Community
 
rachele662
   
 
Creato da rachele662 il 01/01/2011

la vita

temi ad ampio raggio,il perchèdell'esistenza

 

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

ULTIME VISITE AL BLOG

massimocoppaio_viaggiatorcortesechiaracomeilsole1milena_nortechristie_malryarw3n63rachele662vincenzoschieppatibahktyGiuseppeLivioL2augusto75bzeno1949espertooffresi3vento.vv
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Quale è il più felice tra gli uomini?

Colui che stima i meriti degli altri e gioisce dei loro piaceri

come se fossero i propri.

J.W. Goethe

 

 

 

« Torno tra 15 giorni...Friedrich Nietzsche »

Barbara Alberti le ha suonate a Tolstoj, io me le suono da sola....

Post n°286 pubblicato il 28 Maggio 2012 da rachele662

Leggevo ieri sera un'intervista a Barbara Alberti a proposito di un libro che la giornalista ha scritto su Lev Tolstoj dal titolo Sonata a Tolstoj, e gliele suona davvero, facendone un profilo niente male!

Barbara Alberti dice a proposito dello scrittore: era un uomo di grandi contraddizioni...un superbo che studiava per apparire umile, un lussurioso che ambiva ad essere casto, un tiranno che diceva degli altri essere tutti suoi fratelli.

Le persone così suscitano nel prossimo altrettante contraddizioni...ammirazione e insieme disprezzo, a volte simpatia oppure profonda antipatia!

Tolstoj desiderava essere ultimo fra gli ultimi perchè in realtà aspirava ad essere primo anche in quello.

Non si laureò mai soprattutto perchè nutriva una sorta di disprezzo nei confronti delle istituzioni, e continuò a studiare da autodidatta...!

Nonostante fosse di indole sanguigna, in guerra sposò la causa della non violenza, tanto che persino Gandhi si dichiarò suo umile allievo!

Con le dovute differenze di genere, dal momento che Lev Tolstoj era un uomo ed io una donna, trovo d'avere molte analogie con il profilo caratteriale dello scrittore...!

Penserete voi, bella roba!!!

In effetti vivo profonde contraddizioni e sò di suscitare negli altri amore e odio...a volte antipatia, specie nelle interlocutrici del mio stesso sesso...gli uomini in genere mi amano dal primo istante ahahahah...

Sono un'inguaribile narcisista anche se mi illudo d'essere umile... il mio egocentrismo smisurato mi fa vivere costantemente come fossi in cima ad un gradino più alto rispetto a tutti gli altri!!! 

Ora sono pronta per la valanga di critiche che mi riverserete addosso ahahahah!

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog