Creato da massimofurio il 20/04/2012
Scritti originali miei.

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

cassetta2lucillabrunatienimi.strettastrong_passionalexxia_74giuliocrugliano32pierpaolafondaisaura73psicologiaforensecarraro.giada0desummaelisabettaIOSONOLAVITA1lehahsorboledgllatino6921
 

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« UNO DEI MIEI SOGNI/INCUB...Da u Ce II^ parte. »

E.M.

Post n°13 pubblicato il 14 Giugno 2012 da massimofurio
Foto di massimofurio

 

                     Questo mio scritto, nasce a mò di sigillo inviolabile, un avviso, al fine di  chiudere con una parte della mia vita, ho preso il coraggio di farlo, anche leggendo altri scritti, di altre persone incappate nello stesso dramma umano, un po’ per debolezza, ma sopra tutto per amore, verso una persona, una donna sbagliata..

                     Ho vissuto per moltissimi anni,  un amore malato, parallelo, che ha ucciso la mia vita, mi son lasciato trascinare in una storia, che credo abbia pochi eguali, per la durata, per l’intensità, per tutta un infinita serie di fattori, ma il principale era, che io ti amavo veramente, mentre tu mi hai riso sulla faccia fin dall’inizio.

                     La forza del mio amore, ha, in un certo modo vinto ogni resistenza, ma poi, ho capito che era solo una tua convenienza, avrei voluto vedere il contrario del resto, ma io da vero stupido ho continuato ad amarti.

                     Per colpa tua, ho perso la mia famiglia e tutte le volte che ho provato a fermarmi, tu solo per un desiderio di sentirsi potente e vincente, hai fatto fuoco e fiamme per riprendermi, usando ogni mezzo leale o meno, ma facendo leva sul fatto che io ti ho sempre amata.

                     L’amore lo si subisce, al momento che nasce è invincibile, ti travolge, ami e basta, non ti interessa nulla, vederti toccarti sentire la tua presenza, era uguale a vivere, toccare il cielo, essere felice, non mi accorgevo che io stavo suicidandomi lentamente, ad ogni bacio ingoiavo il tuo veleno e mi sembrava rosolio.

                    Non è valso nulla, prendere coscienza della realtà, tutta la realtà, il male a mia moglie, i miei figli, bastava che tu mi chiamassi, vederti, un sorriso e tutto passava e credo che sarebbe andato così per sempre, se, non avessi perso la mia famiglia, che effettivamente mi ha sopportato per un tempo lunghissimo, in quest’inferno di vita, che ho fatto loro ingoiare.

                    Sono passati anni, dall’ultima volta che ho avuto contatti con te, ora sto bene, libero e felice di non avere questa emorragia d’affetto, ho pagato un giusto prezzo con la mia famiglia, ma sono rimasto deluso, di più di tutto di me, non avrei creduto mai di essere così stupido, cadere in trappola e dare una patta in terra al solo battito di ciglia dei tuoi occhioni azzurri,da finta innocentina e santarellina.

                    Vedi, da quel tempo io ho imparato ad avere rispetto per me per primo, ciò significa che non farò mai più quest’errore, ne farò altri, ma questo no, tu invece passi a rovinare una persona dopo l’altra, lo fai per puro interesse egoistico e non ti frega niente se ha una famiglia, se ti ama, se soffre, se tradisci fiducia di persone che in fondo ti ammirano e amano, compreso quel pover’uomo che ti sopporta da una vita, in silenzio, che ti tratta come una bambina viziata.

                     Tradivi persino me, fin d’allora, e ancora oggi, quando ti diverti sadicamente a tormentarmi con frasi del tipo: “ho amato solo te”,  “sei l’unico uomo della mia vita”, continui a frequentare fessi con i quali passi giornate interessanti, (parole tue), anche se son mariti e padri di famiglie che frequenti e conosci per intero.

                      Persino quando speravo da te un aiuto, non fosse per altro per un minimo di rispetto dopo tanti anni, tu mi hai voltato le spalle e te ne sei andata a fare i "giri in barca", con un altro povero fesso.

                      Grazie.

                     Brava, ti stai conquistando un posto di rilievo, nella parte della lavagna dei cattivi, ti ho sempre detto che un giorno, non riuscirai più a specchiarti, non sopporterai quello sguardo e ti vedrai come sei dentro, non vorrei mai essere al tuo posto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog