Creato da notte_serena il 17/02/2009

Notte che consola

la notte come momento in cui riflettere,in cui consolarsi,in cui coccolarsi.Sei magica notte....

 

 

« non lo sai...nonostante tutto... »

seconda parte "Incontro inaspettato."

Post n°134 pubblicato il 07 Dicembre 2009 da notte_serena
 

Sono tre anni che continua questa storia,di mattina Luisa è la rispettabile madre che fa fatica ad andare avanti,e di notte diventa Simona,la bellissima donatrice di piacere.

Una mattina come tante,Luisa va in profumeria,deve comprare quel profumo che tanto adora e desidera la figlia. Ed è lì,che accade la cosa più inaspettata. Luisa incontra Alberto. Alberto,è un uomo dall’aria distinta e dallo sguardo stanco,ma acceso nella malinconia.

Lei l’osserva tra i rossetti troppo accesi per la sua carnagione. Incontra i suoi occhi,ed un morso la sorprende all’altezza dello stomaco.

Quell’uomo riesce insieme ad affascinarla ed impaurirla. Si sistema i capelli come a voler scacciare il pensiero che l’ha portata su una nuvola anche se solo per un infinito istante.

Alberto,vede lo sguardo di quella donna che ha arrossito al suo voltarsi. Rimane estasiato dalla bellezza opaca,ma forte,nascosta da un capello troppo ingombrante,ed da un trucco forse troppo forte.

La segue nei movimenti distratti e per un attimo immagina di abbracciarla, si domanda cosa gli stia accadendo,scuote la testa e ritorna nella realtà.

Luisa esce ancora un po’ turbata dal negozio,stringe nelle mani il regalo che come un lampo illuminerà gli occhi di sua figlia e cerca in quella presa distrazione dall’emozione appena provata. Sale in macchina ingrana la marcia,ma va contro una vettura davanti alla sua.

È una macchina molto costosa,e tentata di scappare,ma decide di scendere e vedere il casino che ha combinato,ma ecco arrivare Alberto,la macchina incidentata è sua. L’imbarazzo ammutolisce Luisa,ma i suoi occhi chiedono scusa per lei.

Alberto,deve aver letto il suo stato d’animo,le sorride e le chiede:<<si è fatta male?>> Luisa fa cenno di no con la testa,e incamicia a spiegare l’accaduto. Lui interrompe il suo discorso,quasi senza dare peso alle sue parole ed improvvisamente le chiede con fare distaccato,ma gentile :<<le va di andare a prendere qualcosa al bar insieme? così avrà la possibilità di calmarsi.>> Luisa non riesce a declinare l’invito,in fondo lui era stato così ragionevole.

Notte Serena

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

PER TE AMORE MIO

 

UN BACIO...PER IL MIO AMORE!

 

LEGGENDO...

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

channelfyanima_on_linenella65vitmare_di_inverno2009virgola_dfmymuse77sanguemisto84tobias_shufflenotte_serenaenrico505MarquisDeLaPhoenixantropoeticofante.59moles_mots_de_sable
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

QUANTI SIAMO

 
 

ASSIEME ABBIAMO IMPARATO PAROLE

Camminavo tra righe indecifrabili
nel cercamento di sinonimi dell'amore,
rimanevo muta di fronte a un'altra anima...
ma poi nella mia corsa
sono inciampata tra l'azzurro dei tuoi occhi.

 

Mi hai posto tra le mani il vocabolario
del cuore e mi hai detto: "leggine il segreto."
Ho letto, la mia pelle ha sofferto
delle tue stesse ferite...
quando il mondo è ruzzolato su scivolosi pendii
escoriando la mente e denudando linfa di dolore.


Assieme abbiamo imparato parole
che avevano oscuro significato ...
or m'appaiono sillabanti arcobaleni,
e i verbi del tramonto coniugo gaudente,
la splendenza dell'alba declino
su labbra sorridentemente,
e proferisco i cantici maestevoli
del tempo che di nova vita empie gli occhi.

Notte Serena - Autoretesti