« Al Tg 5 Saddam come San ...IL BRILLO PARLANTE »

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 15 Aprile 2007 da il_primo_solista

immagineSeppure in leggero ritardo ho voluto onorare la morte del povero Fabrizio Quattrocchi ucciso barbaramente il 14 aprile di tre anni fa da un gruppo di terroristi denominatisi "Falangi verdi di Maometto".   Lo   hanno assassinato ma un'attimo prima di morire ha voluto mostrare ai suoi carnefici quale coraggio e orgoglio ha dentro di se un italiano. Purtroppo  quell'orgoglio e quel coraggio appartengono a lui e a pochi altri, in realtà la sua è una sincera ma ingannevole rappresentazione della realtà. Ha attribuito ai suoi connazionali virtù che purtroppo non hanno. Grazie comunque Fabrizio.

A proposito anche di questa vicenda precisamente un anno fa ho scritto un post che alla luce di quanto è accaduto ultimamente credo possa essere definito argomento di viva attualità.

LA NOSTRA PAURA E' LA LORO VITTORIA

Si stanno rivelando sempre più veritiere le affermazioni di una Fallaci che notava la codardia della nostra società europea. Gli europei e in particolar modo gli italiani non hanno più il senso della loro identità, di conseguenza ritengono che tutte le culture siano uguali, dalla qual cosa nasce la famosa questione del multiculturalismo che una cosa assai diversa dal pluralismo statunitense. Una società pluralistica da ad ogni cultura un suo significato pur mantenedo intatti i propri valori. Il multiculturalismo invece comporta che tutte le culture siano uguali perchè valgono allo stesso modo. Alla fine accettiamo la diversità degli altri, ma tra le altre culture finirà per imporsi la più settaria fino ad arrivare ad non accettare la nostra.

Noi in nome di un relativismo che fonda le sue radici nella cultura massimalista di sinistra ci troviamo nella conseguente drammaticità di non aver più amor patrio nè un identità spirituale. Il mondo islamico ha avvertito la nostra fragilità, sa di trovarsi di fronte ad una società stanca, vecchia e pavida, gestita da politici genuflessi o nei migliori dei casi frenati da una sottocultura dominante che difende le diversità anche se queste scadono nel razzismo e nell'intolleranza, senza mai curarsi di usare gli stessi criteri con chi in modo democratico afferma di avere un pensiero politicamente diverso.

I fondamentalisti non possono al momento tentare col terrore di conquistare spazi territoriali in occidente, cercano innazitutto di conquistre spazi mentali, un'altra vittoria l'hanno ottenuta con l'assurda vicenda delle vignette, dove come al solito abbiamo ceduto alle loro violenze prostrandoci al loro ricatto e sacrificando in nome di non si sa bene quale dialogo la nostra libertà di espressione. Non ce ne rendiamo conto ma ogni giorno la paura che nutriamo nei loro confronti ci rende sempre meno liberi, stiamo perdendo il diritto di comportarci come abbiamo sempre fatto secondo dettami che abbiamo conquistato con orgoglio e che invece adesso ci sembra plausibile disconoscere insieme a quelli che sono i principi fondamentali della democrazia.

Tutto questo ci viene imposto con la paura, per questo motivo i combattenti di Allah non volevano rendere pubblica la cassetta dell'assassinio del povero Quattrocchi: sapevano benissimo che a tale visione gli occidentali avrebbero finalmente avuto una reazione di orgoglio. Quelle parole, quel gesto hanno esorcizzato le nostre paura e scrollato il nostro torpore rendendoci per qualche tempo meno vulnerabili alla loro propaganda del terrore. Ma tutto questo è durato poco, almeno finchè la solita retorica sfascista di certa sinistra non abbia pensato di umiliare quel gesto per renderlo vano.

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Commenti al Post:
lunedi.bs
lunedi.bs il 15/04/07 alle 20:28 via WEB
Che altro poteva fare la sinistra??? Ha cercato di rendere "pecora", perchè i lupi fanno paura. Un sistema che basa la sua sopravvivenza sull'ignoranza e la codardia non può ammettere l'esistenza di un lupo.
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 16/04/07 alle 18:47 via WEB
Come al solito hai fatto una sintesi schietta quanto precisa. Fabrizio di certo non era tra quelli che questa specie di regime fabbrica in serie per difendersi dalle persone ancora coscienti e con dei valori. Ha dimostrato di avere ogoglio e dignità e di dignita per un pò di tempo ne ha data anche a noi. Ma il suo non è stato un atto dettato dall'odio, al contrario, io in quelle parole ho trovato solo amore per la propria terra.
(Rispondi)
 
 
cattivella72
cattivella72 il 17/04/07 alle 15:11 via WEB
bingo! Bravo parole d'amore per la propria PATRIA, ecco come tutti coloro che rischiano la vita ancora oggi, mentre la sinistra se ne frega, predicando la pace, e magari ammazzando giornalisti che non la pensano come loro. Grrrr non mi fare parlare altrimenti mi arrabbio. Scusa l'intrusione.
(Rispondi)
 
 
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 18/04/07 alle 12:14 via WEB
Figurati, sfogati pure, in fondo i blog esistono anche per questo. Comunque questi più che predicatori di pace mi sembrano più antiamericani senza pace, da sempre questo demenziale pacifismo è corso solo in sostegno delle peggiori dittature.
(Rispondi)
stuntman2
stuntman2 il 15/04/07 alle 21:21 via WEB
Scusami...ho provveduto.Non so come possa essere successo.Noi due non ci sentiamo quasi mai,eppure siamo dalla stessa parte... Ciao buona serata
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 16/04/07 alle 18:56 via WEB
Non basta, dovresti anche cospargerti la testa di cenere..sto scherzando, se non ci fosse stima ed amicizia non te lo avrei neanche fatto notare. Purtroppo ci sono cose che da un pò di tempo occupano quel poco del mio tempo rimasto, ma soprattutto occupano i miei pensieri. Vediamo comunque se possiamo sentirci più spesso.
(Rispondi)
 
 
stuntman2
stuntman2 il 17/04/07 alle 15:54 via WEB
D'accordo "amico"...a presto.Ciao
(Rispondi)
rimescolareilvolga
rimescolareilvolga il 15/04/07 alle 21:57 via WEB
certo che sostenere che esiste un "pluralismo statunitense" e che "Una società pluralistica da ad ogni cultura un suo significato pur mantenedo intatti i propri valori." andrebbe spiegato un po' più chiaramente, se no restano parole vuote da manifesto appicicato sui muri....vuol dire tutto e niente. Saluti Mauro
(Rispondi)
 
Sonianick
Sonianick il 16/04/07 alle 12:34 via WEB
A me pare un concetto estremamente chiaro. Sappiamo bene quanto a differenza di noi gli Stati Uniti ritengano valori imprescindibili l'amore pe la propria patria e la libertà individuale. Il tuo mi sembra un commento del tutto pretestuoso.
(Rispondi)
 
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 16/04/07 alle 19:10 via WEB
Caro Mario il mio post era centrato su altro quindi sul pluralismo statunitense mi sono espresso in modo sintetico ma mi sembrava che la mia esposizione riassuntiva fosse più che comprensibile e credo lo sia come credo che tu abbia capito benissimo. Comunque se serve a schiarirti le idee posso aggiungere che si tratta di un modello sociale che pur ispirandosi alla mescolanza di fatto conserva una certa differentazione ma presuppone comunque la quasi disintegrazione di ogni legame con la propria terra di origine. In parole semplici in virtù di certi equilibri si tenta uno sradicamento che consenta di creare un nuovo radicamento in modo che si possa innanzitutto favorire un forte sentimento di identità nazionale in cui si enfatizzano valori come la patria, libertà dell'individuo e giustizia. Sia chiaro che l'erosione dei contenuti din tale sentimento prima o poi avverrà si spera che durante questo lungo periodo, se veramente esiste, l'islam morerato sia prevalso anche se non ci credo affatto, credo invece che purtroppo tale islam esista solo nell'immaginario di molti occidentali.
(Rispondi)
Sonianick
Sonianick il 16/04/07 alle 12:45 via WEB
Bentornato Gianni, spero di cuore che ci sia stato un miglioramento della situazione, intanto sei tornato a deliziarci con i tuoi post questo mi fa sperare che le cose non siano peggiorate. Un bacio
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 16/04/07 alle 19:24 via WEB
Ti ringrazio Sonia sei sempre molto carina. Per il resto le cose non sono nè peggiorate nè migliorate. Ciao
(Rispondi)
kalm
kalm il 16/04/07 alle 20:10 via WEB
Condivido questo tuo post, risposte comprese. Buon proseguo e buona serata :-)
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 18/04/07 alle 12:19 via WEB
Ma stai scherzando ? Io sono un irrecuperabile pecora nera, ma a te chi te lo ha fatto fare di uscire dal gregge ammaestrato :-)?!
(Rispondi)
stuntman2
stuntman2 il 18/04/07 alle 12:21 via WEB
Povero Quattrocchi... ha pagato cara quella reazione orgogliosa.Meraviglia che non lo ricordino con il dovuto rispetto,forse è perchè qualcuno l'ha definito "mercenario".Ciao solista buona giornata
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 19/04/07 alle 17:40 via WEB
A definirlo mercenario sono quei comunisti che in possesso di un un cervello saturo di spazzatura ideologica riesce senza vergognarsene a considerare partigiani chi in Iraq e in Afghanistan pianifica e attua stragi massacrando uomini, donne e bambini. Il povero Quattrocchi non faceva la guerra a nessuno, era semplicemente stato assunto da una azienda con il compito di proteggere da assassini persone che come lui rischiavano la propria vita pur di lavorare. Ciao Stuntman
(Rispondi)
 
 
stuntman2
stuntman2 il 20/04/07 alle 16:09 via WEB
Ma che vogliamo pretendere da certi microcefali... basta dire che hanno intitolato una sala del Senato a una specie di terrorista,in parlamento tra le loro fila ci sono brigatisti,hanno ridato la libertà alla Ballardini,esaltano l'eroica Sgrena??? A che titolo possono parlare??? Ciao solista buona serata.
(Rispondi)
brubus1
brubus1 il 19/04/07 alle 09:26 via WEB
Hai fatto molto bene a pubblicare questo post. Come hai fatto altrettanto bene a ritornare a postare. Mi trovi d'accordo e su Oriana Fallaci aggiungo che ho letto tutti e tre i suoi libri sull'argomento. Ammirevole e giustiziero lavoro di letteratura giornalistica, ma da elaborare a propria veduta senza lasciarsi coinvolgere troppo. Ciao solista, una buona giornata.
(Rispondi)
 
il_primo_solista
il_primo_solista il 19/04/07 alle 17:53 via WEB
Qualsiasi scritto di tipo politico-sociale va elaborato e se possibile confrontato, su questo punto non amando entrambi il conformismo non possiamo che essere in piena sintonia. Ma particolarmente anticonformista lo era anche l'Oriana che dopo essere stat una giovanissima partigiana ha continuato a fronteggiare ogni tipo di totalitarismo e che a causa della sua coerenza si è ritrovata praticamente da sola a scuotere la coscienza addormentata di un'Europa che ormai immersa nel conformismo alimentato da intellettuali vili e ipocriti, si trova quasi nell'incapacità di non saper più distinguere tra carnefici e vittime. Leggendo i suoi ultimi libri mi sono accorto che eran stati scritti da una donna impaurita ma dentro vi ho trovato anche l'orgoglio di chi difende la sua identità di donna occidentale libera che non fa analisi geopolitiche ma urla angosciosamente contro una società che sta rinnegando se stessa e i suoi valori ed è in procinto di arrendersi all'oscurantismo del fondamentalismo islamico. Elaboriamoli pure i suoi libri, possono convincere e appassionare oppure no, ma una cosa traspare chiaramente ed è l'amore di chi ha imparato a conoscere la libertà e l'apprezza tanto da saperla ascoltare. Ciao e buona serata.
(Rispondi)
piro_001
piro_001 il 04/10/07 alle 12:07 via WEB
l'ho detto e ripetuto per anni, non dobbiamo avere paura di non solo di difenderc ma anche di attaccarli se del caso
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 

Liberati dal giudice Giorgio Piziali i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia di stupro le bambine e con continue percosse i bambini. 
 

Simili comportamenti da parte dei magistrati sono possibili perchè l'ordinamento giuridico italiano e le sue tonnellate di codici consentono la più assoluta discrezionalità e l'assoluta libertà di interpretazione. In pratica secondo i nostri codici ed ordinamenti ad assoluta discrezione chiunque potrebbe essere arrestato e tenuto in galera persino per un semplice saluto, e sempre a discrezione, chi viene ritenuto un assassino potrebbe, per volere del giudice, immediatamente essere prosciolto e tutto senza contraddire i suddetti codici e ordinamenti. Oltretutto tale "settore" non è sottoposto ad alcun controllo democratico. Quindi tutto perfettamente, dal punto di vista italiano, legale e formalmente ineccepibile. Che poi lo sia anche dal punto di vista dei diritti umani, civili e politici è un'altro conto. Perchè di potere assoluto si tratta. L'ordinamento giuridico è, come dimostrano i fatti da quindici anni a questa parte è nella sostanza intoccabile, anche se formalmente il parlamento può emanare leggi in tal senso. Chi tocca muore questo è quello che è sempre capitato. Per bilanciare un simile potere , unico nell'intero mondo occidentale, la costituzione prevedeva l'immunità parlamentare (cioè la tutela per tutta la legislatura dei rappresentanti del popolo) abolita proprio per volere di quella sinistra antidemocratica che continua a starnazzare ipocritamente al proprio popolino che la costituzione è sacra ed intoccabile.

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

Ultime visite al Blog

brunella.barbettafreehittergeishaxcasomassimilano1Raffy_dglpsicologiaforenseezio.stiliconemmdd0s.melorioto_revivelo_snorkiantonioallegri55card.napellusnicolina1947violamammola56
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom