Creato da: donulissefrascali il 29/10/2005
Rinnovamento Sociale per la partecipazione di tutti ai diritti umani.

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

macsullivanYaris167la.cozzaUN_FOLLEreticolatistoriciresposito10studio.ndbbal_zacsuntreecassetta2breralistamister.meoscar_turaticbenedetti.2010eric65v
 

Sognando Itaca-1

 

Sognando Itaca-2

 

Sognando Itaca-3

 
Citazioni nei Blog Amici: 51
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Ultimi commenti

Ulisse dove sei ora forse hai meno preoccupazioni ma...
Inviato da: tololl
il 19/05/2013 alle 15:39
 
Don Ulisse un abbraccio a voi
Inviato da: MagnoNotaro
il 16/07/2011 alle 00:23
 
Sei morto? Come mai non scrivi più? Va beh ch sei vecchio...
Inviato da: Celsodgl
il 16/03/2011 alle 18:58
 
NON HO LETTO IL TUO POST. VOGLIO SOLO LASCIARTI UN SALUTO....
Inviato da: nilsia
il 06/07/2010 alle 10:42
 
Fax:0817451324 Cell.3342214452 ...
Inviato da: chiesetta66
il 02/07/2010 alle 11:27
 
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

links

 

 

 
« LA LEGGE FUNZIONALE A...PAROLA AI GIOVANI »

PERCHE' LA DROGA

Post n°278 pubblicato il 06 Agosto 2009 da donulissefrascali

PERCHE'  LA  DROGA    

Ci poniamo un interrogativo per rispondere a un problema che assilla l'opinione pubblica creando tensione nella realtà sociale. L'obiettivo proposto è di illustrare e capire le cause che quasi costringono un'essere umano,prevalemtemente giovane, a far uso di sostanze stupefacenti.Il dibattito molto animato è finalizzato concretamente ad evidenziare le cause di tale fenomeno che pur essendo un problema complesso e difficile da affrontare non è logico ignorarlo perchè si presenta come il problema  più grave esistente nell'odierna realta sociale.Furti,scippi, microcriminalià sono episodi ogni giorno presenti nella vita delle nostre città. Le vittime degli incidenti stradali, di giovani che ritornano alle loro case dopo una nottata da balordi passata in discoteca,sconvolti dall'alcool o dalla droga,sono una drammatica realtà che spesso sconvolge le famiglie. Si parla del fenomeno con l'intento di volerlo attrbuire a nuove patologie che colpiscono i giovani. In effetti è una realtà molto complessa che non si può banalizzare rapportandola unicamente a un fatto puramente sanitario.         

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/partecipare/trackback.php?msg=7489100

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
dragonshare
dragonshare il 07/08/09 alle 20:44 via WEB
Caro don ulisse,a me come sempre resta impresso il parere del noto psicanalita erik fromm,e tratto dal suo libro l'arte d'amare rispondo che le persone usano droghe,alcool e sesso spropositato,per vincere il loro stato di angoscia dato da una società malata.....si scappa dalla solitudine.....questa è la sofferenza maggiore che costringe l'uomo ad adattarsi a ciò che lo circondo sia più o meno giusto o sbagliato....ma nel tempo ne abbiamo bisogno sempre più,sia per natura chimica che psicologica e così ogni pratica diveta assuefazione.....e crea dipendenza....
(Rispondi)
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 08/08/09 alle 11:27 via WEB
Carissimo Dragonshare, è giustissimo quanto affermi che le persone usano droghe,alcool,sesso eccessivo per vincere il loro stato di angoscia dato da una società ammalata.....condizionata dalla solitudine che è la maggiore sofferenza dell'essere umano.Riflettiamo su tale realtà per arrivare a una soluzione.Don Ulisse
(Rispondi)
 
dragonshare
dragonshare il 07/08/09 alle 20:46 via WEB
in pratica l'evadere dalla propria condizione di sofferenza anche solo temporaneamente porta ad usare o praticare arti che in realtà invece di risolverne il problema,lo amplificano,perchè passato l'effetto si sente la necessita di ricorrervi di nuovo per staccarsi nuovamente....siamo esseri sofferenti....purtroppo
(Rispondi)
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 08/08/09 alle 11:38 via WEB
Carissimo Dragonshare il problema fondamentale che assilla la società è la manzanza di dialogo e la volontà di amicizia. Il consumo incontrollato e la spasmodica ricerca di denaro sono una causa basilare di tale situazione.Ritengo sia questo uno dei più seri momenti di riflessione per rinnovare la realtà sociale.Don Ulisse
(Rispondi)
 
 
 
dragonshare
dragonshare il 08/08/09 alle 18:32 via WEB
don ulisse...una volta un'amica mi disse che non tutti vogliono cambiare e io li per li non ero d'accordo....però alla fine mi sono reso conto,che nella nostra libertà.....a molti piace questo stato....cambiare non è semplice,anzi è la cosa più dura che ci sia....io cerco con me stesso....seppur non abbia sempre dei successi,però già rendermi conto di non fare le scelte giuste è già un inizio....
(Rispondi)
 
 
 
 
donulissefrascali
donulissefrascali il 08/08/09 alle 18:44 via WEB
Carissimo Dragoshare,è bello e razionale il tuo commento.Operare un cambiamento comportamentale non è semplice,anzi è duro e difficile.Il fatto che una persona cerca la realizzazione razionale di se stesso,è una gran cosa, e pian piano otteremo i risultati.Avanti con coraggio e con fiducia in se stessi.Don Ulisse
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.