Creato da lab79 il 05/02/2010

TheNesT

a place called home

 

 

« Un'ultima canzone...

L'ultima pagina

Post n°535 pubblicato il 16 Aprile 2018 da lab79

Non saprai mai quale sarà l'ultima parola della pagina, finché non l'avrai letta. E quando l'avrai letta sarà già troppo tardi, sarà stato un soffio e sarà già passata, al di là di un punto insormontabile. Ma l'ultima pagina è più facile da riconoscere: il libro si assottiglia, la trama si tende verso la fine, e il disegno si fa chiaro e forse, forse intuisci quello che verrà.

I romanzi non somigliano per niente alla vita.

Nella vita le cose smettono di dire, di accadere. Se i romanzi fossero davvero come la vita, finirebbero con pagine che si svuotano delle parole, con capitoli composti da pagine quasi bianche e intervallate qua e là da qualche parola sfilacciata. La vita non sempre finisce con frasi altisonanti, e quasi mai con rivelazioni assolute. La vita si esaurisce, il più delle volte. Altrettanto fanno i suoi capitoli. Avrebbero dovuto finire prima, molto prima. Ma alle pagine della propria vita ci  si affeziona, e si fatica a lasciarle svoltare.

Anche questo diario ho faticato molto a lasciarlo andare. Le pagine si sono diradate nel calendario, hanno fatto in tempo a impolverarsi prima di essere sostituite dalle successive. Persino lo spazio che le accoglie lentamente smette di funzionare, di essere visto come un luogo da sfruttare, a modo suo da vivere. Se fosse una piazza, sarebbe la piazza di una periferia svuotata e impoverita, che non ha più alcunchè da offrire.

La vita somiglia molto poco, ai romanzi.

Eppure forse non è vero: perché anche alle cose della vita si sottrae la vita, prima di poterle dire concluse. Alla stessa maniera ai romanzi si sottraggono le parole, prima di poterli dire finiti. E il significato di quel che si è letto, così come quello di quel che si è vissuto, rimane chiuso, sepolto fra le pagine scritte di quel che è stato, e che anche se promette ritorni, sappiamo tutti che non ritornerà.

Forse la vita somiglia davvero ai romanzi: E' tutto un lavoro di sottrazione, finché non si scrive la parola "Fine".

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/TheNesT/trackback.php?msg=13662685

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
lascrivana
lascrivana il 16/04/18 alle 02:01 via WEB
Nella vita niente finisce ... Ma racvontarsi una fine aiuta a ingoiare rospi amari; per esempio come vedere questo spazio svuotato.
 
channelfy
channelfy il 16/04/18 alle 08:13 via WEB
Che tristezza!
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 16/04/18 alle 08:53 via WEB
È il corso del Tempo, si costruisce, si modifica, si distrugge e.... E si ricomincia daccapo, avendo cura di cercare nuovi orizzonti che ci danno l'opportunità di RICOMINCIARE pian piano e capire che in fin dei conti la Vita è sempre un Cammino di insidie e debolezze. Quando mancano le "certezze" e l'entusiasmo ogni cosa diventa pesante, bisogna superare, lasciarsi dietro quello che arreca danno alla nostra persona. I motivi possono essere mille, ognuno ha i suoi. Nessuno escluso, tutti vivono questi momenti. Passeranno, faranno il loro decorso e poi un giorno si ritornerà ad osservare le cose sotto un altro punto di vista. Basta avere la Volontà di fare quello che si desidera!! Sii forte..solo per te stesso. I cambiamenti servono a questo, a trovare la Forza dentro di noi e poter vivere una seconda Vita.E se ho scritto tutto questo vuol dire che so come ci si sente. STOP. Buona vita.
 
anastomosidisabbia
anastomosidisabbia il 16/04/18 alle 16:22 via WEB
...il tuo indirizzo e-mail non l'ho perso...
 
RavvedutiIn2
RavvedutiIn2 il 18/04/18 alle 02:58 via WEB
Credo che troverai altre cose vere da scrivere, e da scrivere come le scrivi tu, un bel modo di scrivere, a volte anche secco, altre volte arricchito da riferimenti quasi poetici all ' interno delle sue frasi. Non posso conoscere il tuo momento, posso solo intuirlo, forse è un po' simile al mio. Fatto anche di disillusione. È solo un momento.
 
Stolen_words
Stolen_words il 22/04/18 alle 11:31 via WEB
sto attraversando un momento come il tuo e mi riconosco in questo posto ma permettimi di aggiungere una cosina? E i sogni? che fine hanno fatto? a presto
 
cassetta2
cassetta2 il 31/07/18 alle 10:14 via WEB
I post più belli sono quelli in cui sai che c'è molto di te, e prima di premere invio senti quel pizzico di vergogna e incoscienza.
 
lab79
lab79 il 26/10/18 alle 02:57 via WEB
(Mi sono allontanato, e non mi sono quasi più voltato. Forse soltanto dopo qualche mese, e l'ho fatto di proposito. Cercavo di non voler più bene a questo spazio, ma la verità è che di tanto in tanto ci ho fatto ritorno, e piano piano ho visto i vostri commenti, e un po' mi è spiaciuto essere assente. Non dare spiegazioni. Mi è sembrato un gesto così scortese. Eppure ho resistito: mi sono tenuto lontano per settimane, e soltanto ora mi decido a scrivere queste righe per ringraziare chi mi è venuto a cercare, magari a rileggere. No, non ho intenzione di cancellare quel che è scritto. MI piace che rimanga lì, perché è accaduto davvero, l'ho scritto davvero, e anche se un po' me ne vergogno, ormai non mi appartiene più: appartiene a chi l'ha letto. Intanto, quindi: grazie)
 
 
lascrivana
lascrivana il 26/10/18 alle 14:09 via WEB
Un po' come quando tornano i parenti emigrati per lavoro o per scelta; quando tornano alcune cose le trovano dove le hanno lasciate, altre sono cresciute o rinnovate, altre non ci sono più. Nonostante la scelta, quel pizzico d'invidia per chi è rimasto e ha potuto vedere i cambiamenti c'è. Invidia mista a un attimino di rimpianto, poca roba, giusto quella necessaria a rimarcare l'affetto passato.
 
 
anastomosidisabbia
anastomosidisabbia il 04/11/18 alle 21:38 via WEB
Lab, se scrivi ancora, ovunque sia, mi piacerebbe leggerti. Se vuoi qualcosa in cambio, facciamo uno scambio tra quello che scrivi tu e quello che scrivo io. Puoi mandarmi un messaggio sul profilo di anastomosidisabbia, non lo visito spesso; ma lo leggerò. Ciao
 
anastomosidisabbia
anastomosidisabbia il 04/11/18 alle 21:33 via WEB
Ciao Lab. Spero che stiate bene, tu e la tua famiglia, e i tuoi pensieri. Ciao
 
cassetta2
cassetta2 il 05/07/19 alle 11:46 via WEB
La sconcertante scoperta di quanto sia silenzioso il destino, quando, d'un tratto, esplode.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mick6228cassetta2lubopogreta.rossogeranioblack.whalesarapucciCoralie.frFLORESDEUSTADunluilascrivanapiterx0moon_Idominjusehellahflowerssssfl.degiovanni
 
Citazioni nei Blog Amici: 56
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom