« Tremila euro all'anno d...Al Tg 5 Saddam come San ... »

Mario Scaramella è un prigioniero politico ?

Post n°14 pubblicato il 27 Dicembre 2006 da il_primo_solista
Foto di il_primo_solista

Mario Scaramella è stato arrestato alla vigilia di Natale al suo arrivo all'aeroporto di Napoli impedendogli di fatto qualsiasi contatto con i media. Alcuni magistrati evidentemente ritenevano necessario mettere subito in arresto un uomo accusato di calunnia, peccato che per un reato minore come questo che io ricordi, nessuno è mai finito in galera, per non parlare che in Italia in galera non riusciamo più neanche a tenerci i criminali, quelli veri.

Ma entriamo nello specifico. Scaramella ormai come molti sanno è un consulente della commissione Mitrokhin ed è stata l'ultima persona ad incontrare Litvinenko, l'ex spia russa oppositore di Putin avvelenato con il polonio 210 dal KGB ( adesso  FSB ) a Londra. Sapendo che era disponibile a collaborare quest'uomo è stato messo stranamente in galera per l'accusa di calunnia quando per un reato simile al massimo si chiedono risarcimenti, come mai allora questa urgenza di mettere in carcere subito prima di natale una persona incensurata per poi sentirlo solo dopo che i magistrati avranno passato serenamente le feste tra panettoni torroni e spumante ?! Che urgenza c'era ? Come mai tanto accanimento per un reato di opinione, perche come tale andrebbe considerato.

Ricordiamoci che questo arresto è stato preceduto da una campagna di Repubblica centrata su un'intervista ad un altro esule russo a Londra anche lui ex spia del KGB, Oleg Gordievsky, il quale sembrava dire che Scaramella e Guzzanti ( presidente della commissione ) erano parte di un piano per screditare Prodi. In realtà Gordievsky adesso afferma tutto il contrario ed è solidale con tutti e due, dice che Repubblica ha manipolato la sua intervista e che basta guardare quella cassetta per rendersi conto che dice il vero, peccato che dal giornale di De Benedetti ci fanno sapere che la cassetta con l'oriiginale non la trovano più, che sbadati. Gordievsky afferma insiema alla polizia britannica che il piano per uccidere Litvinenko prevedeva di avvelenarlo appena prima che incontrasse Scaramella in modo che la colpa ricadesse sull'italiano ma hanno esagerato nelle dosi per cui annche scaramella insiema ad altri sono stati contaminati. Quindi, secondo il "teste" che Repubblica ha usato per attaccaccare Scaramella e perciò di conseguenza Guzzanti, in realtà Scaramella era la vittima del piano del KGB che cercava di farlo apparire come la persona che aveva versato il polonio nel cibo di Litvnenko, ma dove il KGB ha fallito a quanto pare arrivano a supporto Repubblica e dei fedelissimi magistrati italiani.

Oltre a questa intrigata vicenda, la cosa interessante che dice è quella che ho notato anche ripetuta in quasi tutti i libri e interviste degli ex ufficiali del KGB che si trovano adesso in occidente. Anche Gordievsky sostiene in base alle sue esperienze che:

Domanda: Lei pensa che quello che ha scritto Repubblica in questi giorni sia autentico e corretto ?

"io ho molti fondati sospetti su quel giornale e non soltanto su quello, Il KGB pagava giornali e spesso giornalisti occidentali e li usava per costruire il falso  usandolo contro l'occidente"

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Liberati dal giudice Giorgio Piziali i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia di stupro le bambine e con continue percosse i bambini. 
 

Simili comportamenti da parte dei magistrati sono possibili perchè l'ordinamento giuridico italiano e le sue tonnellate di codici consentono la più assoluta discrezionalità e l'assoluta libertà di interpretazione. In pratica secondo i nostri codici ed ordinamenti ad assoluta discrezione chiunque potrebbe essere arrestato e tenuto in galera persino per un semplice saluto, e sempre a discrezione, chi viene ritenuto un assassino potrebbe, per volere del giudice, immediatamente essere prosciolto e tutto senza contraddire i suddetti codici e ordinamenti. Oltretutto tale "settore" non è sottoposto ad alcun controllo democratico. Quindi tutto perfettamente, dal punto di vista italiano, legale e formalmente ineccepibile. Che poi lo sia anche dal punto di vista dei diritti umani, civili e politici è un'altro conto. Perchè di potere assoluto si tratta. L'ordinamento giuridico è, come dimostrano i fatti da quindici anni a questa parte è nella sostanza intoccabile, anche se formalmente il parlamento può emanare leggi in tal senso. Chi tocca muore questo è quello che è sempre capitato. Per bilanciare un simile potere , unico nell'intero mondo occidentale, la costituzione prevedeva l'immunità parlamentare (cioè la tutela per tutta la legislatura dei rappresentanti del popolo) abolita proprio per volere di quella sinistra antidemocratica che continua a starnazzare ipocritamente al proprio popolino che la costituzione è sacra ed intoccabile.

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

Ultime visite al Blog

brunella.barbettafreehittergeishaxcasomassimilano1Raffy_dglpsicologiaforenseezio.stiliconemmdd0s.melorioto_revivelo_snorkiantonioallegri55card.napellusnicolina1947violamammola56
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom