Tokio Hotel

Si, sono io, Alicina e adoro fangirlare sui Tokio Hotel.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

TOKIO HOTEL IN ITALIA

Se vuoi i Tokio Hotel in Italia votali ai seguenti indirizzi:

» Super Power Chart
» TRL
» TRL Mobile
» MTV EMA

Richiedili in radio:
» Click!!

Richiedi il concerto del 30 ottobre in tv
(in diretta o in onda dopo le registrazioni)

All music --> Click!
MTV --> Click!
Mediaset --> Click!
Rai --> Click!


07.07.07: Verona per la Finale festivalbar - vincono il premio digital
07.07.07: Milano ore 13 - autografi
07.07.07: Milano ore 11.30 - ospiti a Radio 105
06.07.07: Roma ore 16 - presso la FNAC per firmare gli autografi CD
06.07.07: Roma ore 15 - ospiti a TRL
15.06.07: Milano - ospiti al Festivalbar
23.05.07: Bologna - ospiti a TRL
22.05.07: All'universal | interviste + autografi | ospiti su All Music
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

STORIA DELLA BAND




Glam rock targato Germania.
Prendete quattro ragazzini efebici con tanto di piercing e tatuaggi e metteteli su un palco. Se si chiamano Tokio Hotel assisterete a scene di delirio collettivo.
Tom e Bill Kaulitz (classe 1989), due gemelli di Magdeburg, una città nella parte orientale della Germania, imparano a suonare prima che a fare qualsiasi altra cosa e all'età di 12 anni, dopo l'incontro con i coetanei Georg Listing (1987) e Gustav Schäfer (1988), formano la loro prima band, i "Devilish".
Dal 2001 iniziano ad esibirsi in tutte le occasioni possibili, ed è proprio grazie alla loro tenacia che nel 2003 vengono notati da un talent scout, Peter Hoffman, che fa ottenere loro un contratto con Universal, ma non prima di averli ribattezzati Tokio Hotel, in omaggio al Giappone e alla vita on the road che amano particolarmente.
Il primo singolo, "Durch den Monsun", debutta nell'agosto 2005 al 15esimo posto della chart tedesca, per poi arrivare al primo dopo soli sette giorni. Il secondo singolo, "Schrei", è la titletrack del primo full lenght della band, che esce poche settimane dopo, a settembre. È un successo tale che porta, di lì a pochi mesi, alla produzione di un DVD dal titolo "Leb Die Sekunde –Behind The Scenes".
I quattro, intanto, non perdono tempo, e dopo pochissimo esce una seconda edizione dell'album intitolata "Schrei - So Laut Du Kannst", oltre a un secondo DVD", Schrei Live".
Contemporaneamente iniziano a lavorare al secondo disco, "Zimmer 483", che esce nel febbraio 2007, anticipato dal singolo "Übers Ende Der Welt".
Il successo in Germania è enorme quanto inaspettato. Con oltre tre milioni di copie vendute, la band è tra le più famose del suo paese e ogni data live riunisce una folla di fan scatenati che replicano il look dei 'Tokio Boys', in particolare quello dell'androgino frontman,  pesantemente truccato.
A questo punto è ora di guardare oltre i ristretti confini tedeschi e di lanciarsi nel mercato internazionale con un disco nella lingua del rock per eccellenza, l'inglese. "Scream", che raccoglie una selezione dei migliori pezzi dei due album della band, esce in tutta l'Europa nel giugno 2007. E il salto verso gli States non sembra davvero impossibile.
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Due curiosità sui fans i...Arthur e il popolo dei Minimei »

I Tokio Hotel sul giornale "Repubblica"

Post n°39 pubblicato il 08 Luglio 2007 da alicina.buh
 

Si cari, i tokio hotel sono andati a finire nello speciale su Repubblica nell'XL ... compratelo!!

http://www.repubblica.it/



Qui di seguito vi riporto l'articolo, è molto bello!


Titolo: Scream Baby Scream!!!
Sottotitolo: Basta con la rima cuore-amore, oggi i bambini sono diventati cattivi

Intro: Sono sempre più giovani, ma cantano cose sempre più hard: le teen-band di oggi parlano di politica, rabbia, degrado. E, mentre i Finley diventano grandi, gli ambigui Tokio Hotel dalla Germania conquistano l'Europa...


Tutti loro però impallidiscono di fronte ai Tokio Hotel dei gemelli Bill e Tom. Con il loro look a metà tra il punk, il rasta e l’androgino (Si, Bill, il frontman è un maschio) a 13 anni erano già al numero uno in classifica con il primo album Schrei, successo bissato anche dal secondo Zimmer 483. Hanno addirittura conquistato la copertina del settimanale Stern e, ora che di anni ne hanno 17, si preparano al lancio promozionale.



Ogni quattro minuti circa si solleva un urlo acutissimo, stridulo, fatto di centinaia di voci femminili. L’eccitazione adolescente ha questo suono: incontenibile e inascoltabile. A Berlino, intorno all’edificio in cui si svolgerà il concerto dei tokio hotel, la scena è surreale: le fan sono arrivate anche otto ore prima dell’inizio per sentire l’emozione più a lungo, per condividere il loro delirio interiore con le amiche. Si mettono d’accordo per gridare insieme a intermittenza e chiamare i loro idoli: Bill, Tom, Gustav e Georg . Vanno avanti così da ore.
I tokio hotel hanno iniziato a esibirsi a 13 anni e ora che ne hanno 17, hanno scalato le classifiche in germania, austria e francia. Con Scream, che contiene canzoni (ricantate in inglese per l’occasione) dei due album incisi fin'ora dal gruppo, sono approdati anche in Italia e nel resto d’Europa. Hanno tutte le caratteristiche per catturare fans in cerca d’identità e di appartenenza.
Bill, il cantante, e Tom, il chitarrista, sono gemelli identici, ma nello stesso tempo diversissimi. Bill sembra uscito da un manga giapponese, ha un look curatissimo, una bellezza ambigua e androgina. Tom ha un look sportivo, con dreadlock e cappellino con visiera. I loro gusti musicali sono opposti: Bill cita David Bowie, Tom Ac/Dc e Aerosmith. Sono l’espressione perfetta , l’ideale per un pubblico onnivoro che subisce troppi stimoli contemporaneamente. Hanno iniziato giovanissimi e i fan sono cresciuti insieme a loro. Si sono fatti coraggio a vicenda. Hanno visto i loro corpi trasformarsi e hanno ascoltato le canzoni che cambiavano ottava per adeguarsi alla voce di Bill che crescendo mutava tonalità. Nelle canzoni affrontano temi cari agli adolescenti: il senso di solitudine, il divorzio dei genitori, la voglia di farcela. Raggiungerli per l’intervista e attraversare la folla si rivela un impresa: appena diciamo alla sicurezza che dobbiamo intervistare i Tokio Hotel ci sentiamo brillare di luce riflessa: le ragazze ci guardano con occhi lucidi e sguardi estatici, sudando invidia. Finalmente li incontriamo: “Siamo troppo felici che stia andando così bene e siamo felici di venire in Italia. E’ un momento bellissimo, siamo grati ai fans e a tutti”, dicono. Visti da vicino Bill e Tom non si somigliano per niente e ne sono orgogliosi quando glielo facciamo notare. “Siamo differenti dentro e fuori. Quando avevamo sei anni per distinguerci portavamo magliette con i nostri nomi, ora siamo diversi”.
L’intervista è breve e formale e, alla fine, l’interprete tedesca chiede se può affidarci sua figlia e portarla al concerto. Cosa un po’ bizzarra, ma tutto sommato, perché no? È una bimba di dieci anni che sta per andare al suo primo show. Un soggetto neutro, puro, ignaro. Alla prima canzone si tappa le orecchie. La guardiamo e lei ci offre due pezzi di fazzolettino arrotolato da usare come tappi. Lo interpretiamo come segnale negativo: forse su di lei i Tokio Hotel non hanno fatto colpo. Rimane con le orecchie tappate immobile, non mostra reazioni. Pare che stia soffrendo, che si annoi. Quando tutto finisce, però, la bambina ci sorprende. Compra il poster del gruppo più grande che vede ed esce soddisfatta osservandolo. Hanno fatto breccia anche su questo cuore bambino: è appena nata una nuova fan. Come sia successo, è un mistero.




 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: alicina.buh
Data di creazione: 01/06/2007
 

TOKIO HOTEL

Bill Kaulitz (nato a Lipsia, Germania, l'1 settembre 1989) è il cantante del gruppo tedesco Tokio Hotel. È alto 1,83 cm ed è sottopeso. Cominciò a scrivere testi in età precoce, precisamente a soli sei anni, e già a nove anni iniziò a cantare e comporre con il fratello. Ha due piercing, uno al sopracciglio destro e l'altro alla lingua, inoltre ha anche tre tatuaggi: il logo dei Tokio Hotel sul collo, una stella sul basso ventre a destra e nell'avambraccio sinitro "Freiheit 89", ossia "Libertà 89". Bill non è gay. Ha un fratello gemello, Tom che è nato 10 minuti prima di lui ed è il chitarrista della band. I suoi gruppi preferiti sono i Placebo, i Green Day, Nena e svariati gruppi di simil genere.



Tom Kaulitz , il gemello di Bill, (nato a Lipsia, Germania, l'1 settembre 1989) è il chitarrista dei Tokio Hotel. Ha iniziato a suonare la chitarra all'età di 6 anni grazie al suo patrigno che aveva una scuola di musica. Ha differenti hobbies quali il karate, il calcio, bmx e ama molto fare graffiti. Il suo idolo è Samy Deluxe, un cantante hip hop anche se il suo genere di musica preferito è il rock. I suoi cibi preferiti sono la pizza, le penne al pomodoro con abbondante parmigiano e gli hamburgers. Il suo motto è "carpe diem" (cogli l'attimo). E' biondo con gli occhi castani, ha i dreadlocks. Tom ha un piercing sul labbro, a sinistra.



Georg Listing [nato il 31 Marzo 1987 in Halle, Germania] è il bassista e co-founder dei Tokio Hotel.Aspirante in un primo momento ad una carriera dentistica come il padre, si avvicina al mondo della musica grazie ad un progetto scolastico. Nonostante l'iniziale insuccesso, viene incoraggiato dai genitori e continuare a suonare, fino all'incontro, durante un concerto, dei gemelli Bill e Tom Kaulitz. Georg ha gli occhi color grigio/verde e i capelli marroni. Le sue band preferite sono i Green day e gli Oasis, anche se le sua più grande influenza per suonare il basso è di Flea dei Red Hot Chili Peppers. I suoi hobbies sono la musica, lo sport e i party. Georg è il più vecchio membro della band.



Gustav Schäfer [nato a Magdeburgo l'8 settembre dell'88] è il batterista della band. Comincia a suonare la batteria da bambino. Dopo la scuola dell'obbligo si iscrive alla Fachhochschule della sua città (Istituto pre-universitario dove si studia anche musica). Amico del bassista Georg Listing, lo presenta ai gemelli Bill e Tom Kaulitz che egli conosce nel 2001, in occasione di un concerto. Ora frequenta l'università di scienze della formazione. Gustav ha composto, da solo, o con Georg Listing, molte fra le composizioni più note dei Tokio Hotel. Gustav è alto 1.68, ha gli occhi marroni e i capelli biondi. E' conosciuto come il "clown" della band ma tuttavia sembra essere il più silenzioso e tranquillo. Gustav è un fan dei Metallice, Slipkont e Joe Cocker.
 

ULTIMI COMMENTI

Grazzie!
Inviato da: Potager partagé
il 17/08/2013 alle 09:22
 
BILL SEI TUTTA LA MIA VITA,SEI IL MIO ANGELO...TI...
Inviato da: billina55
il 05/09/2011 alle 18:17
 
scusate volevo iedrvi ma è vero ke sn su msn????perkè a me...
Inviato da: erika novelli
il 03/08/2011 alle 03:29
 
Volevo esserci anche io a Champ-de-Mars! Un...
Inviato da: chiaracarboni90
il 25/05/2011 alle 12:08
 
Cacchio, dopo aver letto la storia del rock... Trovarsi il...
Inviato da: darkness
il 21/08/2010 alle 17:01