Creato da boezio62 il 05/12/2009

Esercizi di memoria

Ricordi accidentali

 

 

La fattoria dei sorci

Post n°500 pubblicato il 13 Agosto 2021 da boezio62
 

 

 

 

 

Even with the best intentions of making heaven on earth
it only succeeds in making it a hell –
that hell which man alone prepares for his fellow-men.

 

"C'è solo una parola per descrivere ciò che sta accadendo in questi giorni: cattiveria. Un'ondata di cattiveria che monta dai tempi della reclusione sanitaria e oggi prorompe contro chi, rifiutandosi di ricevere un'iniezione nel braccio, spezza la continuità di un comando che non tollera circostanze, identità, pensieri. Mai si era conosciuta una tale ferocia, mai come ora sembra accompagnarci «quell'essere senza occhi seduto al tavolo di fronte [che] se l'era bevuta con l'entusiasmo del fanatico e avrebbe snidato, denunciato e vaporizzato come una furia chiunque avesse» messo in dubbio l'aritmetica di regime (G. Orwell, 1984).

Solo nelle ultime ore un famoso professore di medicina ha salutato l'idea «che senza green pass si sta chiusi in casa come sorci», un'altrettanto famosa veterinaria ha proposto di far pagare ai «no vax» (che non sono più i critici delle vaccinazioni, ma chiunque esprima dubbi su un determinato vaccino, per qualsiasi motivo) la degenza negli ospedali pubblici, un conduttore radiofonico ha suggerito che i fattorini sputino nel cibo destinato ai non vaccinati, l'ex presidente della Consob di aumentar loro le tasse del 5%, la direttrice generale di Confindustria di privarli del lavoro e dello stipendio.

Sui social network alcuni operatori sanitari parlano di lager, camere a gas e altri metodi di tortura e soppressione fisica dei renitenti. È una gara al massacro, un vulcano di idee per rendere la vita degli altri - di chi cioè osa essere 
altro - un inferno.

Per capire queste contraddizioni bisogna capire il pensiero che le ha partorite, quella modernità di cui l'Occidente di oggi è il campione più sgangherato e caricaturale, e applicare al caso i suoi due cardini fondamentali: progressismo e laicismo.

...

Fissato l'orizzonte della trascendenza nell'immanenza, tutto si gioca qui e ora, non esiste un altrove dove si faranno i conti. La credenza laica e progressista di poter realizzare il «paradiso in terra» (Christopher Lasch) produce per simmetria il bisogno di preparare anche l'inferno per chi si sfila dalla marcia gloriosa.

Per costoro non esiste un castigo abbastanza severo, vanno soppressi possibilmente soffrendo per fissare un esempio e sgomberare per sempre l'immaginata via delle sorti magnifiche. Questa escatologia anticipata è la premessa di 
tutti gli stermini perpetrati nel nome del progresso. Nel vangelo di Matteo è raffigurata dalla tentazione dei servi sciocchi di estirpare la zizzania prima della mietitura, rovinando così il raccolto, le piante buone con le piante cattive, e di fare un deserto dove si è tutti sorci. Senza distinzioni."

 

http://ilpedante.org/post/la-fattoria-dei-sorci

 

 


 
 
 

5 Luglio

Post n°499 pubblicato il 05 Agosto 2021 da boezio62
 

 

 

 

 

 

 

 

Due mani sul vetro e poi un ultimo bacio,attraverso il finestrino.

Un "ciao" detto così,puo' essere solo un Addio.

Seguivo con lo sguardo la tua auto fino a dove potevo vederti,fino ad un semaforo.

Sapevo che sarebbe rimasto il penultimo ricordo di te.

ll tuo braccio fuori dal finestrino,100 metri diventati 1000 kilometri da me.

Girasti a destra verso casa. 

Sapevo che sarebbe rimasto l'ultimo ricordo di te.

E così che devono finire le storie impossibili.

Ognuno nella sua Terra,ognuno nella sua Casa.

Nel ricordo,danzano ombre,solo due ombre ma di vita vera.

AT21

 

 

Oh, here in the dark

In these final hours

I will lay down my heart

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Infinita letizia della mente candida

Post n°498 pubblicato il 05 Luglio 2021 da boezio62
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Se uno sguardo può 'coinvolgere' alla vita, mentre non si ha alcuna voglia di farsi investire dall'entusiasmo...
Se due mani che stringono altre mani, possono 'passare' il mondo e restituire emozioni quasi dimenticate...
Se un bacio dato in riva a un lago può fecondare di buono una vita...
allora approda sempre in quel posto come a una tana e prosegui,con coraggio.
Pudore, senso di colpa, tutto quello che vuoi,le parole ci mancheranno sempre...". 

 

 

 

 

 

 


 
 
 

Luglio 1911

Post n°497 pubblicato il 04 Luglio 2021 da boezio62
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Il tuo ricordo quando arriva ha fame e sete
              ma è soltanto un tranello, una trappola
              Il passato dichiara
              di essere pronto a una sfida sul limite

              Vuole fargli paura e dimostra infinita energia
              Ma il presente prepara la sua corsa e promette a se stesso che
             Arrivato al traguardo non avrà mai più nostalgia

 

 

 

 

 
 
 

Un Fiore per Franco

Post n°496 pubblicato il 18 Maggio 2021 da boezio62
 

 

 

 

 

 

 

In memoria di Franco Battiato,18/05/21.

S.T.T.L.

 

 

 

 

 

 

Que reste-t-il de nos amours

(Charles Trenet,1942)

Chissà cosa mormora il vento
stasera col suo lamento
dietro la porta laggiù.
Di già il caminetto s'é spento
io chiudo gli occhi e rammento
gli amori di gioventù.

Di voi che resta antichi amori
giorni di festa teneri ardori
solo una mesta
foto ingiallita fra le mie dita.

Di voi che resta sguardi innocenti
lacrime e risa e giuramenti
solo sepolto in un cassetto qualche biglietto.

Sere d'aprile sogni incantati
capelli al vento baci rubati
che resta dunque di tutto ciò ditemi un pò.

Rivedo un viso mormoro un nome
ma non ricordo quando né come
penso a un villaggio dove non so se tornerò.

Mai più mano con mano nel buio
stupiti d'essere due felici senza perché.
Mai più fiori nascosti nel libro
il cui profumo ci inebria ma presto evapora ahimé.

Di voi che resta antichi amori
grandi segreti complici cuori
solo nel petto male guarita una ferita.

Di voi che resta parole audaci carezze caste timide braci
solo una cenere che più non fuma ma si consuma.
Chiari di luna dolci sentieri e tu perduta anima di ieri
perché sparisti chi ti rubò dimmelo un pò.

Solo un motivo risento ancora d'un fuggitivo disco d'allora
e a un luogo penso dove non so...se tornerò.

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

UNA NOTA SUI COMMENTI

Ogni commento rispettoso dei contenuti e delle persone è gradito.Non sempre rispondero'. A volte,anzi spesso, un commento è una sensazione,un'emozione,un racconto chiuso in se'.E se non vi sara' altro da aggiungere,non rispondero'.Non per spocchia o maleducazione,non per fare differenze.Perche' sara' giusto rispettarne la compiutezza.Perche' è giusto rispettare chi l'ha scritto.

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

bennidvm0n0liteJustForMeelesaminatorecassetta2boezio62infaticabile2QuivisunusdepopuloNarcysselightdewprefazione09gryllo73lisa.dagli_occhi_bluacer.250
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

VIVERE ANCORA...

 

In un abbraccio,in un attimo...

 

RICORDO LE TUE PAROLE...

 

 

"Sotto occhi senza sguardo e dita mai in riposo

il particolare è frantumato in polvere fino a farsi uomo.

Quando ebbi il mio volere?

Oh,non da quando incomincio' la vita."

W. B. YEATS

 

 

.

C'ero soltanto.
C'ero.

Intorno mi cadeva la neve
..

Ko

 

C'ero soltanto.

C'ero.

Intorno mi cadeva la neve

 

Kobayashi Issa