Creato da R3nata il 09/12/2008

voglio volare....

Esperienze di vita

 

E' morta Franca Rame

Post n°898 pubblicato il 29 Maggio 2013 da R3nata
 

Era un'attrice molto schierata,forse troppo,ma era una grande donna,bellissima e soprattutto bravissima.Quiesto video ha un significato profondo,in questi giorni è di grande importanza! Addio a Franca Rame!

 
 
 

Amici miei

Post n°897 pubblicato il 17 Maggio 2013 da R3nata
 

Allora come state amici miei?quanto ci si legge poco ultimamente...Io sto poco al pc e ho ceduto ad aprire di "là"...più sbrigativo per quei cinque minuti al giorno che mi concedo per cazzeggiare...Sto preparandomi per l'estate ragazzi,lavorerò 10 settimane a cominciare dal 17 giugno,una breve pausa ad agosto e qualcosina anche a settembre.Perciò sto raccogliendo materiale,fotocopie di lavoretti creativi,schemi di giochi per bambini dai tre ai tredici anni.Continuo a dare ripetizioni,poche per altro,ma dopo aver perso il lavoro del post scuola è tutto ciò che ho trovato da aggiungere alle due ore di segreteria che faccio alla sera al palazzetto dello sport.Poca roba,che non basta a fare nulla...Ho avuto un raffreddore che è durato quasi un mese,credo di non averne mai avuto uno simile...Con questa temperatura quasi autunnale non ci si può aspettare altro,prima è uscito un raggio di sole,ma sta di nuovo preparandosi a piovere,ormai i fiumi sono pienissimi,speriamo non succeda nulla.Arturo sta bene,chi sta meglio di lui,coccolato e viziato da due "genitori" rimbambiti,che gli concedono tutto!Vi saluto e vi penso spesso,con affetto! 

                                                                          Renata

 

 
 
 

Donne uccise

Post n°896 pubblicato il 03 Maggio 2013 da R3nata
 

Ancora tre oggi,tre donne assassinate da una mano ignota o nota molto spesso.L'istinto di prevalere continua inesorabile,la legge del più forte che non contento spesso aggiunge anche lo sfregio,la violenza sessuale e quant'altro.D'altra parte in un mondo dove a teatro una donna nuda sul palcoscenico viene "commentata" da uomini seduti che la osservano in un'assurda scena artistica ?!?cosa c'è da aspettarsi?in un mondo dove le donne spogliate sevono a far vendere i giornali e a pagare gli stipendi ai giornalisti?in un mondo dove ancora toppe poche donne sono ai posti di comando?in un paese che non ha mai avuto un presidente non dico delle repubblica ma nemmeno del consiglio donna?Siamo indietro,indietrissimo e questi fatti violenti non ci fanno onore.

I dati annuali dell’Osservatorio del Telefono Rosa, presentati oggi a Roma, confermano che il tragico volto della violenza sulle donne non cambia. L’autore è il marito (48%), il convivente (12%) o l’ex (23%), un uomo tra il 35 e i 54 anni (61%), impiegato ((21%), istruito (il 46% ha la licenza media superiore e il 19% la laurea). Non fa uso particolare di alcol o di droghe (63%). Insomma, un uomo «normale». Così come normale è la vittima: una donna di età compresa fra 35 e 54 anni, con la licenza media superiore (53%) o la laurea (22%); impiegata (20%) o disoccupata (19%) o casalinga (16%), con figli (82%). La maggior parte delle violenze continuano ad avvenire in casa, all’interno di una relazione sentimentale (84%), in una famiglia «normale».

Quante sono le donne uccise in Italia dall'inizio del 2013?120,130?E quante sarnno alla fine dell'anno?


 

 

 
 
 

Cosa possono fare la dignità e la vergogna...

Post n°895 pubblicato il 06 Aprile 2013 da R3nata
 

Buongiorno
06/04/2013
La realtà schiaffeggia il potere
di
massimo gramellini

 

Che per un attimo cali il silenzio sulle danze consumate intorno alle poltrone del potere. La realtà pulsa altrove e oggi urla. Oggi muore. Anna Maria Sopranzi e Romeo Dionisi erano una coppia intorno alla sessantina che tutti conoscevamo perché tutti ne abbiamo incontrata una al supermercato o in coda alla posta. Abitavano la vita con riservatezza, troppa riservatezza. E con dignità, troppa dignità per un mondo di vittimisti e di pagliacci.  

 

Il signor Dionisi era un muratore di Civitanova Marche che a sessantatré anni era stato lasciato a casa dalla ditta, ma dopo una vita coi calli alle mani non riusciva ancora ad andare in pensione. Cercava lavoro e ne raccattava soltanto briciole, mezze giornate a spezzarsi la schiena per una manciata di euro in nero. Andava bene tutto, pur di onorare il debito con l’Inps per i contributi obbligatori che avrebbero dovuto consentirgli di traghettare le sue ossa stanche sulla riva della pensione. Nel frattempo lui e la moglie Anna Maria tiravano avanti con quella di lei: meno di 500 euro al mese.  

 

Ma quel debito era diventato un’ossessione che toglieva il respiro a entrambi. La paura, questo mostro che ti sale dalla pancia e ti conquista i pensieri fino a sottometterli, aveva trasformato la vecchiaia serena di un uomo e di una donna perbene in un inferno zoppicante sull’orlo della depressione. Ancora l’altro giorno il presidente del consiglio comunale di Civitanova, che abita nello stesso condominio, ha consigliato al signor Dionisi di rivolgersi ai servizi sociali, ma l’orgoglio e la dignità di una vita intera hanno impedito a quella coppia in disgrazia di rendere pubblico il proprio disagio. Nella rovina economica c’è sempre una componente di vergogna che si allea con la solitudine nell’annerire scenari già cupi. Così Romeo e Anna Maria hanno preso l’ultima decisione. Riservati e dignitosi fino alla fine, hanno scritto un biglietto di scuse e lo hanno appoggiato sul cruscotto dell’utilitaria di un’amica. «Guarda nello sgabuzzino». E nello sgabuzzino l’amica ha trovato i loro corpi appesi al soffitto. Ah, come vorrei che l’ombra - solo l’ombra - di quell’immagine venisse proiettata nelle stanze del potere, quasi un pendolo che detti il tempo a chi deve cambiare le leggi e non lo fa, a chi deve dare risposte ai deboli e non le dà, a chi deve trovare parole nuove e non ne ha, ma proprio per questo continua a usare solo quelle vecchie, intrise di caos. Come vorrei che quell’immagine diventasse il loro tormento, il loro fantasma di Banquo, mentre si accingono a celebrare i loro incomprensibili riti. Invece purtroppo l’ha vista il fratello di Anna Maria, un altro anziano solo e impaurito, che è scappato dalla scena del suicidio per correre al molo ad affogarsi, completando con un tuffo nel blu questa carneficina familiare e nazionale. 

 

Non c’è più niente da dire. Niente. Soltanto un avvertimento alla politica, che ha già cominciato ad agitare i morti di Civitanova come miccia della prossima polemica. Che non si azzardi a utilizzarli per i suoi scopi di fazione. Il signor Romeo Dionisi, la signora Anna Maria Sopranzi e il signor Giuseppe Sopranzi non appartengono al mondo dei giocatori del potere, ma all’immensa tribù degli italiani normali che hanno lavorato una vita e che in questo Titanic di popolo hanno maturato una sorta di prelazione, un sacrosanto diritto di essere salvati per primi. In fretta. Prima che arrivino altri biglietti sul cruscotto, altri drammi inaccettabili, altri articoli dolorosamente inutili come questo.

 
 
 

Istigazione al femminicidio o cattivo gusto?

Post n°894 pubblicato il 29 Marzo 2013 da R3nata
 

Sta facendo parlare una pubblicità comparsa a Napoli,dove si vede un ragazzo che ha in mano uno strofinaccio che,a quanto pare,se usato non lascia tracce di sporco.Peccato che il suddetto ragazzo sia seduto su un letto con una ragazza sotto il piumone di cui si intravedono solo le gambe e l'ombra proiettata su un armadio sia di una mana armata di coltello.Si è parlato di istigazione al femminicidio,non credo lo sia perchè pare che esista anche una stessa versione girata al femminile,credo piuttosto che sia una pubblicità di pessimo gusto,di poco stile,che però ha centrato il bersaglio,far parlare di sè.Mi sembra di tornare a molti anni fa,ai cartelloni pubblicitari della Benettono,quando il fotografo Oliviero Toscani faceva inorridire i benpensanti con immagini di bambini di tutte le razze vestiti in sgargianti colori(poi si scoprì che l'azienda faceva lavorare i suoi capi in paesi del terzo mondo dove gli operari erano sottopagati,ma questa è un'altra storia).Di pubblicità seria ne esiste ben poca,forse perchè quella onesta e rigorosa non darebbe frutti.Belle donne,spesso poco vestite,famiglie troppo felici che fanno colazioni da nababbi,supposte che brillano,omini che scendono e salgono dal water che hai persino paura a sedertici,mai mai che ti assalgano...Non si urli allo scandalo dove non c'è,non sono momenti per dare notizie insensate,abbiamo bisogno di ben altro!!!

 
 
 

Buona domenica delle palme!

Post n°893 pubblicato il 24 Marzo 2013 da R3nata
 

 
 
 

Alla ricerca del Padre

Post n°892 pubblicato il 19 Marzo 2013 da R3nata

Eh sì,un grande entusiasmo è entrato nel cuore di tutti,questo nuovo papa,anzi questo Vescovo di Roma ci sta scaldando il cuore.Era dagli ultimi giorni di Karol Woytila che non ci sentivamo più così fratelli,così uniti.Questo uomo ci sta facendo da Padre,un padre per tutti,ricchi,ma soprattutto poveri,potenti,ma soprattutto normali,adulti,ma soprattutto bambini.La ricerca del Padre ha dato i suoi frutti e la speranza di una Chiesa migliore,più vicina a tutti ci fa gioire.E' una splendida sensazione che immagino abbia toccato anche chi non crede!

 
 
 

Habemus papam

Post n°891 pubblicato il 14 Marzo 2013 da R3nata

Tutto subito ieri sera mi è preso un colpo,possibile che con la possibilità di scegliere una persona più giovane,hanno di nuovo eletto un papa anziano,con la stessa età di Benedetto XVI otto anni fa!E poi lui ha parlato e il mio cuore ha gioito,in lui ho visto il padre,il padre dei cristiani."Fratelli e sorelle...buonasera!",ciò che avrebbe detto ognuno di noi!Mi auguro davvero che Papa Francesco sia la guida che occorre a questa Chiesa così in crisi,di identità e di anime,un Papa che sappia riavvicinare i giovani alla fede,lui che è sempre vissuto tra gente semplice e pura.La fratellanza che lui ha auspicato nel suo discorso d'esordio è proprio quella che occorre a tutti noi per tornare a sperare.Il nome che ha scelto è un augurio davvero di semplicità e pulizia,due cose che farebbero bene a tanti,a tutti noi!E soprattutto spero che,da buon gesuita,sappia essere severo dove occorre,specie in tanti ambiti ecclesiastici dove regnano omertà e paura.Buon lavoro Papa Francesco!

 
 
 

I love Italy

Post n°890 pubblicato il 27 Febbraio 2013 da R3nata
 

Alla fine quello che avevo scritto nel post precedente si è avverato,dalle urne è uscito un esito che non permette a nessuno di governare a meno di inciuci aberranti.Qualcosa di buono è uscito,l'abbassamento dell'età media dei parlamentari e il 31% di elette.Molti nomi noti sono spariti,di uno sono particolarmente felice sebbene l'abbia votato un sacco di volte.Non so,spero che il clima migliori e che si trovi il modo di non saltare per aria,che l'inesperienza non paghi e che l'eperienza si spogli un attimo della superbia acquisita.Amo la mia patria,una parola che si usa poco,ma che io continuo a pronunciare e voglio sperare che si cerchi di non distruggerla del tutto!

 
 
 

Week end di elezioni

Post n°889 pubblicato il 22 Febbraio 2013 da R3nata
 

Oggi tutti a sfogarsi,a sparare le ultime cartucce,a raccontarne e a prometterne di ogni,poi domani silenzio e sabato e domenica si vedrà...Si vedrà che dalle urne uscirà la solita Italia ingovernabile,piena di forse,di ammucchiate improponibili e di scontentezza generale.Finchè non ci sarà una legge lettorale seria,finchè i vecchi politici non se ne saranno andati c'è poco da contarcela...TUTTI,tutti quelli che ci sono ora hanno pucciato le dita nella marmellata o hanno visto e si sono voltati dall'altra parte.Perciò sabato e domenica vincerà il partito di chi non è andato a votare e questa è la cosa più grave!!!

 
 
 

Seguimi su Libero Mobile

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

iltuocognatino1maurizio.3bach1962Elemento.Scostantela.cozzafugadallanimasurfinia60emozionami1960carla.bossolubopoSeiprofumo_dellavitapumba61Terzo_Blog.GiusMadameNoiremartinatende
 

TWITTER

 

IL MIO MIGLIORE AMICO

 

Banner Airc

 
 

ULTIMI COMMENTI

I MIEI BLOG AMICI

 

 

 

 

 

BLOG 8 MARZO

un blog per le donne

 

 

  

 

L'autrice di questo blog lo aggiorna periodicamente e quindi tutto ciò che è scritto non è da considerarsi un prodotto giornalistico ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.Se le immagini tratte dal web dovessero ledere dei diritti d'autore verranno immediatamente rimosse.

NOTE LEGALI Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. QUINDI tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il permesso mio o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

AREA PERSONALE