Creato da anima.vera il 25/01/2011

Cuori Liberi

Blog di Anima Vera

 

Due invisibili braccia

Post n°80 pubblicato il 14 Maggio 2013 da anima.vera

Faccio capolino ogni tanto in questa mia piccola e amata casetta virtuale, lo so, e me ne scuso con quanti mi seguivano e ogni tanto mi seguono ancora...ma quando l'anno scorso ad un certo punto ho smesso di aggiornare il diario con regolarita' mi sono resa conto che non sentivo la necessita' di riprendere a farlo, pero' ogni tanto ci passo, come si fa con una casa in cui ogni tanto torni per aprire le finestre ed arieggiarla...
In questo post vorrei parlare dello stare bene con se' stessi, del saper stare soli come condizione indispensabile per apririsi all'amore vero. Anni fa, prima di conoscere Aquila, facevo di tutto per evitare la solitudione...a costo di imbarcarmi in situazioni senza capo ne' coda, solo per il bisogno di essere tenuta in considerazione da qualcuno...e cosi' accettavo anche situazioni improbabili pur di avere l'illusione di sentirmi in una "storia"...questo mi faceva sentire viva e speciale, anche se era, appunto, solo un' illusione.
Mi e' capitato recentemente di lasciare un commento su uno dei blog che seguo, che esaminava appunto la questione dei vantaggi-svantaggi dell'essere soli, e cosi', dando una sguardo indietro alla mia vita affettiva passata e a quella presente, con tutti i suoi problemi e le sue sorprendenti rivelazioni, capisco che una coppia felice e' il risultato di due solitudini realizzate, nel senso che solo due persone realmente indipendenti e capaci di vivere bene con se' stesse riescono poi ad unire le proprie forze per dare vita a qualcosa di bello e speciale, che arricchisce e non svaluta le rispettive vite...in tutti gli altri casi si tratta di soluzioni estemporanee che spesso lasciano piu' vuoti di quelli che vorrebbero colmare....
In questo periodo io e il mio montanaro ci vediamo poco, perche' il padre non sta bene e lui deve fare spola tra lavoro e ospedale...in tutto questo io resto "un passo indietro" rispetto a questa situazione difficile, non posso fare molto altro, anche se mi piacerebbe, dato che la sua famiglia ha sempre osteggiato apertamente il nostro rapporto e non ha mai voluto conoscermi.
Sono cose che in passato mi hanno fatta molto soffrire...volevo tanto entrare nel suo "clan", ma sono stata considerata persona "non gradita"...e comunque, quelle persone, sono i suoi affetti, le sue radici...impossibile e ingiusto fare scelte drastiche a favore di qualcuno, ed io per carattere e per principio sono assolutamente contraria ad ogni genere di ultimatum...credo nell'amore come libera scelta quotidiana, credo nella condivisione dei problemi, credo nella discrezione in certe situazioni, che non e' indifferenza e rifiuto...ma il semplice prendere atto che non si puo' andare oltre certi limiti, e che questi vanno rispettati.
Non e' stato facile vivere questa situazione, ma alla fine, l'amore era cosi' forte che ho accettato questo limite.
Mi spiace umanamente, sapere che il padre si trova in ospedale, spero che la situazione si risolva, ma so che in ogni caso, il nostro amore non viene meno.
Questo fa parte delle cose che mi sorprendono della nostra storia...il fatto che che nessun problema grande o piccolo ha mai allontanato di un centimetro le nostre anime, questo non potevo saperlo prima che certi eventi accadessero...ed e' per me qualcosa di speciale.
Forse e' per questo che non parlo molto di noi, se non sprazzi...spiegare certe cose non e' semplice, e se ne parlo troppo perdono la loro unicita'.
A volte vorrei tornare indietro al tempo in cui nessuno al mondo sapeva di noi, se non noi stessi, quando tutto era agli inizi e ti rendevi conto he esisteva qualcuno di cosi' affine alla tua anima da non sembrare vero...e cosi' ti/lo mettevi continuamente alla prova perche' non potevi credere che dopo tante delusioni avessi finalmente trovato cio' che avevi sempre desiderato ma che non osavi nemmeno sognare per tinmore di perderlo o non incontrarlo mai...
E' stato un tempo magico, unico, senza interfereze, in cui tutto era come doveva essere , per un po' di tempo abbiamo assaporato la gioia di bastare a noi stessi, e di poterci amare esattamente come volevamo...lontani da tutto e tutti, in un luogo meraviglioso, circondato da una natura imponente e dalla bellezza unica.
E' impossibile rinunciare a qualcosa di cosi' bello solo per un rifiuto altrui, e noi non abbiamo rinunciato.
Tutto quello che e' venuto ci e' stato donato, e questo dono l'abbiamo accolto come una creatura, come qualcosa che va amata ad ogni costo e protetta da ogni minaccia.
Ci sono giorni in cui la consapevolezza di questo amore e' cosi' forte da superare tutte le cose piu' brutte che possano capitare, e giorni in cui ho quasi paura...paura che qualcosa, qualcuno, una situiazione, possano riuscire a minarlo, a farci allontanare...ma finora non e' mai accaduto...

Abbiamo avuto il tempo per seminare e lavorare la nostra terra, affrotando intemperie, siccita', calamita' di ogni genere...eppure, i germogli sono nati per diventare piante dalle radici forti.
Non posso fare altro che continuare a sperare che tra noi vada sempre cosi'....perche' quando hai qualcosa di cosi' forte e grande anche i sacrifici piu' duri sono leggeri.
L'amore ha davvero due invisibili braccia che ci sostengono, sempre.
Anche quando non lo sappiamo.

 
 
 

Buon anno...

Post n°79 pubblicato il 06 Gennaio 2013 da anima.vera

Non sono scomparsa...ho solo avuto problemi con la connessione ad internet, ma eccomi qua...all'inzio di quetso nuovo anno...

Il 2012 e' stato un anno di svolta per me...e cosi' spero che il 2013 prosegua sulla strada del cambiamento.

La svolta non riguarda eventi importanti...e' una svolta soprattutto interiore.

In questi anni difficili per me e Aquila abbiamo dovuto attraversare ogni genere di problema e ostacolo, ma nonostante tutto la nostra storia prosegue e l'amore che ci lega e' sempre forte.

La nostra situazione continua ad essere complicata, ma noi andiamo avanti lo stesso, guardando negli occhi i nostri sogni.

Ques'anno ho avuto il piacere di vedere care persone cambiare in blocco la propria vita: una cugina che, a 45 anni, ha avuto un bimbo con il nuovo compagno, un'amica del liceo che, a 41 anni ha trovato finalmente il coraggio di liberarsi dalle catene familiari e ora progetta una nuova vita....sono storie che mi hanno colpita e che mi danno molta speranza per il futuro.

Ho cercato di trovare in me stessa un equilibrio che mi permettesse di fronteggiare gli ostacoli dovuti alla mancanza di lavoro stabile, alle difficolta' economiche, familiari, e credo di aver fatto grandi passi in avanti....

Per molti anni ho sempre cercato di soddisfare le aspettative altrui senza ascoltare me stessa...ora ascolto SOLO me stessa e agisco di conseguenza.

Ogni tanto il timore di non essere all'altezza e' grande, non e' semplice far fronte a tutto: genitori che invecchiano, un figlio che cresce, un uomo che e' impegnato molto nel lavoro e che, con tenacia e volonta', sta riemergendo dopo anni di problemi lavorativi e delusioni....e sono certa che ce la fara'.

Cosi' come sono certa, ce la faro' anch'io a migliorarmi e a guardare avanti senza paura del futuro. Perche' il futuro e' bello per ci crede, e per chi crede alla possibilita' di una vita migliore...

Per quest'anno mi auguro solo di continuare su questa strada...e vedremo cosa accadra'...

Buon anno a tutti....!

 
 
 

Per Te

Post n°78 pubblicato il 12 Agosto 2012 da anima.vera

La verita'

sono le mie braccia

che ti avvolgono

come rami

e tu, intenso amore

sangue e carne viva

come fuoco ardi

in me

e mille cellule espodono

in un fragoroso silenzio

che crea ogni istante

di Noi

 
 
 

Ci sono poco...ma ci sono...

Post n°77 pubblicato il 03 Giugno 2012 da anima.vera

Sto postando poco ultimamente...mi scuso con tutti....

Il blog, almeno per me, e' una finestra aperta sulla mia vita, sui miei sogni e desideri...e ci sono momenti in cui questa vita e' molto pressante e ruba tempi e spazi alla comunicazione online...

Da tempo, ormai, non aggiorno piu' nemmeno il mio profilo su facebook (che sinceramente non amo e non ho mai amato, anche se mi ha fatto ritrovare e conoscere persone a cui tengo molto)...

A mia scusante posso dire che quanto e' successo ultimamente in Emilia, e mi riferisco al devastante terromoto del 20 e 29 maggio, ha avuto conseguenze importanti anche dalle mie parti. Vivo a poche decine di Km dalla zona che e' stata piu' toccata dal sisma e vi assicuro che e' stato un evento spaventoso. Non a quei livelli, ma sicuramente dal punto di vista psicologico, abbiamo partecipato, e stiamo partecipando quotidianamente, all'angoscia per le infinite scosse, che a casa mia sento tutte, distintamente, anche quelle di magnitudo meno forte....

Non credevo di vivere cosi' male tutto questo...ansia, insonnia, agitazione e tutto il corollario di sintomi fisici che ne consegue...

Devo ringraziare una persona mi e' stata vicina in queste settimane, e lo faccio da queste pagine...un'amica di Roma (che attualmente vive in Toscana) che, nonostante la distanza, mi ha chiamata ogni giorno per informarsi di come andava...devo dire che e' grazie a lei se sono riuscita a mantenere i nervi saldi e a non crollare....

Non ce l'ho con chi non mi ha cercata...capisco che la vita oggi non sia semplice per nessuno, e che non sempre si riesca/possa partecipare alla vita di un amico....

Io stessa non lo faccio con la costanza che vorrei (soprattutto sui blog), e me ne scuso sinceramente, ma le persone che ho nel cuore sanno che le penso...

Spero che vengano tempi migliori, anche per la comunicazione...per ora, riesco solo a caricare il cellulare di cinque euro una volta al mese...fortunatamente con la promo vodafone chiamo Aquila gratis...

Per il resto, la scuola del mio cucciolotto sta per finire...e presto partira' in vacanza con i nonni per trascorrere l'estate in Sicilia. Io non li seguiro' quest'anno...troppi pochi soldi, anche se Aquila si e' offerto di aiutarmi...e' stato davvero dolce come gesto da parte sua, ma so che anche per lui non e' facile avere qualche euro in piu' e cosi' gli ho detto di stare tranquillo...

Magari dopo ferragosto, portero' il piccolo qualche giorno in montagna e lui ci raggiungera' quando puo'...

Tra le novita' positive ho appena saputo che la mia vicina di pianerottolo avra' un bimbo a breve e mi sono gia' offerta di assisterla nei primi periodi..questa notizia mi ha profondamente rallegrata...oggi avere un figlio e' quasi diventata una sfida e ci vuole coraggio, davvero molto coraggio a coglierla...ma e' meraviglioso vedere che, nonostante tutto, nonostante i problemi e le difficolta' che incrociano il nostro cammino, la VITA arriva sempre a ridarci la speranza in un domani migliore...e questa speranza noi non dobbiamo perderla...mai...

Non so se riusciro' a collegarmi ancora durante l'estate quindi vi saluto e auguro a tutti buone ferie...(per chi le fara' ovviamente)...

(Ps: Potete comunque contattarmi in privato o per email...)

Anima 

 
 
 

La rabbia e l'orgoglio

Post n°76 pubblicato il 07 Maggio 2012 da anima.vera

La settimana scorsa e' venuto mio fratello per qualche giorno con la piccolina, e cosi' mi sono dilettata a fare la "zia". Ho trascorso dei momenti sereni, ogni tanto fa bene staccare la mente da problemi e pensieri, da come fare per arrivare a fine mese.

Ho intitolato questo post come un libro della grande Oriana Fallaci, scrittrice che ho "scoperto" quando avevo 12 anni e che per me e' sempre stata un modello di profondita' umana e altisismo rigore intellettuale. Mi capita spesso ultimamente di leggere dei post sulla situazione politica molto grave e delicata del nostro paese, che, piombato nella crisi, non ha saputo esprimere un rinnovamento politico vero e serio, e si e' dovuto vergognosamente affidare ad un governo di "tecnici", il che ti fa pensare a cosa serva ormai la politica, visto che questi, riescono comunque a fare quel che serve, senza simboli e ideologismi ormai morti e sepolti.

Si parla tanto del fallimento dei partiti, ma io vorrei aggiungere che questo e' anche il fallimento della nostra societa' civile. Gli italiani sono sempre bravi ad incolpare gli altri ma alla fine, chi li aveva votati questi? Noi (non io, mai votato Berlusconi, per fortuna).

La verita' e' che non esistono piu' gli italiani di un tempo, quelli che davvero sapevano morire per un ideale, per difendere il Paese, e non solo proprie tasche.
Abbiamo cacciato gli austriaci e i tedeschi dall'Italia, e non siamo riusciti a mandare a casa questi minchioni che ci governano da decenni, e gira e rigira, sono sempre quelli.
Penso che l'orgoglio nazionale sia andato a farsi benedire gia' anni fa, quando gli italiani si sono piegati a 90° alle lusinghe di regime mediatico berlusconiano, che ci ha resi tutti dei deficienti capaci solo di guardare reality show e acquistare di tutto e di piu', anche quando non serviva.
E ora, giustamente, ci ritroviamo in braghe di tela...ce lo meritiamo, anche chi e' stato contrario...perche' anziche' lamentarci dovevamo scendere in piazza e farci sentire davvero. Il fallimento, non e' solo del sistema partitico ma anche della democrazia. In Italia, non esiste democrazia. Esistono solo interessi di parte gestiti da politici, sindacati, logge varie.
Speriamo che la prossima generazione tiri furi gli attributi...ma ne dubito tanto.

E' per questo che quando guarda alla mia vita, la sento fuori da tutto questo pattume, la immagino fuori da ogni contesto sociale che sostiene uno stile di vita idiota e succube di bisogni indotti.

Ma perche' io devo comprare L'I-cazz, quando per telefonare va benissimo un cellulare che ho da anni e che ho pagato 9.90 euro (con carta sim da 5 euro inclusa)?

Con i soldi di un I-cazz si potrebbero adottare e sostenere a distanza due bambini per un anno...

Viviamo in un mondo schiavo delle proprie debolezze, un mondo che noi stessi ci siamo cuciti addosso e che ora, sotto le bordate della crisi, si sta sgretolando come un muro di cartapesta, facendo emergere la nostra nudita', la nostra incapacita' di fare quello che i nostri predecessori hanno fatto quando c'e' stato bisogno di liberarci da invasioni e regimi vari: rimboccarsi le maniche, lottare e credere in ideali alti e puri.

Ma credo che la mia voce sia solo un grido isolato, a nessuno, in fondo, importa che li' al governo ci sia Monti o piripicchio.

A parte queste riflessioni, che a molti potranno sembrare banali, ma che rappresentano la sostanza della mia delusione e della mia incazzatura, mi scuso con tutte le persone che mi seguono per non riuscire a partecipare assiduamente ai loro blog, ma quando posso li leggo sempre volentieri anche se non sempre lascio un commento...

Domani porto il piccolino a fre una piccola gita, visto che e' a casa per chiusura elettorale della scuola.

Mia madre non ha perso l'occasione per criticare questa mia iniziativa, secondo lei sono soldi buttati. Ho dovuto discutere con lei di questo, e devo dire che questo mi ha molto disturbata.

Sembra he io non possa avere diritto a nulla, nemmeno a passare un giorno con mio figlio perche' "non ho uno stipendio fisso".

Comunque ho imparato a farmi scivolare addosso queste accuse, e a proseguire comunque con la mia vita, e con le cose in cui credo.

Adesso si avvicina l'estate e questa e' sempre una stagione speciale per me ed Aquila, abbiamo un po' piu' di tempo per vederci e  stare insieme...e questo ci aiuta tanto ad affrontare tutto.

Buona settimana a tutti...

 
 
 

Al volo...

Post n°75 pubblicato il 27 Aprile 2012 da anima.vera

Faccio un salto veloce per dirvi che ci sono...non sono sparita. Scrivo poco perche' in questo periodo sono un po' piu' impegnata del solito, cercando come sempre di fare di tutto per riuscire a far quadrare i conti del mese.

Aquila e' come sempre strapreso dal lavoro, ma quando possibile ci ritagliamo sempre gli spazi per stare insieme.

Mi rendo conto che i continui sacrifici ci hanno probabilmente reso molto resistenti, ormai sopportiamo tutto. Poco tempo, pochi soldi, poche possibilita' di fare qualcosa di normale, come tutte le coppie di questo mondo.

Ma andiamo avanti, sempre.

So che tutto questo alla lunga potra' sembrare noioso per voi che mi seguite, ma questa e' la vita che abbiamo...una vita difficile, in continua lotta con le avversita', ma allo stesso tempo, permeata profondamente da cio' che di vero e grande alberga nei nostri cuori.

Se tutto va bene, la settimana prossima riusciremo a regalarci un giorno in montagna.

Mi manca davvero andare in Altopiano, sono posti cosi' speciali che e' difficile parlarne senza emozionarsi. Immaginare che un giorno io e Aquila vivcremo li', lontani da tutto e tutti, mi da la forza per proseguire questo cammino difficile.

Appena riesco vi aggiornero' sicuramente, intanto auguro a tutti un buon ponte del primo maggio....

Anima

 
 
 

Quello che conta davvero...

Post n°74 pubblicato il 18 Aprile 2012 da anima.vera

Sono un po' stanca. Il cambio stagione mi provoca sonnolenza e inappetenza, faccio fatica a "ingranare" al mattino. A parte questo, tutto abbastanza bene...

Questo mese le spese sono lievitate a causa di un duplice appuntamento dal dentista che non posso evitare perche' se perdo i denti ora, poi resto senza perche' non ho soldi per farmeli cambiare...e quindi...preferisco tirare la cinghia adesso e curarmeli piuttosto che ritrovarmi con problemi dopo...

Ho dovuto sospendere l'abbonamento ad internet, non ci riesco proprio a stare dietro a tutto e anche poche manciate di euro fanno il loro piccolo nel bilancio del mese. Comunque, appena posso, mi collego dalla biblioteca.

La mia macchina ora e' bella fiammante, ho anche cambiato i copricerchioni, ma se ne sta ferma, bella parcheggiata di fuori perche' con 1.80 al litro (e va anche meglio che altrove...), non ci si puo' permettere chissa' che giri.

La uso giusto per vedermi con Aquila e in quei giorni ne approfitto per fare altre cose e ottimizzare i costi.

Domani ci vediamo, stiamo cercando un mobiletto per la casa in montagna. Mi manca da impazzire andare li'...se ripenso ai primi tempi, quando scappavamo da tutto e tutti per rifugiarci in quei luoghi meravigliosi...mi viene un'immensa nostalgia.

Per fortuna che abbiamo le nostre ancore di salvezza, i nostri sogni, i nostri progetti...senza quelli sarebbe davvero tutto molto duro.

Ogni tanto penso a chi sta peggio di noi, a chi magari non ha nemmeno la casa o un mezzo per spostarsi...penso che questa crisi abbia penalizzato alla fine le persone comuni, non certo chi aveva grossi guadagni e continua ad averli. Per loro, pagare la benzina 2 euro al litro non e' nulla. Per una famiglia che ha bollette da pagare, figli da mantenere, anche quei 20 centesimi in piu' significano tanto.

Ma questo e' il mondo di ora, dobbiamo viverlo, affrontarlo cosi' com'e' senza inutili nostalgie di un passato che forse, cosi' com'era, non andava comunque bene...

Il consumismo fine a se' stesso a cui ci eravamo ottusamente abituati ci ha tolto la capacita' di godere delle cose che contano davvero...era diventato uno stile di vita a tutto tondo, che comprendeva anche i rapporti umani.

Ora, dovendoci riallacciare ai valori dimenticati, forse riscopriamo quelle cose autentiche che danno davvero il senso alla vita.

Una carezza, un pensiero donato con il cuore, un cibo povero ma genuino...una passeggiata nella natura respirando e incantandosi per cio' che lei ci offre a piene mani...

La pioggia stessa di questi giorni, che e' arrivata a dissetare la terra arida, mi e' sembrata un miracolo immenso....cose a cui prima si guardava con distrazione, troppo presi da questo e quello, in una corsa a perdifiato senza meta.

Dobbiamo imparare a guardare al di la', oltre noi stessi e la nostra vita quotidiana per riuscire ad elevarci.

La meta, ora siamo Noi. La nostra vita da costruire con pazienza giorno per giorno, smussando gli angoli inutili che la rendevano spigolosa, coltivando sentimenti profondi, forti e consapevoli.

Come le nostre montagne, che sono li' a ricordarci la forza e la solidita' di cio' in cui crediamo.

 
 
 

Mai arrendersi

Post n°73 pubblicato il 10 Aprile 2012 da anima.vera

I giorni festivi sono trascorsi tranquillamente e serenamente, Aquila e' venuto da me e il piccolino sabato. Prima di pranzare siamo andati a fare un giro al parco zoologico che si trova vicino casa...abbiamo scarpinato per un po' lungo il colle che costeggia il Santuario, percorrendo il percorso della Via Crucis, a cui ero stata il giorno prima. Non sono una cattolica praticante, nel senso che da tempo non seguo le funzioni e la vita di comunita'. Sono contraria a molte prese di posizione della Chiesa. Ma sono credente, nonostante tutto, ed ho sentito il bisogno di esserci, quel Venerdi'.  Quello della Via Crucis, e' un percorso suggestivo, che si snoda in un sentiero tortuoso ma immerso in una natura mozzafiato. Essere li', ha significato molto per me. Avere fede, credo, significa sapere che esiste qualcosa di piu' immenso di noi, anche se non lo vediamo. Basta guardarsi intorno, osservare con occhi limpidi la bellezza profonda di cio' che ci circonda, per sentire questo Amore. L'ho sentito nel vento che mi sfiorava il viso, nel verde dei germogli che hanno gia' iniziato a spuntare timidamente dai rami, negli occhi di quanti, come me, erano li', con il loro piccolo grande fardello di fatiche umane da presentare in quel luogo di dolore. Ho visto occhi lucidi, quando, nel silenzio, si sentiva solo la voce del vento. Persone disoccupate, anziani, malati, madri e padri angosciati, giovani senza quasi piu' un barlume di speranza per il futuro. Chissa' se quella nostra presenza e' servita a qualcosa...a qualcuno...di sicuro a me ha lasciato qualcosa.

Domenica e lunedi' li ho passati con i miei, mio fratello non c'era e quindi mi e' sembrato giusto dedicare a loro questi giorni.

Io e Aquila ci siamo sempre sentiti e scambiati sms...certo...pesa non poco trascorrere lontani i giorni festivi, ma ormai ci siamo abituati anche se una parte del cuore soffre per questa forzata separazione...sarebbe stato bello che entrambe le famiglie si fossero trovate e avessero trascorso almeno il lunedi' insieme. Ma questo, credo, non avverra' mai...visto il rifiuto dei suoi nei miei confronti, che devo dire, si e' mantenuto estremamente coerente in questi anni.

Credo che Aquila ne soffra molto, e credo anche che apprezzi molto il fatto che non glielo faccia pesare.

In fondo, mi dico sempre, che in questa assurda "guerra" gli sconfitti sono loro, perche' nonostante tutto non sono mai rusciti a farci lasciare. Vivono male loro, fanno vivere male il figlio. Mi spiace tanto per Aquila, che deve giostrarsi tra gli affetti senza poterli conciliare serenamente.

Diverse persone mi hanno detto che lui dovrebbe avere il coraggio fare una scelta di campo: o loro o me, ma io non sono e non saro' mai per gli ultimatum di questo genere. Non si possono contrapporre affetti cosi' importanti, non si puo' rinunciare ad uno in favore degli altri. So di persone che hanno fatto questo (dare l'ultimatum) e che hanno ottenuto di avere la persona con se'...ma a che prezzo?

Sono fiduciosa nel corso della vita. Se il nostro amore e' destinato a durare, durera'. E mi sembra che sei anni di storia lo testimonino alla grande.

Abbiamo i nostri sogni...li realizzeremo, nel tempo. L'importante, e' non smettere mai di credreci. Mai.

Ieri sono andati a trovare il fratello che vive vicino Rovigo, mentre noi siamo andati a fare un giro in una bellissima cittadina sui colli: Arqua' Petrarca, luogo natale del grande poeta nonche' borgo definito "tra i piu' belli d'Italia". Nonostante il tempo non fosse propriamente primaverile, non ho potuto fare a meno che incantarmi di fronte alle bellezze architettoniche e del paesaggio. In piu' ha significato molto per me trascorrere questi giorni insieme a mio figlio, senza interruzioni.

Uno dei prezzi piu' alti che si pagano a segutito di una separazione e' proprio quello di non riuscire a dare una continuita' nella quotidianita' ai propri figli...il mio devo dire, e' abituato a questo ménage familiare pero' io, come madre, mi sento in colpa di non potergli dare di piu'. Spero solo che l'amore lo senta...

Spero sempre che un giorno tutti questi problemi vengano meno, vorrei dare a mio figlio la serenita' di una vita familiare normale anche se so che il rapporto con Aquila deve ancora crescere e consolidarsi...ma l'affetto c'e'. E questo conta.

 
 
 

Piccola pausa...

Post n°72 pubblicato il 29 Marzo 2012 da anima.vera

Mi sento un po' stanca, ma tutto sommato, bene. Devo sistemare un po' il blog, Ultimamente non ho curato molto la qualita' della scrittura e visto che scrivere e' cio' che piu' amo al mondo, dopo mio figlio e Aquila, bisogna correre ai ripari.

Ho voglia che quando, tra diversi anni, rileggero' queste pagine, io possa essere fiera di me stessa e del percorso che ho compiuto.

Di blog pieni di inutilita' ce ne sono tanti, e non voglio aggiungermi a questa schiera.

Giovedi' sara' il compleanno di Aquila. Credo che lo festeggeremo molto semplicemente. Non ci sono soldi per andare fuori o per regali costosi. Ma quello che conta, come ci diciamo sempre, e' essere vicini nel cuore...il regalo piu' bello e' il nostro Amore, e il resto, un po' per volta, verra' nel tempo...

Penso che mi fermero' dal blog fino a dopo Pasqua...ogni tanto come sapete mi prendo queste piccole pause fisiologiche...quando tornero' vi raccontero' tutto quanto sara' accaduto nel frattempo...intanto vi saluto....

Anima 

 
 
 

Non permettere alle paure di vincere su di te...

Post n°71 pubblicato il 25 Marzo 2012 da anima.vera

Io e Aquila ci siamo visti venerdi' mattina, visto che sono senza macchina e' venuto da e siamo stati un po' a letto a coccolarci...avevamo tanta voglia di noi...e stavolta siamo andati un po' oltre...e' strano tornare in intimita' dopo tanto tempo che non lo fai, non certo per mancanza di voglia ma perche' non c'e' quasi mai la possibilita' di poterlo fare con calma...e quando accade...e' come tornare alla prima volta...e' sempre incredibilmente emozionante..fose il non poterlo fare spesso ci impedisce di viverlo come una routine...e questo e' un bene...

Dopo siamo rimasti abbracciati un po' , lui si e' accoccolato tra le mie braccia come un bambino che cerca protezione e conforto...anche se e' il doppio di me qualche volta viene fuori questo lato tenero...anche le rocce indistruttibili, ogni tanto, hanno bisogno di dolcezza...

Se tutto va bene dovrei riavere la macchina mercoledi'. Ho tante cose da fare, ma questa pausa forzata non e' stata negativa. Mi e' servita a riflettere sullo tante cose, sulla necessita' di cambiare il mio sitle di vita che fino ad ora e' stato troppo poco attivo.

Ci sono cose che devono cambiare, soprtatutto dentro di me. Troppe decisoni rimandate, troppe paure che bloccano iniziative e voglia di fare. Devo trovare il modo di superarle, anche se non so ancora come.

L'unicia certezza che mi sostiene e' l'amore per Aquila e mio figlio, sono i fari che mi impediscono di perdermi nel mare in tempesta e di mantenere, nonostante mille problemi e difficolta, la giusta rotta verso la nostra isola dei sogni...a volte la sento vicina, a portata di mano, a volte, come per uno scherzo del dsetino, sembra allontanarsi come un mirgagio all'orizzonte. So che non devo farmi piegare dalle miei paure..loro sono sempre li, come spiritelli malevoli a mettere zizzannia nella mia mente, ma non avranno la meglio. Non glielo permettero'.

 
 
 

Proseguire...

Post n°70 pubblicato il 22 Marzo 2012 da anima.vera
Foto di anima.vera

Ieri io e Aquila siamo andati su a L., un piccolo paese dell'Altopiano. Doveva andare in banca da una sua cugina che lavora li' per parlare del mutuo.

Ci siamo trovati a meta' strada e poi abbiamo proseguito, come sempre quando andiamo su, io provo una gioia molto grande, difficile, se non impossibile da esprimere a parole.

Mentre lui era a colloquio con la cugina, mi sono fermata ad apettarlo in una piazzetta che da su panorama magnifico dei monti e della pianura sottostante...ed ho visto anche la prima rondine della stagione, che scorazzava felice tra le case...

Al rientro non abbiamo parlato tanto, ci siamo tenuti un po' la mano, fatti qualche carezza. Aquila e' molto stanco. Ormai lavora a ritmo continuo senza mai un giorno di vera liberta', lui e' forte come una roccia e sa sostenere questi carichi ma umanamente non e' normale una cosa del genere, e l'unica cosa che posso fare e' cercare di sostenerlo con il mio amore...

Per ora non possiamo cambiare questo stato di cose...

Invidio chi ha la possibilita' di poter vedere il proprio compagno/fidanzato sezna problemi...poter stare insieme, fare cose insieme...anche una serata tranquilli a vedere un film...

Sopno cose che noi possiamo solo sognare, anzi, evitiamo anche di farlo per non restarci male.

Come si fa ad andare avanti in queste condzioni, senza mollare? Non lo so... so solo che noi lo facciamo.

Penso per consolarmi agli emigranti che andavano all'estero...e che non potevano stare con le mogli per mesi, o anche anni...oppure ai soldati che vanno in guerra...penso che anche noi stiamo combattendo la nostra guerra con il mondo e che insomma...prima o poi finira' e avremo la nostra pace.

In questi giorni senza macchina ho cercato di smaltire un po' di cose da fare in casa, mettere ordine negli armadi, tra le scartoffie...qualche passeggiata per prendere i primi raggi di sole sul viso...con il piccolino ci sono stata solo martedi', ora aspetto che arrivi domani per il weekend.

Voglio portarlo a fare qualche piccola escursione nei dintorni, credo che ripeteremo l'eserienza del picnic, alla fine basta poco per stare bene...e qui la natura offre tante possibilita' per farlo.

Cerco di mantnermi serena anche se tutto e' ancora molto, molto difficile.

La fede nel domani non mi manca, pur con tutti i nostri momenti di sconforto, questo amore prosegue senza fermarsi....

 
 
 

Liberarsi...

Post n°69 pubblicato il 20 Marzo 2012 da anima.vera

Da due giorni ho iniziato a fare footing e un po' di running dopo pranzo...la schiavitu' della macchina a cui mi sono sottoposta per anni e' ora venuta meno e cosi' le mie gambe hanno finalmente ricominciato a muoversi per conto proprio....

Mi sono ricordata di quando ero ragazzina...due cose amavo al di sopra di tutto: scrivere e correre.

Lo scrivere mi e' sempre rimasto....a periodi piu' intenso che in altri, la corsa invece l'ho pian piano lascia stare anche per oblemi di schiena e articolari mi hanno fatta optare per sport meno impegnativi per lo scheletro, come il nuoto.

Ma solo ora che ho ricomiciato ho capito quanto mi sia mancato correre....

Alle medie ero addirittura arrivata a partecipare alle selezioni per le regionali dei Giochi della Gioventu'...me la cavavo molto bene e ricordo ancora la bruciante delusione per una squalifica causata da una mia presunta invasione di corsia, che in realta' non c'era stata...ma poche' prima di me avevano squalificato una ragazza di un'altra squadra per lo stesso motivo (anche se in quel caso l'invasione era stata lampante), io sono stata il capro espiatorio...avevo solo appoggiato il piede alla riga...ma ero dentro la mia corsia...e chissa'...per quei pochi centimetri forse mi sono giocata un futuro nello sport...

Riocordo ancora la mia partecipazione ad una gara nell'estate del 1981 a duna corsa organizzata nell'ambito di una Festa dell'Unita' nel paese dove andavo a trascorre tutte le estati...avevo 10 anni e ho vinto una coppa nella mia categoria. Deve essere ancora da qualche parte la foto di quella ragazzina con un paio di pantaloncini gialli e una canottierina a righe che sollevava una coppa grande come la meta' di lei...

Mi alzavo tutte le mattine alle 6 per allenarmi, la nonna dietro di me in bici...lei...la donna che ho amato piu' di ogni altra...la mia unica grande Elsa...

Crescendo dimentichiamo spesso chi siamo stati e cio' che ci rendeva speciali....

Ci adeguiamo a cio' che gli altri voglio da noi da noi e spesso mettiamo da parte la nostra vera natura....il perche' lo facciamo e' davvero un grande mistero.

Solo quando rifacciamo la strada per tornare a il nostro vero "Noi'" ricominciamo, o forse, iniziamo a Vivere veramente.

Oggi sentivo che le gambe volevano andare, e provavo una sensazione straordinaria, quasi magica, di leggerezza e una gioia cosi' grande...mi sono trattenuta solo perche' avevo il timore di farmi male...non sono allenata...devo iniziare poco alla volta per evitare strappi e traumi muscolari....ma voglio farlo.

Per il resto...alterno momenti di socialita' a momenti di solitudine ricercata.

Sono lontani i tempi in cui non potevo fare a meno di comuniciare continuamente al cellulare o al pc....

Ora ci sono dei giorni che, volontariamente, non accedo a social network o Msn, che peraltro non ho mai amato particolarmente. Sono per la vita vera...il virtuale, pur incuriosendomi, dopo un po' mi stanca.

Spero che le persone a cui tengo lo sappiamo che ci sono comunque anche se non mi vedono online.

Ho bisogno di vita REALE, di emozioni vere...di suoni, colori, profumi...sguardi, abbracci...

E domani, io e Aquila torniamo nel nostro Altopiano...

 
 
 

Passi avanti...

Post n°66 pubblicato il 15 Marzo 2012 da anima.vera

Ho provato a scrivere un post sui progressi che sto facendo nel rapporto con i miei ma per sbaglio l'ho cancellato....

Comunque mi riprometto di riparlarne....perche' e' importante....

Voglio parlare di famiglia ma anche di amicizia.

Sono i due temi che piu' mi hanno dato da lottare in questi ultimi anni...di sicuro anche io ci ho messo molto del mio perche' le cose non andassero come dovevano, ma dagli errori si impara e si cresce...

Sono un po' affaticata fisicamente, il cambio stagione per me e' sempre difficile, e ora ci si e' messo anche un fastidioso mal di denti...che dovro' assolutamente far vedere anche se avrei tanto voluto tenere quei soldi da parte per altre cose....

Aquila l'ho visto oggi e ci rivedremo domani...per lui si prospetta un altro lungo week end di lavoro...ma siamo sempre piu' legati nell'anima, e questo, piu' di ogni altra cosa, conta per noi.

Tante cose sono cambiate nel mio atteggiamento da un paio d'anni a questa parte...forse la famosa "maturita'" che ho tanto stentato a raggiungere si sta perfezionando ora, insieme ai primi capelli bianchi...con piu' consapevolezza e senso di responsabilita'....ma so che c'e' ancora molto da fare per migliorare. Spero di riuscirci.

 
 
 

Donne violate...

Post n°65 pubblicato il 13 Marzo 2012 da anima.vera

Ieri sera ero tranquilla a sistemarmi delle cose al PC quando ho sentito delle urla violente provenire dall'appartamento accanto...

L'ennesima lite tra il mio vicino e la sua ragazza....

Conosco lei, e' una persona fantastica, intelligente e con moltissime qualita'...lui e' un cafone quarantenne arricchito, viziato e maleducato, al quale ho tolto il saluto gia' da un paio d'anni.

Mi chiedo spesso come certe donne, alle quali davvero non mancano qualita' e risorse per essere felici  e altrettanto felicemente accompagnate da una persona degna di loro, si ostinino a coltivare rapporti in cui la prevaricazione e la mancanza di rispetto sono all'ordine del giorno....

Elena, la  ragazza cui parlo e', secondo me, l'esempio lampante di come il desiderio di una storia a qualunque costo possa portare ad una convivenza malata e pericolosa...

Qualche volta abbiamo parlato di questo...lei e' una persona intellettualmente onesta e riconosce che le cose tra di loro non vanno affatto bene, tant'e' che ha deciso di comprarsi un appartamento nel quale andra' presto a vivere per conto proprio...ma mi ha anche detto che non sara' facile liberarsi di lui...per convincerlo ha dovuto dirgli che si fermera' a dormire li' solo qualche volta perche' le e' piu' comodo per raggiungere il lavoro...

Una volta alle nostre conversazioni si e' unita un'altra vicina, sposata, che ha detto "anche se sembrano cattivi...in fondo sono buoni dentro".

Col cavolo! Se uno a 40 anni si comporta cosi' e' uno stronzo, uno stronzo e basta, ed e' proprio a causa di donne tolleranti ad oltranza che si perpetuano le prevaricazioni e le umiliiazoni...fino a sfociare, nei casi peggiori, in delitti mostruosi....ma il delitto piu' grande a mio parere e' l'annullamento della personalita', e il suicidio psichico a cui si sottopongono tante di queste donne.

Non a caso in questo periodo di crisi ecomomica (e anche di valori) il reato di femminicidio e' spaventosamente cresciuto...a danno di donne che vivono situazioni matrimoniali o di convivenza oltre il limite del tollerabile, accanto a compagni immaturi e sempre pronti a girare l'occhio dietro la prima gonnella disponibile...uomini senza dignita', senza midollo e senza palle, che riescono ad imporsi solo grazie alla violenza, molte volte non solo fisica, ma anche psicologica...che e' quella che forse fa i danni peggiori e piu' duraturi.

Ma perche' tanti uomini (non tutti per fortuna) si comportano cosi'? C'e' chi da la colpa all'emancipazione femminile, che ha scardinato i ruoli tradizionali su cui la nostra societa' si e' fondata per secoli. Il (pover') uomo si sente defraudato di un suo certo potere decisionale all'interno della coppia, e avere a che fare con una donna spesso piu' intelligente e capace di lui lo rende ancora piu' vulnerabile e represso. Io credo che questa lettura sia limitativa e fondamentlmente maschilista, in quanto giustifica l'uso della violenza come sfogo inevitabile per superare un grave deficit relazionale, credo che gli uomini (quelli intelligenti) abbiamo solo da trarre vantaggio da donne piu' consapevoli che non si fanno mettere facilmente i piedi in testa, come spesso facevano le nostre nonne e molte delle nostri madri...per il quieto vivere e per non so quale salvaguardia di una buona armonia familiare.

Mi auguro solo che Elena trovi la forza di chiudere definitivamente questo rapporto...che impari a stare bene con se' stessa...e che poi trovi finalmente un Uomo che sappia amarla e rispettarla per la bella persona che e'.

 
 
 

Ritratto di un matrimonio....

Post n°64 pubblicato il 12 Marzo 2012 da anima.vera

Il week end e' trascorso tranquillamente, sabato mattina ho visto Aquila, ci siamo trovatri a meta' strada vicino ad un centro commerciale dove siamo andati a fare un po' di spesa. C'era anche mio figlio...i due non si vedevano da un pochino ma in poco tempo si e' ristabilito subito il filo di simpatia che li lega...

Mio figlio e' un po' timido ma Aquila sa come prenderlo.

Mi piace quando faccianmo la spesa insieme, e' un momento di relax e a me ispira un senso di famiglia...certo...prima che tutto possa sistemarsi in tal senso ci vorra' ancora un po' di tempo, intanto ci godiamo di questi piccoli momenti insieme.

Verso mezzogiorno ci siamo salutarti, Aquila e' andato al lavoro e noi siamo rientrati a casa.

Dopo pranzo siamo andati dalla mia amica, doveva venire lei ma aveva un problema e cosi' ci siamo avvicinati noi dalle sue parti. Le ho portato due bici piccole di Fabio, che ora usera' il suo secondo figlio. Ci siamo poi fermati a mangiare una pizza da lei e dopo siamo andati in paese vicino a vedere il rito del "brusa la vecia"...un falo' ispirato ad antiche tradizioni contadine che celebra la fine dell'inverno. E' stato molto suggestivo, i bambini ne sono stati entusiasti.

Conosco A. da diversi anni...l'incontro e' avvenuto all'universita', durante la preparazione della tesi. Svolgevamo un argomento simile, anche se affrontato da punti di visti diversi (il suo era un approccio statistico, il mio storico-sociale). All'inizio lei mi guardava con sospetto perche' pensava che volessi "rubarle le idee", quando ha capito che la mia ricerca era completamente diversa dalla sua si e' tranquillizzata e un po' alla volta siamo diventata amiche. Non amiche strettissime pero'. Lei non ha un caraattere che si sposa bene con il mio, ma negli anni abbiamo imparato a conoscerci e  rispettarci.

Lei ora vive in una splendida casa in campagna accanto alla sua famiglia, il quadretto familiare sarebbe perfetto se non per il "trascurabile" dettaglio che suo marito vive evidentemente il matrimonio come una specie di gabbia....lei si e' un po' confidata su questo ed io ho cercato di minimizzare anche se durante la serata lui e' sparito per piu' di mezzora per una telefonata...e sinceramente la cosa mi e' sembrata molto brutta, anche se lei mi ha detto che sono telefonate di lavoro.

Non lo so...sara' che dopo le batoste che ho preso sono diventata sospettosa, ma l'esperienza mi ha insegnato a riconoscere i segnali delle cose che non vanno per come dovrebbero, anche se so che spesso una donna, pur di non perdere le sue apparenti sicurezze, e' disposta a tollerare e a giustificare l'inverosimile. Io al suo posto mi sarei arrabbiata e di brutto, lei invece ha fatto solo una battuta un po' ironica.

Mi ha parlato delle loro vacanze a Rodi e nel Mar Rosso....sinceramente non l'ho invidiata...vista la situazione mi sa tanto di "contentino" concesso dal marito per poi fare quello che vuole...

Io non so piu' cosa sia una vacanza, non so cosa significa avere un marito che torna a casa tutte le sere, pero' non scambierei mai il mio rapporto con il suo....

 
 
 

Tenere duro...

Post n°63 pubblicato il 09 Marzo 2012 da anima.vera

Sto tenendo duro, piu' che posso, per riuscire a far fronte a tutte le spese. Stamattina se ne sono andati quasi 400 euro tra assicurazione auto e mensa scolastica del pupetto. Fortunatamente mi sono data da fare lo scorso mese e quesi soldi ero riuscita a metterli via. Ora aspetto la bolletta del gas e spero solo che non sia la stangata che mi immagino...vorrei tanto passare un mese una volta ogni tanto senza dovermi angosciare...

E' dura, davvero dura.

Anche Aquila sia ammazza di lavoro per il suo prestito da ripagare: 600 euro al mese, e cio' resta se ne va tra benzina e poco altro.

Mi spiace che siamo messi cosi'...se avessimo tutte le nostre cose a posto potremmo pensare di vivere insieme...ma cosi' e' impossibile...

Sto rinunciando a molte cose ma ormai mi sono abituata. La spesa e' diventata una vera e propria arte del risparmio, anche se ormai la qualita' dell'alimentazione e' scaduta molto, per non parlare dei vestiti: l'ultima volta che ho comprato una maglia e' stato 6 mesi fa...le scarpe pure.

Prima ci pensavo di meno agli acquisti...spesso li facevo perche' qualcosa mi piaceva e non perche' ne avessi bisogno effettivamente. Ora non ragiono piu' cosi'. Le cose durano fino al loro naturale esaurimento. E sicuramente tutto questo sta dando i suoi frutti nella gestione delle finanze, sicuramente piu' oculata.

Certo che se tutti iniziano a fare cosi' sara' inevitabile che il sistema economico rallenti ancora di piu'...ma chi l'ha detto che prima andava bene? Ci eravamo abituati ad uno stile consumistico-schizofrenico, io ad esempio riuscivo a cambiare un cellulare 3-4 volte l'anno solo perche' mi andava di provare qualcosa di nuovo, salvo poi tornare al modello precedente (cosi' spendevo 3 volte per lo stesso oggetto...si puo' essere piu' stupidi di cosi'?)...ora quello che ho ce l'ho da 3 anni e finche' non morira' di morte propria non lo cambiero'.

Idem per le scarpe da ginnastica: quelle che uso di solito le ho da piu' di due anni ma c'e' stato un anno che ne ho comprate almeno 8 paia...per fortuna le ho conservate e ora le mette mio figlio che ha lo stesso numero (e visto che ormai ne fa fuori un paio ogni 20 giorni, mai acquisto inutile e' stato meglio sfruttato)...ma non per tutto ho potuto fare cosi'.

E cosi', ho iniziato a vendere il superfluo al mercatino dell'usato: borse, scarpe, abbigliamento, bigiotteria...avevo tante, troppe cose che praticamente usavo pochissimo o non usavo affatto, comprate in un momento di capriccio, senza una vera e propria logica, nemmeno quella del consumatore medio che avevo studiato all'esame di economia politica quando andavo all'univesita'...se penso che magari quei soldi avrei potuto usarli per un'adozione a distanza magari...ora mi sentirei meno in colpa, saprei che sarebbero serviti a qualcosa di utile e di vero valore e non per cavolate.

Spero di rimettermi presto a posto con le finanze e davvero voglio farla un'adozione a distanza, perche' il mondo non puo' essere cosi' iniquo: a chi troppo e a chi nulla.

Domani mattina vedo Aquila mentre nel pomeriggio dovrebbe venire una mia ex collega di universita' con i suoi figli perche' le ho promesso che le avrei regalato un paio di bicilettine di Fabietto.

Spero di passare un weekend tranquillo, e da lunedi', si ricomincia con il nuoto. Ne ho bisogno per scrollarmi di dosso la pigrizia dell'inverno e per praparare il corpo e lo spirito alla bella stagione. Che speriamo arrivi presto.

 
 
 

Le cose semplici...

Post n°61 pubblicato il 05 Marzo 2012 da anima.vera

Aquila e' venuto da me sabato mattina, non avevamo molto tempo ma abbiamo cercato di renderlo speciale.

Poco distante da dove abito c'e' un piccolo parco dove un sacerdote molto simpatico alleva animali e li tiene liberi di scorazzare in giro. Quel luogo e' una vera e propria oasi di pace e serenita', ed e' anche molto istruttivo, non solo perche' si assiste con stupore al meraviglioso ciclo della vita che si perpetua ma anche perche' la convivenza di specie cosi' diverse tra loro in armonia dovrebbe essere d'insegnamentro a noi, esseri umani, che spesso ci comportiamo peggio degli animali.

Negli ultimi giorni sono nate tre cucciolate di conigli, e volevo che Aquila li vedesse. Lui quando sta nella natura, ritrova se' stesso, sono le uniche volte che lo vedo davvero sereno e in pace...io lo porto li' solo per vederlo sorridere...

Quel posto ha il magico potere di rilassare la mente e lo spirito, basta stare mezzora li' e l'effetto e' infinitamente piu' benefico che una seduta dallo psicologo o un cocktail antidepressivo...

E soprattutto, a noi ricorda cio' che desideriamo e che speriamo di portare a compimento un giorno non troppo lontano.

Ieri invece e' stata una giornata piu' pigra, il tempo e' peggiorato e cosi' me ne sono stata a casa a leggere, che e' la mia grande passione. Non posso permettermi molti libri ma quando ne trovo uno di un autore che mi ha emozionato, lo prendo sempre.

Ho divorato "Diario di una donna pubblica" di Valérie Tasso. La scrittrice francese che ha scandalizzato il mondo con "Diario di una ninfomane".

Ho sempre trovato molto interessanti le testimonianze delle donne che in un certo periodo della loro vita sono passate attraverso la strada della prostituzione. Che si possa condividere o meno questa scelta, ci vuole una gran dose di coraggio per affrontarla e restarne indenni, e trasformarla in un'esperienza di crescita e conoscenza di se' stessi.

Lei l'ha fatto. E ha avuto il coraggio di mettere nero su bianco tutto, ma proprio tutto.

Viviamo in un mondo che ha mercificato ogni cosa, quindi scandalizzarsi per questo e' quantomeno ipocrita visto che all fine cio' non e' altro che il risultato di scelte ben precise che le nostre societa' hanno fatto. Tutto e' apparenza, tutto si puo' vendere e comprare. Compreso il proprio corpo. Anche sogni ed illusioni. Tutto.

Ecco perche' la nostra societa' e' cosi' infelice e alla continua ricerca di quel "di piu'".

Questa settimana vorrei prendermi un po' cura di me...e' da un po' che non vado a nuoto, anche se ultimamente sto molto di piu' all'aria aperta e cerco di camminare tutte le volte che posso. Pero' so che non basta.

Non ho troppi chili in piu', ma forse qualcuno in meno non sarebbe male...

Da un po' di tempo evito accuratamente tutti i cibi "spazzatura" tipo patatine, cioccolata e salami...l'unica cosa a cui non riesco a rinunciare (e non lo voglio nemmeno) e' la birretta serale. Almeno quella non toglietemela...e' il mio relax dopo giornate piene di pensieri e strategie da trovare per riuscire a pagare bollette, balzelli e simili...

Il gesto di aprire una birra fresca di frigo alla fine della giornata, magari mentre mi diletto ai fornelli, e' un piacere per me davvero irrinunciabile...

E fanculo ai chili in piu'...

 
 
 

Una giornata serena....

Post n°60 pubblicato il 02 Marzo 2012 da anima.vera

L'inverno e' proprio finito...ieri, 1 marzo, e' stata una giornata davvero stupenda: 20 gradi, leggera brezzolina...si stava da Dio.

E' stato uno di quei rarissimi giorni in cui mi sono sentita davvero in pace con me stessa, e questo ultimamente non succede quasi mai. Un po' come trovarsi nell'occhio del ciclone: tutto intorno e' bufera ma tu sei nel punto estato in cui tutto e' fermo e calmo.

Questi ultimi giorni infatti sono stati molti pesanti per via di discussioni con miei. Ho capito che non hanno capito niente della mia situazione, e questo mi ha addolorata profondamente. Il solo pensiero di vederli ieri mi faceva stare male.

Per fortuna mi sono vista con Aquila al mattino, e siamo andati a farci il nostro soltito giro di meta' settimana. Abbiamo percorso in auto una stradina di campagna e ci siamo soffermati a commentare le case, il paesaggio...anche nei luoghi meno belli risuciamo a trovare degli spunti di curiosita'...una casa diroccata diventa il pretesto per parlare di come sarebbe bello ristrutturarsene una, magari con dello spazio per tenerci degli animali...e' il nostro modo di immaginare il futuro...anche se dentro resta sempre l'inquietudine che tutto possa andare storto...

Queste maledette paure...non cessano mai di affacciarsi....

Questo week end il piccolino stara' con il mio ex marito, e Aquila lo vedro' domani mattina...gia' mi sembra incredibile vederci di sabato...per noi e' tutto cosi' complicato, sempre, per il fatto che abitiamo lontani e  abbiamo pochi soldi per la benzina e tutto. Anche solo per un pizza se ne andrebbero almeno 50 euro tra andare e tornare e ristorante, e non ce lo possiamo permettere. Nemmeno occasionalmente.

Ma domani e' un altro giorno, e cosi', come sempre, andiamo avanti.

 
 
 

Voglio credere...

Post n°59 pubblicato il 29 Febbraio 2012 da anima.vera

Ho letto queste parole in un blog, e le riporto qui perche' sono quello che io sento dentro di me ogni giorno:

Voglio vivere, voglio lottare, voglio sentire la mia anima stridere contro quella altrui, voglio che la mia anima si illumini come non mai, voglio volare.
Abbraccia sempre i tuoi sogni...se vuoi essere un'eroe devi avere dei sogni e onore, abbraccia i tuoi sogni, e qualunque cosa accada difendili sempre con onore...cavalieri della vita e della dea Fortuna, condottieri delle nostre anime, clangore delle lame spezzate, la sinfonia che ti accompagnerà fino alla fine della tua battaglia.
Morte o gloria,non importa, se tu hai lottato al massimo e senza macchie e paura, allora la tua spada sarà una leggenda.

Caspita...io quando leggo queste cose mi emoziono moltissimo, perche' capisco che sono frasi scritte da qualcuno che magari ha sofferto e ha lottato con tutte le sue forze per cio' in cui credeva....ed io ho bisogno di questi esempi per trovare il coraggio e la forza di andare avanti e non arrendermi.

Perche' per quanto io cerchi di esprimermi qui al massimo di cio' che sento vero e giusto, non mi riengo AFFATTO una persona forte ed immune da tutto, anzi, ogni giorno lotto contro le mie fragilita', le mie paure, le mie lacune inespresse ma cosi' presenti...

Io non parlo molto della nostra vita intima qui dentro per una mia forma di pudore, perche' non mi piace dire quello che faccio e quaello che non faccio, credo sia una sfera molto personale e privata che merita di essere preservata agli occhi dei piu'.

