QALANDAR

Infiniti veli celano la Sua Maestà,dietro a ognuno è in attesa una schiera di dervisci

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

YA ALLAH JALLA JALALUHU

Non v'è freccia scoccata da mano d'arciere, senza fallo mirata dai nodi del dito, l'equilibrio guarnito da piume di nero avvoltoio, disposte nel verso più adatto a guidare la mira, la punta affilata come solo nel Za'b sanno intagliare, scagliata da corda ben tesa, da arco di legno invecchiato: non v'è freccia che sappia portare una morte altrettanto fulminea di quella che tu mi lasciasti. Senza traccia di sangue, pure il mio corpo rimase da parte a parte trafitto...

(Jamìl)

 

As salamu alaykum

Bismillahi Bismillahi Bismillahi

Là'ilàha 'illà-llàh (Non v'è Dio se non Dio): è il fondamento dottrinale dell'Islàm, che i sufi interpretano, dandogli il senso più profondo, con: " Non v'è realtà se non la Realtà ".

Allah (Dio) solo è assolutamente reale.

L'Unità di Dio, la cui sola affermazione costituisce la professione di fede musulmana, la shahàda, che fa dell'uomo un "testimone" di Dio, implica non soltanto che non vi può essere politeismo, cosa che, ben inteso, tutte le grandi religioni proclamano, ma anche che, in un certo senso, Iddio Solo è...

ALLAH HAYY

ALLAHU HAQQ

ALLAHU AKBAR

 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

 

VECCHIAIA.....

Post n°20 pubblicato il 18 Settembre 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

Bismillahi Bismillahi Bismillahi

Per te amata Salsabil , e per chi come te  ha dato tanto da dimenticare perfino di lasciare qualcosa da masticare per  se stesso...

..."...Un terribile fardello e' la vecchiaia, sia per l'uomo che per la bestia.   E noi uomini l'abbiamo resa doppiamente gravosa con la nostra noncurante insensibilita'.   Ad un bambino, noi profondiamo ogni cura ed affetto. Ma ad un uomo gravato dall'eta', riserviamo indifferenza piuttosto che attenzione, disgusto invece che simpatia.  Siamo tanto impazienti di veder un infante diventare grande, quanto lo siamo di veder un vecchio inghiottito dalla tomba.

Eppure, il giovanissimo e il vetusto sono egualmente indifesi. Ma mentre l'impotenza del giovane richiama l'amorevole e disinteressato aiuto di tutti, quella del vecchio riesce a cattivarsi solo la riluttante cooperazione dei pochi.

Quando la parola deve bussare ripetutamente e rumorosamente per guadagnarsi accesso ad un orecchio una volta sensibile al piu' leggero sussurro;

quando il limpido occhio di un tempo diviene una pista da ballo per le piu' misteriose macchie ed ombre;

quando l'alato piede del passato diventa un pezzo di piombo, e quando la mano che modello' la vita si trasforma in uno stampo rotto;

quando il ginocchio e' disarticolato e la testa e' come un pupazzo attaccato al collo;

quando le macine son consumate e lo stesso  mulino e' ridotto ad una desolata cava;

quando l'alzarsi significa sudar con l'ansia di cadere, e quando il sedersi vuol dire assidersi col doloroso timore di non rialzarsi piu';

quando il mangiare e il bere sono accompagnati dal terrore delle loro conseguenze, e quando l'astensione da cibi e bevande equivale ad esser braccati dalla Morte;

si, quando la vecchiaia s'impossessa di un uomo, ebbene, quella e' l'occasione di prestargli orecchi ed occhi, di dargli mani e piedi e di rinvigorire le sue deboli forze con l'amore, si da dargli l'impressione che, nei suoi calanti anni, egli non e' meno caro alla Vita di quanto non lo fosse nella sua crescente infanzia e adolescenza.

Ottant'anni amata Salsabil non sono, nell'eternita', altro che un momento. Ma un uomo che ha seminato se stesso per ottan'anni, e' molto di piu' che un'istante.  Egli e' il cibo di tutti coloro che raccolgono la sua vita. E qual'e' la vita che non e' raccolta da tutti?

Non stiamo noi mietendo, proprio in questo momento, le vite di ogni uomo e donna che abbiano mai camminato su questa Terra?  Che cos'e' il nostro linguaggio se non il raccolto del loro modo di parlare?  Che cosa sono i nostri pensieri se non le spigolature dei loro? Perfino i nostri indumenti, le nostre dimore, i nostri cibi, le suppellettili, le leggi, le tradizioni e le convenzioni di coloro che sono stati prima di noi?

Noi siamo coloro che seminano, quelli che mietono, la messe, il campo e l'aia....Un vecchio la cui vita e' stata da noi accantonata nei granai, e' certamente meritevole delle nostre massime cure..........E'vera ingratitudine trarre profitto dal latte di un animale e poi, quando esso non puo' piu' darne, porre la lama del macellaio alla sua gola!

HUWA AL HALIM

ALLAHU AKBAR

Salam

 
 
 

TEATROQALANDAR....

Post n°19 pubblicato il 15 Settembre 2009 da Tasawwuf22

                                                                                                                                           

As salamu alaykum
Bismillahi Bismillahi Bismillahi
TEATROQALANDAR........
 
 
 
Parla la Coscienza
 
 
".. Per ora considerate solo il fatto, o mie care funzioni,
che siete entrate
nel mondo, che dapprima ha per voi nome utero,
poi famiglia, poi scuola,
 poi società, pianeta e...stelle.
Vi sviluppate, ed io vi osservo, e vi lascio alla vostra
incessante ricerca dell'irraggiungibile, mosse dall'energia inappagabile del desiderio.
SEMPRE DI PIU'..SEMPRE DI PIU'..SEMPRE DI PIU'...
E non ascoltate ciò che sussurro nella intima vostra
profondità.
Cercate e pretendete con ogni mezzo, lecito e non,
uno spazio fisico, affettivo, sociale, culturale, ideologico.
Come bambini litigate e stringete alleanze per accaparrare
balocchi.
Vigili scrutate, mai paghe, se si libera un posto più
appetibile per
installarvi.
Io sono la vostra intima essenza, o amate funzioni,
e dimoro in voi.
Sì, io sono la memoria del vostro destino.
Come raggio di sole illumino le tenebre delle vostre
dimenticanze.
Irradio con la mia luce il vostro oblio, e vi rammento
l'alto compito a cui
siate destinate. Vi ricordo la via.
Sono la luce sul vostro sentiero, o dilette funzioni.
Sono la memoria del vostro futuro.
Io aspetto quietamente che vi accorgiate di me, e,
mentre aspetto,
vi insufflo la memoria del futuro cammino.
Vi ricordo, non ascoltata, il domani che vi appartiene.
Cercate ciò che non potete ottenere e smarrite la strada,
ma io vibro
in voi e scolpisco in ogni vostra cellula il ricordo
della meta a cui siete chiamate.
Io sono l'alta e profonda memoria, che vi prepara a
comprendere la miae vostra esistenza.
Sgretolo senza che lo sappiate, i pensieri diffluenti impressi
in voi.
Possa tanta fatica, o amate, divenirvi tesoro.
Sebbene, ahimè, siete voi stesse velo al tesoro!
Ma io sono stata, sono e sarò, sempre, nella felicità
e nel dolore la limpida
e inalienabile memoria del vostro destino!..."
AL HAMDULILLAH WA SHUKRULILLAH!
ALLAHU AKBAR
salam wa rahma

 
 
 

PROSTITUZIONE.......

Post n°18 pubblicato il 08 Settembre 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

Gli interessi materiali dell'uomo sono generalmente considerati di massima importanza, mentre vengono dimenticati gli interessi degli elementi piu' importanti della costituzione umana.  Il potere che potrebbe venire speso per alimentare il superiore, viene consumato dall'inferiore.     

Una tale prostituzione di un principio in favore della forma la si ritrova in ogni sfera della vita sociale. La osserviamo fra i ricchi e i poveri, fra i colti e gli ignoranti, nel foro, nella stampa, nel pulpito, non meno che nelle sale dei mercanti e nelle quotidiane transazioni della vita.  La prostituzione di un principio e' peggiore di quella del corpo.  Colui che usa le proprie capacita' intellettuali per scopi egoistici e malvagi deve essere condannato piu' di colei che fa un commercio della propria bellezza fisica ai fini di acquisire i mezzi per poter sostentare il proprio corpo fisico.     La prostituzione dei diritti umani universali per il beneficio di pochi individui e' la forma piu' pericolosa di prostituzione sulla Terra.

Benedetti coloro che sono in grado di guadagnarsi il pane con l'opera onesta delle loro mani, poiche' un lavoro che richiede scarsa attenzione intellettuale li lascera' liberi di usare le loro capacita' allo scopo della manifestazione spirituale;  mentre quanti spendono tutte le loro energie sui piani inferiori della mente, stanno vendendo la loro primogenitura immortale per un piatto di minestra privo di valore, che nutrira' l'intelletto mortale mentre lascera' digiuna l'anima.

Uno dei sovrani dell'illusione e' il Denaro, il re di questo mondo.  Il denaro rappresenta il principio dell'equita' e dovrebbe essere impiegato per permettere a ciascuno di ottenere il giusto equivalente del suo lavoro. Se desideriamo piu' denaro di quanto possiamo con diritto pretendere, vogliamo qualcosa che non appartiene a noi ma a un altro.  Se otteniamo del lavoro senza pagare il giusto equivalente, priviamo gli altri della giustizia e spogliamo noi stessi della verita', che e' una perdita molto piu' grave per noi rispetto a quella del denaro da parte del defraudato.   Il denaro come tale e' un simbolo, solo il principio da esso rappresentato possiede una esistenza reale. Nondimeno possiamo osservare il mondo ai piedi dell'illusione del denaro.  Il povero lo richiede e il ricco ne vuole dell'altro,  mentre e' desiderio generale conseguire la massima ricompensa offrendo in cambio il minimo possibile.   Gli ecclesiastici salvano le anime e i medici si prendono cura dei corpi allo scopo di far denaro;  la legge viene venduta a chi e' in grado di pagare ed e' disposto a farlo, la fama e la reputazione e un'apparenza di amore possono essere ottenuti col denaro, e il valore di un uomo e' espresso dai capitali che puo' dichiarare di sua proprieta'.  La scienza interviene attivamente per accrescere la misura di comodita' materiali dell'uomo. Sono state inventate nuove macchine e il lavoro che un tempo richiedeva l'intervento di migliaia di braccia puo' essere oggi fatto da un fanciullo, e ci convincono che e' progresso, uomini in cassa integrazione, disoccupati, o assoldati dalla mafia e dalla camorra per poter sopravvivere, ma la scienza e i governi chiamano questo "PROGRESSO e CIVILTA'"!!     Cose che prima erano considerate dei lussi, ora divengono necessita' indispensabili.  La produzione e' seguita dalla sovrapproduzione e l'offerta supera la domanda, il costo del lavoro scende fino a livelli di fame e sul suolo corrotto cresce il muschio del monopolio. Le illusioni creano altre illusioni, e i desideri ne fanno sorgere altri.   La vista del principio viene perduta e al suo posto viene innalzato il vitello d'oro.   Cosi', la piu' nobile capacita' dell'uomo, il suo intelletto, il cui destino e' formare una solida base per la piu' elevata conoscenza spirituale, e' costretta a lavorare per la soddisfazione degli istinti animali nell'uomo.

Allah (Dio) ci tragga dal mucchio e voglia per noi la via dei giusti, degli onesti, dei semplici....insha Allah!

HUWA AR RASHID

ALLAHU AKBAR

Salam

 
 
 

NUTRIMENTO..cibo corpo/cibo mente

Post n°17 pubblicato il 03 Settembre 2009 da Tasawwuf22

.As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

..Molti di noi seguono con grande attenzione la preparazione dei propri cibi, cosi' che nulla di dannoso possa penetrare nel nostro organismo...Ed osservo come in egual tempo poco ci preoccupiamo di quali pensieri vengono introdotti nella nostra mente; invece la qualita' dei pensieri  che dimorano nella mente e le emozioni che nutrono l'anima, sono molto piu' importanti della qualita' degli alimenti che nutrono il nostro corpo.

La nostra mente e la nostra volonta', non meno dell'organismo, possono essere avvelenate; Il cibo di cui ha bisogno la mente deriva dai piani superiori del pensiero, mentre gli alimenti per l'anima giungono dalla luce della Sapienza Divina. Solo cio' che e' disceso dal cielo, puo' ascendere nuovamente al cielo.

Nostri maestri sono i nostri errori; i nostri vizi sono spesso la base delle nostre virtu', e le nostre passioni i gradini che potranno permetterci di risalire, Insha Allah (a Dio piacendo).

Possiamo spendere il tesoro prestatoci dalla natura per uno scopo elevato o vile, cio' riguarda solo noi stessi; ma non possiamo spendere la nostra somma nuovamente una volta che e' gia stata dilapidata.

Una vita puramente animale produrra' la felicita' se il suo possessore si accontenta di essa, mangera', berra',propaghera' la sua specie, potra' essere reso felice in tal modo perche' non vi e' nulla di sbagliato...ma chi aspira a divenire Uomo nel suo significato piu' elevato, dovra' stare attento a non sprecare la forza che la Vita gli ha donato.

..." Una tigre non compie peccato se uccide un uomo, segue solamente la legge della sua natura. Colui che segue i dettami della sua natura non commette alcun crimine.....Ma cio' che e' virtu' per la bestia puo' divenire un vizio nell'uomo, poiche' in esso vi e' una natura animale e una spirituale.."........" Allah (Dio) ha reso grandi peccatori alcuni tra coloro che dovevano divenire gli esecutori di grandi opere, in modo che essi potessero raggiungere una sapienza superiore per mezzo del Suo Amore.."....,

..."..L'angelo e' salvato per la Sua conoscenza,

l'animale per la sua ignoranza,

nel mezzo sta l'uomo, proprio nel rischio!.."....

HAWA AL MU'IZZ

ALLAHU AKBAR

Salam

 
 
 

UOVA........

Post n°16 pubblicato il 27 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

...Considerate la natura che ci circonda.  Non trovate che essa sia costruita sul principio dell'uovo?  Nell'uovo trovo la chiave di tutta la creazione.

Uova sono le nostre teste, i nostri cuori, i nostri occhi.  Uova sono i vari frutti ed ogni loro seme.  Uova sono le gocce d'acqua ed ogni spermatozoo di ciascuna creatura vivente.

E gli innumerevoli globi che tracciano le loro mistiche carte sulla faccia dei cieli: non sono essi altrettante uova contenenti la quintessenza della Vita a diversi stadi di sviluppo?  Non sta tutta la Vita costantemente schiudendosi da un uovo, solo per far ritorno in un altro uovo?

