Libera su Libero...

...e in qualunque altro posto.

 

 

« Il Marinaio veneto LucioIl valore soggettivo - P... »

Ferite

Post n°14 pubblicato il 18 Maggio 2009 da SoloLampi.e.Tempesta

Quanto male fa sapere di avere ferito, senza averne l'intenzione...
Lei non voleva ferirlo.. voleva solo spiegare PERCHE' aveva scelto lui... che  le sue supposizioni erano sbagliate.. che lei era quella dolce donna che lui aveva amata, vista, rischiato già di perdere... in cui aveva riposto tutte le sue speranze...

Lei non voleva ferirlo, ma quella sua supposizione, l'aveva accecata..e scrisse...s crisse ciò che aveva dentro... los crisse d'impeto, in un momento in cui la mano va più veloce della mente e quest'ultima non può controllare appieno i movimenti e le parole...
Lei scrisse...e  si ritrovò in un vortice.. in un uragano di emozioni, di insulti, di parole che a lei non competevano.. era no lontane chilometri dal suo essere... e per un errore passato, passò per la colpevole... Lo perse, forse... ma non si pentì di averglielo detto:

in fondo, se lei era quello che era, il suo passato aveva grande parte in questo... anche se qualcosa none ra gradito, anche se ora, con un tempo maggiore sulel spalle, lei sapeva bene che non tutto ciò che aveva fatto, era buono...

Ma siamo uomini.. tutti sbagliamo; tutti facciamo cose di cui penstirci un domani... L'importante è comprenderlo, e quando lo si è compreso, non ripetere l'errore...
Lei lo aveva capito.. e l'aveva capito PROPRIO GRAZIE A LUI, alla sua pazienza, all'affetto e alla disponibilità che le aveva dimostrato...

Ma lui... lui non comprendeva. Lui, accecato da quelle parole, da quella rivelazione, non riusciva ad andare oltre... non riusciva a vedere ancora l'amore per lei...

Eppure la ama...

Eppure la ama ancora....

Scusa, ma dovevo farlo...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog