Creato da Mr.Nice.Guy il 07/07/2008

Mr Nice Guy

Trovati un bravo ragazzo!

 

« La legge di Murphy e le ...Un Bravo Ragazzo per il sociale »

La crisi dei trent'anni

Post n°69 pubblicato il 15 Ottobre 2008 da Mr.Nice.Guy
 

In merito alle crisi d’identità che vengono affrontate dagli uomini, ci si riferisce sempre alla crisi di mezza età, e ci si dimentica invece con regolare costanza della crisi dei trent’anni. Crisi che colpisce tutti gli uomini a partire dai 29 anni, e che costringe ad una importante riflessione sulla propria vita. E pensare che tutto comincia per una banalissima questione di definizioni: a trent’anni, molto semplicemente non sei più “un ragazzo”, ma sei ufficialmente “un uomo”.

È incredibile come pensare a se stessi in veste di “uomini” possa cambiare così radicalmente il modo che si ha di vedere le cose, i progetti e le relazioni che ci circondano, ma tant’è, accade. E a chi non è accaduto, chi ha passato i 29 anni e poi i 30 senza battere ciglio e senza accorgersi di nulla, fatemelo dire, manca la minima maturità necessaria per affrontare la vita. Donnine, chiedete ai vostri morosi se hanno avuto la crisi dei trent’anni: se vi rispondono di no, girate al largo.

 Adesso che ho 31 anni posso dire di aver superato la crisi, ma devo ammettere con molta umiltà che quando è toccato a me, sono stato colpito molto duramente. Di mio ho sempre percepito con una certa intensità il passare degli anni, e mi piace pensare che sia per un senso della responsabilità particolarmente sviluppato, più che per il timore di invecchiare. Ricordo che i 21 anni mi sono pesati parecchio, la vecchia maturità legale, l’età minima per votare al Senato, per non parlare poi dei 25, il famoso “quarto di secolo”, quando ti accorgi che non sei più un ragazzino nemmeno per sbaglio. Ma quando ho toccato i 29, e poi i 30, non si è trattato più di “peso” degli anni.
A trent’anni, volente o nolente, fai un mezzo bilancio della tua vita.

Con buona pace di Padoa Schioppa, che ci definisce “bamboccioni”, io son 10 anni e passa che vivo fuori di casa, e tutto mi sento, tranne che uno con la sindrome di Peter Pan. Eppure quando ho compiuto 29 anni nella mia testa sono apparse le fatidiche domande pre-crisi:
Cosa ho combinato nella mia vita?
Sono soddisfatto di quello che sono diventato?
Cosa mi aspetta nel futuro?
Dove mi vedo fra 5 anni?

Senza annoiarvi con tutte le considerazioni del caso, vi posso dire che alla fine per la questione età anagrafica, per la sensazione di “vecchiaia”, me la sono sbrigata in maniera abbastanza furbesca, al punto che sono molto più contento adesso che ho 31 anni rispetto a quando ne avevo 29. Sul motivo, è semplicissimo: ho realizzato che prima ero un ragazzo vecchio, mentre adesso sono un uomo giovane. Che pare una cazzata, ma fino ad un certo punto.
La questione domande esistenziali, invece, è coincisa con un periodo di cambiamenti abbastanza radicali sul piano relazionale, per cui non me la sono cavata tanto in fretta. Per chi non si ricordasse le peripezie erotico-sentimentali del vostro Bravo Ragazzo preferito, vi basti sapere che a 29 anni dovevo sposarmi e mettere su casa e famiglia, e a 30 ero single. Come risultato, diciamo che l’immagine che ho del mio prossimo futuro riguarda più me come persona, che me come padre di famiglia.

