Il mondo intorno

Musica, spettacolo,televisione, sport, cultura e società, notizie curiose. Pensieri in libera uscita

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ema75
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: TR
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

 

« L'ULTIMA IDEA GENIALE, ...LE NORME ANTIVIOLENZA E ... »

...NONOSTANTE TUTTO....PREMONO IL BOTTONE....

Post n°52 pubblicato il 04 Maggio 2007 da ema75

Questa che posto di seguito è la traduzione italiana  da me effettuata di una canzone che mi ha molto colpito. La canta un gruppo israeliano, si chiamano Teapacks. Saranno anche loro sul palco dell'Eurofestival. Francamente quando ho letto il testo ascoltando la canzone in contemporane mi venivano i brividi, considerando il paese dal quale questi ragazzi vengono...

PUSH THE BUTTON- The Teapacks

Il mondo è pieno di terrore

Se qualcuno sbaglia

Se ne va in Paradiso

Ci sono dei dirigenti pazzi che si nascondono e cercano di fregarci

Con una voglia demoniaca e tecnologica di farci male

E premeranno il bottone

Premoneranno il bottone

Premeranno il bottone

C’è troppa sofferenza

Per le strade c’è troppa violenza

Non c’è granchè speranza di vivere senza restare feriti

Avanzamenti tattici dei regimi fanatici

Che mi fanno piangere

E io non voglio morire

Voglio vedere lo sbocciare dei fiori

Non voglio diventare kamikaze

E io non voglio piangere

Voglio solo divertirmi

E sedermi sotto il sole

Ciò nonostante…

Loro premeranno il bottone

Premeranno il bottone

Premeranno il bottone

Messaggi esplodono attorno a me

Missili volano e cadono attorno a me

Gendarmi e poliziotti corrono attorno a me

Mi saltano sopra e mi prendono la testa

Dove sei Dove sei Dio rispondimi

Quest’incubo è troppo lungo

Sono a malapena vivo e il bersaglio sono io

Forse è troppo presto

Per dirti “Ti ho donato la vita”

Perché, perché le pattuglie

Oh, Oh, il personale paramedico

Ecco la canzone senza “pace”

Il rosso non è che un colore ma somiglia al sangue

Il respiro del mio cuore si ferma

Che l’anima non m’abbandoni

Eco la guerra, ecco l’afflato

Si sente “Boom, Boom”

Tra un missile ed un macete

Tra lo spettatore ed il giornalista

Tra il rapitore ed il rapito

Tra la piogga e la canicola

Salendo le scale ci si sistema in un angolo

Nulla, Nulla,

Non c’è nulla che possiamo fare

I radicali Radicalizzano gli ufficiali ufficializzano

Gli sciocchi moderano ed attendono le statistiche

E la risposta: siamo rassegnati

In un mondo stipato di demoni

Non siamo che minuscoli poveracci

E i campioni coi gettoni

Decidono quello che dovrà succedere

I boss danno ordini

Decisoni lente, battelli pieni d’acqua

E ognuno beve un sorso

Mentre affoghiamo insieme

Può essere troppo duro

Vorrei cantare una canzone di palme

Un deserto senza bandiere

Finchè sono vivo, vivo, vivo

E se continuerò ad avere paura

L’unica cosa che potrò dire

Premerò il bottone

Premerò il bottone

Premerò il bottone

Per chi volesse vedere il video della canzone o sentirla comunque la trovate qui (ps...la canzone è in tre lingue, inglese, francese ed ebraico...ecco perchè ad un certo punto non si capisce un tubo...esiste però un testo anglo-francese dal quale ho tradotto...)

http://www.youtube.com/watch?v=t9vyQofoB20

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: ema75
Data di creazione: 19/01/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

icepak69cassetta2independent_worldgplavaggiEsperusluzialessiaonlineservice.scrlsandrosaleraflaviobianco1985robystellinasilvia.galli86galassofmorfeo81Nekrophiliacfasonic2
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom