« Messaggio #25A discrezione del giudice »

Il buffone triste

Post n°26 pubblicato il 18 Novembre 2007 da il_primo_solista

Se siamo quello che mangiamo Luttazzi deve essere quello che credo, d'altra parte lui che è un  esperto del ramo dice che siamo in un paese di m...., e come dargli torto, se accade che comici di partito rubano il mestiere ai politici ma con un’aggiunta di fanatismo moralista che mette i brividi. Lo stuoino di certa sinistra massimalista incarna perfettamente il modello dell'intellettualino che crede di essere un missionario per conto di Dio.  Questo è un emerito imbecille, così lo consacrato qualche anno fa leggendo una sua lettera al Foglio nella quale rispondendo a Fabrizio Rondolino, il comico razzista scriveva: "sono contento che Rondolino sia sionista: disprezzarlo per il Grande Fratello era troppo poco". Evidentemente per questo esserino "sionista" suona come qualcosa di ripugnante e c'è da chiedersi che razza di atmosfera ha respirato finora questo individuo e chi gli ha imbottito il cervello di così tanta spazzatura ideologica .

 Adesso purtroppo è tornato su  Rai 3...volevo dire La7, ( spesso  non ne individuo la differenza ) e autoplocamandosi il re della satira si permette di dire e fare qualsiasi sciocchezza. Il risultato sembra essere un cumulo di volgarità estremamente infantili e un disgustoso quanto criminale eccesso. Nell'ultima puntata ha vomitato una serie infinita di banali e stereotipate battutine contro gli Stati Uniti; dalla guerra all'Irak al Kosovo dimenticando casualmente le Torri Gemelle, le innumerevoli vittime del fondamentalismo e il nucleare dell'Iran nazislamico, sa bene che un po' di antiamericanismo fa sempre comodo per alzare gli ascolti di un pubblico in media abbastanza ignorante. fin qui tutto prevedibile e tutto lecito, anche se criticabile. Il problema sorge subito dopo, quando Luttazzi si permette di sparare un'assurdità non solo imbarazzante per quanto è falsa, ma soprattutto, e questo è grave,  vergognosa perchè calpesta il sangue di vittime innocenti: dice il simpaticone che in Serbia Milosevic fece duemila vittime mentre la Nato diecimila! Ora, a parte la stupidità intrinseca nella polemica dell'affermazione ( se la Nato non fosse intervenuta le conseguenze sarebbero state infernali e Milosevic avrebbe portato a termine completamente la pulizia etnica, ma questo ad un invasato in effetti può sfuggire ) ciò che mi indigna è la falsità palese del dato numerico, un dato strettamente legato a vite umane spezzate!

Questa non è satira ma bestialità, non è genialità, ma spazio mediatico sfruttato per indottrinare all'odio contro l'Occidente sabotando la realtà storica. Questa non è cultura, ma offesa ad un dramma umano operata ignorando volutamente i fatti. Tutto questo oltre ad essere dozzinale e politicamente corretto, non fa ridere e si presume che un comico dovrebbe anche far ridere a meno che non ho colto il lato umoristico di una gag in cui due personaggi che inscenavano due barboni mentre uno vomitava l'altro si mangiava ciò che il primo aveva rimesso. Se questa è satira allora nei reparti per i malati di tubercolosi si ride a crepapelle.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Liberati dal giudice Giorgio Piziali i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia di stupro le bambine e con continue percosse i bambini. 
 

Simili comportamenti da parte dei magistrati sono possibili perchè l'ordinamento giuridico italiano e le sue tonnellate di codici consentono la più assoluta discrezionalità e l'assoluta libertà di interpretazione. In pratica secondo i nostri codici ed ordinamenti ad assoluta discrezione chiunque potrebbe essere arrestato e tenuto in galera persino per un semplice saluto, e sempre a discrezione, chi viene ritenuto un assassino potrebbe, per volere del giudice, immediatamente essere prosciolto e tutto senza contraddire i suddetti codici e ordinamenti. Oltretutto tale "settore" non è sottoposto ad alcun controllo democratico. Quindi tutto perfettamente, dal punto di vista italiano, legale e formalmente ineccepibile. Che poi lo sia anche dal punto di vista dei diritti umani, civili e politici è un'altro conto. Perchè di potere assoluto si tratta. L'ordinamento giuridico è, come dimostrano i fatti da quindici anni a questa parte è nella sostanza intoccabile, anche se formalmente il parlamento può emanare leggi in tal senso. Chi tocca muore questo è quello che è sempre capitato. Per bilanciare un simile potere , unico nell'intero mondo occidentale, la costituzione prevedeva l'immunità parlamentare (cioè la tutela per tutta la legislatura dei rappresentanti del popolo) abolita proprio per volere di quella sinistra antidemocratica che continua a starnazzare ipocritamente al proprio popolino che la costituzione è sacra ed intoccabile.

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

Ultime visite al Blog

brunella.barbettafreehittergeishaxcasomassimilano1Raffy_dglpsicologiaforenseezio.stiliconemmdd0s.melorioto_revivelo_snorkiantonioallegri55card.napellusnicolina1947violamammola56
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom