« Il buffone tristeUn'anagrafe anche per i rom »

A discrezione del giudice

Post n°27 pubblicato il 03 Luglio 2008 da il_primo_solista
Foto di il_primo_solista

Nella magistratura italiana Ŕ talmente forte la componente ideologica che se i giudici smettessero di andare in procura a guadagnarci sarebbe l'intero sistema giudiziario, tanto i processi anche quelli civili procederebbero alla stessa velocitÓ.

La giustizia Ŕ ormai malata in modo terminale, sono stati persino liberati i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia.

Ieri il giudice Giorgio Piziali ne ha liberati quattro perchŔ a suo "imparziale" parere l'istituto del fermo Ŕ stato piegato da altri fini tutti gravemente lesivi delle regole che presiedono la libertÓ personale. In realtÓ siamo di nuovo di fronte ad un'altro Gip che piega la giustizia ai suoi ideali per il quale il sacrosanto diritto dei bambini di non essere maltrattati e sfruttatti non conta nulla. Secondo quest'uomo il fermo Ŕ stato piegato da odiose motivazioni razziste, non lo dice certo esplicitamente ma il senso lo si legge chiaramente nel suo giudizio che arriva a farneticare l'assoluta assenza di un reale e concreto pericolo di fuga..ricordo che stiamo parlando di nomadi.

mi chiedo come le minacce di stupro per le bambine e botte per i bambini possano essere giudicate da un magistrato come semplici "espressioni rudi e volgari". Simili motivazioni davvero incompresibili a molti probabilmente non lo sono per chi ha dovuto o voluto subire quella dottrina sociale cattocomunista che giustifica tutti gli usi e costumi pi¨ ignobili e degradanti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Liberati dal giudice Giorgio Piziali i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia di stupro le bambine e con continue percosse i bambini. 
 

Simili comportamenti da parte dei magistrati sono possibili perchè l'ordinamento giuridico italiano e le sue tonnellate di codici consentono la più assoluta discrezionalità e l'assoluta libertà di interpretazione. In pratica secondo i nostri codici ed ordinamenti ad assoluta discrezione chiunque potrebbe essere arrestato e tenuto in galera persino per un semplice saluto, e sempre a discrezione, chi viene ritenuto un assassino potrebbe, per volere del giudice, immediatamente essere prosciolto e tutto senza contraddire i suddetti codici e ordinamenti. Oltretutto tale "settore" non è sottoposto ad alcun controllo democratico. Quindi tutto perfettamente, dal punto di vista italiano, legale e formalmente ineccepibile. Che poi lo sia anche dal punto di vista dei diritti umani, civili e politici è un'altro conto. Perchè di potere assoluto si tratta. L'ordinamento giuridico è, come dimostrano i fatti da quindici anni a questa parte è nella sostanza intoccabile, anche se formalmente il parlamento può emanare leggi in tal senso. Chi tocca muore questo è quello che è sempre capitato. Per bilanciare un simile potere , unico nell'intero mondo occidentale, la costituzione prevedeva l'immunità parlamentare (cioè la tutela per tutta la legislatura dei rappresentanti del popolo) abolita proprio per volere di quella sinistra antidemocratica che continua a starnazzare ipocritamente al proprio popolino che la costituzione è sacra ed intoccabile.

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

Ultime visite al Blog

brunella.barbettafreehittergeishaxcasomassimilano1Raffy_dglpsicologiaforenseezio.stiliconemmdd0s.melorioto_revivelo_snorkiantonioallegri55card.napellusnicolina1947violamammola56
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom