Sgosh!

Se qualcosa può andar male lo farà.

 

Messaggi di Dicembre 2005

LA PESTILENZA

Post n°167 pubblicato il 19 Dicembre 2005 da ausdauer
 
Foto di ausdauer

Nooooooooooooo!!! Ma porca la puzzolaccia dalla pelliccia ruvida e spelacchiata...

Torno a casa dall'università e dove mi trovo? Al lazzaretto. Ovunque giacciono fratelli marcescenti che rantolano sotto quintali di fazzoletti. Il rischio di contagio è altissimo secondo il mio medico.

Già che io sono particolarmente cagionevole di salute. Mi sento già la gola che brucia. Ovunque mi sieda trovo tracce virulente del loro passaggio: fazzoletti pieni di chissà quali forme di vita, bicchieri su cui la saliva si è posata copiosamente senza parlare dei rumore di scatarramenti vari che mi fanno pensare con terrore all'inevitabile diffusione del contagio.

Non so se servirà a qualcosa, ma io il lysoform l'ho passato anche sulla tastiera...

 
 
 

Post N° 166

Post n°166 pubblicato il 16 Dicembre 2005 da ausdauer
 

NATALE

Le mille lucine colorate, gli addobbi natalizi, l'albero in piazza e tutta la gente che corre e si dispera per l'acquisto di regali, è fantastico. Quando entro alla Conad poi c'è sempre quell'enorme Babbo Natale in un angolo che prende vita ogni volta che gli si passa davanti, cominciando a cantare e ballare in preda alla possessione demoniaca, io mi ci diverto troppo: gli passerei davanti per ore se non fosse che forse qualcuno mi farebbe portare via. E poi ci sono i lauti pasti, i piccoli doni, il rumore della carta che si strappa e tanti grazie diffusi senza tanta parsimonia. 

Evviva!


ULTIMO DELL'ANNO

Angoscia.               Patimento.   
                      
                   Disperazione.   
                                               
  
Senso di impotenza di fronte agli eventi. 
       

              
Gente che festeggia.    

Gente che si ubriaca                    Fuochi d'artificio.                    

Sonnolenza.   

    
Senso di essere fuori dal mondo.           
                                             

 Zero prospettive.        

Feste di coppie da evitare.    

              
             Petardi che mi fanno paura.                           
              

Assenza di amici liberi da impegni mondani.

Orrore e devastazione interni. 
                     
 

Coazione a ripetere.  

  Consapevolezza che tutto ciò non cambierà MAI.

 
 
 

IDIOSINCRASIE PERSONALI

Post n°165 pubblicato il 14 Dicembre 2005 da ausdauer
 
Foto di ausdauer

Con il presente post mi vedo costretta a dichiarare pubblicamente l'ennesimo fallimento pseudosentimentale. E' una grossa delusione per molti, me ne rendo conto, ma qui si tratta di incompatibilità all'ennesima potenza.

Credo che chi mi ha presentato costui non abbia tenuto conto di piccolissimi e banalissimi dettagli. E soprattutto che io, da zitella non ancora giunta alla disperazione totale, sono molto attenta ai piccolissimi e banalissimi dettagli.

Esaltarsi dicendo "ieri sera dopo cena ho bevuto sei bicchieri di grappa" non sortirà su di me alcun effetto di ammirazione. Anzi, sarà che l'abuso di alcool è qualcosa che aborro, a me verrebbe solo da rispondere molto scortesemente.

Tentare un approccio a scopo conoscitivo e pormi candidamente come primo quesito "Tu per che squadra tifi?" aumenterà in maniera esponenziale la mia perplessità latente, o forse anche discretamente manifesta.

Il lavoro del camionista è un lavoro interessantissimo e avvincente, ma io che diamine posso rispondere ad uno che prende parola solo per descrivermi scampati incidenti stradali? O che con orgoglio mi confessa di assumere psicofarmaci, senza, ORRORE!, avere un briciolo di conoscenza a riguardo.

E poi perché mi deve stare così attaccato quando guardo le bancarelle, sempre alle spalle come un gufo malefico pronto ad appollaiarsi sulla mia spalla? Fingendosi interessato peraltro ad orecchini e bracciali di perline colorate. Quando una persona più di una volta ti pesta involontariamente i piedi indietreggiando non significa forse che le sei troppo attaccato? Rispetta il mio spazio vitale, e che cribbio.

E infine, santo cielo, come può essere l'uomo della mia vita uno che mi manda un sms con scritto  "a detto e. che ci vediamo stasera al buling"? Gli stupri linguistici mi colpiscono sempre nel profondo, e mai in maniera positiva purtroppo.

Io non ce la faccio. Credo che si chiamino idiosincrasie personali. 


Poi improvvisamente ricompare lui. Mi confessa imbarazzato che non sta facendo nulla di troppo utile nella sua vita, ma che trascorre le sue giornate a guardare documentari. Intavola con scioltezza un irresistibile discorso sul comportamento sessuale dei pidocchi e confessa di essere preoccupato per il suo libro di storia, rimasto chiuso in albergo alla fine della stagione. E poi mi mostra i suoi libri: una biblioteca che va da libri sulla stregoneria all'Enciclopedia della geografia, da Stefano Benni a "La storia della tortura". Mi mostra il planisfero davanti a cui passa le sue nottate insonni e mi parlerebbe anche delle Crociate o degli amplessi delle iene se non si vergognasse troppo di possedere tutte queste conoscenze.

Chissà perché sul mercato mi ritrovo sempre certe persone e altre invece... no.

 
 
 

Post N° 164

Post n°164 pubblicato il 12 Dicembre 2005 da ausdauer
 
Foto di ausdauer

ANSIA DA PARCHEGGIO
(è lunedì, come faccio??)

Lo devo ammettere, gran parte della mia femminilità si manifesta mentre sono in auto. Non tanto durante lungo il tragitto, nel quale mantengo sempre una certa dignità al volante, quanto nel momento in cui s'ha da parcheggiare. Come recita ogni luogo comune che si rispetti, la donna per definizione non ha senso della misura. Questo ovviamente non vale per la maggior parte delle donne, molte delle quali, ho dolorosamente notato, riescono anche ad infilarsi in retro nelle strettoie più impensabili, ma per me rappresenta la triste realtà.

La vita di chi non sa parcheggiare è una vita dura, piena di dolorose consapevolezze riguardo la propria inettudine e piena anche di acuminate riflessioni beffarde da parte dei proprio passeggeri o spettatori che trafiggono il cuore impietosamente.

Ehi ma dove vai, lì c'era un posto enorme.
Guarda che lì ci entrava anche un Tir.
Di questo passo parcheggerai a casa tua.
Io non ho voglia di fare così tanta strada a piedi.

Maledetti rompicoglioni, ecco. Siete voluti salire in macchina con me, adesso non vi lamentate.

Questo è il motivo per cui preferisco girare da sola. Parcheggiare con soddisfazione negli angoli più remoti del parcheggio, a km e km dall'uscita, dove c'è talmente tanto posto che ci stanno anche 4 autobus belli larghi. Fare in tranquillità 420 manovre per poi accorgermi che sono sempre allo stesso punto, e sempre con una ruota sulla riga e allora fare nuovamente retro e provare una quinta volta ad entrare dritta, con risultati più che opinabili.
Fare anche sei volte i giro dell'isolato perché il parcheggio dei miei sogni non è stato individuato.

E che s'ammazzino pure tra di loro quelli che lottano per il posto in prima fila al supermercato, io ho le scarpe da ginnastica proprio per le lunghe percorrenze.

 
 
 

TORNEO DI STRONZOKU!

Post n°163 pubblicato il 07 Dicembre 2005 da ausdauer

Aiuto aiuto... mi hanno passato il testimone. Sperando di aver capito le regole di base e soprattutto invoncando la presenza dello spirito Mincaga (Fool copyright) partecipo con piacere a questa nuova iniziativa partita dal genio di Erinn78 (e con questo link mi risparmio di spiegare come funziona).

♥3 BLOGS fra quelli CHE MI PIACCIONO♥

- I Fogli Sparsi de La Strega Capricciosa: lo so, lo so, ha praticamente chiuso i battenti, ma il link esiste ancora e chissà, magari un giorno ritorna. Il primo blog che ho mai letto in vita mia e quello che mi ha spinto a crearne uno (che fortuna vero? se volete picchiarla... ahahahah).  Un vero stile nello scrivere.

- Il blog di MedeAthena: c'è bisogno di dirlo? Ironico, brillante, scritto da una ragazza colta e simpatica e oltre tutto romagnola come me. Cosa vogliamo di più?

- Il blog di Melany80: uno spaccato di vita reale impressionante. Viene fuori una persona veramente "umana", con tutte le sue sfaccettature, è sempre un piacere leggerla.

•3 BLOGS fra quelli CHE NON MI PIACCIONO•
(i nomi non li ricordo, perché non li seguo... come faccio???)

- tutti quelli sbrillucciccosi, sbaciucchiosi e bavosi che hanno come unico scopo quello di spargere affetto non richiesto a chicchessia. Mi viene in mente solo il nome di bimbadeifiori... credo sia esplicativo.

- tutti quelli che hanno 500 post con scritto "buongiorno" "vado a mangiare" "ho fatto la cacca" "buonasera" e "non riesco a dormire quindi ciao" sono snervanti. Qui ce ne sono davvero troppi così, non saprei mettere un nome solo.

- tutti quelli che riportano poesie, frasi e canzoni senza un briciolo di personalizzazione, in una compilation di banalità che rasenta l'insopportabile. Anche qui non mi ricordo nemmeno un nome (come faccio??), ma mi sa che ne prendo in causa parecchi.

>3 BLOGS A CUI PASSO IL TESTIMONE<

- richardbennett
- grossman1981
- Fayaway

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: ausdauer
Data di creazione: 02/03/2005
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2005 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

 
 

TAG