 50%- 60% dell'energia giornaliera: di questa energia solo il 10-12% dovrebbe provenire da zuccheri semplici (come il saccarosio, che è lo zucchero da cucina, o il fruttosio contenuto nella frutta), ma il maggiore apporto di glucidi nella dieta dovrebbe provenire dagli zuccheri complessi (essenzialmente amido) di cui sono ricchi pane, pasta, legumi e patate. Gli zuccheri introdotti in eccesso vengono inizialmente immagazzinati nel fegato da dove possono essere facilmente riutilizzati in caso di necessità. Esaurita la capacità di accumulo, anche gli zuccheri vengono trasformati in grassi e si depositano nel tessuto adiposo. La Fibra alimentare (come cellulosa, pectina, lignina) fa parte di questo gruppo di sostanze; l'uomo non è capace di digerirla, ma svolge importanti funzioni nell'organismo, regolando la funzione intestinale, ritardando lo svuotamento gastrico e contribuendo a mantenere il senso di sazietà. Recentemente le è stata attribuita una funzione protettiva contro lo sviluppo di alcuni tumori.

I Grassi

 

I grassi (lipidi) sono una fonte concentrata d'energia di lenta utilizzazione (9 cal/gr) e veicolano le vitamine liposolubili (A, D, E, K), facilitandone l'assorbimento. Nel corpo garantiscono una riserva di energia, agiscono come isolanti termici e proteggono gli organi interni. I nutrizionisti consigliano di privilegiare i grassi di origine vegetale, limitando il consumo di quelli di origine animale, perché gli oli di oliva e di semi sono praticamente privi di colesterolo e ricchi di sostanze (gli acidi grassi insaturi) non solo benefiche, ma anche indispensabili per l'organismo che in alcuni casi non sa sintetizzarle e deve necessariamente rifornirsene con il cibo.


Le vitamine

Le vitamine sono sostanze prive di valore energetico ma indispensabili, anche se in piccole dosi, per lo svolgimento dei processi che rendono possibile la vita. Ogni vitamina svolge una specifica azione e l'alimentazione deve assicurare un apporto sufficiente di tutte queste sostanze perché l'organismo non è capace di fabbricare. Le malattie da carenza di vitamine sono passate alla storia per aver distrutto eserciti e decimato gli equipaggi delle navi come lo scorbuto (carenza di vitamina C), la pellagra (carenza di vitamina PP ), i beri-beri (carenza da vitamina B I). Le vitamine si trovano sia negli alimenti vegetali che in quelli animali e vengono suddivise in due gruppi: quelle idrosolubili, come le vitamine del Gruppo B e la vitamina C, e quelle liposolubili come le vitamine A, D, E, K, F, che si trovano naturalmente disciolte nei grassi. L'eccesso di vitamine è inutile oppure dannoso: l'organismo non riesce infatti ad immagazzinare le idrosolubili (ad eccezione della B 12) ed elimina l'eccesso con le urine. Le liposolubili invece, se in eccesso, ,vengono generalmente immagazzinate nei tessuti, dando luogo a ipervitaminosi che può provocare danni molto seri all'organismo.


I sali minerali

I sali minerali, presenti sia nei cibi vegetali sia in quelli animali, non forniscono energia, ma svolgono nell'organismo importanti funzioni, partecipando a processi vitali: il Sodio (Na) ed il Potassio (K) insieme al Cloro (CI) ed al Calcio (Ca), mantengono i potenziali elettrici alla base della trasmissione di impulsi nervosi; il Calcio è poi coinvolto in molteplici funzioni, quali la mineralizzazione dell' osso, la coagulazione del sangue, la contrazione muscolare; il Selenio (Se) contribuisce alla protezione delle cellule dagli agenti ossidanti che ne provocano l'invecchiamento; il Ferro (Fe) è un essenziale costituente dell'emoglobina dei globuli rossi e della mioglobina, che nel muscolo capta l'ossigeno. L'organismo li elimina e li rinnova in continuazione e, quindi, devono essere introdotti regolarmente con la dieta.


l’acqua

L'Acqua Circa 1'80% del corpo di un bambino ed il 60-65% di quello di un adulto sono formati da acqua. L'acqua è coinvolta in tutte le reazioni chimiche che avvengono nell'organismo, ed agisce anche come mezzo di trasporto dei nutrienti e come lubrificante. La introduciamo sia con le bevande, che con i cibi e la perdiamo soprattutto con le urine, con la respirazione e con il sudore, che è fondamentale per il controllo della temperatura corporea. Senza acqua si muore in pochissimi giorni proprio perché vengono bloccate tutte quelle reazioni chimiche che sono alla base della vita e che soltanto in presenza di acqua avvengono regolarmente.

 
 
 

il nostro corpo ha bisogno di cibo

Post n°13 pubblicato il 13 Maggio 2018 da g3gnaples
 

 

Il nostro corpo ha bisogno di cibo


Il cibo è essenziale al nostro corpo:


• per sviluppare, sostituire e riparare cellule e tessuti;
• per produrre energia per il calore, il movimento ed il lavoro;
• per favorire processi chimici come la digestione del cibo stesso;
• per proteggere e combattere le infezioni e per aiutare nella convalescenza.


Il cibo è costituito da principi nutritivi. I micro-nutrienti come le vitamine ed i minerali sono necessari in piccole quantità. I macro-nutrienti come i carboidrati, le proteine ed i grassi sono necessari in quantità maggiori. L’organismo non può funzionare bene se mancano uno o più di questi principi nutritivi. Una dieta sana e bilanciata fornisce cibo nelle quantità e nelle combinazioni necessarie all’organismo.

 

 

 

 
 
 

polpette della domenica..della nonna!

Post n°12 pubblicato il 06 Gennaio 2013 da g3gnaples
 

POLPETTE DELLA DOMENICA...DELLA NONNA!!


INGREDIENTI:


  • Carne Macinata mista Suino e Bovino;
  • Uova;
  • Parmigiano grattugiato;
  • Prezzemolo;
  • Aglio;
  • Sale e Pepe q.b.;
  • Pane raffermo;
  • Latte.

PROCEDIMENTO:


In una casseruola mettere a marinare la carne con sale, pepe, prezzemolo, formaggio, aglio grattugiato e uova.

Successivamente immergere la mollica del pane nel latte e strizzare.

Creare un composto omogeno con la carne e la mollica e coprendo con pellicola, lasciare riposare in frigo per un paio d'ore.

Non appena pronti per friggere, tirare fuori dal frigo il composto, creare delle piccole palline e appiattire con il palmo della mano; nel frattempo preparare una padella antiaderente con abbondante olio e mettere sul fuoco, non appena a temperatura immergere le polpette dorandole e girandole non più di due volte per lato.

Appena pronte posizionarle sulla carta assorbente

e mirracomando...come vuole la tradizione..mangiare ancora calde!

Buon appetito!!!

 
 
 

...

Post n°11 pubblicato il 16 Dicembre 2012 da giovybompy

Alla ricerca di nuovi Sapori...

 
 
 

ciao!

Post n°10 pubblicato il 24 Giugno 2011 da g3gnaples

Ciao a tutti!!

presto aggiungerò qualche altra ricetta......................................................

 

 
 
 

‘’ SCALOPPINA DI MANZO ALLO SPECK E CARCIOFI PASTELLATI ALLA PAPRIKA E PEPERONCINO ‘’

Post n°9 pubblicato il 09 Aprile 2011 da g3gnaples

o       GRADO DI DIFFICOLTA’ : medio

o       TEMPO DI COTURA: 45 min

o       TEMPO DI PREPARAZIONE : 50 min

 

 

 

INGREDIENTI:

 

 

  •    Manzo 200 gr;
  •    Carciofi 250 gr;
  •      Speck 100 gr;
  •      Farina q.b. ;
  •      Latte;
  •     Paprika;
  •   Peperoncino;
  •      Rosmarino.

 

 

 

PROCEDIMENTO.

 

Tagliare i carciofi a filetti spessi e passarli in una pastella di acqua e farina paprika e peperoncino, per poi friggerli in olio abbondante.

Tagliare lo speck a fettine e avvolgerlo attorno la fettina di manzo salata e pepata.

Passare la carne nella farina, cuocerla a fuoco lento in padella con una noce di burro e un filo di olio extravergine d’oliva.

Adagiare le fettina di carne nel piatto e ricoprirla con i carciofi pastellati.

 

 

 
 
 

’ Rollé di calamaro al vapore, con ripieno di tritato ai salumi Romagnoli e tocchetti di vitello, su crema di asparagi…’’

Post n°8 pubblicato il 09 Aprile 2011 da g3gnaples
 

 

 

o       GRADO DI DIFFICOLTA’ : difficile

o       TEMPO DI COTURA: 1h

o       TEMPO DI PREPARAZIONE :1h

 

 

INGREDIENTI:

 

  •     Calamaro 1;
  •      Vitello 200gr;
  •      Crudo Parma 100gr;
  •      Bresaola 100 gr;
  •      Coppa Romagna 100gr;
  •      Sale, pepe q.b. ;
  •      Asparagi 300gr;
  •      Prezzemolo;
  •      Uovo 1;
  •      Scalogno 1.



ROCEDIMENTO.

 

Lavare e pulire per bene un calamaro di media pezzatura.

Comporre un impasto con: il vitello, i salumi, l’uovo, sale, pepe e prezzemolo; il tutto tritato finemente. Introdurre l’impasto ottenuto nel calamaro, chiudendolo all’estremità con uno spiedino.

Cuocere il calamaro, avvolto nella pellicola, al forno, a vapore (??????), per circa 30 minuti.

Comporre nel frattempo la crema di asparagi, pulendo e tagliando a tocchetti gli asparagi.

Soffriggere i tocchetti in un filo d’olio e scalogno per pochi minuti.

Allungare col brodo, salare, pepare e far cuocere lentamente per circa 10 minuti.

A cottura ultimata frullare la crema ottenuta e adagiarla al centro del piatto.

Togliere la pellicola al calamaro, tagliarlo a rondelle di medio spessore e posizionarlo sulla crema, sovrapponendo adagio le rondelle.

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: g3gnaples
Data di creazione: 01/01/2011
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: g3gnaples
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 36
Prov: RE
 

I MIEI LINK PREFERITI