Creato da solosorriso il 17/01/2008

CertePiccoleVoci

E' bellissima da dentro la fine delle poesie, sapere che non c'è più tempo e dirti le mie...

 

« Donne...Auguri a tutti i papà... »

Donne da 8 marzo...

Post n°2674 pubblicato il 08 Marzo 2019 da solosorriso

"Se mi faccio comprare, non sono più libera, e non potrò più studiare: è così che funziona una mente libera" (Ipazia)

Ci sono tanti modi per festeggiare la Giornata delle donne, dalle mimose che è meglio lasciare sugli alberi, ai vari regali pensati ad hoc. Quest'anno io voglio farlo pubblicando la storia di una donna speciale, Ipazia d'Alessandria, uccisa proprio l'8 marzo del 415 d.C.

Chi era Ipazia d'Alessandria

Matematica, astronoma, filosofa, Ipazia d'Alessandria visse ad Alessandria d'Egitto tra la fine del IV e l'inizio del V secolo.  Ipazia non si sposò mai e a 31 anni assunse la direzione della Scuola neoplatonica di Alessandria. A quanto pare fu il padre Teone a incoraggiarla a intraprendere gli studi scientifici. Quasi da subito si dimostrò molto portata per l'astronomia, fece infatti curiose scoperte sul moto degli astri, di cui parlò nel Canone astronomico. Di lei, Gemma Beretta scrisse: "Ipazia insegnava ad entrare dentro di sé (l'intelletto) guardando fuori (la volta stellata) e mostrava come procedere in questo cammino con il rigore proprio della geometria e dell'aritmetica che, tenute l'una insieme all'altra, costituivano l'inflessibile canone di verità."

La sua vita iniziò a destare interesse una ventina d'anni dopo il decesso, avvenuto per assassinio, per merito degli storici della Chiesa Socrate Scolastico e Filostorgio. Dopo 80 anni ne parlò anche Damascio di Damasco, che le dedicò una biografia. Socrate Scolastico e Filostorgio nei loro scritti fecero accuse più o meno velate di omicidio nei confronti di Cirillo, Vescovo di Alessandria, ancora vivo, uno dei cristiani che odiava Ipazia. A tal proposito Socrate Scolastico scrisse: "Ella giunse ad un tale grado di cultura, che superò di gran lunga tutti i filosofi suoi contemporanei. [...]. Per la magnifica libertà di parola ed azione, che le veniva dalla sua cultura, accedeva in modo assennato anche al cospetto dei capi della città e non era motivo di vergogna per lei lo stare in mezzo agli uomini. Infatti, a causa della sua straordinaria saggezza, tutti la rispettavano profondamente e provavano verso di lei un timore reverenziale. Per questo motivo, allora, l'invidia si armò contro di lei. Alcuni, dall'animo surriscaldato, guidati da un lettore di nome Pietro, si misero d'accordo e si appostarono per sorprendere la donna mentre faceva ritorno casa. Tiratala giù dal carro, la trascinarono fino alla chiesa che prendeva il nome da Cesario: qui, strappatale la veste, la uccisero colpendola con i cocci. Dopo che l'ebbero fatta a pezzi membro a membro, trasportati questi pezzi al cosiddetto Cinerone, cancellarono ogni traccia di lei nel fuoco". Damascio, nella biografia dedicata ad Ipazia, affermò che il vescovo Cirillo tramò il suo assassinio mosso da invidia.

Detestata o amata, Ipazia di certo non passava inosservata, Socrate Scolastico e Damascio affermarono che grazie a lei la filosofia tornò ad Alessandria, era infatti una donna generosa, che condivideva il suo sapere con tutti. Ecco perché il popolo la amava e rispettava. Si racconta infatti che Ipazia fosse disponibile a insegnare a chiunque volesse ascoltarla, anche nelle strade della sua città.

Gli studi e gli insegnamenti di Ipazia

Non sono rimasti scritti di questa donna straordinaria ma le fonti antiche le attribuiscono sicuramente un commentario a un'opera di Diofanto di Alessandria e uno alle Coniche di Apollonio di Perga. Probabilmente scrisse anche un suo Canone astronomico. Sono stati alcuni dei suoi discepoli a tesserne le lodi come Sinesio, che costruì un astrolabio concepito sulla base degli insegnamenti della maestra, e fu sempre lei a ispirare un altro strumento, l'idroscopio.

Per quanto riguarda il pensiero filosofico di Ipazia, è sempre Sinesio a fornirci preziose indicazioni. Si dice che Sinesio, durante la scuola con Ipazia ad Alessandria, si convertì alla filosofia divenendo parte di un importante circolo di iniziati alessandrini. Ipazia, a quanto pare, insegnò loro a considerare la filosofia un autentico stile di vita, una ricerca della verità. Secondo Socrate Scolastico Ipazia fu la sola erede, ad Alessandria, della filosofia platonica.

Cosa ci insegna la storia di Ipazia

In questo giorno dedicato al femminile è importante ricordare le vite di donne coraggiose e forti che hanno contribuito, ognuna a suo modo, a cambiare la mentalità del proprio tempo. Sebbene siano trascorsi secoli dai tempi di Ipazia e tante siano state le rivoluzioni portate avanti in nome delle donne, tutte noi continuiamo a subire ingiustizie e discriminazioni più o meno velate. Lo dimostrano i tanti delitti d'amore, la difficoltà a denunciare mariti, compagni, fidanzati violenti, dovuta a un sistema che non incoraggia la denuncia ma la paura, la disparità economica fra uomini e donne, tristemente attuale, la merceficazione del corpo femminile, all'ordine del giorno.

Purtroppo c'è ancora molto da fare, molta strada da percorrere per raggiungere la parità, molti stereotipi da abbattere, a partire dalle cose apparentemente più innocue. Il fatto che le pubblicità, per esempio, mostrino le bambine come piccole mamme alle prese con figli-bambole e maschietti intenti a spararsi con fucili e pistole giocattolo fa parte degli stereotipi. Così come il rosa bambina e il blu bambino, lei carina e lui birichino, lei "poco di buono" e lui sciupafemmine e così via. Come combattere questi stereotipi? Innanzitutto facendoci caso, prendendone consapevolezza, perché ritenendoli innocui, non facciamo altro che il loro gioco. (Laura De Rosa)

Ma davanti a storie così, come possiamo pensare che un fiore così fragile come la mimosa possa rappresentarci?

Buon 8 Marzo a tutte, ragazze


 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

GRAZIE LUCY :-)

 

REGALO DI MYLA :-)

 

NORMA E LE SUE PAROLE

(clicca)

 

INIZIATIVE

 

 

@@@@@@@@@@@@@@

 

AREA PERSONALE

 

 

hit counter

Per chi volesse farci un giretto, questo è il mio blog di immagini...dove siete liberi di attingere, se vi va :-) LaViaDeiColori

 

   

     

 

BASTA CON LE VIOLENZE

QUESTO BLOG E' CONTRO OGNI TIPO DI VIOLENZA SU DONNE E BAMBINI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Salvodb09attimoxattimo_20130amoon_rha_gaioTerzo_Blog.GiusRavvedutiIn2donadam68valerio.sampierilacey_munroalb.55zamore_nelcuore1ilromantico.mNORMAGIUMELLIpasqualina2008se_forse_mai
 

UN SORRISO

Sorridi

Sorridi al sole che illumina la
terra e fa germogliare la vita
Sorridi al passero che si posa sul tuo davanzale
in cerca di poche briciole
Sorridi al vecchio che ti regala i suoi saggi consigli
e aiuta la sua mano tremante
ti benedirà
Sorridi all'amico quando cerca il tuo sguardo
ti chiede aiuto e sicurezza
Sorridi all'ammalato senza speranza
il tuo sorriso sarà per lui la medicina più preziosa
Sorridi al sorgere di ogni nuovo giorno
perché è un dono di Dio
Sorridi al timido bocciolo di un fiore
anch'esso ti annuncia il miracolo della vita
Sorridi al frastuono dei bimbi
essi sono la speranza di un mondo migliore
Sorridi all'amore in qualunque forma si manifesti
esso vince il tempo e lo spazio
Sorridi davanti alle meschinità della gente senz'anima
il tuo sorriso forse la farà ricredere
Sorridi quando ascolti note armoniose
la musica è linguaggio universale
Sorridi al tuo fratello dalla pelle più colorata
è in tutto simile a te
Sorridi e troverai la pace nel tuo cuore
e in quello degli altri. (
Ishak Alioui)

Un grazie per questi pensieri per me alla mia Amica Marie
StellaDanzante
 
Un pensiero di luce per la mia mamma
(Dono dell'amica Ale del blog Momenti-damadivetro)

 

 

 

 

Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi sul verde cupo della collina
così il mio corpo non lascia sfregi su di te e non lo farà mai
Oltre le finestre nel buioi bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio come manette fatte di neve
il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola si perde nei nostri abbracci
come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare un momento nell'aria
così come la tua testa sul mio petto
così la mia mano sui tuoi capelli
e molte notti resistono senza una luna, senza una stella
così resisteremo noi quando uno dei due sarà via, lontano.

Leonard Cohen

 

ERO UNA PICCOLA CREATURA

 

Ero una piccola creatura nel cuore

prima di incontrarti,

niente entrava e usciva facilmente da me;

eppure quando hai pronunciato il mio nome

sono stata liberata, come il mondo.

Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti.

Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri

stupidamente sono scappata da te;

ho cercato in ogni angolo un riparo.

Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito.

Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto.

Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto.

Restituendomi al tuo abbraccio.

Mary-Elizabeth Bowen

 

CONTATORE

Web stats powered by www.ninestats.com

 

LE MIE ORIGINI

 


Rossano (CS) - Chiesa Bizantina di San Marco

 

IO STO CON LORO

 

IMPARIAMO DAI BAMBINI

Nella società moderna abbiamo spesso la tendenza a trascurare le qualità umane naturali: bontà,compassione, spirito di collaborazione, capacità di perdonare.
Nell'infanzia invece si lega facilmente. Non ci si chiede che mestiere fa l'altro o a che razza appartiene. L'importante è che sia un essere umano come noi, e che nasca un rapporto.

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione dell'autrice e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della L. n.62/2001.
La maggior parte delle immagini e dei video provengono dal web, il copyright è dei loro rispettivi creatori anche se sconosciuti. Se il loro uso violasse diritti di autore, dietro segnalazione, provvederò alla loro rimozione.
Il mio grazie sincero va a tutti coloro che si adoperano con la grafica e consigli e rendono disponibile a tutti la loro creatività.  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 105
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.