Creato da theseasoul il 26/06/2009

the sea soul..

L'anima del mare.. quel mare di emozioni dentro me in cui rischio spesso di naufragare..

 

Scrivere...ancora

Post n°56 pubblicato il 14 Febbraio 2016 da theseasoul

 

 

Il bianco della pagina mi blocca...

Scrivere.. dire.. Esprimere.

Non mi è più così facile

non è più così immediato...

eppure qualcosa mi spinge verso la tastiera...

con forza...

Ci sono. Ecco che una rinnovata Federica 

vuole uscire dal buio

che per anni l'ha chiusa in una scatola di vetro.

Non più sofferenze, da esprimere...

Ma la vita. La VITA che inonda la mia esistenza.

Ecco...ora scriverò della vita

e dei suoi, miei, colori.

f

 
 
 

vita

Post n°55 pubblicato il 25 Novembre 2014 da theseasoul


siamo qui per duri giorni

a conquistarci con le mani e le unghie

un po' di terra in cui seminare i semi della nostra felicità.

Alle volte abbiamo solo poche zolle..ma sono fertili e ricche..

Alle volte possediamo interi spazi immensi..

aridi spazi deserti

che le nostre dita percorrono in cerca di un po' di linfa..

in cui i nostri occhi vagano ricercando il sole..

Luoghi desolati della vita

in cui la nostra anima

cerca assetata

 il suo unico nutrimento.

Ecco...l'Amore dovrebbe avere pietà di quelle dita..

dovrebbe sorridere a quegli occhi

e dare il suo calore a quelle anime..

La mia lo aspetta..

le labbra dischiuse

in un sospiro pieno di speranza

e di smarrimento.


f

 http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 


 

 
 
 

...il salto

Post n°53 pubblicato il 18 Marzo 2013 da theseasoul

 

Sono passati diciassette lunghissimi mesi,

che sono in realtà

ancora solo diciassette secondi...

Mi rendo conto che non ho ancora fatto il salto..

Non ho ancora fatto quel passo in avanti

che mi permette di vivere il mio presente senza ombre...

Di nuvole, lontane e vicine, ce ne sono tante..

ma non per qusto bisogna vivere

con il timore continuo della pioggia e del gelo.

Ed io trascorro il mio tempo così..

apparentemente aperta,

apparentemente allegra e sorridente..

ma con dentro la tristezza,

quella tristezza di fondo che appena sola,

mi fa pensare a quanto mi mancano...tutti..

La mia famiglia d cui ormai serbo solo ricordi

e il senso di essere come una pianta senza radici.

Supererò. ..e lo farò senza cancellare,

ma solo archiviando dentro di me

l'Amore che mi è stato dato

e che adesso mi deve servire da riserva,

da carburante per andare avanti nel mio percorso.

Il sole, come sempre, si nasconede dietro le nubi..

ma se lo aspettiamo con Fede,

ci scalda anche con i suoi raggi più deboli..

f

 

  http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

il prezzo del passato

Post n°52 pubblicato il 02 Marzo 2013 da theseasoul

 

 

 

..sto sola nella grande casa vuota...

attorno a me, un museo..

oggetti mobili immagini di ricordi

di tempi andati e sconosciuti.

E il grande desiderio dentro di sapere..

sapere conoscere le storie

che ogni piccolo soprammobile ha da raccontare...

tante storie di vita di chi era la mia famiglia

e che adesso più nessuno sa e può più raccontare.

Ho raccolto tutto. non me la sento

di regalare, o peggio vendere.

sarebbe come tradire i miei nonni.. mio padre...

tutti coloro che in mezzo a questi argenti, mobili e quadri

hanno vissuto, sofferto.

Tradire la mia infanzia.

Quando bambina mi aggiravo per le stanze

e guardavo con grande attenzione

ogni più piccola cosa appoggiata nelle sale

della grande casa della famiglia di mio padre..

e nell'altra, ancora più grande e vuota,

della famiglia di mia madre.

I figli unici hanno questo da scontare.

Sono depositari dei segreti del passato,

delle storie di tante persone

che hanno lasciato tutto questo 

per andarsene a vivere in un posto sicuramente migliore...

più luminoso e immerso in un'armonia senza fine.

Dove non ci sono oggetti da conservare...

e dove non ci si sente più osservati di nascosto

da tanti piccoli occhi celati all'interno

di tutti i piccoli grandi tesori terreni che ti circondano...

Piccoli occhi che sembrano volerti lasciare un messaggio,

una richiesta di aiuto..

un desiderio di essere riportati in vita,

curati e vezzeggiati... 

come promesse di rinnovati splendori.

Ma io, impotente, non so che dire.. non so che fare. 

 f 


 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/FA_30_66921_1189860698%20sfum1.jpg

 

 

  http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 

 
 
 

i ricordi

Post n°51 pubblicato il 05 Agosto 2012 da theseasoul

   

 

Vorrei essere insensibile..

cinica, menefreghista e superficiale.

certamente soffrirei di meno.

il distacco sarebbe naturale..

e soprattutto

senza ricordi che legano come catene.

Non ci si libera dalle corde

strette attorno al cuore

che evocano giorni ridenti

grida gioiose..

affetto attorno..

e amore nell'aria.

La luce inonda l'anima

e il sorriso illumina gli occhi

ora il buio..il nulla..il silenzio pesante...

il dover tagliare

un cordone ombelicale

con la tua vita passata..

doversi sbarazzare di oggetti...mobili

cose che hanno un luogo preciso nell'anima

e che ora però non hanno posto

nel tuo oggi.

 

 

 

Andare oltre..

camminare verso un'altro modo

di vivere il momento..

senza stralci di vita andata 

e bagliori d'altri tempi.

andare avanti.

sola.

f.

 

  

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

il dolore

Post n°50 pubblicato il 01 Agosto 2012 da theseasoul

 

 

...In questo periodo

 mi rendo veramente conto di quanto

il dolore e la sofferenza

possano essere

una condizione quotidiana

alla quale ci si abitua poco...

alla quale, in verità,

non ci si deve affatto abituare..

ma che non dobbiamo

assolutamente

rifiutare o evitare..

Sono parte della vita...

e ne sono componenti complementari,

indissolubilmente legate

ai nostri giorni come l'aria..

Il dolore è il momento della riflessione..

dell'accettazione della realtà..

della resa.

La resa dei conti.

Se lo viviamo interamente

senza vigliaccheria..

ne traiamo insegnamenti preziosi...

...una vera crescita interiore

una maturazione della nostra coscienza...

che ci porterà frutti importanti...

...il coraggio di cambiare...

Anche se con immensa difficoltà

impariamo ad apprezzare

tutto ciò che la vita ci propone e

e ci ha dato in passato...

...situazioni di cui magari non siamo

o non siamo stati in grado

di vedere il lato positivo..

 

La nostra anima ha sete di Luce...

ma non non c'è Bagliore senza Ombra.

Mai.

f.

 

    

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

Ti rincontro

Post n°49 pubblicato il 28 Luglio 2012 da theseasoul

Ti vedo in ogni essere che incontro.
In tutti gli anziani volti
che incrocio nella mia strada
c'è un po' di Te.
in quegli occhi un po' spenti
vedo la Tua amarezza per non poter più
fare le mille cose quotidiane
che evresti tanto voluto.
In quello sguardo dolce,
la tua rassegnazione alla vita
che Ti piegava sempre più.
e in quella espressione ansiosa
riconosco la tua immensa sete
di compagnia e di affetto...
In quel fare incerto,
la Tua continua incessante ricerca
di parole che ti rassicurassero
fragile anima sola davanti al Futuro.
Ti vedo,
Ti rincontro...
E Tu sei con me.
 
f
 
http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

amare la vita... il sogno del mondo..

Post n°48 pubblicato il 01 Luglio 2012 da theseasoul

 

 CANTA IL SOGNO DEL MONDO

Ama, saluta la gente

dona perdona

ama ancora e saluta 

Dai la mano

aiuta comprendi dimentica

e ricorda solo il bene.

E del bene degli altri

godi e fai godere.

Godi del nulla che hai

del poco che basta giorno dopo giorno:

e pure quel poco se necessario dividi.

E vai, vai leggero

dietro il vento e il sole e canta.

Vai di paese in paese

e saluta saluta tutti

il nero, l'olivastro e perfino il bianco.

Canta il sogno del mondo

che tutti i paesi si contendano

d'averti generato.

 

David Maria Turoldo

 

Sono splendide parole,

dense di amore per la vita..

in tutti i suoi anfratti

più nascosti e i suoi aspetti più vari..

Mamma...

spero di riuscire un po' alla volta

ad amare quello che ho...

a non sentirmi così desolatamente sola

senza radici..

in balia del vento..

albero forte, si,

ma in un desolato deserto.

Mi manchi tanto.

Tua figlia.

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

Ciao, Mamma..

Post n°47 pubblicato il 29 Ottobre 2011 da theseasoul

 

 

E ora...Ti ho lasciato andare, Mamma..

Ora non più lacrime.. non più sofferenze..

Non più paure e incertezze..

Non più DOLORE

Solo PACE,

Quella Pace che gli ultimi istanti avevi già nel cuore

e che mi hai infuso nel profondo dell'animo.

grazie per tutto quello che sei stata...

Per la tua tenacia e la tua forza..

grazie per la tua vita.

Ti ho accompagnata con tutto il mio amore

fino a dove ho potuto..

Oltre.. solo la Luce..

quella Luce che è la tua vera Casa..

la dimora nella quale per tutti noi

è riservato un bellissimo posto..

Sono qui.. sola..nella tu casa terrena..

e ho di te mille profumi..mille immagini.. mille cose..

So che sei qui accanto a me..

perchè Sento dentro di me la tua presenza

nella serenità che mi accompagna

in questi tristi momenti del distacco terreno..

A te tutto il mio amore più dolce di figlia...

E ora.. sorridi serena per gli spazi immensi della Luce..

dimentica della sofferenza di quaggiù..

Vola lì dove splende il Sole Eterno dell'Amore senza limiti..

e vivi serena in armonia col creato..

Nel persempre..

E nel mio cuore.

Tua figlia.

   

CONSOLAZIONE

Non pianger più. Torna il diletto figlio
a la tua casa. È stanco di mentire.
Vieni: usciamo. Tempo è di rifiorire.
Troppo sei bianca; il volto è quasi un giglio.

Vieni; usciamo. Il giardino abbandonato
serba ancora per noi qualche sentiero.
Ti dirò come sia dolce il mistero
che vela certe cose del passato.

Ancora qualche rosa è ne' rosai,
ancora qualche timida erba odora.
Ne l'abbandono il caro luogo ancora
sorriderà se tu sorriderai.

Ti dirò come sia dolce il sorriso
di certe cose che l'oblio afflisse
Che proveresti tu se ti fiorisse
la terra sotto i piedi all'improvviso?

Tanto accadrà, benchè non sia d'aprile
Usciamo. Non coprirti il capo. È un lento,
sol di settembre; e ancora non vedo argento
sul tuo capo, e la riga è ancor sottile.

Perché ti neghi con lo sguardo stanco?
La madre fa quel che il buon figlio vuole.
Bisogna che tu prenda un po' di sole,
un po' di sole su quel viso bianco.

Bisogna che tu sia forte; bisogna
che tu non pensi a le cattive cose...
Se noi andiamo verso quelle rose,
io parlo piano, l'anima tua sogna.


GABRIELE D'ANNUNZIO
 
 
  
 
LA MADRE
 
E il cuore quando d'un ultimo battito
avrà fatto cadere il muro d'ombra,
per condurmi, Madre, sino al Signore,
come una volta mi darai la mano.
In ginocchio ,decisa,
sarai una statua davanti all'Eterno,
come già ti vedeva
quando eri ancora in vita.
alzerai tremante le vecchie braccia,
come quando spirasti
dicendo: Mio Dio, eccomi.
E solo quando m'avrà perdonato,
ti verrà desiderio di guardarmi.
 
Ricorderai di avermi atteso tanto,
e avrai negli occhi un rapido sospiro.
 
GIUSEPPE UNGARETTI
  
  

   

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

..non ti lascerņ sola..

Post n°46 pubblicato il 19 Giugno 2011 da theseasoul

 

 

...ed eccomi qui...all'appuntamento.

Un appuntamento difficile questo,

incontro bruciante con la sofferenza ...

nei luoghi che nessuno sa,

respirare la solitudune...

silenzi mai colmabili

se non da tacite ed accorate preghiere.

Impotente, inerme..

affrontare giorno dopo giorno

le difficoltà,

il dolore,

le aspettative deluse..

la disillusione..

Si apre qui il grande scenario

dell' umana sofferenza

quando si è arrivati ormai

a fare solo fatica a vivere..

Tutto difficile.

Difficile ogni più piccolo gesto comune..

Difficile mangiare..

difficile bere..

difficile respirare

Difficile semplicemente vivere.

e molto più ancora..

difficile morire.

Sto imparando molto qui.

..oggi la vicina di letto di mia mamma,

nel suo continuo parlare vago nel vento 

diceva cose

che mi hanno profondamente toccato..

"Il male esiste. Il male è fuori e dentro.

Il male non va nascosto..

bisogna vederlo..

...bisogna accarezzarlo, il male.

E tu che osservi tutto questo.. devi capire.

capire che il dolore

va accarezzato.. non nascosto.

Affrontato... non dissimulato...."

Certo.

Perchè solo così

si può rendere veramente giustizia

alle anime che qui e altrove

lottano per trovare solo pace.

Quella Pace che sarà solo

una Vittoria sul male..

Il passaggio è difficile, lungo..

a volte interminabile..

irto di spine..

Ma è l'unica Via

attraverso cui raggiungere

l'unico Luogo di Libertà..e Amore 

dove per tutti splende il Sole Eterno,

nelle braccia di Dio. 

f

 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 

 
 
 

.

Post n°45 pubblicato il 31 Maggio 2011 da theseasoul

 

 

 

 

Senti quella pelle ruvida.
Un gran freddo dentro l’anima,
fa fatica anche una lacrima a scendere giù.
Troppe attese dietro l’angolo,
gioie che non ti appartengono.
Questo tempo inconciliabile gioca contro te.
Ecco come si finisce poi,
inchiodati a una finestra noi,
spettatori malinconici,
di felicità impossibili…
Tanti viaggi rimandati e già,
valigie vuote da un’eternità…
Quel dolore che non sai cos’è,
solo lui non ti abbandonerà mai, oh mai!
E’ un rifugio quel malessere,
troppa fretta in quel tuo crescere.
Non si fanno più miracoli,
adesso non più.
Non dar retta a quelle bambole.
Non toccare quelle pillole.
Quella suora ha un bel carattere,
ci sa fare con le anime.
Ti darei gli occhi miei,
per vedere ciò che non vedi.
L’energia, l’allegria,
per strapparti ancora sorrisi.
Dirti si, sempre si,
e riuscire a farti volare,
dove vuoi, dove sai,
senza più quei pesi sul cuore.
Nasconderti le nuvole,
quell’inverno che ti fa male.
Curarti le ferite e poi,
qualche dente in più per mangiare.
E poi vederti ridere,
e poi vederti correre ancora.
Dimentica, c’è chi dimentica
Distrattamente un fiore una domenica
E poi… silenzi. E poi silenzi.
Nei giardini che nessuno sa
Si respira l’inutilità.
C’è rispetto grande pulizia,
è quasi follia.
Non sai come è bello stringerti,
ritrovarsi qui a difenderti,
e vestirti e pettinarti si.
E sussurrarti non arrenderti
nei giardini che nessuno sa,
quanta vita si trascina qua,
solo acciacchi, piccole anemie.
Siamo niente senza fantasie.
Sorreggili, aiutali,
ti prego non lasciarli cadere.
Esili, fragili,
non negargli un po' del tuo amore.
Stelle che ora tacciono,
ma daranno un segno a quel cielo.
Gli uomini non brillano
Se non sono stelle anche loro.
Mani che ora tremano,
perché il vento soffia più forte…
non lasciarli adesso no.

Che non li sorprenda la morte.
Siamo noi gli inabili,
che pure avendo a volte non diamo.
Dimentica, c’è chi dimentica,
distrattamente un fiore una domenica
e poi silenzi. E poi silenzi...

 


http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 

 

 
 
 

salvezza..

Post n°44 pubblicato il 21 Dicembre 2010 da theseasoul

                                                     
Ci sono persone che ..
è tristemente vero..
non vogliono essere salvate..
Perché la salvezza implica un cambiamento...
E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali.
Occorre coraggio per guardarsi allo specchio
e vedere oltre il proprio riflesso.
(J. Morrison) 
 
 
    
 
Si.
...parole vere.. crude..sacrosante..
Salvarsi da tante cose ..
dalla tristezza..
dall'inganno..
da  situazioni difficili e angosciose..
salvarsi dalla sofferenza..
dall'autocommiserazione..
dalla pietà per le proprie miserie..
salvarsi da se stessi
e dalle più fragili pieghe della propria anima..
dal proprio egoismo.. 
Salvarsi da tutto questo
costa per chi è stanco..
inchiodato dalle proprie abitudini mentali
a modi di pensare, agire, vivere 
ormai obsoleti e stantii.. inutili...
E intanto si muore.. lentamente..
 
 
    
 
 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,

ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,

chi non cambia la marcia,

chi non rischia e cambia colore dei vestiti,

chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,

chi preferisce il nero su bianco

e i puntini sulle "i"

piuttosto che un insieme di emozioni,

proprio quelle che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,

quelle che fanno battere il cuore

davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,

chi è infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza per l'incertezza

per inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta nella vita

di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,

chi non legge,

chi non ascolta musica,

chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,

chi non si lascia aiutare;

chi passa i giorni a lamentarsi

della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,

chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,

ricordando sempre che essere vivo

richiede uno sforzo di gran lunga maggiore

del semplice fatto di respirare.

Soltanto l'ardente pazienza

porterà al raggiungimento di una splendida felicità

Martha Medeiros 

 

 

 
Un felice, dolce Natale a tutti voi..
Grazie ancora una volta per esserci..
Con grande riconoscenza e affetto...
Fede
 
P.S.
chiedo scusa per il refuso... la poesia effettivamente NON è di neruda,
ma di una giornalista brasiliana.. 
http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif
 

 
 
 

sola

Post n°43 pubblicato il 01 Novembre 2010 da theseasoul

 

 

 

Sola, come sempre ormai,

dentro e fuori, silenzio di gelo..

e pensieri come neri falchi

nella mia mente.

Il buio guida  i miei passi lenti

per la casa..

prigione dorata..

vestita di insidie al vetriolo..

odorosa di lacrime sempre nuove

fresche

come stille di torrente..

fredda dimora le cui porte aperte

non posso oltrepassare

le cui finestre chiuse

mi stringono l'anima

in un guardare sommesso la vita

fuori di me.

f

 

 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

.

Post n°42 pubblicato il 30 Settembre 2010 da theseasoul

 

 

LACRIMA E SORRISO

Non scambierei i dolori del mio cuore
con le gioie della moltitudine.
E non vorrei
che le lacrime suscitate dalla tristezza
in ogni parte di me
si mutassero in riso.
Voglio che la mia vita rimanga
lacrima e sorriso.

Lacrima
per lavarmi il cuore e illuminarmi
sui segreti della vita e sulle cose nascoste.
Sorriso
per avvicinarmi ai figli dei miei simili;
sorriso come segno della gloria
che rendo agli dèi.

Lacrima
per unirmi a chi ha il cuore spezzato;
sorriso,
segno della mia gioia di esistere.

Quando viene la sera
il fiore riavvolge i petali e dorme,
abbracciando il suo desiderio.
Avvicinandosi il mattino,
apre le labbra al sole.
La vita del fiore
è desiderio e appagamento:
lacrima e sorriso.

Le acque del mare divengono vapore
e si sollevano e si condensano
in una nuvola.
E la nuvola trascorre su monti e valli
finché non incontra la brezza:
allora
cade in lacrime sui campi
e si congiunge a ruscelli e fiumi....
per tornare al mare, sua dimora.
La vita della nuvola è
separarsi e congiungersi:
lacrima e sorriso.

E così lo spirito
si separa dal più grande spirito
per passare al mondo della materia
e trascorrere come una nuvola
sulla montagna del dolore
e sulle pianure della gioia
per incontrare la brezza della morte
e tornare al luogo da cui venne.
All'oceano di amore e bellezza:
a Dio.

- Kahlil Gibran -

 

 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 
 
 

silentia...

Post n°41 pubblicato il 11 Luglio 2010 da theseasoul

 

 

 

Interdum silentia patent

quae verbis celantur..

 

Et nulla pietas,

mihi vitam bibenti

magnis haustibus,

quicquid amoris

levisque risus

sitienti..

f

 

 

A volte i silenzi

svelano

cose

che le parole

nascondono..

 

E nessuna pietà,

per me che bevo la vita

a grandi sorsi

assetata solo

di un po' d'amore

e un lieve sorriso..

f

 

 

Grazie a tutti

per la vicinanza affettuosa

e i commenti sempre graditissimi..

Tornerò.. con maggior vigore e serenità..

Vi voglio bene..

fede

 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/colombagif.gif

 

 
 
 
Successivi »
 

 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/FA_101226_48585_1173120161%20sfum.jpg  

" Sapete cos'è Venezia?

Sapete cosa perde il mondo con essa, al di là dell'immediata visione di bellezze naturali ed artistiche?

Conoscete il valore delle leggi, degli insegnamenti che la Serenissima ci ha lasciato in dodici secoli di storia?"

Papà. 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/photo-venice-art-g%20sfum.jpg

 

 

 

 

Venezia non è...:  

Solo il carnevale 

solo Piazza San Marco

 solo un grande museo turistico 

una città morta 

un luogo dove andare a sposarsi,

perchè " è romantica"

un immenso puzzolente immondezzaio

una città malsana

una immensa fabbrica di

mascherine e gondole...

VENEZIA

é una città da amare,

da coccolare, da salvare ... 

Come una grande Madre..   

 

http://digilander.libero.it/lanimaeilmare/FA_101226_49620_1173892701%20sfum.jpg

 

ULTIME VISITE AL BLOG

arcadiadefalkoinvolounghia_rossafioreblu60soloflotheseasoulforestales1958mareadentroeloisa1952Sky_Eaglesurfinia60franco_cottafavigianor1Vittorio_The_Dreamer
 

 

 

 

La strada ti venga sempre dinanzi,

e il vento soffi alle tue spalle

e la rugiada bagni l'erba

su cui poggi i passi

e il sorriso brilli sul tuo volto

e il cielo ti copra di benedizioni.

Possa una mano amica

tergere le tue lacrime

nel momento del dolore.

Possa il Signore Iddio

tenerti sul palmo della mano

fino al nostro prossimo incontro...

 

..lascia che sia respiro ciò che sappiamo darci

lascia che sia respiro il mio saluto al giorno..

per non piegarsi dentro, per darsi di più..

per non lasciarsi andare..mai.

 

E' un mare di emozioni

quello che mi inonda

in ogni istante della mia vita, ora...

Emozioni che vanno vissute.. sentite..

accettate..ma anche controllate..capite..

perchè troppo spesso in questo mare

rischio di naufragare..

fede

 

AREA PERSONALE

 

 

Chi volesse scrivere delle poesie su questo blog, è ringraziato vivamente...

La poesia è la musica dell'anima...Tutto possiede in sè della poesia.

I poeti altro non sono che dei musicisti che suonano le melodie che

provengono dal cuore, con strumenti diversi da quelli convenzionali..

Uomini che sanno trarre dalle cose un significato profondo,

un efflato sensibile solo a pochi , non percepibile da tutti

e lo trasformano in parole...

Alchimisti dell'anima..

 

 

dolcissimo ballare al buio..

in silenzio..

 

I MIEI LINK PREFERITI

- ...
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.