Creato da Sole.ad.Oriente il 28/07/2008

Sole ad Oriente

Consapevolezza non è semplice conoscenza: essa corrisponde al grado in cui la conoscenza diventa totalmente e istintivamente applicata alla vita, poiché entra a far parte del bagaglio interiore della persona; a quel punto essa non ha più necessità di attraversare esperienze per imparare, né patirne le conseguenti sofferenze...

 

FREE TIBET

 

MY FACEBOOK

Profilo Facebook di Sole Ad Oriente
 

AREA PERSONALE

 

DEEZER PLAYLIST


Discover Natural Sounds!
 

QUOTES BY LAO-TZU

 

MEDITATION MUSIC




 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

MAHATMA GANDHI


"Parla solo se quello che dici è vero, utile, amorevole."
 
Citazioni nei Blog Amici: 69
 

JIDDU KRISHNAMURTI


"Sai cosa significa imparare?
Quando impari veramente, impari dalla vita; non c’è un insegnante particolare da cui imparare. Tutto ti è di insegnamento: una foglia morta, un uccello in volo, un profumo, una lacrima, il ricco e il povero, coloro che piangono, il sorriso di una donna, l’alterigia di un uomo. Impari da ogni cosa, quindi non hai bisogno di guide spirituali, di filosofi, di guru. La vita stessa ti è maestra, e tu sei in uno stato di costante apprendimento
."
 
 
Pixel vuoto
 

 

« La trasformazione interioreCondividere la felicità »

L' energia interiore

Post n°1435 pubblicato il 29 Marzo 2012 da 22k
 

"Quanto più ti affidi all'energia interiore, tanto più libero potrai essere nella vita"

Che cosa pensiamo della vita? Per anni trovare una risposta a tali interrogativi ha implicato scavare in noi stessi. Ma che cosa significa esattamente ciò? Ognuno di noi possiede un'Energia Interiore che gli consente di mantenersi in buona salute, instaurare rapporti interpersonali soddisfacenti, fare una carriera brillante e godere, nella vita, di ogni prosperità. Per raggiungere tali obiettivi, è innanzitutto necessario credere che sia possibile farlo e, in seguito, eliminare quei fattori che, nella vita, ci impongono situazioni indesiderate.

A tale scopo scaviamo in noi stessi ricercando l'aiuto dell'Energia Interiore, capace di indicarci che cosa sia meglio per noi. Se siamo disposti a cambiare la nostra vita affidandola a tale Energia, che ci ama e ci sostiene, possiamo vivere circondati da amore e benessere. La nostra mente è sempre correlata, mediante l'lo Superiore o Energia Interiore, alla Mente Infinita, all'Energia Universale che ci ha creato, da cui trae conoscenza e saggezza. L'Energia Universale ama tutte le Sue creature, è un'Entità benefica che dirige la nostra vita: non conosce odio, menzogna né punizione, è amore, libertà, comprensione, pietà. E' dunque importante affidare la nostra vita all'Io Superiore poiché, in tal modo, possiamo ricevere ogni bene.

Ovviamente, possiamo decidere di usare l'Energia in qualsiasi modo: decidendo di vivere nel passato e di riassestare quanto di negativo è avvenuto nella nostra esistenza, rimaniamo semplicemente al punto di prima. Se, viceversa, intendiamo non esserne vittime e andare avanti creandoci una nuova vita, veniamo sostenuti dall'Energia che ci procura nuove e più felici esperienze. Personalmente, non credo nell'esistenza di due energie, ritengo esista un solo Spirito Infinito. E' troppo semplicistico dire: "E' il diavolo" oppure "sono loro"; siamo noi, ed abbiamo di fronte solamente due alternative: utilizzare l'energia con saggezza o con sconsideratezza. Esiste il diavolo nel nostro cuore? Condanniamo gli altri perché sono differenti da noi? Che cosa scegliamo?

Responsabilità e colpa

Con i pensieri e i sentimenti contribuiamo a determinare tutte le situazioni, buone o cattive, che caratterizzano la nostra esistenza; i pensieri generano le sensazioni in base a cui impostiamo la vita. Ciò non significa darci la colpa per gli sbagli compiuti: vi è infatti una differenza notevole fra essere responsabile e incolpare se stessi o gli altri. Essere responsabile significa possedere l'energia, incolpare o incolparsi implica gettarla via. La responsabilità ci consente di operare dei cambiamenti nella vita; se, viceversa, ci assumiamo il ruolo di vittime, sprechiamo l'energia. Accettando la responsabilità, non perdiamo tempo a incolpare qualcuno o Qualcos'altro; alcuni si sentono in colpa per aver causato malattia, povertà o problemi agli altri interpretando, in tal modo, la responsabilità come colpa. (I mass media hanno definito il fenomeno la Colpa della Nuova Era.) Queste persone provano una sensazione di colpa perché ritengono di avere, in certo qual modo, fallito; esse prendono tutto come colpa trovando così un "alibi" ulteriore per criticarsi.

