bouquet-of-flowers-design

My dream notes manuscripts, trivial codes, it traces roads

with threads of barriers, obstacles, conditions.

My life is staged on a theatre of illusions,

on stages of pantomimes, gestures, temporal fictions,

it moves on universal plays and scripts,

and walks in the childhood gardens with amazing,

longed-for, disenchanted rides.

Memory grows uninhibited, it boldly magnetizes the mind,

insinuates itself innocently, in dreams it generates

purple sparks, in the eyes crashing with memories,

like benign scars that cure the ailments of the soul.

Memory regenerates moves and actions,

lights of the desolate scenes, invigorates the muscles,

glides over the shaded lands of the fearless youth,

on the dry land of maturity it heals the sordid sadness.

The eyes open winking, the heart sails

on the Giants sea, on the millennial rock it assists

to immutable scenarios of timeless wonders.

Save us Jesus from barbarism, guide our faltering steps

to the light, turn our thoughts into a heavenly glimpse

and our life into a dazzling prelude to eternity.

 

flickr pct 6

Etna

 

  21 aprile 2019

Il mio sogno annota manoscritti, codici banali,

traccia strade su fili di sbarramenti, ostacoli,

condizioni.

La vita è messa in scena su teatri d’illusioni,

su palchi di pantomime, gesti, finzioni temporali,

travalica recite e copioni universali,

si muove nei giardini dell’infanzia 

con le giostre mirabolanti, bramate, sospirate,

disincantate.

La memoria cresce disinvolta, audace

magnetizza la mente, s’insinua innocente,

nei sogni genera purpuree scintille, negli occhi

schianti di ricordi, come cicatrici benigne

che curano i malanni dell’anima.

La memoria rigenera mosse e azioni, 

luci delle scene desolate,

rinvigorisce i muscoli, plana sulle terre sfumate

dell’impavida giovinezza,

sulla terraferma della maturità guarisce

la sordida tristezza.

Gli occhi si aprono ammiccanti, 

il cuore veleggia sul mare dei Giganti,

sulla roccia millenaria assiste fedele

a immutabili scenari delle meraviglie senza tempo.

Salvaci Gesù dalla barbarie, guida alla luce

il nostro passo vacillante, fai dei nostri pensieri 

celeste spiraglio e folgorante preludio all’eternità .

 

 

barca-sul-mare-gif

The road, still long night and day, crosses deserts, forests,

city sidewalks; lights of houses and shop windows shine,

altars of temples, itineraries of love, desires for good,

comforted sufferings, peaceful beaches.

Now fugitives, we try obliged paths, highways of life,

shouts and noises; fall leaves that always whisper

something to us,

and the wind drags them on wheels and whirlpools,

on pierced eaves from the frost of a night.

Doves leave and repeat the round, elegant, sumptuous,

at their wings I entrust the morning, in their sober elegance

it disintegrates and recomposes itself in a flash the infinite.

Tu non parlavi, te ne sei andata in silenzio, il più comunicante dei silenzi,

perché non ti servivano parole,

e i tuoi occhi ci hanno supplicato di voler andare, e ora sono stelle

che irradiano atomi della tua anima nei nostri cuori.

Anche i Santi del cielo, come sulla terra, ti hanno accolto con un sorriso.

Ciao nonna Giovanna.

 

Concetta e mamma nov 2017 pf_1511202855

 

 

La-Splendida-Piazza-Università-di-Catania-1068x1606

Queste pagine mischiano  giorni vissuti e giorni da vivere,

prevedono mosse della vita che si esalta e si deride.

Queste pagine sono una vita e seguono una pista

su edifici di parole, la mia illusione forte,

dove in futuro voglio abitare;

indovinano una flebile e pungente voce umana,

una preghiera, e non urla.

Queste pagine, giorno dopo giorno, aiutano  ad  esistere.

Ninni Bianco Nero 1967 cartoon

Gli anni passano come una foresta di alberi bagnati dalla pioggia,

passano illuminati dal sole brillante del mattino,

nei tuoi occhi saziati di rettitudine, nello sguardo

che racconta la tua vita come l’avrei voluta prima di te,

nella mente ardita che libera positività.

Queste braccia sono grandi dagli slanci d’affetto per i tuoi cari,

e nel tuo sorriso mi specchio, rinfrancato dalla stanchezza.

Sei conforto dopo lo smarrimento, quiete delle mie tempeste,

esempio che guida i giorni, luce che spezza la notte,

e non puoi cambiare, né tradire, perché sei la figlia che sognavo,

tramutata nella realtà.

Buon compleanno nel tempo che non ci cambia,

negli anni che fortificano l’amore, nel tuo giorno che ci regala,

come un un prodigio, semplicemente felicità .  

IMG GIO

Pinterest 55

 

 

Non conta questo cielo grigio,

non conta viaggiare, ne’ vincere;

alla mite cantilena di morbide note

resterò ad augurarti la gioia


fra quattro mura sospese.

Fuori è tutta una sfera

imprendibile

e bianca come la luna;brilliant-gif-animaciya

dentro ci sei tu e nuoti

in un pozzo di miele,

con la testa ubriaca di felicità.

Amarti così,

assordato dal fruscio della vita,

amarti tra le foglie profumate

dell’ autunno,

col cuore in gola amarti.

Solo per te

val la pena

d’amare.

Non conta il cielo grigio,

non conta viaggiare,

ne’ vincere,

val la pena di vivere gli anni

ancora e sempre

con te.

 

Auguste-Louis-Marie-Jenks-Ottin-Polyphemus-Surprising-Acis-and-Galatea

 

Blaise Pascal, Grandezza e Miseria dell’uomo

 

Conoscersi miserabili è un segno di miseria,

ma è in pari tempo un segno di grandezza.

Non si è miserabili se non si sente di esserlo:

una casa rovinata non lo è.

Soltanto l’uomo è miserabile.

Nel pensiero sta la grandezza dell’uomo.                                  

L’uomo non è che una canna,

la più fragile della natura, ma una canna che pensa.

Non occorre che l’Universo intero si armi per annientarlo,

un vapore, una goccia d’acqua bastano ad ucciderlo.

Ma, quando pure l’Universo lo schiacciasse,

l’uomo sarebbe sempre più nobile di quel che lo uccide

perchè sa di morire

e della superiorità che l’Universo ha su di lui.

Mentre l’Universo non ne sa nulla.

Se egli si esalta lo deprimo,

se si abbassa lo esalto,

e sempre lo contraddico, fino a che comprenda

che è un mostro incomprensibile.

Blaise Pascal, 1623-1662