Tanto per farvi capire cosa intendo, l’altro giorno ero in macchina col Barba, 26 anni, fidanzatissimo, e che mi ricorda un sacco com’ero io alla sua età. Si parlava di lavoro e di progetti per il futuro, e ad un certo punto gli ho domandato: “ Ad esempio, tu dove ti vedi fra 5 anni?”. Lui mi ha risposto che si vede sposato, con casa propria e mutuo a corredo, magari con un figlioletto urlante e sbavante in giro per casa. Nella mia testa ho aggiunto giardino con altalena, cane, due gatti e station wagon nel vialetto.
Quando mi ha chiesto dove mi vedessi io, gli ho risposto in maniera estremamente sintetica, distillando in poche parole il frutto di quasi tre anni di riflessione:

“in una macchina più bella, con un appartamento più grande ed uno stipendio migliore”.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Mrniceguy/trackback.php?msg=5655463

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Miss_Mignolina
Miss_Mignolina il 15/10/08 alle 09:25 via WEB
Ora invece sei un uomo bello e giovane ^_^ e se devo pensare a come mi vedo io tra 5 anni?! forse come il tuo amico ma senza altalena e gatti....alla fine siamo tutti ITALIANI MEDI :o)
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 18:57 via WEB
Io lo dico sempre che non c'è niente di più confortante e reassicurante della banalissima normalità :)
 
 
coppolino
coppolino il 21/10/08 alle 09:15 via WEB
E' vero i 30 anni ti segnano oggi ne ho 31 ma la crisi ancora la porto sulla pelle ....Ricordo che quando ne ho compiuti 30 è stato traumatico mi sentivo perso come in un vestito di 10 taglie piu' grandi della mia.Sara' che ormai almeno anagraficamente ti sento uomo e cerchi da te stesso quello risposte da "uomo" che non trovi e viai n crisi e ti domandi se prima tutto era piu' facile perche' deve complicarsi tutto cosi'....con lei che chiede l'altare e tu che vuoi ancora fare serate con gli amici senza impegni ma allo stesso tempo hai bisogno di qualcuno...AIUTO!
 
vita.tranquilla
vita.tranquilla il 15/10/08 alle 10:59 via WEB
io sto dentro a quella dei 28! le amiche sn tutte sposate conviventi con pupetti..io sogno ancora il mio principe-rospo...ma i migliori se li sn presi..rimangono solo quelli difettati.:(almeno si dice così di quelli liberi,che sicuramente hanno qualche cosa che non funziona! Tra 5 anni...marito e figli...in teoria,anche se ci speravo già ai 24..un mezzo principe l'avevo beccato...ma ero troppo giovane per fare il passo! per te che dire,sei il nostro bravo ragazzo preferito,rimani così come sei!:)
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 18:59 via WEB
Questa cosa che se sono single vuol dire che sono difettati la sento di continuo, da una parte mi fa sorridere, dall'altra alla fine un po' ci credo pure... :oP
 
 
fr.guarini
fr.guarini il 21/10/08 alle 09:38 via WEB
ciao, leggendo la tua mail ho fatto una considerazione: io ho 35 anni, per ben 2 volte ho avuto una relazione durante la quale si progettava una famiglia, con figli casa , cane ecc.... oggi sono single e non sono affatto difettato , anzi....le ragazze mi definiscono un bel rqagazzo con occhi azzurri, biondo bel sorriso e una faccia d'angelo....ma la questione e che oggi si è così presi dal lavoro , dal correre avanti e indietro...dalle mille attiviàextra lavorative che gli anni ti volano senza accorgersene e soprattutto perchè alla fine i trentenni d'oggi hanno una vitalità ed un modo di vivere spesso pari ai ventenni....quindi ti accorgi dell'età solo quando incontri dopo anni i tuoi vecchi amici ormai sposati e con secondo figlio o quando quella giovane ragazza carina che incontri ogni giorno per le scale di casa e che ti intriga no poco ti dà "del Lei "..........
 
DolcePrinciFessa
DolcePrinciFessa il 15/10/08 alle 11:41 via WEB
Ah però... hai le idee ben chiare... Io di anni ne ho 24, mi guardo intorno e vedo amiche, compagni di classe, vicini di casa anche più giovani di me che hanno già famiglia e responsabilità... A me viene male solo a pensarci... ancora troppo presto per i miei gusti...
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 18:59 via WEB
Non ti preoccupare e non farti fretta. Noi avremo pure la crisi dei trent'anni, ma aspetta di sentire il ticchettio dell'orologio biologico! :D
 
liberissima86
liberissima86 il 15/10/08 alle 11:48 via WEB
..oddio..io già mi faccio tutte ste domande ma ho ancora solo 22 anni!!!sarà una pre-sindrome dei trent anni???:D--mah..io prima la vedevo come il Barba..marito, pupetti, giardino, e cane e gatto..ora, invece, penso che dedicherò i prossimi anni della mia vita a fare tutto quello che ho sempre desiderarto fare cioè, un EMERITO NIENTE!!!scherzo..nn saprei..magari sarò destinata a restare single e a consolarmi con il mio lavoro..visto che, dopo quattro anni di fidanzamento e un progettino x il futuro, al mio ragazzo è venuta la CRISI..chissà..ki§§*
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 19:02 via WEB
Come dicevo, anche io ho sentito sia i 21 che i 25, e certamente stare di fianco a qualcuno che sta in crisi è sufficientemente destabilizzante. Però non ti preoccupare, quando arriva la crisi, ti posso assicurare che la senti.
 
christineDaee
christineDaee il 15/10/08 alle 12:51 via WEB
sigh. ho 23 anni. e mi sento una bambocciona. mi sento semplicemente inadatta. voglio vivere da sola, l'ho gia fatto, e stavo bene. vorrei un lavoro, ma al contempo vorrei sbrigarmi con l'universita. e le due cose non riesco a farle assieme con un minimo di profitto . se nn il lavoretto delle rpomozioni. io parlo di un lavoro vero, che mi dia uno stipendio fisso. al contempo, il mio sogno è insegnare quella letteratura così bistrattata.e per farlo non piu che fare. ogni giorno cambiano le cose, ogni giorno dal ministero cambiano i programmi di studio. se io mi iscrivo ora alla specialistica nn so se poi potro realmeten andare a lavorare, xkè il ministero non ha ancora dettato i regolamenti per l'arruolamento per la riforma che, xo' ha già emesso e reso effettiva....
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 19:04 via WEB
Chri, hai 23 anni, hai tutto il diritto di fare quello che ti pare :D Lo so che c'è un sacco di gente che a 23 anni è sposata con figli, ma il vero problema è se continui a dire "da grande farò questo e quello", non se ti senti adulta e ti trovi in una situazione che non riconosci come tua :)
 
laura_fitzcarraldo
laura_fitzcarraldo il 15/10/08 alle 13:05 via WEB
possibile che ogni volta che commento il signor libero mi censura??? comunque, in sintesi l'idea era: 1) auto-casa-lavoro sono ottime precondizioni per pupetti-famiglia-stationwagon... :)uahuahauhauah!!! 2)ti lascio con una piccola considerazione che facevo proprio l'latro giorno: non mi è mai successo di avere un lavoro da 3 giorni e desiderare fosse il lavoro della mia vita. ogni lavoro che ho fatto, l'ho visto non solo come precario (mera constatazione) ma anche provvisorio (deliberata scelta, volontà, intenzione). ora sono innamorata, per la prima volta, credo, e se anche so che ciò che vivo è precario (non fosse atro, perchè potrei essere sbranata da un t-rex oggi stesso).. beh.. ciò che sento nulla ha del provvisorio. e mi concedo di sognare marmocchi, coccole, caminetto d'inverno, ombrellone d'estate, Rollo vecchio, animali, risate, musica, allegria.. casa.. certo, se Lui lo sapesse, gli prenderebbe l'orticaria. cosi, me la tengo per me, questa follia :D tutti uguali, talvolta, mi sembrate, voi maschietti!!!! leggo te, e mi sembra di sentir parlare lui! bacio
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 19:07 via WEB
In effetti, fossi in te questo desiderio di casa, famiglia, staccionata bianca e albero di pesco me lo terrei ben nascosto dentro... Prima o poi parlerò anche del buon vecchio effetto "cappio insaponato" :D
 
NEWYORKER205
NEWYORKER205 il 15/10/08 alle 18:07 via WEB
sarò banale...ma vorrei un figlio dalla mia compagna...comprare una casa che abbiamo visto con giardino con possibilità di costruirci una piscina...porsche in garage...e magari un cagnolino...
 
 
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 15/10/08 alle 19:08 via WEB
E perchè banale? E' un desiderio legittimo e condivisibile. Anche io ad esempio vorrei casa con piscina, porsche in garage e un bel paio di gatti in giardino :D
 
   
WonderVega
WonderVega il 15/10/08 alle 19:47 via WEB
Io ho 29 anni tutto quello di cui sopra ma me manca la materia prima: l'omo! (dove lo prendo il cappio?) ;) ehehehehe
 
redelconsumismo
redelconsumismo il 15/10/08 alle 20:29 via WEB
Grandissimo!! io per passare la crisi dei miei 30 anni...faccio e dico minchiate come se ne avessi 20 ;))
 
unconiglioverde
unconiglioverde il 15/10/08 alle 22:14 via WEB
io sono nella crisi dei 26:) sto x comprare casa ma fra 5 anni mi vedo con un reddito migliore, con luna al mio fianco semore piu giudiziosa:p, con marco marito anxixhè compagno e magari stiamo x comprare un appartamento piu grande e una macchina piu bella.....e non una station!
 
unconiglioverde
unconiglioverde il 15/10/08 alle 22:20 via WEB
aggiungo la casa dei miei sogni,che ora non oposso permettermi,è un bell'attico,con 30m di terrazzo, due o tre balconi, due bagni la lavanderia, tre stanze da letto, lo studio, una cucinona enorme e un soggiorno luminoso e caldo..il tutto arredato moderno di classe...il garage doppio e il suv iparcheggiato. vacanze tre volte l'anno e la donna delle pulizie fissa....e ovviamente la mia bella pantera nera,kleggi cane, sdraiata sul tappeto che mi osserva mentre tornata da lavoro mi leggo uin romanzo xkè tanto i lavori li ha fatti tutti la donna di servizio, bello no? e poi arriva il mio amore e ci guistiamo susi d asporto sul divAno...sesso coccole e poi una sigaretta, e poi due tutoni e scendiamo a far pipi a luna mano nella mano ancora innamorati cm oggi.
 
nicolacianciaruso
nicolacianciaruso il 21/10/08 alle 08:39 via WEB
il tuo racconto capita a pennello: in un periodo della mia vita in cui i cambiamenti fanno da padrone....ho 31 anni,ank'io fino ad un anno fà ero sicurissimo di ciò ke avevo: un lavoro ed un ragazzo...la sensazione? come dentro una vasca da bagno....autorizzato a non pensare a nulla!!! poi le cose cambiano,inevitabilmente ti trovi senza lavoro(per mia scelta),31 anni suonati,una storia di 1 anno alle spalle ed una nuova da gestire...mi viene in mente una frase di matteo B.Bianchi in uno dei suoi libri piu celebri e belli che abbia mai letto:"tu sei lì che ipotizzi la vita...e la vita intanto ti accade...
 
LAdy.rachele
LAdy.rachele il 21/10/08 alle 08:43 via WEB
Blog del giorno 21/10/08
 
TUOPRINCIPEdgl
TUOPRINCIPEdgl il 21/10/08 alle 09:01 via WEB
ho trentanni suonati,ed è un periodo che sto veramente male... e il futuro lo vedo nero,ho paura di finire in mezzo alla strada con un bottiglione di vino in mano...
 
nal8
nal8 il 21/10/08 alle 09:02 via WEB
non sono molto d'accordo con te. tutti abbiamo dei momenti in cui pensiamo ai risultati ottenuti durante la ns vita... 30,40,50 anni non importa... pensiamo e spesso non siamo contenti di quello che siamo riusciti a raggiungere... ci aspettavamo di più sia dalla vita che da noi stessi... ora siamo adulti (ho 36 anni) e dovrei per forza fare dei bilanci? perchè? certo li facciamo senza volerlo ma se potessi scegliere non lo farei. preferirei ragionare e vivere come un ragazzino (o forse come un animale) che non pensa a queste cose ma vive giorno dopo giorno... Le giornate migliori sono proprio quelle che ho passato senza pensare al bilancio della vita... Poi lasciatelo dire: macchina più bella, appartamento più grande e stipendio migliore... che tristezza
 
El_Amor
El_Amor il 21/10/08 alle 09:29 via WEB
Io ne ho 35, non ho un cazzo di nulla a parte macchina, lavoro e tanta voglia di riealizzare i miei sogni per i quali sto lavorando da anni con passione.Che tristezza la vita per tappe "del popolino" a 25 la macchina a 30 la macchina più bella a 31 lo stipendio migliore....Guardatevi dentro e realizzate quello che volete veramente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Claudio
 
powerdriver
powerdriver il 21/10/08 alle 09:41 via WEB
...problemino...quando arriverà la prossima crisi, ti troverai a pensare diversamente (ho detto diversamente, non all'opposto di ciò che pensi ora) e allora magari vorrai/ti troverai ad affrontare una piacevole "ma anche" impegnativa convivenza e, perché no, l'attesa e la nascita di un figlio/a tuo. Questi eventi della vita, che sono quelli che realmente la cambiano (oltre naturalmente alla vincita al superenalotto...) sono complicati da affrontare a 40 anni...il metabolismo cambia, la soglia di tolleranza si abbassa, si regge meno la stanchezza e lo stress....coraggio :-))
 
LaLineaDInchiostro
LaLineaDInchiostro il 21/10/08 alle 09:48 via WEB
Adoro questa definizione sulla differenza tra ragazzo vecchio e uomo giovane!!Hai sintetizzato un concetto su cui mi trovo troppo spesso a riflettere!!^___^
 
imbs
imbs il 21/10/08 alle 09:53 via WEB
ho letto con molto interesse e ho capito che diventare vecchio non piace a nessuno. io ho 45 anni e vivo da solo ormai in quanto una separazione alle spalle, quindi ho perso cane gatt ecc. mi rallegro che non ho figli che sofrono, ma in quanto dove saro' fra 5 anni, non lo sapro' mai. Un saluto al blogg
 
Russianwest
Russianwest il 21/10/08 alle 10:11 via WEB
Si tratta soltanto di "invecchiare". La mia crisi di "trentenne" l'ho attraversata quando ero già sposato da sei anni e padre di due bambini. Le domande son sempre quelle: Dove vado? Se non avessi scelto questo, dove sarei ora? Sarei più o meno felice di adesso? Se potessi riavvolgere il nastro, rifarei cosa? Occhio, perche la crisi dei 40 si accompagna con l'insofferenza per tante piccole cose che prima potevano scivolare via senza che ce ne accorgessimo. Rispetto ai 30, può essere più dura! Io ci sono dentro e non so se ne uscirò vivo....
 
caesar77
caesar77 il 21/10/08 alle 10:40 via WEB
A me è accaduta una cosa simile. A 29 anni e mezzo ero fidanzatissimo, convivente e con data e luogo del matrimonio già fissato. A 30 ero single. Personalmente mi sono ritrovato a 30 anni con meno certezze, una situazione economica e sentimentale decisamente peggiorativa rispetto a quando ne avevo 25. Oggi ne compio 31. La situazione non è cambiata molto però mi sono reso conto che è davvero importante quello che uno si sente dentro. Sono più libero e desideroso di svaghi e divertimenti di quanto non lo fossi 3 anni fa. Non mi vedo più in futuro sposato e con figli. Mi piace vivere alla giornata perché è il mio modo migliore per dimostrare a tutti che non sono poi così vecchio come sembrerebbe :)
 
marematite
marematite il 21/10/08 alle 10:45 via WEB
ma vaffanculo...
 
cincycucu77
cincycucu77 il 21/10/08 alle 10:47 via WEB
:) permettimi di dire che, visti i miei 31 anni, anche le donne soffrono di questa crisi! o per lo meno io ne soffro... sposata 19enne, due figlie meravigliose, un cane, 5 gatti, i pesci nell'acquario, una casa col giardino e una station nel garage.. un lavoro appena avviato che amo...un marito che mi adora. eppure qualcosa mi sfugge! mi guardo allo specchio e vedo me stessa, con qualche segno in più (e anche qualche kilo, sigh!!) e qualche sogno in meno... e non mi vedo tra cinque anni perchè, nella baraonda mentale in cui mi trovo, potrei essere, fare, dire o diventare qualsiasi cosa! ma questo lo so per certo: oggi esisto e, nel bene e nel male, non vorrei che fosse diversamente! buona giornata a tutti :)
 
sandrino_ino
sandrino_ino il 21/10/08 alle 10:51 via WEB
Il problema fodamentale é che questi 30 anni simbolicamente rappresentano il punto in cui si deve ammettere di dover prenderti le resposabilita, non verso gli altri, ma con te stesso: lavoro, compagna/fidanzata, cazzeggio, famiglia, ecc. Ma chi puo risponderci e dirci se abbiamo fatto bene o abbiamo sbagliato fino ad oggi? Quindi dobbiamo scavarci dentro... e farci del male...e anche del bene. Questa riflessione pou portarci a fare errori, cambiare lavoro, nel mio caso cambiare nazione, e altre grandi cazzate che ti cambiano la vita per sempre. Allora non é meglio lasciare tutto come é...perche alla fine in questi momenti ci facciamo un sacco di "pippe" mentali? Dobbiamo forse fare come nei film: partire in coupé all'alba, con bob dylan in sottofondo e ritrovarsi poi con il ricordo della giornata piu bella della tua vita...ma con tutti gli altri giorni della tua vita rovinati per sempre? o meglio "cambiati" per sempre? in meglio o in peggio...? questo é il problema Tante belle cose trentenni
 
 
JulieStanca
JulieStanca il 21/10/08 alle 11:11 via WEB
PURE COME QUELLO DI SOTTO: MI FATTE SCHIFFO, avete tutto per andare bene, ma no, fatte soffrire le personne a fianco a voi, e rovinate tutto! Mi distruggi, ho il cuore in 10000000000 pezzi per colpa tua. Nn posso soportare di leggere che ti kiedi se hai fatto bene di scegliere di fare la tua vita con me. Io so molto sensibile, e sei riuscito a farmi dubitare proprio di te adesso, quello che nn mi era mai succeso fino ad ora BRAVO!
 
B0303
B0303 il 21/10/08 alle 10:54 via WEB
Crisi dei trent'anni... roba da matti. Il problema della vostra generazione è soltanto uno: siete degli smidollati. La soluzione? Sucidatevi, non avete speranze. Io a trent'anni comandavo 150 uomini. L'esistenza o meno di problemi nelle nostre teste dipendeva solo dalla nostra volontà. Abbiamo imparato ad essere padroni di noi stessi e delle nostre vite, senza dare troppo ascolto alle nostre debolezze. Voi siete figli di una società che valorizza ciò che sta in basso invece di ciò che sta in alto, scoraggiando ogni speranza di migliorare se stessi. Mi fate schifo.
 
 
cincycucu77
cincycucu77 il 21/10/08 alle 11:00 via WEB
saremo figli di una società che ci ha insegnato quello che ci ha insegnato, ma mi chiedo se non sia il caso di fare un passo indietro sulle tue parole, pensando al contributo che tu ci hai messo... i problemi che la nostra generazione ha oggi una volta non esistevano o non venivano considerati tali... si, in un certo senso hai ragione, si viveva meglio... ma perchè allora non impegnarsi a far si che si crei un clima migliore? sferrando il tuo disgusto alimenti soltanto una disapprovazione generale che non contribuisce certo a nulla! un consiglio: sii meno ostile e usa un pò più di empatia, potresti scoprire che, in fondo, non siamo poi così diversi! un saluto.
 
pestilenza76
pestilenza76 il 21/10/08 alle 11:06 via WEB
Cit. “in una macchina più bella, con un appartamento più grande ed uno stipendio migliore” Praticamente i tuoi interessi sono il benessere e la proprietà, far parte del gregge ma con un manto di lana più costoso. Nessun ideale reale e quanto di peggio, nessun interrogativo posto in relazione al passare degli anni, la morte dei genitori, l'invecchiamento, la propria morte, la possibilità che il mondo cambi scardinando le nostre ridicole certezze legate ad uno stipendio e ad un conto corrente... Il classico aspirante medio borghese vuoto.
 
stefy82002
stefy82002 il 21/10/08 alle 11:13 via WEB
mi fa piacere sapere che anche a voi maschietti viene la crisi dei trent'anni.io l'ho avuta e l'ho ancora.sembra non passare piu.Questo perche' non ho ancora un lavoro fisso,non ho un amore,e vivo ancora coi miei.Visto ke tu hai un lavoro,una casa,una macchina,una vita tua...da ke e' dipesa questa crisi?dal matrimonio saltato?t'invidio.goditi la vita.
 
paololla
paololla il 21/10/08 alle 11:13 via WEB
Una macchina più bella, un appartamento più grande e uno stipendio migliore...hmm..fai un pò tristezza..sei ben omologato..poi verso i trentotto rimpiangerai di nn esserti fatto una famiglia, di nn avere bambini urlanti per la casa, un gatto e perchè no una station wagon e ti sarai rotto del solito sesso...ma allora ti guarderai intorno nn troverai donne interessanti oppure se le troverai saranno giovani e immature come a te nn piaceranno...vedi il punto è che la vita è fatta di scelte e ogni scelta è una rinuncia...vedo le famiglie giovani che mi stanno intorno e quando esco da casa loro o loro da casa mia mi mancano, mi manca quel calore e quei bambini che un momento prima avresti ucciso...insomma a ognuno il suo..ne riparliamo fra cinque-sei anni
 
aquy64
aquy64 il 21/10/08 alle 11:17 via WEB
Permettete anche a me un commento: ho 44 anni e, dopo un bel pezzetto di vita - marito, figli. casa, macchina, lavoro - un giorno tutto è finito perchè il mio lui ha avuto la crisi. Immaginate la mia di crisi!!! Dopo lunga e penosa sofferenza, aiutata da una persona eccezionale, sono arrivata alla consapevolezza che bisogna vivere il presente, giorno per giorno, senza guardare indietro nè avanti. Questo non vuol dire vivere alla giornata, vuol dire guardare l'oggi e goderselo, comunque esso sia, così puoi dire di vivere la tua vita. Sonia
 
pallina_78
pallina_78 il 21/10/08 alle 11:29 via WEB
io la crisi più brutta l'ho affrontata alla soglia dei 25 anni, ora ne ho trenta devo dire che anche se sono single e un lavoro che non tanto mi soddisfa e se mi giro intorno le mie amiche sono tutte sposate con prole, non ho subito tanto il passaggio tra i 29 e i 30 ora invece che mi appresto ai 31 però devo dire che ogni tanto penso e tiro le somme, e il risultato non mi soddisfa poi tanta. Cmq anche io se penso a come sarò tra 5 anni mi vedo in una macchina più bella, con un appartamento più grande ed uno stipendio migliore”ma soprattutto con una persona accanto a poter condividere tutto questo .... almeno lo spero ... un bacio
 
ilmatte08
ilmatte08 il 21/10/08 alle 12:57 via WEB
a me la crisi dei 30 mi è venuta ora che per lavoro sono lontano da casa, con famiglia, cani ed amici lontani e con un lavoro di m.. che non mi gratifica quanto volevo e quanto ritengo sia necessario per fare i sacrifici che sto facendo: hotel lavoro, lavoro hotel, vita sociale zero. insomma una situazione per me veramente pesante. non mi faccio la domanda, come mi vedo tra 5 anni perche vorrei vedermi rientrato nella mia terra, ma so che sara molto difficile. non ci penso, ma penso: chi me lo fa fare di dedicare tutto al lavoro, il tempo passa e a km da casa non si realizza nulla
 
dionongiocaadadi
dionongiocaadadi il 22/10/08 alle 09:33 via WEB
...è la maturità necessaria per affrontare la vita di chi sente la crisi dei 30 anni (e non passa i 30 senza batter ciglio) che ti fa mettere tra i tuoi principali obiettivi...una macchina più bella?
 
tomaui
tomaui il 19/04/09 alle 12:34 via WEB
..sulla crisi dei 30 anni... ..da qualche tempo mi chiedo che sto facendo nella mia vita...i sogni che fino a poco tempo fa bastavano più delle certezze concrete all'improvviso non pesano più, e sento il bisogno urgente di compensarli con qualcosa di materico, per bilanciare questa nuova visione iperrealistica delle cose. All'improvviso tutto mi sembra molto più in basso delle mie aspettative. Ma il vero cambiamento è che invece di inventarmi dei sogni più grandi accetto quel poco che c'è come l'unico che c'è. Non mi era mai successo. Da adolescente mi era capitato di pensare di aver già capito tutto, per poi ricredermi dopo i vent'anni. Oggi, 9 anni dopo stavo quasi nella stessa situazione quando mi sono resa conto di non aver capito nulla....non soltanto non ho costruito qualcosa di concreto ma sto perdendo la sicurezza rispetto a quello che credevo di volere. Cercando nel web mi sono accorta di quanto questo sia comune a molti. Mi piace l'idea di ricominciare e sorprendermi di me stessa, ma un pò mi spaventa lasciare andare quelle mezze certezze che mi hanno portato fin qui. Mi piace pensare che presto anche io non sarò più una vecchia ragazza ma una giovane donna!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CHI È IL MISTER

Mr Nice Guy: espressione inglese per indicare il "classico bravo ragazzo".

Il mio punto di vista è quello di una persona assolutamente normale. Sono il classico bravo ragazzo. Se ci fosse una definizione di bravo ragazzo medio, nel dizionario, beh, ci sarebbe la mia foto di fianco. Ma nella mia esperienza, essere un bravo ragazzo non ha vantaggi di sorta. Solo sfighe.
E questo è il mio punto di partenza.

 

 

TAG

 

IL MISTER IN PILLOLE

BLOG DEL GIORNO!

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vigorflex.materassiale_10_rmmephistopheles1imma.palmieripastificio.laroccakombimkmarinopiraslisa_m_lalessio.maestrinigioper79Stanza.VuotaQuelCheVoglio_Sei_Tugiuleskentaki66mondochevorrei5
 

ULTIMI COMMENTI

Si sei zoccola, ma non vuol dire niente, anzi sei meglio di...
Inviato da: Gio
il 11/10/2019 alle 11:30
 
Ragazzo mi manchi tantissimo!
Inviato da: solfamy
il 27/09/2017 alle 13:00
 
Sono stata con più di 100 ragazzi ( soprattutto sesso orale...
Inviato da: Ilaria
il 25/06/2017 alle 12:48
 
è proprio interessante sentirsi infinitamente...
Inviato da: zep
il 13/04/2017 alle 19:09
 
Un unico uomo ?????è come andare in una galleria...
Inviato da: zep
il 13/04/2017 alle 19:02
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 79
 

DICONO DI ME





Inviato da venus.veronensis il 30/10/08 @ 12:39 via WEB
Scendi tra noi umani qualche volta.

Inviato da marematite il 21/10/08 @ 10:45 via WEB
ma vaffanculo...

Inviato da  mr.controcorrente il 18/09/08 @ 13:15 via WEB
... e, aggiungo, da perfetto cattolico quale sei, dovresti sapere che uno dei 7 peccati capitali è la SUPERBIA.

Inviato da vargoli il 01/09/08 @ 16:31 via WEB
Beh, sai, forse hai trovato solo stronze egoiste perché, come si dice, "similes cum similibus congregantur".
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31