Questo atteggiamento è ben diverso da quello che intendo. Se consideriamo problemi e malattie come un'opportunità per cambiare la nostra vita, possediamo l'energia. Numerose persone affette da patologie gravi hanno affermato, una volta guarite, che queste sono state l'esperienza più bella in quanto hanno consentito loro di cambiare ottica di vita. Altre, invece, insistono nel ripetere: "Sono disgraziato! Povero me! Dottore, mi aiuti!" Credo che, anche guarendo o dovendo affrontare problemi minori, tali persone non abbiano una vita facile. La responsabilità è la capacità di rispondere ad una situazione. Abbiamo sempre la possibilità di scelta: ciò non significa negare quello che siamo disprezzando quanto abbiamo nella vita, bensì riconoscere che siamo giunti dove siamo; in base a nostre scelte. Assumendoci la responsabilità, possiamo cambiare.

Quando chiediamo: "Che cosa posso fare per modificare questa situazione?", dobbiamo pensare che possediamo sempre l'energia necessaria per attuare cambiamenti. Dipende solo da noi come utilizzarla. Tutte le esperienze da noi vissute fino ad ora sono state determinate dai pensieri elaborati in passato: non guardiamo alla nostra vita con vergogna, ma consideriamo il passato come parte ricca e importante della nostra esistenza. Senza di esso, infatti, non saremmo qui oggi. Non c'è ragione di martoriarci perché non abbiamo fatto di meglio: abbiamo comunque fatto tutto quello che potevamo. Consideriamo il passato nella luce dell'amore e siamogli grati per questa nuova consapevolezza. Il passato esiste solo nella nostra mente e nel modo in cui decidiamo di considerarlo. Questo è il momento in cui stiamo vivendo; questo è il momento in cui stiamo percependo sensazioni, questo è il momento in cui stiamo facendo esperienze. Ciò che facciamo oggi costituisce la base del domani; pertanto, questo è il momento di prendere una decisione.

Non possiamo fare nulla domani né cambiare quanto avvenuto ieri, ma possiamo agire oggi. E' dunque determinante quello che decidiamo di pensare e di dire in questo momento. Quando iniziamo ad assumerci la responsabilità dei nostri pensieri e delle nostre parole, abbiamo uno strumento valido nelle nostre mani. Potrà sembrare banale, ma è così: l'energia scaturisce sempre dal presente. E' importante comprendere che la nostra mente non ci controlla e che, viceversa, siamo noi e, più esattamente, il nostro lo Superiore a controllarla. E' possibile arrestare i vecchi pensieri: quando questi cercano di farsi strada, suggerendo che "è così difficile cambiare!", è bene prendere il controllo della situazione convincendosi che "da ora in poi sarà facile operare dei cambiamenti". Può essere necessario ripetere più volte questo dialogo con la propria mente prima che riconosca che noi la controlliamo e che siamo convinti di quello che abbiamo detto.

Spesso mi dicono: "Non riesco a non pensare a questa cosa", ed io rispondo: "Invece, puoi riuscirci". Quante volte abbiamo cercato di rimuovere un pensiero positivo? E' sufficiente adottare lo stesso sistema per quelli negativi impedendo alla mente di elaborarli; questo non significa che, in fase di cambiamento, bisogna combattere i propri pensieri. Se un pensiero negativo si fa strada, basta dire: "Grazie per la compagnia!". In questo modo non neghiamo ciò che esiste né rischiamo di usare malamente la nostra energia. E' importante ripetere a noi stessi che non cederemo più alla negatività; anche in questo caso, non si tratta di combattere i propri pensieri, ma di riconoscerli come tali e di superarli. Non anneghiamo nel mare della negatività se possiamo farci trasportare dall'oceano della vita! La vita, di cui tutti noi siamo una magnifica espressione, attende che

ci apriamo ad essa dimostrandoci degni dei suoi beni. La saggezza e l'intelligenza dell'Universo sono a nostra disposizione, la Vita è pronta ad aiutarci. Quando abbiamo paura, è utile pensare al nostro respiro, l'elemento più prezioso donatoci dalla vita: lo accettiamo senza nemmeno riflettere sul suo valore, e poi dubitiamo che la vita possa farci mancare tutto il resto di cui abbiamo bisogno. A questo punto è bene conoscere l'energia e quello che siamo capaci di fare. Esploriamo noi stessi per capire chi siamo.

Ogni volta che diciamo: "Non so" chiudiamo la porta in faccia alla nostra saggezza. Se riceviamo messaggi negativi, significa che stiamo operando a livello del nostro ego e della nostra mente, talora a quello dell'immaginazione, anche se, normalmente, sono proprio immaginazione e sogni a trasmetterci messaggi positivi. Aiutiamoci effettuando le scelte giuste per noi; in caso di dubbio, chiediamoci: "E' una decisione adeguata per me? E' una decisione giusta per me in questo momento? " Questo sistema andrebbe adottato sempre prima di prendere qualsiasi decisione. Imparando ad amare noi stessi ad avere fiducia nel nostro Io Superiore, diventiamo co-creatori, insieme allo Spirito Infinito, di un mondo di amore. L'amore che abbiamo per noi stessi ci trasforma da vittime in vincitori; non avete mai notato che le persone che stanno bene con se stesse risultano naturalmente attraenti?

Esse hanno infatti una qualità semplicemente meravigliosa: sono contente della loro vita. Pertanto, possono affrontare con successo qualsiasi ostacolo e difficoltà. Molto tempo fa ho imparato che Dio dimora in me; la sua saggezza e la sua comprensione mi guidano dunque in tutte le mie azioni sulla terra. Come le stelle e i pianeti seguono la loro orbita, così anch'io seguo il mio ordine divino. Per quanto non riesca a capire tutto con la mia mente umana limitata, so che, a livello cosmico, sono nel posto giusto, al momento giusto, e che sto facendo la cosa giusta. La mia esperienza attuale mi porterà a superare il passato e a scoprire nuove possibilità per il futuro.

"Molti di noi si rendono conto solo a distanza di tempo che, durante l'infanzia e l'adolescenza, le condizioni di vita familiare hanno influenzato negativamente la concezione della propria personalità e l'atteggiamento nei confronti della vita. La mia infanzia, ad esempio, è stata permeata dalla violenza, inclusa quella sessuale; non ho mai ricevuto né amore né affetto e non ho mai avuto stima nei confronti di me stessa. Dopo aver abbandonato la famiglia all'età di 15 anni, ho continuato a subire diversi tipi di violenza senza rendermi conto che gli schemi mentali ed emozionali acquisiti nei primi anni di vita mi avevano condizionata a subire violenze.

I bambini rispondono spesso all'atmosfera mentale creata dagli adulti che li circondano; io ho imparato precocemente a conoscere la paura e la violenza e, una volta adulta, a riprodurre certe esperienze per me stessa. Sicuramente, non avevo ancora capito che possedevo l'energia per cambiare tutto ciò; ero spietata nei confronti di me stessa, poiché interpretavo la mancanza di amore e di affetto come una conseguenza del mio essere una persona spregevole.

Immaginiamo che i nostri pensieri siano gocce d'acqua: un pensiero, o una goccia d'acqua, non ha molta importanza. Tuttavia, goccia dopo goccia, si forma dapprima una piccola pozzanghera, poi uno stagno, poi un lago e, infine, un oceano. Che tipo di oceano state creando? Inquinato e tossico oppure limpido, chiaro e rinfrescante?

In proposito le opinioni sono differenti: voi avete diritto di pensare ciò che volete, io ho il diritto di credere a ciò che ritengo più giusto per me. Indipendentemente da quello che succede, l'unico elemento a cui attenersi è stabilire che cosa sia giusto per noi; a tal fine è necessario prendere contatto con la nostra guida interiore. E' infatti la saggezza a darci le risposte. Non è tuttavia facile ascoltare noi stessi quando amici e familiari ci dicono che cosa dobbiamo fare; eppure, tutte le risposte sono dentro di noi.

Chi siamo? Che cosa vogliamo imparare? Che cosa vogliamo insegnare? Abbiamo tutti un unico scopo; non siamo semplicemente un insieme di personalità, problemi, paure e malattie: siamo tutti correlati ai nostri simili ed alle altre forme di vita. Siamo spirito, luce, energia, vibrazione ed amore; possediamo tutti l'energia per dare scopo e significato alla nostra vita.

(di Louise L. Hay)

Commenti al Post:
Rebuffa17
Rebuffa17 il 16/05/12 alle 14:38 via WEB
Bisogna trovare la propria energia interiore, per riuscire ad affrontare la giornata!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ONLINE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

FEED RSS

 
Sole ad Oriente
 

ZEN MEDITATION CHIMES

 

SINGING BOWLS

 

WIKIO: VOTE AND SUBSCRIBE NOW


http://www.wikio.it


 

QUOTES BY GANDHI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

luisa_battocchiodefinam68_1classe_terzahSeymour67biancoriettaGCappello.Rizzarellocaststretturagiulianoalunnicobollidgleightwonder1edilcaberjessica.galvaniAssunta150887antoniogiovgirasolina3
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom