Un blog creato da cassetta2 il 07/11/2003

BLOGGO NOTES

L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore.

 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 19
Prov: VI
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 131
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

[•=•] NULLAFACENTI [•=•]

Contatore siti

 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

anni fa offrirono al mio compagno 50 cammelli per avermi...
Inviato da: magdalene57
il 27/01/2023 alle 14:12
 
Accidenti ... lontanuccio :)
Inviato da: elyrav
il 27/01/2023 alle 10:22
 
Non li conoscevo
Inviato da: elyrav
il 27/01/2023 alle 10:22
 
Anche no grazie :)
Inviato da: elyrav
il 27/01/2023 alle 10:22
 
Io ho trovato altro da fare durante la lunga pausa....molto...
Inviato da: monellaccio19
il 27/01/2023 alle 10:13
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Un Blog non si legge soltanto.Notte che se ne va »

Gli appassionati di treni

Post n°1161 pubblicato il 09 Ottobre 2006 da cassetta2
Foto di cassetta2

ricordano con nostalgia le vaporiere dei bei tempi andati. Nonostante lo scarso rendimento e l’elevato inquinamento abbiano portato queste locomotive tradizionali sull’orlo dell’estinzione, Roger Waller, ingegnere di una fabbrica svizzera di locomotive, è convinto che la forza vapore abbia un futuro luminoso. Otto motrici per le ferrovie a cremagliera prodotte dalla sua ditta sono già in servizio sulle Alpi, riferisce il Berliner Zeitung, e di recente Waller ha ristrutturato una vecchia locomotiva a vapore da impiegare su rotaie a scartamento normale. Questa locomotiva ora va a benzina anziché a carbone, e quindi inquina meno. È dotata inoltre di cuscinetti a rulli per ridurre l’attrito ed è ben isolata per limitare al massimo la perdita di energia e il tempo occorrente per entrare in pressione. “È più economica e più ecologica di qualsiasi locomotiva diesel”, dice Waller.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog