Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

studiopaolooliveropaiscomariopioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0ottelli.marinasilvia.sorlinialdogeomattimismoreno.facchinisexydamilleeunanotte
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« SELLERO: VENERDI' 18 OT...SELLERO: Sulla giunta Br... »

Respinta la mozione di «Tempi Nuovi» che chiedeva le dimissioni di Ceresetti e Laffranchi

Post n°858 pubblicato il 23 Ottobre 2013 da theriddle
 

Sellero Veleni e accuse, ma la squadra del sindaco resiste
Respinta la mozione di «Tempi Nuovi» che chiedeva le dimissioni di Ceresetti e Laffranchi


Attaccati dalla minoranza, difesi (e salvati) dalla maggioranza. Mariangela Ceresetti ed Elio Laffranchi, rispettivamente assessori esterni ai Servizi sociali ed a Sport e tempo libero del Comune di Sellero, resteranno al loro posto: il Consiglio comunale riunito nei giorni scorsi a Sellero (assenti i due diretti interessati) ha discusso la mozione presentata da Severino Damiolini, capogruppo di «Tempi Nuovi», che ha chiesto di revocare l’incarico ai due membri della squadra di Bressanelli chiedendo anche la restituzione dell’indennità percepita fino ad oggi.
«Non accettiamo attacchi sul piano personale e questa è una mozione pretestuosa e provocatoria - ha tagliato corto il sindaco, Giampiero Bressanelli -. La maggioranza respinge la mozione ed esprime la massima solidarietà ai due assessori ringraziandoli per il lavoro svolto».
Duro l’attacco di Damiolini: «Dalla documentazione fornita con qualche reticenza dagli uffici comunali, si evince che i due hanno totalizzato un record non invidiabile - ha dichiarato il capogruppo -. Su quasi 100 riunioni di Giunta convocate dal 2009 al 2013, Ceresetti e Laffranchi hanno partecipato a poco più della metà delle sedute, con un tasso di assenteismo di circa il 50%. E, se ci limitiamo agli ultimi due anni, la percentuale è prossima al 100%».
«Nessuna reticenza da parte degli uffici nel fornire la documentazione richiesta» ha replicato il segretario comunale. «Le riunioni della Giunta avvengono alla presenza del segretario comunale e si riuniscono normalmente il lunedì alle 12.30 - ha incalzato l’assessore al Bilancio, Giovanni Luigi Bressanelli -. L’attività della Giunta si concretizza quasi quotidianamente e con contatti diretti tra tutti i suoi componenti. Per questo riteniamo non ci siano motivi validi per costringere i due assessori ad assentarsi dal posto di lavoro per essere presenti alle riunioni».
Va anche detto che, stando al regolamento comunale, gli assessori esterni sono tenuti a prendere parte alle attività di Giunta, ma in Consiglio comunale non hanno né obbligo di presenza e nemmeno diritto di voto.
«La legge prevede si possano chiedere permessi dal lavoro per partecipare all’attività amministrativa - ha aggiunto Damiolini -. Ma i due assessori, oltre a sedute di Giunta importanti, hanno disertato quelle sulle deliberazioni collegate alle loro deleghe».
«Se vogliamo essere fiscali, anche la minoranza presenta mozioni non firmate di pugno dai propri consiglieri ma con firme riprodotte», è stata la replica al veleno della maggioranza.
Mozione respinta, quindi: la Giunta Bressanelli va avanti.

s.g. Giornale di Brescia - 22/10/2013 (pag. 24)

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/theriddle/trackback.php?msg=12444147

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
benjamin_longbow
benjamin_longbow il 22/11/13 alle 20:24 via WEB
peccato che nessuno commenti..sono scappati tutti,li in valle? saluti, continua cosi'
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.