Il processo della creazione e' davvero miracoloso e continuo.  Il flusso della Vita, dalla superficie dell'Uovo Materno verso il suo centro e dal centro verso la superficie, continua senz' alcuna interruzzione.  Man mano che si espande nello Spazio e nel Tempo, il Micro -Dio che c'e' nel nucleo passa da un uovo all'altro, dalla piu' bassa alla piu' alta forma di Vita. L'espansione Spazio-Temporale e' minima nel primo caso e massima nel secondo, ed il tempo richiesto per il passaggio da un uovo all'altro varia da un batter d'occhio, in alcuni casi, ad un eone, in altri. Tale processo continua finche' il guscio dell'Uovo Materno non viene forato ed il Micro-Dio non emerge come Macro-Dio.

La vita non e' altro che un dischiudersi, un crescere e un progredire, ma non come noi siamo avvezzi a considerar la crescita e il progresso. Poiche' la crescita per molti, e' un aumento di volume, e il progresso, un movimento in avanti. 

La vera crescita e' una complessiva espansione nel Tempo e nello Spazio, e il vero progresso un movimento diretto in ogni direzione: verso l'indietro cosi' come verso l'avanti, verso il basso e verso i lati cosi' come verso l'alto. La crescita finale, pertanto,  e' l'espansione che va oltre i limiti dello Spazio; cosi' come il progresso conclusivo e' il superamento del Tempo. In tal modo si ha l'immersione nel Macro-Dio ed il conseguimento della Sua liberta', che non ha vincoli di Tempo e di Spazio, che e' la sola liberta' degna di tal nome. Ed e' questo il destino dell'Uomo.

Dovremmo molto ponderare tutto questo, o i nostri sforzi per liberare noi stessi e gli altri potrebbero aggiungere altri anelli alle nostre catene ed alle loro.

Allah (Dio) voglia per tutti noi questa liberta'd'espansione e progresso...RAMADAN KARIM (Ramadan generoso)

...." NULLA COME L'ORGOGLIO FA SI'CHE IL CUORE SI DISCOSTI DAL SUO CREATORE...QUANDO LA TESTA SI ABBASSA UMILE, LO SPIRITO S'INNALZA "...(H.R.P.)

HUWA AL MU'IZZ

ALLAHU AKBAR

Salam

Nur ala Nur

ALLAHU AKBAR

 
 
 

PRODIGI E MIRACOLI......

Post n°15 pubblicato il 25 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

 

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

 

Le forme rivelano il senso profondo e lo spiegano, poiché non tutti colgono il senso e ne vedono la bellezza davanti ai propri occhi. La forma vede la forma, e l’anima vede l’anima…i cieli sono stati creati sotto una parvenza assai elevata, per far comprendere quello che sono le altezze dell’anima.

La superiorità non dipende dalla forma..

Nel mondo spirituale e senza qualificazioni vi sono altezze astratte, e coloro che si attengono alla forma non sono capaci di coglierle. Perciò l’elevazione del cielo simboleggia tali altezze, affinché si sappia che cos’è l’altezza. Nello stesso modo la terra è un simbolo che permette di comprendere ciò che è basso. Se non esistessero alto e basso nel mondo dell’astrazione, queste due dimensioni non esisterebbero neppure nel mondo della materia.

Così, quando ti avviene di essere in uno stato spirituale, ne fai la descrizione perché sia compreso.

Se questo stato spirituale non ti è capitato non puoi descriverlo.

Similmente i prodigi e i miracoli si presentano sotto una certa forma.

Sono destinati a quanti negano e ignorano i miracoli e i prodigi puramente spirituali.

ATTENTI a quali “ maestri” vi affidate!

Il vero Maestro opera una trasformazione nel discepolo, ne resuscita il cuore morto e rende vedenti gli occhi ciechi affinché le sue tenebre divengano luce: tramuta in oro il suo cuore di rame; fa crescere in lui centomila specie di giardini di saggezza e di roseti di conoscenza, di scienza e di visione.

Allora un simile discepolo, quale interesse potrebbe provare per il “prodigio” consistente nell’indovinare quel che abbiam mangiato il giorno prima o quello che accadrà domani? Che interesse potrebbe mai avere nell’ascoltare voci di sedicenti ectoplasmi spacciatori di verità..Magie, miracoli..come potrebbe mai prenderli in considerazione…se quel prodigio nel vostro cuore e nei vostri occhi non avviene, chiedetevi in quali mani siete caduti…o se in voi vi è davvero un anelito di crescita spirituale!

I giochi di prestigio, i prodigi apparenti sono destinati ai deboli cui non è dato di comprendere i prodigi spirituali.

Così il diluvio di Noè, che ha preso forma, simboleggia uno dei diluvi dell’anima; la metamorfosi e l’inghiottimento nella terra provocati da Allah (Dio) simboleggiano dei fenomeni nel mondo delle anime. Anime grossolane e di cattiva condotta, che si oppongono ai decreti di Dio e mancano di sottomissione a Lui, vengono sottoposte a metamorfosi.

Questa metamorfosi dell’anima non è percettibile a tutti. La metamorfosi della forma è resa visibile affinché quanti hanno una vista debole e non vedono altro salvo la forma comprendano ugualmente un poco e sappiano che cos’è la metamorfosi dell’anima. Quindi, tutto ciò che ha preso forma, sia buono, sia cattivo, è fatto per quelle astrazioni che esistono nel mondo invisibile, di modo che la gente legata alla forma percepisca una parte di quelle astrazioni.

 

ALLAHU AKBAR

salam

 

 
 
 

IL VENTO PORTA CON SE' ANTICHE VOCI

Post n°14 pubblicato il 23 Agosto 2009 da Tasawwuf22

 
As salamu alaykum
BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI 
 
Un focoso scirocco ghermisce in un vortice allegro piume di passeri, fogliame imbrunito dall'incandescente sole, petali di fiori, leggeri zerbini e panni stesi ad asciugare.
Il vento con questi monili s'ingioiella l'invisibile criniera e galoppando riprende la sua corsa.
Spero porti con se anche i pensieri gravosi e i tossici fardelli che gli uomini imprigionano nel cuore 
Ascolto antiche voci nel vento, voci rapite dalle sabbie rosse di deserti lontani, deserti che piedi di santi e Profeti han benedetto col loro passare.
Molte domande scaturiscono.....
 
L'agitarsi degli animi e delle menti degli uomini in cerca di risposte, mi fa rammentare quel che si diceva di Ezechiele:
Nel Vecchio Testamento il primo capitolo di Ezechiele narra della visione e della dottrina della Merkabàh; questa ebbe una parte assai fruttuosa nelle speculazioni mistiche degli ebrei. 
Ma Ezechiele di quelle visioni del Carro del Trono Celeste non cercava alcuna spiegazione razionalistica ;  le prendeva così com'erano, in tutta la loro strana ed inesplicabile fantasia, in tutta la loro soprannaturale diversità dalle cose e dalle idee della vita quotidiana. 
Egli non ne cercava alcuna spiegazione perchè era sicuro che significavano qualche cosa che non era necessario spiegare.
Sentiva istintivamente che la Merkabàh (il Carro) rappresentava il desiderio umano di vedere la Presenza divina e di accompagnarsi ad essa.
Raggiungere questo scopo era,  per lui, il culmine di tutta la vita spirituale.
 
 
Si dice che: Le porte si spalancano perchè l'uomo, all'invito diretto di Allah (Dio), possa raggiungere il segreto bramato e cercato.
L'anima è spinta  a cercare l'unione con Dio, solo perchè sente che Allah per primo si è fatto innanzi, di Sua propria iniziativa e non invitato, a cercare l'unione con lei (l'anima).
Il moto umano dal di dentro è solo una risposta ad un maggiore movimento divino che sprona.
 
La chiamata è venuta:  LA RISPOSTA DEVE SEGUIRE!  
 
Si dice che Egli fece questo mondo in basso per corrispondere al mondo in alto. Ogni cosa che è in alto ha il suo modello qui in basso, e tutto costituisce una UNITA'.
L'universo è spirito divino materializzato ed è dato all'uomo perchè con esso abbia contatto....
Auguriamoci, e preghiamo, che Dio ci renda fedeli come Ezechiele, come  tutti gli altri Suoi prediletti e amati, fedeli come il Proofeta Adamo, Noè, Abramo, Mosè, Davide, Gesù e Muhammad S.A'.a.w.s. 
"Che non ti scuotano quelli che non hanno fede ferma.." (Qur'an XXX,60)
 
Allah ci voglia tra gli onesti, ci protegga dal desiderare potere, e ci metta in guardia dal desiderio di sedurre e controllare le altre creature.
Ci voglia tra gli umili i pazienti e i veritieri
HUWA AL MU'ID
HUWA AL MUQTADIR
 
 
 
salam
 
 

 
 
 

RAMADAN MUBARAK 1430 - 2009

Post n°13 pubblicato il 20 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum
BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI
Domani per noi musulmani inizia il mese meraviglioso di Ramadan,
Rifletto sulle frasi che nel quotidiano sente spesso ripetere il mio cuore..
" Devo combattere per forza! Cosa dovrei fare per portar la pace? Se non si usa la forza la pace non è possibile....il mio vicino è un prepotente, se non alzo la voce non mi ascolta e non ha rispetto di me...quello chissà da che paese viene? Chissà cosa nasconde, io non lo capisco!
Ma come parla? Ma cosa mangia?
Ma come veste?
Ma come prega?....ecc..ecc.."
 
Tu uccideresti il tuo vicino per poter vivere in pace con lui? Che strano spettacolo sarebbe!
Non c'è alcun merito nel vivere in pace con un morto.
Ma è una grande virtù vivere in armonia con un vivo.
Se dobbiamo dichiarare guerra ad un uomo vivente o cosa, i cui gusti ed interessi possono essere talvolta in contrasto con i nostri, dichiariamo allora guerra a Dio, che ha permesso a tutto ciò di essere.
E dichiariamo guerra all'Universo, poiché innumerevoli sono in esso le cose che sconcertano la nostra mente ed affliggono il nostro cuore, e volente o nolente, ci vengono imposte nella vita.
 
Il saggio disse : " La vera libertà merita il sacrificio dell'io..essa non può esserci sottratta dalle armi del vicino; né possono le nostre armi conquistarla o difenderla.
Ed il campo di battaglia è per essa una tomba ".
 
La vera libertà viene guadagnata e perduta nel cuore!
 
In questo mese benedetto, prego Allah che ci voglia tra i pacifici, i veritieri, i capaci di sacrificio. Ci voglia tra coloro che non hanno bisogno di adulare ed essere adulati per paura di perdere... ci voglia tra gli umili e gli onesti!
 
RAMADAN MUBARAK A TUTTI
RAMADAN KARIM
HUUUUUUUWAAAAAAAA
Salam
 
  

 
 
 

ENERGIA

Post n°12 pubblicato il 17 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum
BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI
 
L' umana creatura non può utilizzare che  l'energia ispirata dal grado evolutivo raggiunto.
 
La fonte d'Amore di Allah (Dio) è la sorgente di vita di ogni cosa; il potere mediante il quale Dio riconosce se stesso in ogni cosa;  in altre parole, la sapienza divina è la Luce, ed essa è presente ovunque e si manifesta in ogni forma capace di corrispondere alle sue vibrazioni viventi.
Riflettendo su come i gradi di luce si sviluppano e si manifestano nel nostro mondo, scaturisce un quadro e un parametro abbastanza chiaro del livello di comprensione e vicinanza che l'uomo ha della Fonte (Dio).
Il fuoco ( che è una delle fonti di luce), da noi utilizzato,  è presente in forme diverse nella vita:
il legno ha un'anima di fuoco per poter essere bruciato;  sfregando due pietre vedremo scaturire scintille, la forza ignea
è in tutte le cose create. Potei osservare che anche l'acqua è in se stimolatrice di fiamma, quando andavo di notte a pesca di totani, usavo  lampade ad acetilene contenenti una pietra sulfurea che a contatto con l'acqua sprigiona gas infiammabile.
Essere ciechi alla presenza universale della Luce in tutte le sue forme e rappresentazioni, equivale a non vedere che l'erba e gli alberi, gli uomini e gli animali, vivono e crescono, e che ogni forma tende a essere iniziata a un grado superiore secondo la legge dell'evoluzione.
Ora, viene spontaneo pensare che in questi anni oscuri, dove l'uomo ha prediletto la ricerca e la soddisfazione nelle cose materiali, allontanandosi dal cammino spirituale, l'unico combustibile possibile non poteva che essere un elemento dell'oscurità, un liquido viscoso, maleodorante,  appicciccoso ed inquinante come il petrolio, che è il risultato di putrefazioni di basso livello, che come il male infetta ovunque si posa e rende schiavi i deboli.
Pochi riflettano seriamente su questo flagello, tutto quel che abbiamo prodotto è un derivato del petrolio, plastiche, abiti, mobili.......... l'umana creatura  è schiava della macchina,  impigriti nell'anima e nel corpo molti sono angosciati all'idea di camminare.
Il Male, il grande Demone, sa che a piedi l'uomo ha più tempo per guardarsi intorno, camminando vediamo molte più cose, possiamo osservare i particolari, quei piccoli segnali che avvicinano "all'altro"  al Creato, e alla conoscenza di Dio; in macchina le persone sono distratte, sempre tese e pronte ad aggredire l'altro che le ostacola nella fretta del loro spasmodico guidare, nessuno vede più oltre il proprio specchietto retrovisore, tutto scorre a velocità inafferrabile, così la vita sfuma e il ricordo della giornata sarà un dolore insostenibile, perchè imprigionati in quella scatola a motore qualcosa del giorno che ci è stato donato, che poteva essere fonte di ispirazione e tesori, si è smarrito, perduto per sempre, poiché lo stesso giorno con le sue innumerevoli possibilità non tornerà mai più 
L'uomo guarda alla terra, il suo sguardo non si innalza verso il cielo, ed ecco come le centrali nucleari, gli inceneritori che soffiano inesorabilmente invisibile diossina nell'aria, e il petrolio,  sono i suoi degni carburanti.
Chi ha più consapevolezza ed è progredito nel cammino spirituale ha gia trovato da tantissimi anni l'alternativa: l'acqua, il vento, il sole etc..solo un cuore maturato riconosce queste energie superiori, pulite. 
Allah da ad ognuno ciò che si merita, un padre al suo bambino non darebbe mai mille euro per andare a comprare il gelato,ma delle monetine, così fa Dio con noi, ci da l'elemento energetico che meritiamo.
Un fratello pochi giorni  fa mi disse: " Pensa se si canalizzasse l'energia degli ultrà che negli stadi litigano e si ammazzano con violenza inaudita, trasmutando tutta quella violenza si potrebbe dare luce a molte città!"  
 
Ma umilmente credo che le energie degli ultrà che esplodono negli stadi sono altrettanto venefiche, perchè si alimentano in anime rancorose, frustrate, in animi carichi di odio e disperazione.
Prima di mangiare un frutto dobbiamo sempre vedere in quale terreno esso si è sviluppato, la linfa che lo ha nutrito ha assorbito quel che il terreno conteneva....
anche gli uomini vanno purificati per poter utilizzare al meglio la loro energia.
 
 
STORIELLA
 
...." Un uomo a bordo della sua carrozza spronava i cavalli a gran velocità lungo una stradina di montagna, tortuosa e angusta.
A un tratto, sulla stessa corsia, in senso inverso, giunse un'altra carrozza condotta da un Sufi. Solo per una frazione di secondo si evitò uno scontro frontale.
Nel breve istante in cui s'incrociarono il Sufi gridò all'altro:
" ATTENZIONE!! CANE!!.."
L'uomo andò immediatamente su tutte le furie, in un battibaleno replicò:  " COME TI PERMETTI!!! MALEDETT......"
Ma non fece in tempo a terminare la parola che, dietro al tornante, finì contro un enorme cane seduto in mezzo alla strada.  Concludendo così la sua corsa nello strapiombo. ".....
 
 
 
E ALLAH NE SA DI PIU'
 
 Salam
 
 
 
 
 

 
 
 

AMORE... UNICO PRODIGIO

Post n°11 pubblicato il 15 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum
BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI
 
 
E' l'Amore l'unico operatore di prodigi.
Se desideriamo vedere, facciamo sì che l'Amore sia nella pupilla dell'occhio.
Se vogliamo udire, facciamo sì che l'Amore sia nel timpano dell'orecchio.
Non odiare non significa necessariamente amare; l'Amore è una forza attiva, ed a meno che essa non guidi ogni nostro movimento e passo, noi non troveremo la nostra strada; ed a meno che essa non riempia ogni nostro desiderio e pensiero, i nostri desideri saranno ortiche nei nostri sogni ed i pensieri saranno come canti funebri per i nostri giorni.
 
Noi siamo l'Albero della Vita.
Le nostre radici sono ovunque, i nostri rami e le nostre foglie si trovano dappertutto. I nostri frutti sono in ogni bocca. Quali che siano i frutti del nostro albero, quali che siano i nostri rami e le nostre foglie, quali che siano le nostre radici, essi sono i nostri frutti, foglie, rami e radici. Se desideriamo che l'albero produca frutta dolce e fragrante, se vogliamo che essa sia sempre grande e colorita, badiamo alla linfa con cui nutriamo le radici.
Se vogliamo assaporare la Verità, raggiunge insha Allah le massime profondità, dobbiamo prima tuffarci nelle nostre profondità, o vani saranno tutti i nostri studi, ricerche, regole, ed illegali saranno tutte le nostre leggi, devianti le nostre aspirazioni e caotico il nostro ordine, se prima non impariamo a governare l'indocile uomo menzognero che è in noi, il cui passatempo preferito è quello di giocare con scettri e corone.
Molti uomini percorrendo cammini di "fede" credono che l'odore d'incenso basti a coprire il puzzo dell'odio, dell'invidia e della cupidigia. Così non è, Allah misericordioso ci prova, e ci mostra quanta miseria e menzogna alleviamo in noi.
Come disse il saggio: " Le parole sono vascelli che solcano i mari dello Spazio e toccano molti porti. Facciamo attenzione a ciò che vi carichiamo, poiché, dopo aver seguito il loro corso, essi finiranno col deporre il carico alla nostra porta.."
AL HAMDULILLAH! ALLAHU AKBAR!!
 
DIO E' IL MIO CAPITANO, SALPA, O MIA ARCA!
SEBBENE L'INFERNO, LE SUE ROSSE FURIE SUI VIVI E SUI MORTI SCATENI,
ED IN PIOMBO FUSO LA TERRA TRASFORMI, E DA OGNI SEGNO I CIELI SPAZZI, DIO è IL TUO CAPITANO, SALPA, O MIA ARCA!
 
L'AMORE E' LA TUA BUSSOLA, VIRA, O MIA ARCA!...
LA FEDE E' LA TUA ANCORA, VELEGGIA, O MIA ARCA!
SE DARDEGGIA IL FULMINE E RUMOREGGIA IL TUONO,
E LE MONTAGNE TREMANO E ROVINANO,
ED I CUORI DEGLI UOMINI TANTO DEBOLI DIVENTANO
CHE LA SACRA SCINTILLA OBLIANO,
LA FEDE E' LA TUA ANCORA, VELEGGIA, O MIA ARCA!
HUWA AL WADUD
 
 
Salam
 

 
 
 

PAURA DI VIVERE PAURA DI AMARE

Post n°10 pubblicato il 12 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

 

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI 

 

Qualcuno disse:

NON SIAMO FORSE LIBERI di accettare una credenza o rifiutarla? di scegliere le parole di cui ci serviamo? Di interpretare una parola o una situazione?

NON SIAMO FORSE LIBERI di amare e di odiare? Di accusare o comprendere?  Di dire del male o del bene?

NON SIAMO FORSE LIBERI di guardare la verità in faccia o di mentire a noi stessi? Di reagire o di agire?  Di alimentare la paura o di avere fiducia?

SI', SIAMO LIBERI dei nostri pensieri, dei nostri sentimenti, delle nostre credenze, dei nostri atteggiamenti, delle nostre scelte.

Ma pur avendo, tutti quanti, questa libertà, non possiamo sfuggire alle conseguenze di ciò che scegliamo di dire, fare, credere. 

 

Dobbiamo riconoscerci quali responsabili di ciò che viviamo, di ciò che ha innescato le situazioni felici o infelici che ora stiamo vivendo.

Allah (Dio) ha creato con matematica precisione i meccanismi in difesa della vita, per cui sia la terra che l'uomo hanno in sé gli strumenti adeguati per far si che la giustizia si compia in nome di un equilibrio divino.

Il Mahatma Gandhi diceva: " L'errore non diventa verità solo perchè si propaga e si moltiplica.  E la verità non diventa errore solo perchè nessuno la vede! "..............

Allah voglia unirci in un'unico intento, che veda il cuore degli uomini realizzare il Suo Decreto Originale, che veda finalmente l'Uomo come Vicario di Dio sulla terra;  ci voglia la Sua Misericordia capaci di amore e rispetto per la Sua creazione, per ogni uomo, colore, lingua, credo o diversità, ci voglia forti e capaci di combattere il male in noi e intorno a noi, ci voglia equilibrati amministratori dei Suoi beni, quei beni terreni che sono fonte di vita per tutti noi, PER TUTTI, nessuno escluso, in ogni nazione e cultura...Ci voglia l'Altissimo sollevare dalla bassezza della nostra viltà, egoismo e smarimento, ci apra lo sguardo del cuore per mostrarci la fame, la paura, l'isolamento in cui abbiamo costretto parte dell'umanità, voglia Dio posare la Sua mano benedicente su questo Occidente sfrenato, ingordo, indifferente, aggressivo, presuntuoso, che ritiene d'essere migliore "DELL'ALTRO" , e che impone le sue leggi di mercato a scapito dei più deboli senza pudore. Questo Occidente che ha allevato nel suo seno l'inventore della bomba atomica, dei campi di concentramento, delle camere a gas, che occupa l'africa per depredarne diamanti, oro, uranio e quant'altro senza dare ai popoli di quella terra nulla in cambio, se non fame, ignoranza e repressione, segregando indiani, aborigeni e le infinite minoranze in ghetti fisici e morali.

 In questo Occidente grazie a Dio abbiamo avuto anche i San Francesco, i missionari che in tutto il mondo operano con sacrificio e amore, abbiamo avuto artisti e talenti di ogni genere....... Ma è bene ricordare che tutti i Profeti da Adamo, Noè, Mosè, Gesù,  fino a Muhammad (Allah li benedica e innalzi sempre più alla Sua Gloria), sono nati ad Oriente...allora interroghiamoci, e guardiamo all'Oriente del nostro Cuore!

Rivolgo queste parole a tutti coloro che hanno un vivo cuore, un vivo intelletto, e umilmente dico " UNIAMOCI NELL'UNICO LAVORO CHE VEDRA' SALVA LA TERRA ", e il futuro dei nostri figli insha Allah!

Poichè a loro lascieremo l'eredità della nostra follia, della nostra ingordigia, della nostra indifferenza e vigliaccheria.

 

ALLAHU HAQQ

 

salam

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

AL GIHAD

Post n°9 pubblicato il 11 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum
BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI
 
Mi è stato chiesto il significato di AL -GIHAD.....
la parola, in arabo, significa " LO SFORZO " ( e non guerra santa, termine invece coniato per la sua crociata da Pietro l'Eremita) e in senso tecnico, nella nomenclatura islamica, significa " LO SFORZO PERCHE LA PAROLA DI DIO SIA PIU'ALTA " . E', quindi, classificabile come AL-GIHAD qualsiasi azione finalizzata alla affermazione della Parola di Allah (Dio), che venga svolta in obbedienza alle regole di condotta dettate da Allah e dal suo inviato  il Profeta Muhammad S.A.'a.w.s. per conseguire il risultato di cui sopra.  Quando il Musulmano è costretto a compiere il suo AL-GIHAD nelle forme della lotta armata per difendere i valori dell'Islàm dall'aggressione armata (poiché il Musulmano non può attaccare, ma ha il dovere di difendersi), è tenuto ad osservare le norme del " CODICE DI GUERRA " islamico, che NON PREVEDE la regola " IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI "! e PROIBISCE il TERRORISMO, come strumento di lotta.    L'espressione " TERRORISMO ISLAMICO " ha lo stesso valore di rappresentazione della verità, che ha l'espressione " CERCHIO TRIANGOLARE " o " CUBO SFERICO "!
E' un falso storico parlare di " diffusione dell'Islàm con la spada ", cioè di guerra santa, poiché l'IMPOSIZIONE della religione è in contrasto con una delle regole fondamentali dell'Islàm, espressa dalla frase coranica LA IKRAHA FI-D-DIN! che significa " LA RELIGIONE NON SI IMPONE "
Chiunque si definisca Musulmano ed opera in contraddizione a questi decreti, egli è lontano dall'Islàm, esattamente come un Cristiano o un Ebreo che si definiscono tali e poi rubano, stuprano, aggrediscono ecc...
 
IL DIALOGO E LA COMPRENSIONE
Il DIALOGO è un dovere primario del Musulmano perchè il dialogo con gli altri è la strada indicata da Allah (Dio) e dal suo Profeta S.A.'a.w.s.  per comunicare il messaggio di liberazione dell'uomo dal dominio dell'uomo, che è l'essenza pratica dell'Islàm.   Il Musulmano sa, per insegnamento divino, che " NESSUNO CREDE SENZA IL PERMESSO DI ALLAH ", che  " NELL'ISLAM NON C'E' SPAZIO PER L'IMPOSIZIONE FORZATA DEL CULTO ", che " LA VERITA' VIENE DAL TUO SIGNORE, PERCIO' CHI VUOLE CREDA E CHI NON VUOLE NON CREDA ", che, a ogni eventuale proposta di compromesso, egli deve rispondere:
" TENETEVI PURE LA VOSTRA RELIGIONE VOI E IO MI TENGO LA MIA! ".
Allah indica anche le modalità di dialogo, che deve essere svolto con proprietà e correttezza di linguaggio, con un tono di voce moderato ed equilibrato, senza mai cadere nella polemica, ma con sapienza ed equilibrio, con l'obiettivo primario di informare con chiarezza e non di convincere a tutti i costi.
Nessun Musulmano può accettare un dialogo avente per obiettivo un compromesso riguardante gli articoli del Credo islamico e le norme del Codice di vita.
Il dovere del Muslmano, sul piano teologico, è l'invito alla GENTE del LIBRO (Cristiani e Ebrei) affinché si addivenga a un accordo per cui nessun altro all'infuori di Dio sia il destinatario dell'adorazione e che nessun uomo prenda come signore un altro uomo ( nell'Islàm non si adorano o pregano statue, icone, santi, ecc.... il Musulmano prega, si affida  ed è sottomesso  solo a Dio! )
Quanto sopra premesso, non c'è più molto da aggiungere a proposito della comprensione tra diversità religiose e non, nella quale i Musulmani non hanno da imparare nulla da nessuno.  Basti riflettere su questi due incontrovertibili dati storici.
1)  Nell'area del mondo islamico esistono presenze cristiane massicce ( IN EGITTO CE NE SONO 8.000.000) fino dai tempi della liberazione di quelle aree del dominio bizantino, mentre nelle aree territoriali della c.d. " RECONQUISTA " (Spagna, Sicilia ), l'Islàm è stato sradicato con il massacro dei musulmani renitenti alla conversione forzata al cristianesimo.
2) I seguaci del Giudaesimo hanno sempre trovato rifugio nel mondo dell'Islàm, quando l'anti-semitismo religioso mieteva vittime nell'Europa cristiana.
E se nella storia possiamo trovare qualche avvenimento in cui Cristiani o Giudei hanno subito ingiustizia, in violazione delle norme del Corano e della Sunna che impongono il rispetto dei diritti degli appartenenti alla Gente del Libro, quegli avvenimenti furono "L'ECCEZIONE CHE CONFERMA LA REGOLA "
DISSE IL PROFETA MUHAMMAD S.A.'a.w.s.  " CHI FA TORTO A UN CRISTIANO O A UN GIUDEO NON SARA' DALLA MIA PARTE NEL GIORNO DEL GIUDIZIO "..
Chiunque oggi agisca come terrorista o imponga regole di violenza e prevaricazione nel privato del nucleo familiare o nella società , egli è lontano dall'Islàm.
 
E ALLAH NE'SA DI PIU'!
ALLAHU AKBAR
 
 
Salam
 
 
 

 
 
 

IL CORPO E'UN DESTRIERO

Post n°8 pubblicato il 09 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

Bismillahi Bismillahi Bismillahi

Considera il corpo come un destriero..

Per il cercatore è evidente che il firmamento e la terra sono come una stalla per l'anima carnale... e se tu non sei un cavallo, esci da questa scuderia come la perla esce dall'oceano. Quando la goccia d'acqua diventa perla nell'ostrica, non rimane mai nella conchiglia.  Quando l'uccello mette le piume, rompe l'uovo e ne esce.  Quando l'embrione giunge ai nove mesi, esce dal ventre materno e si libera da quella prigione che lo impaccia. Se non uscisse, morirebbe nel ventre della madre ..il bimbo da testate  per uscire dal corpo della madre in questo mondo.

