Creato da XprettywomanX il 15/11/2007

Una, due,tante donne

Senza donne che mondo sarebbe

I TAG PIÙ IMPORTANTI DEL MIO BLOG

TAG

 

UN LIBRO PER TANTE DONNE


Molte malattie femminili sono difficili da diagnosticare e spesso sottovalutae dai medici stessi che dovrebbero curarle.

Con il suo libro ed il suo blog
questa donna offre aiuto ai milioni di donne che soffrono di endometriosi


 

PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE


Link a 12 pagine che ci aiutano alla prevenzione.
Perchè siamo donne e il cancro è una brutta malattia
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

ULTIME VISITE AL BLOG

dolce.melodia1alda.vinciniLamanna.A20Superfragilisticpsicologiaforensenoemiberti89marinamarniebal_zackaty755pizzot1pieverolWIDE_REDgiovanedestra_leccotaccognapoesiemonica.par
 

FACEBOOK

 
 

LA CURA (UNA BELLA CANZONE D'AMORE)

Perchè mi piace questa canzone... perchè dice le cose che vorrei sentirmi dire di più ....... Perchè vorrei qualcuno che si prendesse cura di me!!!

La cura (F. Battiato)
Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
TI salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te...
io sì, che avrò cura di te.

 

I PREMI DA LUCE

Premio D eci e lode 
Grazie di cuore cara amica ... per un riconoscimento così



 

ULTIMI COMMENTI

 

Perchè è così difficile decidere.....

Post n°141 pubblicato il 01 Giugno 2009 da XprettywomanX
Foto di XprettywomanX

Sono anni che mi tormenta un dubbio .. ho fatto bene a restare insieme a mio marito???

Ora siamo prossimi al 25° parlavamo di festa, viaggio ... preparativi insomma....

E invece un giorno , il 20 Aprile , è successo il patatrac... ci siamo mandati solo un paio di msg in cui ci siamo detti che era ora di finirla

chissà perchè per sms, come se non riuscissimo a guardarci in faccia per dirci quello che sapevamo già ... siamo cresciuti, e ci siamo allontanati ... 

Io mi rendo conto che ho chiesto troppo a me stessa prima che a te, il mio modo di essere non poteva digerire che tu fossi stato con un'altra ma la parte materna di me mi ha spinto a continuare a dirmi che ce l'avrei fatta a sopportare.. ma invece non è stato così ..

Tu hai continuato a cercare altrove i tuoi svaghi, forse perchè non sono brava a letto o forse perchè il tuo orgoglio di maschio ti porta a cercare gratificazioni ,

Io ho continuato a fingere che tutto andasse bene, che mi bastassero i momenti in cui eri tutto per me, e non solo a letto ovviamente.... 

E invece i silenzi aumentavano, le distanze aumentavano, i nostri discorsi erano incentrati solo sulla tua ipocondria e mentre prima mi scattava l'istinto infermieristico .. ora mi dà fastidio il tuo modo di lamentarti , di non voler capire che l'età non si può fermare che anche gli altri hanno problemi....

Non mi fa paura la solitudine, mi fa paura la mia apatia nei tuoi confronti, il mio non desiderarti più ... non riuscivo a starti lontano e ora .. mi ritrovo sempre a penare al passato insieme ma mai al futuro.. il mio futuro non è con te!!!

Ora lo so .. spero solo che rivedendoti .. quando verrai a prenderti le tue cose... non mi scatti di nuovo la molla dell'amora... quello che n fondo in fondo ancora mi fa sentire la tua mancanza... 

 

 

 
 
 

Immigrazione clandestina.....

Post n°140 pubblicato il 08 Maggio 2009 da XprettywomanX

La Libia si riprende i barconi di immigrati trovati in alto mare soccorsi dalla Marina Italiana (chissà quella maltese che aveva da fare!!!) e riportati lì da dove erano partiti..

Tutto a posto quindi.. gli accordi sembrano funzionare... ma no!!! 

E' uno scandalo si tuona da più parti, si nega il diritto di asilo senza conoscere le etnie...

Ma scusate un attimo allora la vogliamo combattere l'immigrazione clandestina o no??? 

I medici non possono denunciare i clandestini che si presentano a farsi visitare... e perchè no?Non gli è stato detto non curateli .. gli è solo stato detto denunciate la situazione.

I presidi non possono denunciare i figli dei clandestini che si iscrivono a scuola .. e perchè no?
Non gli è stato detto non fornite loro istruzione ... gli è stato detto denunciate la situazione.

Ora che l' Italia sia una repubblica in cui è garantita la Sanità l'istruzione .. (il lavoro lasciamo perdere) mi sta anche bene.. ma scusate la Costituzione tanto invocata..non è fatta per i cittadini italiani.. che se compiono un reato vanno in galera, (forse va beh . ma questo è un altro capitolo).. 
Ma mi dite un modo per far passare l'immagine che in Italia NON si può entrare da clandestini.. non si può vivere guidando macchine senza assicurazione ed investendo persone che altre al danno avranno anche la beffa di non poter avere uno straccio di rimborso ( e finchè è solo la macchina ad aver avuto danni va ancora bene e sennò )...

non si può vivere sfruttando i bambini per l'accattonaggio e le donne per la prostituzione.

E non ditemi gli Italiano sono stati emigranti dobbiamo capire.. PERCHE' DI BARCONI DI ITALIANI CHE ASSALIVANO LE COSTE AMERICANE IO NON NE HO MAI SENTITO PARLARE...

Abbiamo esportato anche noi la nostra fetta di delinquenza... è storia... ma certo non abbiamo incendiati  campi di accoglienza ( se così si potevano chiamare) americani o australiani dove passavano la quarantena prima di essere ammessi ad entrare nella nuova patria....

 
 
 

Il divorzio

Post n°139 pubblicato il 03 Maggio 2009 da XprettywomanX

Allora è annunciato il divorzio tra Veronica Lario e Silvio Berlusconi.. e come tutto ciò che riguarda la famiglia Berlusconi tutto viene diffuso via media...

Ma possibile che nel 2009 niente possa avere una sfera privata???Il divorzio credo sia la cosa più privata da vivere.. la rottura di una vita insieme, di una coppia su cui tu fondavi le tue aspettative , che avrebbe dovuto essere per sempre.. 

In salute e in malattia, in ricchezza e povertà, nella buona e nella cattiva sorte........... ma sono  parole ancora valide... oppure si pronunciano senza pensarci troppo ???? 

Certo la coppia vip avrà mille motivi e mille modi per arrivare ad un accordo miliardario che non scontenti nessuno ma nella realtà quante coppie hanno questa fortuna??? 

Ma poi a leggere i motivi del divorzio ti viene da chiedere ... ma un padre deve essere invitato alla festa dei 18 anni dei figli? un marito non deve sapere da solo quali frasi e quali affermazioni danno fastidio o offendono la moglie??...quali sono i comportamneti da tenere??

E allora divorziate pure... e per favore non fateci sapere nulla dll vostre beghe familiari, dei vostri problemi di coppia e dei vostri problemi ereditari...

C'è gente che un divorzio non se lo può neanche permettere.. ci sono donne cara Veronica che il marito se lo devono tenere (corna o non corna) perchè un avvocato non ce l'hanno o peggio ancora .. se divorziassero avrebbero la certezza non solo di non avere un marito ma neanche di che sopravvivere............

 
 
 

Un sabato tranquillo ....

Post n°137 pubblicato il 14 Marzo 2009 da XprettywomanX

 

E' bastata una scena .. una trasmissione di svago del sabato sera... Un papà che appare all'improvviso per ballare con la figlia...e gli occhi si riempiono di lacrime mentre la bocca si scioglie in un sorriso ricordando chi non c'è più ed i suoi tentativi di far balllare "un pezzo di legno"..

Lui che i balli di sala li aveva imparati al circolo ufficiali inglese di Gerusalemme durante la prigionia, si lagnava di una figlia che non sapeva muoversi...

Il Capodanno era un obbligo il concerto da Vienna ..

Tutte le tue cassette registrate sono lì papà con la polvere che le ricopre ... nessuno ha avuto il coraggio di rguardarle e tanto meno di toglierle da lì ...tutte con un segno perchè tu potessi riconoscere facimente il lato con cui metterle el video registratore..  e le mattine trovavamo la sedia incollata alla TV perchè non potevi tenere il volume alto  ...

Una scena mi torna in mente ..tenera di te e mamma he ballavatein soggiorno un valzer.. lei piccolina tra le tue braccia che ti seguiva nel ballo .. ecco rimpiango solo di non aver avuto in quel momento una cinepresa.... oggi avrei rivisto volentieri quel pezzo di vita...

 
 
 

Una vita insieme.. o una vita sola

Post n°136 pubblicato il 13 Marzo 2009 da XprettywomanX



Quando la solitudine si fa più forte ti ritrovi a pensare a quello che hai fatto in tutti questi anni ... una vita passata assieme...
Già sono quasi 25 ormai .. il 30 Giugno si avvicina...
E allora ripensi ... 
I ricordi ti arrivano ad ondate... uno chiama l'altro e prepotentemente ti affollano la mente...Frasi, gesti, silenzi, gioie e dolori vissuti insieme.....
Un bacio rubato sulla nave di ritorno da un esame, un litigio per una sigaretta di troppo .... vederti salire sul treno con il quale arrivavo una stazione prima della destinazione finale "perchè voglio essere il primo a vederti"...
poi il tempo passa e quei due ragazzi crescono .. troppo in fretta forse ...
Un bimbo che arriva ha le sue esigenze e ti fa crescere ....
Giorni, mesi, anni passati assieme... certe volte mi sembrano il collante migliore per una vita insieme certe altre... una prigione da cui scappare..
Può essere che crescendo quello che ci univa ci divide?
Può succedere che crescendo si prendano strade diverse e si diventi un po' estranei?
Perchè mi è diventato difficile sopportare alcune tue manie? perchè non riesco a no pensare a cose che mi hanno ferita e che pensavo dimenticate...
perchè ogni ferita si sovrappone ad altre mai guarite...
Non può essere normale che ad un tratto io senta il bisogno di starti lontana...
Non è normale che quando tu sei lontano mi manchi così tanto ...
E' amore? E' abitudine? .....
Quante volte dobbiamo ancora dirci basta per scoprire che non possiamo stare lontani?
  

 
 
 

I figli sono tutti uguali? 2

Post n°135 pubblicato il 10 Marzo 2009 da XprettywomanX
 
Tag: figli

Non so perchè .. ma in alcuni momenti  mi assale un senso di colpa tremendo perchè mi rendo conto di aver "trascurato" uno dei miei figli.. forse trascurato non è il termine adatto.... forse dovrei dire "rimosso" .. rimossodalla mente almeno parzialmente ..

Si detto così sembra crudele, e mi rendo conto che è abbastanza duro come concetto.. ma quello che mi ha lasciato perplessa è stata la sensazione di libertà assoluta che ho provato in tre giorni passati fuori casa e trascorsi a Pisa a casa di mio figlio.. io che sono apprensiva all'ennesima potenza... mi sono ritrovata a non pensare alla figlia a casa, a mio marito , a mia madre....

Non solo a non pensarci, ma soprattutto a non sentire la necessità di sentirli al telefono di cercarli, come se la distanza mi avesse tolto quel senso di resposabilità che mi soffoca quando sono invece a casa....Quella sensaIone che tutto dipenda da me,

Ho passato giorni a colpevolizzarmi peri questa sensazione di libertà, per quei  tre giorni fuori in totale relax ( tra bucati e pranzi preparati) lontano da casa e lontana dall marito che si aspetta il pranzo pronto, dalla madre che naturalmente si appoggia  me per tutto ormai, dalla figlia con cui spesso vado in conflitto ...

Ecco si credo sia questo il problema vero n fondo.... mia figlia

Quella figlia femmina tanto voluta, cheperò è così difficile da accontentare...Con i suoi mille poblemi e le sue mill manie che io non ho mai avuto....

Non amo truccarmi, mi piace l'abbilgiamento clasico e certo non mi faccio un cruccio del mio essere ..questo da sempre e sono sempre stata bene con me stessa....forse sbagliando lo riconosco visto che sembra che ormai apparire è più importante dell'esere....

Lei no, lei deve essere originale a tutti i costi... e' una bella ragazza lo dico con orgoglio e me lo sento dire da tutti... solo lei si guarda allo specchio e si trova orrenda.. ed io non so cosa dire e cosa fare...

Forse la realtà è che mi sento inadeguta rispetto a lei e depongo le armi  .. aspetto il momento in cui è lei  diventare la cucciola di sempre che viene ad accoccolarsi ta le mie braccia e mi godo quegli attimi prima che torni di nuovo ad essere la leonessa pronta a graffiare....

 

 
 
 

Ostaggio del complesso di cenerentola

Post n°134 pubblicato il 10 Marzo 2009 da XprettywomanX

L'articolo è apparso ieri sul quotidiano Calabriaora
Nessuna giornalista è riuscita ad essere più vivina ai miei pensieri ma quante di noi la pensano davvero così ?


Ogni anno, in occasione della festa delle donne, mi pongo puntuale la stessa domanda: cosa festeggiano realmente le donne? Al di là dell’happening con le sue numerose demagogie spesso al limite dell’ipocrisia, le donne più che festeggiare, dovrebbero riflettere.
Parlare della questione di genere è un qualcosa di più profondo che limitarsi in questa giornata, ad esempio, a rivendicare per la donna uno spazio nelle istituzioni politiche, giuridiche e sociali.
Anche perché una donna se pur riuscisse a diventare astronauta, potrebbe continuare a subire nella
propria vita privata una condizione diineguaglianza, essere una moglie maltrattata,soffrire di insicurezze e senso di inadeguatezza per quanto concerne il suo essere donna,
il difficile non è raggiungere qualcosa, ma l’essere liberi nella condizione in cui si è. 
A mio parere, l’errore che spesso commettono le donne è avere il solo obiettivo di agire per dimostrare la parità con l’uomo dimenticando la propria identità,omettendo di far comprendere il valore della presenza femminile nella storia, riconoscendogli l’opera di civilizzazione che le donne hanno svolto nei secoli grazie alla loro particolare sensibilità,valorizzandone la diversità di pensiero e soprattutto il suo ruolo di madre.
Il genere è un’identità ed avereun punto di vista di genere, significa fare i conti con la differenza tra ciò che gli uomini e le donne fanno e il modo in cui i loro ruoli li avvantaggiano o li danneggiano, anche se queste differenze nascono dalla confusione tra natura e cultura, nel senso che ilfatto “naturale” di essere donna spesso equivale ad una condizione “culturale” di inferiorità.
Così come non è la natura a conferire agli uomini il senso di autosufficienza,bensì l’allenamento, nel senso chegli uomini, per cultura, vengono allevati ed esercitati all’indipendenza fin dalla nascita, mentre le donne vengono incoraggiate ad essere dipendenti.La maggior parte delle donne che si
guardano in profondità, sanno di non essere mai state “addestrate” a sentirsi a proprio agio con l’idea di affermare se stesse, a volte nei migliori dei casi possono aver giocato il ruolo della persona
indipendente ma sempre guardando con invidia la naturale indipendenza degli uomini, cosicché questi ultimi imparano ad affermare la loro libertà e le donne a trovare la “scappatoia”.
Le donne sono tenute in ostaggio da quel complesso di Cenerentola che la cultura ha voluto inculcare loro sin da bambine e che le ha portate alla convinzione che per imporsi occorre essere
necessariamente poco madre, poco moglie, poco innamorate, poco gentil sesso.
Così facendo si raggiunge solo una parità parziale e che soddisfa solo una parte del proprio ego ma toglie alla società quell’agire e quel pensiero femminile che nelle sue diverse espressioni possono cambiare la storia.
La parità non deve essere un alibi per snaturare la propria identità ed il proprio ruolo di donna nella vita, basta essere libere dentro per prendereuna decisione anche mentre si allatta un bambino.

Silvana Ruggiero

 
 
 

8 marzo ... no grazie

Post n°133 pubblicato il 08 Marzo 2009 da XprettywomanX



Eccoci qui.
Di nuovo 8 marzo!!! A quello che avevo scritto l'scorso nel post per la stessa festa  non ho nulla da aggiungere..
Anzi no ...  Forse dovrei aggiornare l'appello di tutte le vittime di stupri e violenze varie avvenuti da allora ad oggi
A chi festeggia l'8 Marzo non credo che interssi davvero ..
A chi non lo festeggia servirebbe solo a far rodere il fegato per l'ennesima volta....

(Beh scusate il cinismo.... ma queste festa non la sopporto)

io aspetto il 25 Novembre...


 
 
 

L'Italia e il diritto di asilo politico

Post n°132 pubblicato il 24 Gennaio 2009 da XprettywomanX

La notizia non è freschissima... ma certo inquieta un po'... ecco diciamo che non pensavo di vivere im un paese in cui vengono negati i diritti umani....


Non si può estradare Cesare Battisti .. che per un o scherzo della sorte ha il nome di un patriota Italiano, perchè in Italia non sarebbe al sicuro---


Si certo non sarebbe al sicuro in cella a marcirci dentro perchè contrariemente al suo omonimo .. questo battiti è un assassino ... e con 4 omicidi alle spalle non si concede l'estradizione??


Eppure una domanda vorrei farla al presidente Lula.. ma se ogni giorno arrivano centinaia di clandestini che cercano asilo politico in Italia... forse non siamo un paese così incivile ......


... Vorrei davvero vivere senza TV .. no anzi senza TG perchè sono proprio quelli che alla fine ti causano le peggiori arrabbiature..


Sono quelli che ti fanno capire quanto siamo impotenti di fronte alla politica interna ed estera; alle palesi ingiustizie che si fanno passare per leggi garantiste.... ma garantiste di chi per chi ?????quando sembra che più reati si commettono, minore è la pena.


Sono i TG che ci sbattono in faccia la nostra miseria da famiglie normali per poi dirci che il settore del lusso non conosce crisi..


Sono i Tg che ci fanno vedere gente che discute della fame nel mondo ad un tavolo da pranzo ....


Cambierà qualcosa... forse....


Intanto sappiamo di essere il paese di bengodi per chi arriva dall'Africa e il paese che non garantisce i cittadini per il Brasile....

 
 
 

donne E TV

Post n°131 pubblicato il 24 Gennaio 2009 da XprettywomanX

 

Nasce un nuovo canale SKY, non che ne sentissi la mancanza  per la verità, ma in realtà la cosa che più mi ha infastidito sono le immagini che scorrono a mo' di pubblicità in attesa che dal 25 inizi la programmazione..

Una serie di galline, più o meno inghirlandate, con accanto i nomi di donna più comuni.....

Ora vorrei chiedere a Murdoch ... il significato di quelle gallinelle ...

Già un canale per sole donne lo trovo un po' disciriminatorio.. ma poi paragonarci alle galline... Ma è davvera questa l'immagine che diamo di noi..

Tante stupide galline che si azzuffano per niente ..cantava Battiato..

Ma forse sono solo un po' prevenuta... ma francamente non riesco a trovare nulla di edificante in questo spot....

 
 
 

RICORDATE


 

CAMPAGNA ANTIPEDOFILIA


 
 
 

CAMPAGNA IN DIFESA DELLA LINGUA ITALIANA



Una piccola guida alla grammatica italiana...
Serve sempre
 
 
 

I FIGLI

Sembra solo ieri  quando mi seguivi
con le tue domande coi tuoi sogni nuovi
come cambiano i figli...


oggi non so mai cosa fai la' fuori
e vivo male con  i miei pensieri
piano piano te ne vai
e non so raggiungerti
io misuro il mondo con un altro metro
tu vai solo avanti io rimango dietro...


cosa chiedono i figli
la felicita' senza fare sforzi
o la liberta' di essere diversi
ma qualunque cosa sia
ve ne andrete sempre via
so che non e' facile imparare a vivere
ma tu non mi lasci mai tempo di conoscerti


e vorrei capire come tu mi vedi
se ti sto fra piedi o se un po' ti fidi
nel mio calendario sta venendo inverno
tu non hai paura di ogni nuovo giorno


sono stato figlio anch'io molto tempo fa
forse non ci credi ma me lo ricordo
io vorrei seguirti lungo il tuo cammino
senza far rumore senza disturbare
col cappello giornale e se tu domani
per un caso strano fossi spalle muro
non sarei lontano per salvare quel che mio
so picchiare duro anch'io


so che non e' facile imparare vivere
ma tu non mi lasci mai tempo di conoscerti
e vorrei sedermi a guardare il mare
con i miei pensieri senza batticuore
si' dei miei consigli puoi gia' fare senza
sono quasi in pace con la mia coscienza
ma comunque sempre un dubbio ci sara'
non fai mai abbastanza per questi figli
i nostri figli

 

QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO - MANNOIA

Ci fanno compagnia certe lettera d'amore
parole che restano con noi,
e non andiamo via
ma nascondiamo del dolore
che scivola, lo sentiremo poi,
abbiamo troppa fantasia, e se diciamo una bugia
è una mancata verità che prima o poi succederà
cambia il vento ma noi no
e se ci trasformiamo un po'
è per la voglia di piacere a chi c'è già o potrà arrivare a stare con noi,
siamo così
è difficile spiegare
certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui,
con le nostre notti bianche,
ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro "si".
In fretta vanno via della giornate senza fine,
silenzi che familiarità,
e lasciano una scia le frasi da bambine
che tornano, ma chi le ascolterà...
E dalle macchine per noi
i complimenti dei playboy
ma non li sentiamo più
se c'è chi non ce li fa più
cambia il vento ma noi no
e se ci confondiamo un po'
è per la voglia di capire chi non riesce più a parlare
ancora con noi.
Siamo così, dolcemente complicate,
sempre più emozionate, delicate ,
ma potrai trovarci ancora quì
nelle sere tempestose
portaci delle rose
nuove cose
e ti diremo ancora un altro "si",
è difficile spiegare
certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui,
con le nostre notti bianche,
ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro "si
 
A te...

Ti ho aspettato in notti insonni
che sembravano non finire mai...

ti ho aspettato in giornate interminabili
riempite solo dall'attesa di te...

e tu arrivavi colmavi i miei giorni,
il tuo esserci mi bastava...

Non vedevo che il muro che cresceva tra noi.

Non volevo capire che ogni gesto ,
ogni parola, ogni movimento era
un mattone di quel muro che ci
avrebbe diviso....

Ho sognato la favola bella
di vivere sempre con te...

Adesso vivo da sola dietro quel muro
raccontandomi ancora un "c'era una volta..."
che ormai non c'è più..

A te amore mio, al di là di quel muro,
ho lasciato il mio cuore.