Creato da paolatheone il 25/11/2011

Lessien,sei da me

sei con me...

 

« attraverso il pulviscolo...In due »

avevo voglia di scrivere a matita

Post n°11 pubblicato il 17 Marzo 2014 da paolatheone

La forza delle parole è in chi sa ascoltare, e comunque ogni parola è in sè vuota

e si perderà se nessuno ne sarà testimone.

Fatti e parole binomio inscindibile per quasi ogni cosa...Le parole di chi conosci.

Le mie parole. Ma ci sono momenti in cui (e questo è uno di quei momenti)quelle

di uno sconosciuto mi allagano la mente e un piccolo gesto come un commento

fa nascere, a senso unico,  il desiderio di sapere chi è, ciò che pensa e ciò che vive.

 Sistemo libri appena comprati.

Quando compro un libro, sulla seconda di copertina,quella generalmente vuota,

scrivoil mio nome ed una data. Da quel momento m’appartiene.

Non ho una libreria: c’è una scala a vista inlegno che portaalla mansarda: i suoi

scalinilo sono diventati.Così, due pareti a L di volumi mi circondano in un mezzo abbraccio di titoli.

Un mezzo abbraccio,come quel suo saluto uscitogli senza un motivo frutto solo

del suo modo di essere. Non so scegliere un termine per definirlo è una sua forma d’amore e quindi un enigma.

Circola inconsapevole il suo nome e quel poco che sento di lui m’incuriosisce

per la dolcezza. Quella che lo avvolge. Sembra un uomo che ha raggiunto

un suo punto di equilibrio: tra dolcezza e forza, coraggio e paura,

sensibilità ed arroganza,un uomo che ha voglia di discutere

con la testa anche i pensieri di una donna, senza mettere muri

che cadono solo con scambi compensativi di bisogni e mancanze..
Un uomo che ascolta con il terzo orecchio, che guarda con il terzo occhio.

Un uomo che non scaccerebbe con una accetta una mosca dalla mia fronte,

ma userebbe una piuma. Un uomo che sa mettersi a nudo quando si esprime.

In ogni caso leggere ciò che scrive mi è gradito come il guardare i suoi occhi,

che sanno di cielo e di mare, prima di farlo.

Nell’utopia di capire cosa è più assurdo (se domandarmelo o domandartelo o scoprirlo)

mi regalo un alibi artistico, semplice quanto difficile da inventarsi, è che di banale

si muore, d’assurdo è avvolta la vita e forse per questo sto pensando a lui,

perché a discapito di giorni in cui tutto langue sopito compare qualcuno  che

rimette qualcosa in movimento e di notte

le sensazioni dalla mente scivolano dalla punta di una matita….

come adesso e ricompaiono in un blog, molto meno poetiche

che sul foglio che le racchiude

e che tengo per me, insieme ad altre sensazioni che non ho scritto.

Less

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

paolatheonearchitettorizzomaxelmeNoimueTI_CERCO_STELLINAleoncinobianco1oronzo61forestales1958e.andre752nomadi50charley0ivan2304DoNotResistYoularcanoincantatore1
 

 

 

IL TUO TEMPO DA ME

       By Angela_Fenice

LESSIEN sei qui da...

Min: :Sec
 

BOX MAIL : OGGI SONO COS╠

4 maggio 2014  

(chiunque Tu sia, entrato/a qui ti porterai via qualcosa di me, abbine cura...)


N.B.   Perchè tutti qui trovano strana la risposta: - Scusami ma non mi piace chattare.- ad un messaggio di una persona sconosciuta...

 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

POESIA

1-L'odore delle cose comuni   - Alberto Mattei

2- L'assenza - Hikmet

 

IN BACHECA.......

Howlin' Lou & his whip lovers (My baby alla chitarra )Clicca play, dai.!!

La musica è bella,balla con noi..

 

Puoi passare con un tale 20 anni  e considerarlo un estraneo, puoi passare con un altro 20 min e portartelo dentro una vita. 

-O.Fallaci -


 

( I GESTI CHE NON DEVONO MANCARMI)

 

I COLORI DEL MARE

 

IL RESPIRO DEL MARE

 

 

IL MIO ULTIMO MARE

 

E POI, IL VERDE TRENTINO

 

FIOCCO E ELVIS,SUL PONTE DELL'ARCOBALENO

 

LUNA, SUL PONTE DELL'ARCOBALENO

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

AREA PERSONALE