Se tu sei colmo delle Luci della conoscenza, fuggi dal mondo di tenebre  dove sei prigioniero di te stesso, tu fai parte di un immenso tesoro spirituale, se sei un anima, il corpo è solo la tua cavalcatura.

Esci dal corpo mondano, e nasci nel mondo della ragione e dello spirito.

Noi siamo simili ad una miniera. La terra è apparente come il corpo, l'argento come l'anima è nascosto.  Quando l'argento è estratto, la terra della miniera non ha più valore e viene abbandonata. Il valore della terra proviene dall'argento...cosa sarebbe questa terra senza il seme che si introduce in essa e spinge per ritrovar la luce e divenir germoglio, fiore e frutto? Ciò che ha valore è lo spirito che l'anima, senza l'argento, l'oro, il diamante, senza i semi che germoglieranno la terra è solo polvere che il vento disperde.

Nasci dunque a te stesso una seconda volta, come l'oro, l'argento e il germoglio sono nati dalla terra.

Messa nel crogiolo, la polvere della miniera fonde, trasmuta e diventa preziosa.

Anche tu, se ricerchi, devi fonderti al fuoco dell'amore nel crogiolo della sincerità.

Se vuoi elevarti, dovrai nascere due volte: una volta da tua madre, l'altra da te stesso.

Ora che sei passato dalla prima nascita, sforzati di ottenere la seconda.

.." mi si distilli sul fuoco così come aroma di rosa, si provi l'oro dell'anima mia con la pietra che ignora l'inganno, si fonda il mio argento, s'incanti la serpe del cuore, mi si frantumi e si macini..."

ALLAHU AL MUSAWWIR

salam

 
 
 

AUGURIAMOCI CHE SOFFI IL VENTO

Post n°7 pubblicato il 06 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

Bismillahi Bismillahi Bismillahi

AngeloQuaranta chiede dei dervishi...poche parole per chi tende l'orecchio del cuore..a Ofregon..e a tutti i viandanti.

Il vento straccione dei dervishi apre la porta stretta della taverna e chiude il portone del grande palazzo.

Apre la botola del disprezzo e chiude lo scenario degli onori.

Apre il pozzo della fatica e chiude la cortina del riposo.

Il vento dei veri Maestri apre la cella della veglia e chiude la stanza del sonno.

Apre la caverna della povertà e chiude il fortino delle ricchezze...Il vento straccione dei dervishi chiude le finestre delle speranze in questa vita e apre la porticina, piccola e nascosta, della preparazione alla morte.

Vedrai allora che in nessun cuore gli sguardi sono deviati...quelli che straordinariamente si lanciano verso l'alto,olà, mentre il corpo resta sul sofà, non hanno perso la diritta Via.

Dio ispirò a Mosè: " Prendi dei sandali di ferro un bastone di ferro cerca la Scienza e pazienta, fino a che i sandali si consumano e il bastone si rompe.."

 Il labirinto è tra le mie dita come friabile guscio di chiocciola schiacciato..e un vento soffia tra le maglie della rete vuota....

Ya Allah, sveglia chi tra noi dorme sui letti della distrazione e dell'indifferenza. Completa la nostra porzione di sapere e di pazienza, perchè sono all'origine di ogni virtù e merito.

..."...Quando viaggiai nella mia anima, nient'altro vidi che la Luna, sicché intero fu rivelato il segreto dell'eterna teofania.

Le nove sfere del cielo erano tutte immerse in quella Luna, e in quel mare era nascosta la navicella del mio essere.."..(Rumì)

HUWA AL MUSAWWIR

salam

 
 
 

SUFI

Post n°6 pubblicato il 05 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

Per ogni viandante che giunge su queste dune ricamate dal vento...per Francesca e Emanuele che stanno atterrando ora in Istambul...la derga apra per voi le sue porte e un dhikr nel cuore sgorghi inarrestabile..insha Allah!

Un'essenza divisibile non può, giungere alla conoscenza di ciò che non ha parti. Tale conoscenza dovrebbe essere frammentaria, e la sua frammentarietà significherebbe la divisibilità dell'Oggetto.

" Il Sufi non accoglie e non viene accolto; egli non è né scisso, né frammentato.."

Chi intende percorrere e scoprire la Via Sufi, la Via per cui si esce dalla tela del ragno, deve sapere tenere a distanza i diciannove Aiutanti.

Cinque di essi sono volatili la cui traccia è visibile, altri cinque sono invisibili.

Due sono camminatori dal passo veloce, ma visibili; altri sette camminano lenti, ma non si scorgono.

Tra tutti, sono i volatili quelli a cui è più difficile sfuggire, perchè, quando si è pronti a spiccare il volo (verso la realtà dello Spirito), essi si trovano gia innanzi, pronti a ostacolare il movimento; e sono quelli invisibili a creare gli impacci e gli inganni maggiori.

Al centro sorge un'isola ove soggiornano dei demoni, che possono balzare sull'uomo che avanza e, legandoglisi al collo, fermarlo e impedirgli di trovare l'Acqua della vita.

Ma ho anche udito che, se uno sale sul vascello che fu di Noè e arma la sua mano del bastone di Mosè, può trovare il modo di essere libero.

Molti tra i cercatori hanno compreso questo dire...e a chi è all'inizio del cammino Allah gli apra la porta della comprensione.

......." Il paradiso è un gioco per bambini. Un solo sguardo d'Amore di Allah (Dio) vale più di centomila paradisi..."

ALLAHU AKBAR

salam

 
 
 

NUTRIMENTO

Post n°5 pubblicato il 04 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

E' ora che gli uomini la smettano di macellare gli uomini.

La Terra non dà vita a più creature di quelle che può alimentare. I cieli non sollecitano né rubano sussistenza alcuna per i loro piccoli.

Mente chi dice all'uomo: " Se vuoi avere il tuo cibo, uccidi ed eredita quello degli altri ".

Come farà a prosperare sulle lacrime, sul sangue e sulle sofferenza degli uomini, chi non è riuscito a prosperare sul loro amore, sul latte e sul miele della Terra e sui profondi affetti dei cieli?

Mente chi dice all'uomo: " Ogni nazione a se stessa ".

Come farebbe un millepiedi ad avanzare, sia pure d'un solo centimetro, se ogni sua gamba si muovesse in direzione contraria a quella delle altre, o se bloccasse il loro progresso, oppure se complottasse per la loro distruzione? E non è l'umanità un enorme millepiedi le cui gambe sono nazioni?

Mente chi dice all'uomo: " La corsa è per il veloce, il diritto è per il potente ". Poiché la vita non è una corsa di muscoli e di forza. lo zoppo ed il mutilato, spesso raggiungono il traguardo prima degli altri. E perfino un nano atterra alle volte un gladiatore.

Mente chi dice all'uomo: " I torti non possono essere riparati che con i torti ". Un torto sovrapposto ad un altro torto non produrrà mai il giusto. Lasciamo il torto solo, ed esso provvederà alla propria distruzione.

Non prendiamo come un' offesa l'ingratitudine degli uomini e la loro mordace derisione, ma adoperiamoci, con inesauribile amore e pazienza, per liberarli da loro stessi e dal diluvio di fuoco e sangue che su loro si abbatterà..quel fuoco e quel sangue investirà anche le nostre vite.

E' ora che gli uomini la smettano di macellare altri uomini.

E' dall'inizio del tempo che il Sole, le Stelle e la Luna stanno aspettando d'esser viste, udite e capite.

L'alfabeto della Terra, d'esser decifrato.

Le strade dello Spazio, d'esser percorse.

L'aggrovigliata matassa del Tempo, d'esser dipanata.

La fragranza dell'Universo, d'esser inalata.

Il pane del discernimento, d'esser assaggiato... e l'Uomo, d'esser svelato!

E'ora che gli uomini smettano di saccheggiare gli uomini e uniscano le loro file per continuare la comune opera.

Enorme è l'opera...ma dolce è la vittoria!

Allah (Dio) ci voglia tra coloro che hanno orecchi per sentire, occhi per vedere, cuore per amare.

ALLAHU AKBAR

salam

 
 
 

LA PAROLA

Post n°3 pubblicato il 03 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

a tutte le sorelle i fratelli ritrovati in questo universo di blog....e coloro che verranno insha Allah!

In questo mondo in cui, solo agli stolti vien dato il diritto di parlare, in questo mondo in cui la tradizione orale aveva il rigore degli scritti sacri, la parola deve ritornare ad esser sacra.

La parola è un frutto la cui scorza si chiama " CIARLA ", la polpa " ELOQUENZA ", e il nocciolo " BUON SENSO ".

Quando una creatura, a qualunque grado evolutivo appartenga, è dotata di parola, si trova automaticamente classificata tra i grandi privilegiati, perchè il verbo è il dono più grande che Allah (Dio) abbia fatto a una Sua creatura.

Ogni cosa è stata creata attraverso la potenza del verbo. Allah (Dio) nel dare all'uomo la parola, gli ha delegato una parte della Sua potenza creatrice.E'tramite la potenza del verbo che l'uomo può a sua volta creare, e crea non soltanto per assicurarsi le relazioni indispensabili all'esistenza materiale, ma anche per assicurarsi il viatico che gli apre le porte della realizzazione, della serenità, e della beatitudine.

L'intolleranza, strettamente connessa all'ignoranza e all'immaturità spirituale, non è privilegio di alcuna razza o comunità particolare: è una malattia umana universale.Tutti i tempi e tutti i cieli ne hanno fatto esperienza. In questo stesso momento, più o meno acquattata in qualche oscura zona del nostro essere, essa minaccia di tirar fuori gli artigli non appena incontriamo negli altri qualche differenza che non riusciamo a comprendere.

Auguriamoci di tutto cuore che venga l'era della riconciliazione tra tutte le culture, le etnie e le confessioni della terra, l'era in cui progetteremo insieme una grande volta morale e spirituale...AMORE, CARITA', FRATERNITA'!

Attenti a dar credito ai simulatori, a coloro che spargono terrore, che alimentano la paura del " DIVERSO "...ATTENTI!!, poichè il grande demone sulla terra gestisce, travia, e sottomette solo coloro che cadono nelle trappole della PAURA.. Egli è un sussurratore furtivo,  i potenti della terra conoscono il potere della PAURA, e con questa PAURA alimentano le creature, così da farne schiavi sottomessi, ubbidienti, incapaci di pretendere quel che è verità, giustizia, dignità.

Quale, e quanta responsabilità abbiamo ogni qualvolta diamo libero sfogo ai pensieri e alle parole!?!

Allah (Dio) ci renda capaci di coraggio e verità, ci voglia tra i sapienti, i saggi, dispensatori d'AMORE, CARITA', MISERICORDIA e FRATELLANZA

HUWA AL QAYYUM

ALLAHU AKBAR

salam

 
 
 

MAS'UD-I SA'D

Post n°2 pubblicato il 02 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

..."....Mi si distilli sul fuoco così come aroma di rosa, si provi l'oro dell'anima mia con la pietra che ignora l'inganno,

si fonda tuto il mio argento, s'incanti la serpe del cuore, mi si frantumi e si macini dentro la mola del fato, l'occhio della fortuna s'abbui, resa sterile sia la speranza! Non mi lagnerò, perchè questo palazzo è soltanto un miraggio,

non m'affliggerò, perchè questo palazzo è fumante illusione; di questi spalti fa me un'infinita pazienza Signore regnante..."

ALLAHU AL WADUD

salam

 
 
 

L'INTELLIGENZA

Post n°1 pubblicato il 02 Agosto 2009 da Tasawwuf22

As salamu alaykum

L'intelligenza è una facoltà che non si può conoscere se non attraverso le attività manifestate dal cuore e dalle membra. Nessuno può individuarla in se stesso e negli altri, se non per mezzo della sua azione.

"E' la quintessenza dello Spirito, o caratteristica essenziale dello Spirito...il nocciolo di ogni cosa è ciò che è peculiare di questa cosa stessa.."

Chi distingue ciò che gli giova da ciò che gli nuoce nelle cose di questo mondo, si rende conto che Allah (Dio) Altissimo lo ha favorito con l'intelligenza, che ha invece negato in gran parte ai dissennati ...

" Il labirinto è tra le mie dita come un friabile guscio di chioccola schiacciato. E un vento gentile soffia tra le maglie della rete vuota.."

ALLAHU AKBAR

salam

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Tasawwuf22
Data di creazione: 01/08/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

decorart79BGelsominapetrus2006mistero318max_6_66bal_zacnichy1955comelunadinonsolopolTheWhiteHeatdaunfioreDONNADISTRADADIAMANTE.ARCOBALENOsette7.7JON.Llord_of_border
 

As salamu alaykum

BISMILLAHI BISMILLAHI BISMILLAHI

..."...Ritorna nel mondo del lecito e del proibito, le tue briglie sono ancora nelle mani dell'illusione!

Finche' sarai nei lacci della legge dei composti, sarai la tavola in cui il calamo ne scrive le imposizioni.

Per questo non ti è dato ancora di scegliere: non puoi mettere la legge sotto i piedi.

Nel mondo è in vigore il principio dell'attrazione, lasciandolo scoprirai il regno del Gusto.

Chi mai da se' trova la via del proprio intimo?  Ma guida a tutti gli uomini e' la pura Unità.

Sappi infine che tua guida e' proprio quella luce: ti e' sempre vicina e nel contempo lontana.

Essa ti condurra' oltre i limiti del pensiero, per lei potrai unirti alla tua Autentica Natura.

Segui i suoi riflessi e giungerai alla verita', respira i suoi aliti e avrai la vera maestria.

Lei discende dalla pupilla dell'Occhio della Verita', e' la guida dei giusti al soglio della Sincerità.

Vile e' quanto ti attornia ma essa e' eccellente, cio' che vedi e' buccia ma essa e' polpa squisita!.........

'Alif, Lam, Mim. Allah la'ilaha'illa huwa al Hayyu al Qayyum

SUBHANA ALLAH

salam

Nur ala Nur

 
 

As salamu alaykum

Bismillahi Bismillahi Bismillahi

...Non restare prigioniero dei lacci della natura, vieni a contemplare l'opera divina.

Considera la struttura dei cieli, al fine di poter lodare il Vero per i segni Suoi.

leva gli occhi, e guarda come la volta del più alto cielo attorno ai mondi si distende...

...Contempla il mondo, che in te è tutto compreso; ciò che fu creato per ultimo, era il Pensiero.

L'anima di Adamo è ciò che fu creato per ultimo, e i due mondi erano i mezzi della sua creazione.

Non v'è altra causa finale che l'uomo...

HUWA AL MUSAWWIR

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom