Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

galloceramiche.1997Amori_Passionifedechiaraliffcecaloiarosalvatoresvagatelloantomar4alf.cosmosHurakanVirgifrachecco77ioragazzo32ric_arrigboicellia0danadileQuartoProvvisorio
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 03/01/2021

Predizioni ottimistiche di ieri

Post n°1463 pubblicato il 03 Gennaio 2021 da fedechiara
 



20-20, il sequel di 'Via col vento'? - 03 gennaio 2020
Ed ecco rappresentata, in anteprima mondiale, la scena prima del trailer 2020 che chiedevamo di visionare giusto per 'farcene un'idea'.
E' una scena forte, da films d'azione e di guerra annunciata, ma è la prosecuzione, col botto missilistico di ieri, di scaramucce e attentati terroristici già ampiamente rappresentati nell'anno uscente in quel nido di vipere e covo di attentatori professionali alla sicurezza della regione che è l'Iran dei pretoni islamici patrono delle brigate degli Hezbollah – la cui ombra nera di attentati e lista di morti ammazzati si allunga fino al Libano e alle porte dell'Europa, e costringe Israele a portarsi sullo stato di allerta massimo e i missili e le batterie anti missile puntati verso est.
Venti di guerra, dunque, che si appaiano, nel trailer che visioniamo dell'anno bisesto 20-20, al voto del parlamento turco che autorizza Erdogan a mandare i suoi soldati e altre truppe mercenarie in Libia – a surrogare la contraddittoria e colpevole assenza di iniziativa politica e militare dell'Europa.
E che l'Europa dovesse parlare una sola lingua autorevole - e dura e ultimativa - nel conflitto che oppone Al Serraj ad Haftar lo dimostra questo riesplodere con potenza massima di una guerra regionale alle porte del nostro paese, col carico di morte di barconi a sciami e colonne di 'rifugiati' che troveranno posto conflittuale nel campo-profughi Italia – e i confini ad ovest e a nord dell'Europa Infelix chiusi col catenaccio perché all'Austria con governo di destra rinnovato e nella Francia di Macron in preda ai conflitti sociali indigeni non va giù l'idea che altri terroristi in pectore si mescolino e si confondano in quest'altra ondata di follia immigratoria sregolata e senza freni che si annuncia.
Dunque è un film di azione e di guerra che si mostra nei trailer del 20-20 e abbiamo già il titolo pronto '20-20 venti di guerra', appunto e speriamo che le prossime scene non ci trascinino in sequenze mozzafiato da finale di 'Via col vento' coi sudisti (noi) in rotta e i crudeli nordisti trionfanti – e già mi candido nel ruolo senile di Clark Gable, memore della bellezza e fresca impertinenza di Rossella O' Hara, che vedrei bene interpretata da Michelle Pfeiffer nel sequel che si girerà in corso d'anno.
Estote parati. Perchè questo film di cui stiamo visionando il trailer potrebbe prenderci la mano e missile chiama missile e barcone chiama barcone (e annegamenti e conflitti elettorali conseguenti) e non ho la più pallida idea di quale potrebbe esserne il finale – ma è certo che sarà un brutto finale e speriamo che non finisca in tregenda.
'Anno bisesto', ben si sa, è 'anno funesto'.
Via col vento, attori, regista e riassunto del film