Creato da: donulissefrascali il 29/10/2005
Rinnovamento Sociale per la partecipazione di tutti ai diritti umani.

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

mariano6KillerEisonarialdoeric65vla.cozzatoniscolellabrunom3piamavellilaviniascsttecnicocalvipino.dibenedettopantaleoefrancamt1967_1967ciarlie7351caligola_99
 

Sognando Itaca-1

 

Sognando Itaca-2

 

Sognando Itaca-3

 
Citazioni nei Blog Amici: 51
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

links

 

 

 
« CRISTIANESIMO E POTEREPOTERE E CRISI SOCIALE »

LA LEGGE NELL'ATTIVITA' PEDAGOGICA

Post n°282 pubblicato il 28 Agosto 2009 da donulissefrascali

LA  LEGGE  NELL' ATTIVITA  PEDAGOGICA    

Una persona che sia vissuta in un clima educativo, onesto, sincero, certe norme le impara da sola se può disporre di modelli ai quali può fare riferimento. Se poi tra mio figlio  e me esiste un felice rapporto educativo, sarà lui stesso a scegliere un comportamento chje gli sembrerà più opportuno e più rispettoso. Per il comportamento umano vi sono norme etiche e norme morali. Per una sana educazione sono più importanti i punti di riferimennto o le norme. Con l'esperienza della mia crescita ritengo che faciliti maggiormente e faccia più chiarezza avere buoni punti di referimento. Da una persona della quale vedi chiaramente i comportamenti, puoi imparare qualcosa, ed è più utile che avere delle norme e ricevere degli ordini. Nella vita siamo oppressi da una infinità di norme: mi sono sentito confuso e coartato nella mia crescita. Con una norma ti scontri mentre con una persona dialoghi. Nel dialogo ognuno fa la sua parte e nasce qualcosa di costruttivo per tutti. E' difficile stabilire  un rapporto sociale tra persone che non hanno un confronto e un dialogo. Il potere determina delle norme e i cittadini le debbono seguire: è un sistema oppressivo     

   

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/partecipare/trackback.php?msg=7583073

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
dragonshare
dragonshare il 29/08/09 alle 19:24 via WEB
Don ulisse l'argomento che affronta è molto complesso e le cose da dire sarebbero tante.Concordo che lo strumento di esempio sia il miglior modo per apprendere.Il problema è la variazione del contesto in cui si deve apprenere che manifesta l'esempio preso in considerazione,il che fa sorgere non poche difficoltà e perplessità a riguardo.Un esempio sono le infinite religioni che ci sono al mondo.A seconda della corrente di pensiero dovuta al contesto sociale,si riterrano buone le norme che regolano questo contesto.. si avranno pure gli esempi,ma che irrimediabilmente andranno in contrasto con altri....
(Rispondi)
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 30/08/09 alle 12:16 via WEB
Gent.Dragonshare,è giusta la sua affermazione che l'argomento da me trattato è molto complesso e che ci sarebbero tante cose da dire.Fai un accenno alle molte rligioni esistenti al mondo e alle correnti di pensiero:con una norma ti scontri mentre mentre con una persona dialoghi.Nel dialogo ognuno fa la sua parte e nasce qualcosa di positivo per tutti.Don Uluisse
(Rispondi)
 
 
 
dragonshare
dragonshare il 30/08/09 alle 14:57 via WEB
verissimo,ma se si esce dal contesto di poter dialogare,ovvero se si esce da quei canoni che ci permettono il dialogo,come ad esempio un interesse comune per un argomento,il nostro dialogare ed agire perde il senso...questa è la risposta alla multietnicità planetaria e alla formazione di tantissimi stati,con rapporti diversificati con il mondo e la propria popolazione....io sono per l'unificazione di pensiero.....ma con cambiamento prima del cuore....
(Rispondi)
 
 
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 30/08/09 alle 18:12 via WEB
Gent.mo Dragonshare,il tuo dire che ci permette di uscire dal contesto che ci permettono il dialogo dobbiamo tener presente che con il dialogo dobbiamo tener presente il confronto,sereno e razionale. Con il confronto si giunge alla razionalità di tutti con la partecipazione concreta al rinnovamento dello stato sociale. E' giusto promuovere una unificazione di pensiero....ma con una serenità di cuore. Don Ulisse
(Rispondi)
 
dragonshare
dragonshare il 29/08/09 alle 19:31 via WEB
L'esempio di ciò che ho espresso precedentemente sta nella famosa lotta tra scienza e religone...questa spaccatura,divide gli uomini ad esempio tra atei e credenti,i quali criticheranno e adotteranno stili di vita differiti a seconda delle ideologie....Il mondo è sovraffollato di correnti di pensiero,e questo a mio avviso è uno dei mali più terribili degli uomini,perchè li divide e dividendoli li porta a un concetto pratico e intellettivo distruttivo della vita....io stesso vivo di dubbi e perplessità...e nella confusione faccio ciò che meglio credo....la vita per un uomo sulla terra non è semplice....ognuno cerca di spravvivere a questa gran confusione ideologica come può....
(Rispondi)
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 30/08/09 alle 18:30 via WEB
Gent.Dragonshare,hai accennato alla lotta tra scienza e Religione.E' una spaccatura che divide gli esseri umani tra atei e credenti. E' una realtà tutt'altro che semplice: la realtà della Religiosità è un problema non semplice ma molto complesso che naconde delle realtà che dovrebbero essere esaminate con coscienza e razionalità. Pensiamo ai problemi economici di tutte le religioni ,esaminiamoli con sincerità, e si dovrà constatare quante situzioni sono molto complesse. Don Ulisse
(Rispondi)
 
 
 
dragonshare
dragonshare il 30/08/09 alle 20:24 via WEB
Ed è qui che mi chiedo qual'è il senso della vita e della nostra esistenza....per il tempo passeggero sulla terra,sembra sia solo finalizzato al perpetuarsi della specie....troppa confusione,troppa voglia di dominare e distruggere.....tantissime domande che non portano risposte,ma tante perplessità....io stesso non riesco ad unire le due branche.....eppure il testo bibblico lo leggo....provo come tutti a costruire un filo logico....ma ahimè fatico moltissimo....un creatore che sembra assente...per non parlare di un umanità sull'orlo della pazzia....
(Rispondi)
 
 
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 31/08/09 alle 09:07 via WEB
Gent.Dragonshare,comprendo benissimo le tue perplessità, ma il problema è determinato dalla mancanza di dialogo e confronto.Prova a darti una risposta sulla influenza del denaro che esiste nella realtà sociale,che provoca un individualismo e una lotta fra gli esseri umani che incide pesantemente sui rapporti personali,molto spesso anche nelle famiglie. Parli di una umanità sull'orlo delle pazzia: cerchiamo di riflettere. Don Ulisse
(Rispondi) (Vedi gli altri 4 commenti )
 
 
 
 
dragonshare
dragonshare il 31/08/09 alle 11:24 via WEB
La riflessione don ulisse è il mio pane quotidiano...vero quando afferma che il denaro ha centralizzato la vita di un essere come l'uomo sui piaceri materiali isolandolo....allo stesso tempo siamo noi stessi portatori di questa piaga,perchè non riusciamo a rinunciare ai beni...come la corrente elettrica,i servizi..e quant'altro....insomma il famoso cane che sei morde la coda.....siamo noi che alimentiamo i potenti e siamo noi che facciamo la loro volontà....quindi la colpa è da attrobuirsi sicuramnte anche a noi persone definite "comuni"...un bel dilemma....
(Rispondi)
 
 
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 31/08/09 alle 12:13 via WEB
Gent.Dragonshare,è bellissimo il tuo commento,che dimostra la volontà di dialogo comprendendo il confronto.E' triste che tanti siano al corrente del dialogo che si svolge fra pochissimi.Quanto sarebbe importante la partecipazione di tutti o almeno di un consistente numero. Me lo auguro.Cordiaslità,Don Ulisse.
(Rispondi)
 
 
 
 
dragonshare
dragonshare il 31/08/09 alle 14:30 via WEB
la capisco benissimo,perchè in fondo lo scopo del suo blog e della sua vita è questo.....Non prenda male la non partecipazione della gente.Purtroppo oggi la gente sposta le attenzioni su cose che temporaneamente diminuiscono il loro stato di stress quotidiano,come il calcio o qualsiasi altro hobbi,e ritiene la forma di dialogo come noisa e subalterna,quando invece non lo è....perchè la forza di una società è l'unione intelletiva e morale che ne deriva da un qualsiasi confronto...ecco perchè i potenti premono su questa divisone umana,perchè sanno che l'uomo si domina soltanto con alcuni requisiti,tra i quali l'ignoranza....cioè il non sapere e la distrazione...è una forma stuta di governo...stressano le persone per tenerle sotto controllo....poiche dallo stress ne deriva la distrazione e dalla distrazione la non conoscenza e dalla non conocenza il dominio...
(Rispondi)
 
 
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 31/08/09 alle 16:30 via WEB
Complimenti,Dragonshare,il suo commento è formidabile. Mi auguro che ci siano altri che si schierano nel dialogo per un vero confronto e per influire su un vero rinnovamento sociale. Don Ulisse
(Rispondi)
 
dragonshare
dragonshare il 01/09/09 alle 19:55 via WEB
don ulisse aspetto un suo nuovo post da commentare insieme se le fa piacere....io sento il bisogno di crescere e perchè non farlo discutendo con una persona della sua esperienza...?
(Rispondi)
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 02/09/09 alle 09:24 via WEB
Carissimo Dragonshare,grazie per l'interesse dimostrato.Non mancherò di inviare altri post.Volevo farti presente che sarebbe interessante invitare altri a fare commenti per allargare il dialogo.Don Ulisse.
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Pogoda il 28/06/18 alle 10:01 via WEB (Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.