Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

toninoocodepierfedechiaramassimocoppaprefazione09roberto.lafiandrajames098andrea.silvia1EremoDelCuoreThorn2022zarra.antonioxxcentauroleonafeAnonimo.Locofedromano
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 06/09/2021

Santommasi di ieri e di oggi.

Post n°1749 pubblicato il 06 Settembre 2021 da fedechiara
 


Santommasi di ieri e di oggi.
Più vedo e ascolto i documentari scientifici su raiscuola, più mi convinco che le fragili argomentazioni dei sedicenti 'fedeli' al Verbo e alla Dottrina religiosa si squaglieranno come neve al sole in breve volgere di anni.
Ricordo i temi forti dei testimoni di Geova che ricevevo in casa, pietoso dei troppi dinieghi che ricevevano ai campanelli di zona, - e gli offrivo il tè e accettavo di misurarmi con l'ardua filosofia/teologia di chi, in palese assenza di segni chiari e manifestazioni certe di divina presenza, arzigogolava intorno al disegno della natura - così bello e complesso, affermavano, da non poter non essere ascritto a un santo Disegno. E si dilungavano sulle forme dei fiori e i miracolosi equilibri di natura che, invece, i documentari di cui sopra, dicono in chiaro non aver alcuna evidente necessità di un abilissimo Disegnatore/ingegnere sovrapposto e invisibile ognora al lavoro per migliorarne le architetture in divenire e le accorte strategie di sopravvivenza.
E il nostro pervicace lavoro sulla natura delle cose di semidei pasticcioni, ma sempre più addentro ai misteriosi labirinti della fisica quantistica e delle saltellanti particelle elettromagnetiche, ci avvicina al mistero ultimo della 'particella di Dio', come hanno voluto benignamente chiamarla gli scienziati al lavoro – e Dio, giunti al punto, finirà relegato all'Evento Primo delle origini dell'universo: il 'big bang' della materia iper compressa dalla gravità assassina che ha lanciato caoticamente i suoi detriti esplosivi, dilatando a dismisura il vuoto spazio-tempo delle origini.
Ma resta la curiosità di dare forma e sostanza e identità al Personaggio Misterioso che, chissà come, sta fuori e dentro gli eventi di natura, giocando a nascondino e complicando ogni cosa dell'umano intelligere – come ha fatto per secoli grazie alle intermediazioni interessate dei preti e dei vescovi e papi d'antan delle tristi guerre di religione e le crociate e le 'notti di san Bartolomeo.
E avevano un bel dirmi, quei testimoni di Geova (ma che presunzione, la loro, di esserlo in esclusiva!) che la colpa è tutta e sempre degli uomini e del loro verbo, sedicente religioso, confuso e nemico. Io rispondevo che sarebbe bastato un Suo semplice Apparire, di bel nuovo – dopo ben duemila e passa anni dalla sua Incarnazione ricchi di controversie religiose - e dire apertis verbis, con una spruzzata di miracoli dimostrativi ( per i più scettici santommasi post moderni ) che il Figlio è tornato per il necessario aggiornamento e confronto con la Nuova Scienza, ridicolizzando atei e gli islamici e gli induisti più ostinati.
E' chiedere troppo?
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 4 persone 

 
 
 

Inferni e paradisi.

Post n°1748 pubblicato il 06 Settembre 2021 da fedechiara
 


Lo sapevate che si può trascorrere nel 'mondo dei più' senza necessariamente e dolorosamente 'spegnere la nostra breve candela'? C'è una pagina di Wikipedia, l'enciclopedia dello scibile universale on line, che ci elenca, giorno per giorno, quali personaggi famosi sono trascorsi in quel mondo a nostra insaputa - e l'elenco è necessariamente lungo, pur se spurgato dei meno noti 'common people' che non meritano menzione se non negli ambiti familiari e tribali che ti vengono proposti sui socials con la fatidica domanda dell'amico avanti in età un bel mattino:
'Sai chi se ne è andato stanotte?' 'No, chi?' 'Marco.' Marco chi?' 'Il no vax che pubblicava tutte quelle statistiche su f/b.' 'Morto di covid?' 'No. Che dici? Era malato da tempo.' Ah, beh, si, beh.
E la domanda se davvero esiste un mondo dei più dove si aggirano, con le mani in mano, i noti e i meno noti pareggiati dalla Contadina con la falce è sempre di attualità, malgrado i neuroscienziati, sui documentari di raiscuola, ci spieghino con dovizia di particolari che i pensieri e la cosiddetta spiritualità con cui ci trastulliamo religiosamente altro non siano che un effimero transito elettrico tra neuroni e sinapsi di quella massa aggrovigliata di carne e vasi sanguigni che è il nostro cervello.
Del funzionamento del quale, peraltro, ben poco si sa anche negli ambiti iper specialistici dei neurologi e associati; ed è l'ultima frontiera della conoscenza ultima, che sfuma sugli orizzonti della inquietante I.A., insieme al danzante mondo quantistico che ogni giorno nuovo ci sorprende con qualche sua bizzarra e inspiegabile manifestazione e scoperta di nuova 'legge universale' fino a ieri impensabile.
E mia suocera buon'anima, qualche decennio fa, mi pregava di accompagnarla al cimitero in sedia a rotelle a far visita ai suoi cari e ai vicini di casa persi di vista e ai comuni frequentatori dei negozi di quartiere che ogni mese si aggiungevano, a sua insaputa, nella sfilata delle lapidi in alto e in basso di quel luogo di compunzioni e riflessioni sulla brevità delle nostre candele.
Ed era una sorta di 'visita parenti', e mi indicava sorpresa i nomi sulle tombe nuove e mi raccontava le storie relative e le relazioni forti o episodiche di lei con coloro in un tempo che 'non macina più'.
Erano le sue visite di cortesia al tempo passato e agli ospiti del 'mondo dei più' da cui derivano le nostre vite presenti e le future a cui sentiva di appartenere – e alieno, invece, le era il presente delle nuove cronache e gli eventi balzani e stupidi da cui si distaccava ogni giorno di più.
Ma se desiderate anche voi fare una 'visita di cortesia' a coloro che se ne sono andati a nostra insaputa cliccate sul link qui sotto e avrete modo di aggirarvi ancora in vita in quel mondo dei più, come Dante con Virgilio, e decidere gli inferni e i paradisi che si sono meritati (e che vi meriterete). https://it.wikipedia.org/wiki/Morti_nel_2021
Nessuna descrizione della foto disponibile.