Posso solo dire che pur essendoci un'attrazione veramente forte tra noi (quando siamo vicini, come in macchina ad esempio, cerchiamo sempre il contatto fisico dell'altro) noi abbiamo purtroppo molto raramente la possibilita' di avere un'intimita' tranquilla ed appagante.

So che per molti la sessualita' e' un fattore fondamentale per l'unione della coppia, nel nostro caso, pur essendo presente in noi questa forte energia, non la possiamo vivere quando desideriamo e ci sono dei giorni che mi manca, mi manca moltissimo sentire il suo corpo caldo e vivo che arde di passione per me, com'era agli inizi, quando potevamo ritagliarci indisturbati i nostri spazi in cui viverci al 100%....e passavamo intere giornate ad amarci, fuori dal mondo...nel nostro magico mondo....

Questa mancanza, tuttavia, non ha spento l'amore che ci lega, anzi, lo stare spesso a lungo senza sesso (per fattori di forza maggiore e non certo per volonta') ci ha permesso di sviluppare altre forme di comunicazione affettiva, ancora piu' profonde e grandi...e non scambierei tutto questo con niente altro al mondo.

Vi dico tutto cio' perche' mi fa riflettere il fatto che non faccio altro che sentire parlare di sesso (tv, internet, gironali), come se tanta gente non riuscisse a farne a meno, come se fosse l'unica cosa che davvero conta, come se tutto ruotasse solo intorno a quello.

E' vero, e' una forza molto potente. E' un'energia vitale che sopprimere e' sbagliato. Ma andrebbe vissuta con la totalita' del proprio essere...non come si vuol far credere...come un usa e getta....

Probabilmente si sta chiudendo l'era del consimismo materiale, ma non certo quella del consumismo dei corpi....

Non mi mancano le possibilita' di incontrare e conoscere persone che sarebbero ben liete di ricoprire il ruolo di amante occasionale, ma non cerco questo...

La verita' e' che queste cose io le vorrei solo da lui.

So che se permettessi a qualcuno di coprire questa mancanza me ne pentirei subito, mi sembrerebbe di dissacrare qualcosa di immenso.

Come vedete, non sono cosi' forte, anzi. I pensieri li ho, come tutti. Se qualcuno mi dimostra interesse, non sono di ferro. Mi sento cosi' piccola, cosi' indegna di tutto...e non so nemmeno perche' le scrivo queste cose...forse perche' come essere umano voglio cercare di dare una risposta a tutto questo...a questa mia paura di credere di essere veramente amata nonostante tutto e tutti e nonostante non possiamo fare determinate cose...e forse scrivere di tutto questo e' proprio un modo per esoricizzare la paura...che tutto questo sia troppo bello per essere vero...

E forse dovrei solo pensare che e' cosi'...che e' bellissimo avere accanto una persona che ti ama lo stesso anche se non puoi andarci a letto insieme tutte le volte che vorresti...e che questo non significa affatto che in mancanza di cio' lo faccia con altre persone magari piu' a portata di mano...

Spero con tutta me stessa che sia tutto vero.........

 
 
 

La forza e la leggerezza

Post n°58 pubblicato il 27 Febbraio 2012 da anima.vera

In quest'ultimo scorcio di fine inverno questo week end ci ha regalato un tempo quasi primaverile. Sabato io e il piccolino abbiamo trascorso una giornata all'aperto, con picnic sui colli e visita ad un parco di animali. Il tutto a Km 0, visto che queste bellezze si trovano nei dintorni di casa...

Per il picnic ci siamo arrangiati andando a comprare pane e affettati, costo complessivo del tutto: 8 euro.

Alla fine, anche se siamo in tempi di cirsi e la benzina costa un'occhio, si puo' sempre fare qualcosa di interessante valorizzando cio' che la propria zona offre...e la mia, devo dire, e' davvero molto bella e ricca di possibilita'. Si possono fare passeggiate nei sentieri, visitare oasi naturalistiche, rilassarsi nella natura, andare per sagre e feste di paese.

Voglio che con l'arrivo della bella stagione tutto questo diventi un'abitudine di vita: stare all'aperto il piu' possibile e godere di cio' che la natura offre qui vicino.

Aquila era al lavoro, come tutti i week end, ma speriamo che prossimamente riesca a ritagliarsi qualche sabato o domenica pomeriggio per stare con noi.

Mi spiace tanto saperlo al chiuso 7 giorni su 7, vorrei tanto che per lui le cose cambiassero, che lo pagassero meglio per fare quello che fa...le tante ore sono dovute al fatto che il lavoro in palestra non e' tra quelli meglio retribuiti...certo, l'ambiente puo' esserestimolante e dinamico, pero' di certo per avere uno stipendio decente, in assenza di un altro lavoro, devi essere li' mattina pomeriggio e sera.

Aquila e' uno che lavora sodo, non si fa problemi a svegliarsi alle 5 e ad andare a letto a mezzanotte, anche se penso che questa vita sia veramente allucinante, tuttavia, questo e' il prezzo che dobbiamo pagare ora per riuscire piu' avanti a fare cio' che desideriamo.

Questa settimana voglio iniziare a fare il cambio degli armadi cosi' quando arrivera' la bella stagione saro' preparata e non dovro' piu' andare su e giu' tra il garage e la lavanderia a cercare cose da mettermi. Come sempre cui sara' la cernita di fine inverno delle cose da portare al mercatino dell'usato.

E' un momento piacevole, questo, mi diverto a fare vl'inventario delle mie cose, tenere cio' che serve e liberarmi di cio' che e' diventato inutile, e' una forma di eserczio anche per la mente.

Continuo a leggere blog conosciuti e nuovi, vedo che tante persone lottano ogni giorno per mantenere degli equilibri nelle loro vite, ed effettivamente mi rendo conto che la mia situazione, pur esssendo dura, e' meno grave di tante altre.

Ormai ho smesso di fare paragoni con il passato. Quando ero sposata avevo un tenore di vita molto diverso dall'attuale, avevo delle cose che allora consideravo normali e ora mi sembrano dei lussi stratosferici. Tipo: una vacanza in Sardegna. E quando mai ora me la potrei permettere?

Tuttavia, ora ho delle cose, che in realta' non sono cose perche' non sono quantificabili, che considero sicuramente preziose. L'amore del mio uomo, i nostri sogni, e la me stessa che e' venuta fuori da tutto questo percorso irto di difficolta' e lotte quotidiane per sopravvivere.

Se dovessi scegliere tra la Silvia di allora e quella attuale non avrei dubbi.

Mille volte meglio ora, che sono diventata consapevole di ogni cosa, nel bene e nel male, ora che ho imparato a soppesare le mie azionei e non agisco piu' sulla base dei miei bisogni e delle mie lacune, e tutto questo l'ho raggiunto senza l'aiuto di psicologi, farmaci, preti o quant'altro.

Io sono soddisfatta di me stessa, credo di aver fatto finora quello che umanamente potevo per mantenermi a galla in questi tempi cosi' duri, anche se quello che ho dovuto passare non lo auguro a nessuno.

Spero solo che tutto questo finisca prima o poi, e fortunatamente so che sara' cosi'.

Non dobbiamo mai, mai perdere la speranza di vivere tempi migliori, per quanto questo mondo sia tante volte violento e tiranno con i piu' deboli.

Dobbiamo anzi cercare di mordere con i denti questo periodo, di resistere e reagire con tutte le nostre forze. Che cerchino pure schiacciarci: noi tireremo fuori l'orgolglio e la dignita' dei veri combattenti. E manterremo lo spirito e la leggerezza degli angeli.

 
 
 
Successivi »
 

Il vero amore é quello che rischia e combatte, senza stancarsi mai

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

anima.veraAngyitAdvocaatinfodolcebluiris1ailata76fdurante0maristellabella11vcybergypsymiamickyDominellamary.cit1976beisogni1982volafarfallina1991